Tag: cui

Storia delle frittelle veneziane | Ricettepercucinare.com

Storia delle frittelle veneziane | Ricettepercucinare.com


frittelle veneziane - Ricettepercucinare.com

La regione Veneto è una regione con una tradizione gastronomica straordinaria capace di scandire, a suon di sapori, i piccoli grandi appuntamenti dell’anno e del calendario. Non v’è santo o ricorrenza che non abbia una sua pietanza caratterizzante. Per quanto riguarda il Carnevale, parliamo naturalmente delle frittelle veneziane. Durante il periodo del Carnevale, in Veneto trovate le frittelle in tutti i panifici e supermercati. Le trovate semplici, le classiche veneziane, ma anche con crema o zabaione. Che gioia addentare queste piccole grandi bontà! E che ricordi d’infanzia, per chi le ha gustate più e più volte da bambino! Ma conoscete la storia delle frittelle veneziane? Ve la raccontiamo noi. 

Le frittelle veneziane, dolce nazionale della Repubblica Serenissima

Innanzitutto dovete sapere che le frittelle veneziane sono così buone che le trovate sino in Friuli e sino al confine con la Lombardia. La loro storia affonda le sue radici nella seconda metà del XIV secolo. Il primissimo documento scritto che cita la ricetta delle frittelle veneziane si trova oggi a Roma, all’interno della Biblioteca Casatanense. In dialetto le chiamiamo anche “fritoe” o fritole. La ricetta rinascimentale è invece conservata al Museo Correr di Venezia, all’interno di una serie di appunti di cucina firmati da Bartolomeo Scappi.

La corporazione dei fritoleri

Pensate che nel Seicento i fritoleri, cioè coloro che facevano le fritole, si unirono in una corporazione. Alla corporazione appartenevano una settantina di fritoleri, che potevano tramandarsi l’appartenenza ad essa di padre in figlio. Nel Settecento, poi, pensate che la frittella fu insignita del titolo di “Dolce Nazionale dello Stato Veneto”. 

Le frittelle veneziane nell’arte

Pensate che le frittelle veneziane fanno parte così fortemente della storia e della cultura del Veneto che sono presenti anche in molte opere d’arte di prestigio. Sono innumerevoli i quadri appartenenti al Seicento o al Settecento che raffigurano proprio il personaggio del venditore o della venditrice di fritole. Ai tempi era possibile acquistare le frittelle come cibo da strada: il venditore forniva la frittella infilzata in una sorta di spiedo, affinchè fosse possibile gustarla senza ungersi le dita nè scottarsi.

Le frittelle veneziane nella letteratura

Non mancano le citazioni letterarie. Lo scrittore e nobiluomo veneziano Pietro Gasparo Moro scriveva nel 1800 a proposito dei fritoleri:

Hanno sempre sul davanti un pannolino che s’assomiglia al grembial delle donne, che sembra venuto allora fuor dal bucato. Tengono in mano un vasetto bucherellato con cui gettano del continuo zucchero sulla mercie, ma con tal atteggiamento che par vogliano dire: e chi sente l’odore e il sapore di questa cosa che noi inzuccheriamo?

Analogamente, Giovanni Marangoni, li descriveva così:

Cuocitori e venditori a un tempo, impastavano la farina sopra ampi tavolati per poi friggerle con olio, grasso di maiale o burro, entro grandi padelle sostenute da tripodi. A cottura ultimata le frittelle venivano esposte su piatti variamente e riccamente decorati, di stagno o di peltro. Su altri piatti, a dimostrazione della bontà del prodotto venivano esibiti gli ingredienti usati: pinoli, uvette, cedrini.

Non possiamo infine non menzionare Carlo Goldoni, famosissimo commediografo veneziano, che menziona la frittella proprio all’interno di una sua commedia dal titolo Il Campiello, risalente al 1756. 

La frittelle veneziana nella cucina ebraica

Come sapete a Venezia c’è uno dei ghetti ebraici più antichi d’Italia. Gli ebrei gradirono particolarmente la fritola veneziana e scelsero di rivisitarla, dando vita ad una versione tutta loro che ancora oggi è protagonista della ricorrenza del Purim.

Per la ricetta delle frittelle veneziane originale, vi invitiamo a cliccare qui



Ecco chi produce i prodotti Eurospin

Ricettepercucinare.com


chi produce i prodotti eurospin - Ricettepercucinare.com

L’Eurospin è una delle catene di supermercati più apprezzate dal grande pubblico. Varietà e scelta, prodotti qualitativamente buoni e prezzi accattivanti sono alla base del successo di questa formula che ogni settimana attrae innumerevoli acquirenti pronti a riempire carrelli e dispense sborsando il giusto. E forse anche qualcosa meno. Ma chi produce i prodotti Eurospin? Come avrete notato sono tutti prodotti come si suol dire “sottomarca”. E cosa significa sottomarca? Cerchiamo di capire qualcosa di più su questo argomento. 

