Tag: confettura

Come fare addensare la marmellata di uva?

Ricettepercucinare.com


marmellata di uva - Ricettepercucinare.com

Come fare addensare la marmellata di uva? Questa domanda non è rara e inusuale perchè ci sono alcuni tipi di frutta che possono essere “trasformati” in marmellata ma che poi danno adito a esiti poco densi e piuttosto liquidi. Tutto dipende anche dalla quantità di frutta. Se non usate le bustine di pectina che si comprano al supermercato ma fate affidamento esclusivamente su frutta e zucchero, potrebbe accadere che l’esito sia abbastanza liquido. 

Vediamo allora come addensare la marmellata di uva “in extremis”

Hai preparato la tua marmellata di uva con tanta pazienza. Lavando l’uva, tagliandola, privandola dei semini, insomma ti sei messo di grande impegno. Ora che la cottura è terminata, ti sei reso conto che è davvero molto liquida. Tant’è che la prova del piattino te ne dà conferma.

La prova del piattino consiste nello spostare un cucchiaino di marmellata o confettura su un piattino e inclinarlo. Se la marmellata cola giù rapidamente, è troppo liquida. Se invece non cola, e rimane bella compatta sul piattino, vuol dire che è pronta. Ovviamente in questo caso la vostra confettura di uva è liquida e vi siete resi conto che cola giù dal piattino molto rapidamente.

Che fare? Quando si preparano ricette casalinghe può capitare di incontrare degli inconvenienti. Per fortuna i rimedi della nonna ci vengono in soccorso. E riusciamo a recuperare le ricette abbastanza facilmente. Si pensi per esempio alla patata, che assorbe il sale in eccesso. Avere una patata in casa è sempre una buona cosa! Vediamo invece la soluzione per addensare le marmellate.

Se non ti va di prepararla in casa…

Ecco un consiglio per gli acquisti. Clicca sull’immagine e acquista subito la tua confettura di uva fatta in casa come da tradizione! Altrimenti, prosegui la lettura e scopri subito la soluzione al tuo problema….

confettura di uva pugliese - Laterradipuglia.it

Ecco la soluzione

La soluzione non ve la dà alcuna bustina o intruglio commerciale, ma una semplicissima e banalissima mela. Prendete una mela e tagliatela a tocchetti piccolini. Poi aggiungeteli in pentola insieme alla vostra marmellata e riprendete la cottura per una ventina di minuti ancora.

Poichè la mela contiene pectina, un addensante naturale, vi accorgerete che la vostra marmellata di uva diventerà densa a sufficienza. E tutto senza intaccare il sapore della vostra marmellata. Vi sembra impossibile? Provare per credere.



Le ricette di È Sempre Mezzogiorno del 16 dicembre 2022

Ricettepercucinare.com


È sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com

Iniziamo a cucinare a È Sempre Mezzogiorno del 16 dicembre 2022 con Daniele Persegani.

Anolini in brodo di Daniele Persegani

INGREDIENTI

per la pasta:

per il ripieno:

  • 100 g di formaggio stagionato stravecchio
  • 100 g di formaggio stagionato 24 mesi
  • 100 g di formaggio stagionato 12 mesi
  • 100 g di pangrattato
  • 2 uova
  • noce moscata
  • brodo

per il brodo:

  • 1/2 gallina
  • 1 pezzo di biancostato di manzo
  • 1 pezzo di costina di maiale
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 chiodo di garofano
  • burro
  • sale

PREPARAZIONE

  • Preparare il brodo: mettere in padella una cipolla tagliata a metà a rosolare;
  • Mettere in acqua fredda la gallina, biancostato, sedano, carota, la cipolla abbrustolino con il chiodo di garofano;
  • Il sale metterlo alla fine e durante la cottura eliminare la schiuma;
  • Ci vorrà qualche ora!
  • Mettere il pangrattato nella scodella con il brodo caldo (un mestolo e un po’), noce moscata e lavorare;
  • Aggiungere i tre tipi di formaggio e le uova;
  • Far riposare il ripieno in una scodella;
  • Preparare il panetto di pasta fresca con farina e uova e farlo riposare;
  • Tirare la pasta e adagiare un po’ di ripieno sopra;
  • Coprire con l’altra parte di pasta sopra e tirare bene via l’aria;
  • Con uno stampino ottenere la formina corretta;
  • Chiudere gli anolini e cuocere in brodo la pasta;
  • Servire in zuppiera e poi aggiungere burro e formaggio grattugiato;

Candy Cane di Natalia Cattelani

INGREDIENTI

per la pasta sfoglia furba:

  • 200 g di farina 00
  • 200 g di burro
  • sale
  • 100 ml di acqua

per la farcitura:

  • 350 g di confettura rossa a piacere
  • 1 cucchiaino di amido di mais

per decorare:

  • 1 uovo
  • 100 g di zucchero
  • zucchero a granella
  • 20 ciliegie candite

PREPARAZIONE

  • tagliare il burro a dadini e metterlo per mezz’ora in freezer;
  • Aggiungere nel mixer il burro con la farina;
  • Aggiungere un po’ di acqua e frullare un altro po’;
  • Dare la forma alla pasta un po’ granuloso e ricavare un rettangolo aiutandosi con il mattarello;
  • Arrotolare la pasta e dare dei colpetti con il matarello;
  • Spolverare con la farina e poi stendere nuovamente;
  • Arrotolare e si può anche mettere a riposare in freezer o mezz’ora in frigo per raffreddare;
  • Stendere di nuovo la pasta e spolverare con la farina;
  • Con un coltello ottenere dei triangoli per il Candy cane;
  • Sistemare su un foglio di carta da forno i triangoli, facendo attenzione a far andare una parte sull’altro triangolo;
  • Unire all’amido un po’ di confettura e mescolare;
  • Farcire con una striscia di confettura;
  • Piegare le punte verso la base e spennellare con l’uovo sbattuto;
  • aggiungere un po’ di zucchero e ciliegina;
  • Piegare e cuocere in forno a 180°C per 30;

Colazione di Babbo Natale di Fulvio Marino

INGREDIENTI

per l’impasto:

  • 1 kg di farina 0 forte
  • 280 g di uova
  • 150 ml di acqua
  • 150 ml di latte
  • 180 g di zucchero
  • 20 g di lievito di birra
  • 100 g di burro
  • 20 g di sale
  • 30 g di cardamomo

per il ripieno:

  • burro
  • cannella
  • farina di mandorle
  • caffé solubile
  • zucchero

PREPARAZIONE

  • Impastare nella scodella la farina con le uova e l’acqua;
  • Unire lo zucchero con il latte e impastare pian piano con le mani;
  • Far assorbire in 10 minuti il latte;
  • Unire anche il sale e farlo assorbire;
  • Unire anche il burro a fiocchetti facendo assorbire lentamente;
  • Aggiungere i semi di cardamomo e impastare;
  • Far riposare l’impasto in frigo per 8 ore;
  • Stendere la pasta a mano e stendere con il mattarello;
  • Ammorbidire il burro e spennellare sulla pasta;
  • spolverare con un po’ di caffé, cannella, mandorle in farina e zucchero;
  • Arrotolare ben stretta la pasta;
  • Tagliare la prima parte e poi ottenere dei tocchetti di pasta da 5 cm triangolari e schiacciare un po’ sulla teglia;
  • Far lievitare per 1 ora e 20 minuti;
  • Cuocere in forno a 180°C per 14 minuti;

Polpettone in crosta di patate di Antonio Paolino

INGREDIENTI

Per il polpettone:

  • 300 g di carne di suino
  • 300 g di carne di vitello
  • 120 g di formaggio grattugiato
  • 3 uova
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • un ciuffo di prezzemolo tritato
  • un rametto di timo
  • 2 carote gialle grandi
  • 8 carote arancioni piccole
  • 50 g di burro
  • sale e pepe

per la copertura:

  • 800 g di patate lesse
  • 2 tuorli
  • 70 g di burro morbido
  • un cucchiaio di fecola di patate
  • 2 cucchiai di purea di rapa rossa
  • noce moscata
  • sale e pepe

per la salsa al formaggio:

  • 200 g di panna
  • 120 g di formaggio grattugiato

PREPARAZIONE

  • In scodella mettere la carne macinata con uova, formaggio grattugiato, pangrattato, prezzemolo tritato e burro;
  • Condire con pepe e sale;
  • Impastare il tutto per amalgamare e fare delle polpette grandi (6);
  • Sbianchire le carote in acqua bollente e leggermente salata per 6-7 minuti;
  • Fare dei mini polpettoni mettendo al suo interno le carotine e la carota gialla;
  • Scaldare il forno e impostare a 160°C per 25 minuti;
  • Sbollentare le patate e sbucciarle;
  • Frullarle con il burro, tuorli, fecola di patate e noce moscata;
  • Condire con sale e pepe;
  • Dividere in due parti e colorare uno con la rapa rossa in purea;
  • Mettere nei due sac-a-poche il composto;
  • In un tegame mettere a scaldare la panna e poi aggiungere il formaggio grattugiato;
  • Adagiare a strisce su polpettone la crema omogenea sul polpettone;
  • Passare in forno a 180°C per 10-15 minuti;
  • Servire con la salsa;

Risotto arancia, cavolo nero e taleggio di Sergio Barzetti

INGREDIENTI

  • 300 g di carnaroli
  • 2 arance
  • 2 mazzi di cavolo nero
  • brodo vegetale
  • 1 pera martin sec
  • 150 g di taleggio
  • 1 scalogno
  • foglie di alloro
  • olio evo
  • sale e pepe

PREPARAZIONE

  • Tostare il riso con lo scalogno e quando è tostato aggiungere il succo di arancia;
  • Proseguire la cottura con il brodo;
  • Grattugiare pera la martin sec e mettere la pera e il succo a metà cottura;
  • Proseguire così fino a fine cottura;
  • Tagliare la buccia dell’arancia e poi scottarla per 2 volte in acqua bollente;
  • Pulire il cavolo nero e pulirlo sfilando;
  • Metterlo su un piatto unto e passare per 1 minuto al microonde alla massima potenza;
  • Impiattare il risotto con l’aggiunta delle foglie di cavolo essiccate e la buccia di arancia grattugiata;



Le ricette di È Sempre Mezzogiorno del 21 ottobre 2022 |

Ricettepercucinare.com


E' sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com

Anche oggi, insieme ad Antonella Clerici e il suo fidato braccio destro Alfio, scopriamo le ricette di È Sempre Mezzogiorno del 21 ottobre 2022. A dare il via è Natalia Cattelani con un dolce.

Torta olandese di Natalia Cattelani

INGREDIENTI

Per la frolla:

  • 400 g farina 0
  • 200 g burro
  • 120 g zucchero a velo
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • scorza di limone
  • sale

Per il ripieno:

PREPARAZIONE

  • Preparare la pasta frolla mettendo in una ciotola la farina, burro morbido a pezzetti e lavorare fino a ottenere un impasto sabbioso;
  • Dopodiché unire lo zucchero a velo e proseguire con l’uovo intero, tuorlo, sale e scorza di limone grattugiata;
  • Impastare a mano per formare il panetto e metterlo in frigo a riposare per 1 ora;
  • Preparare il ripieno montando con le fruste elettriche il burro morbido con lo zucchero;
  • Quando sarà chiaro e spumoso, aggiungere un uovo alla volta – a temperatura ambiente – e proseguire montando il composto;
  • Aggiungere poi la farina di grano saraceno e le mandorle in polvere, frullate in precedenza al mixer;
  • Stendere la frolla e sistemarla in una tortiera per crostate;
  • Spalmare con pochissima confettura di mandarino (va bene anche quella di albicocca o arance) e poi aggiungere il siepino di frutta secca, livellando con una spatola;
  • Aggiungere le strisce di frolla sopra e infornare a 170°C per 50 minuti;

Zuppa trentina di Barbara De Nigris

INGREDIENTI

  • 500 g funghi misti
  • 200 g patate
  • prezzemolo
  • 1 cipolla
  • 1 peperone rosso
  • 1 spicchio d’aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 250 ml panna
  • 20 ml brodo vegetale
  • maggiorana
  • cumino
  • paprika forte
  • 80 g speck a fette
  • erba cipollina

PREPARAZIONE

  • Tagliare i funghi e poi metterli a soffriggere a fiamma alta in padella con un goccio di olio extravergine di oliva e aglio;
  • In un tegame, soffriggere la cipolla con un goccio di olio e poi unire anche le patate tagliate a dadini;
  • Aggiungere anche i peperoni puliti e tagliati a dadini e un goccio d’acqua;
  • Condire con le spezie ed erbe aromatiche;
  • Aggiungere i funghi spadellati e sfumare con il vino bianco;
  • Una volta evaporato l’alcool, aggiungere la panna e far andare a fiamma bassa, con coperchio, per 30 minuti;
  • Dopo 10 minuti, aggiungere brodo o acqua;
  • Nel mentre, far diventare croccante lo speck in padella oppure in forno;
  • Servire la zucca con lo speck sbriciolato;

Rollè di tacchino farcito con castagne di Antonio Paolino

INGREDIENTI

  • 700 g petto di tacchino
  • 10 fettine di lardo
  • erbe aromatiche
  • 2 spicchi d’aglio
  • 100 g castagne
  • 300 g zucca
  • 100 g scamorza
  • 150 g salsiccia
  • 2 scalogni
  • 60 g olio
  • 80 ml vino bianco
  • 200 ml brodo
  • sale e pepe

Per il contorno:

  • 300 g patate
  • 200 g zucca
  • 50 g olio
  • 1 scalogno
  • 100 ml brodo
  • 50 g yogurt greco
  • timo
  • rosmarino
  • erba cipollina
  • basilico
  • sale e pepe

PREPARAZIONE

  • Far rosolare in una padella lo scalogno con l’olio;
  • Aggiungere la zucca a dadini e far cuocere;
  • Quando sarà cotta, trasferirla in una ciotola e unire le castagne lesse sbriciolate, la salsiccia cruda sdraiata e la mozzarella grattugiata;
  • Aprire e battere la carne di tacchino, ottenendo una grande fetta;
  • Condire con sale, pepe, olio, timo, rosmarino e strofinare anche l’aglio;
  • Sistemare sopra il lardo affettato, foglie di salvia e la farcitura di zucca;
  • Chiudere la carne arrotolandola con lo spago;
  • In un’altra padella, mettere l’olio evo e lo scalogno affettato e far rosolare la carne su tutti i lari;
  • Sfumare con il vino bianco e poi aggiungere il brodo;
  • Coprire e far cuocere a fiamma dolce per un’ora, rigirandolo;
  • Preparare il contorno tagliando la zucca a dadini;
  • Tagliare a dadini anche le patate e mettere entrambe in teglia da forno con scalogno, sale, pepe, olio, rosmarino e un po’ di acqua o brodo;
  • Cuocere in forno a 175°C per 1 ora;
  • Servire l’arrosto tagliata a fette con il pure di patate e zucca ottenuto frullando insieme con lo yogurt;

Focaccia di Votri di Fulvio Marino

INGREDIENTI

Per la biga:

  • 500 g di farina 00
  • 5 g di lievito di birra
  • 250 ml di acqua

Per l’impasto:

  • 175 g di farina tipo 2
  • 175 g di farina tipo 0
  • 400 ml di acqua
  • 2 g di lievito di birra
  • 4 g di malto
  • farina di mais

PREPARAZIONE

  • Preparare la biga con un cucchiaio mescolando lievito sbriciolato e acqua;
  • Coprire e lasciare maturare per 18 ore a 18°C circa;
  • Preparare l’impasto mettendo in una ciotola le farine avanzate, la biga, malto e la maggior parte dell’acqua e lavorare con un cucchiaio;
  • Unire anche il sale e l’acqua rimasta;
  • Coprire e far lievitare per 40 minuti;
  • Dividere l’impasto in filoncini da 200 grammi e poi sistemarli tutti su tre teglie;
  • Coprire e lasciar lievitare per 2-3 ore;
  • Ungere con l’olio la teglia da forno, rotolarci il filoncino e poi passarlo nella farina di mais;
  • Allargare con le mani e ottenere uno spessore di mezzo centimetro;
  • Riscaldare il forno a 250°C con la pietra refrattaria o una teglia rovesciata;
  • Adagiare sopra la focaccia e cuocere per 20 minuti (i primi 10 minuti di cottura con la teglia o la pietra in basso e gli altri 10 minuti in alto);

Ti sei perso l’appuntamento in tv? Scopri tutte le ricette di È Sempre Mezzogiorno sul nostro portale!



Proudly powered by WordPress