Cosa sono i prodotti “di sottomarca”

I prodotti di sottomarca sono prodotti le cui marche sono meno note. Spesso questi prodotti sono l’imitazione dei prodotti più famosi della marche altrettanto famose. E costano di meno. Come mai? E’ presto detto. Le cosiddette sottomarche sono normalissime marche che non sono sostenute da in imponente apparato di marketing – con relativi budget importanti – e che pertanto non hanno la visibilità delle cugine con nomi più altisonanti. Dunque, domanderete voi, i biscotti marchiati Eurospin sono buoni tanto quanto i loro simili del marchio più famoso? La risposta è che se non sono identici, sono molto molto simili!

Quali sono i marchi Eurospin

Se leggete le etichette dei prodotti Eurospin noterete che su tutti o quasi tutti c’è scritto “prodotto per Eurospin da…”. Dunque vediamo quali sono i prodotti ed i brand che producono per Eurospin:

Fette biscottate

  • Fette biscottate Tre Mulini: prodotte da Colussi

Biscotti

  • I biscotti a marchio Buon Mattino sono un prodotto di Colussi
  • I Crumiri di Dolciando Eurospin provengono da casa Bistefani
  • I frollini con confettura di mele “Love Is” della linea Dolciando Eurospin sono prodotti da Vicenzi Caffè
  • Il caffè classico Espresso Italia in grani è un prodotto di Gimoka
  • Il Caffè Don Jerez, sia in grani che macinato, è prodotto da Pellini e Saicaf
  • Prodotti solubili per latte
  • Orozo caffè Eurospin prodotto da Crastan
  • Caffè istantaneo Eurospin prodotto da Ristori

Merendine

  • Le merendine tipo le Buondì sono prodotte nella fabbrica Bistefani proprio dove si producono i Buondì “originali”
  • Le Fiorentine con marmellata di albicocca, le Sfogliatine e i Ventagli di sfoglia sono prodotti dalla Biancoforno Arte Pasticcera.
  • I Croissant Albicocca, Cacao e Crema pasticcera di Dolciando sono prodotti dalla Bauli
  • Le merendine Dolciando” sono prodotti da Balconi.

Riso e pasta

  • Il riso basmati a marchio Delizie del Sole è prodotto da Riso Scotti
  • Il riso Thai parboiled a marchio Delizie del Sole è prodotto da Riso Scotti

Pasta

  • La pasta Tre Mulini secca viene prodotta da pasta Ceccato
  • La pasta Tre mulini Fresca è un prodotto di Pasta di Sardegna
  • La pasta all’uovo Tre Mulini è prodotta da Pastificio Andalini
  • I tortellini al crudo e tertelloni con ricotta e spinaci Tre Mulini sono prodotti Giovanni Rana. Le altre tipologie di pasta ripiena sono prodotti da Avesani.
  • La pasta fresca di semola Tre Mulini è prodotta da Maffei

Olio

  • L’Olio extravergine di oliva Frantoio La Rocca è prodotto da Castel del Condimenti
  • Il dado di carne Eurospin è prodotto dalla San Martino
  • I Funghi sottolio Delizie del Sole sono di Coelsanus
  • I peperoni sott’aceto e le olive verdi denocciolate in salamoia Varia Gusto sono di Coelsanus

 

Chi produce i prodotti Eurospin a base di carni e affettati

  • I Wursteloni TOBIAS sono prodotti AIA
  • I Wurstel Tobias da 4 pezzi sono prodotti Amadori
  • Il Prosciutto cotto in vaschetta La bottega del Gusto è prodotto da Raspini
  • La Carne in Gelatina e La trippa al sugo Il buon Pascolo Eurospin sono prodotti da Montana
  • La Mortadella in vaschetta La Bottega del Gusto è prodotta da Fiorucci
  • Il Prosciutto e il Salame Milano (a fette, in vaschetta) La Bottega del Gusto sono prodotti da Casa Modena

Succhi di frutta

  • Il succo di Arancia Rossa, Multivitaminico e Ace Puertosol è un prodotto di Pfanner
  • I succhi di frutta Pesca, Pera e Albicocca PuertosolL sono prodotti da Boschi Food and Beverage (Santal)
  • I succhi di frutta in brik Puertosol sono prodotti da La Doria

Bevande Gassate, birre e thè

  • Le bibite (cola, aranciata, limonata ecc…) sono prodotte da acqua Guizza
  • l Thè (limone, pesca e verde) sono prodotti da S. Benedetto
  • Il the al limone/pesca/verde Blues è prodotto da S.Benedetto negli stabilimenti di Sciroppi
  • I Bitter BLUES sono prodotti dalla Spumador
  • Le birre Best Brau Eurospin bionda, doppio malto e rossa sono prodotte da Castello
  • Lo sciroppo di menta blues è prodotto da Toschi

Gelati

  • Il sorbetto al limone Lemoon è prodotto da Polenghi
  • I ghiaccioli da congelare mister fruit (imitazione dei) sono prodotti da Dolfin s.p.a
  • I coni gelato al caffè, panna e ciliegia della linea le nostre stelle della Dolciando sono prodotti Sammontana
  • I sorbetti fragola, ananas e mirtillo 50% frutta confezione da 6 della Dolciando sono prodotti Sammontana
  • I ghiaccioli limone e liquirizia (tipo liuk) della Dolciando sono prodotti da Sammontana

Verdure surgelate

  • Il prezzemolo, il misto soffritto e la cipolla a cubetti Delizie del Sole sono prodotti da Orogel

Latte e derivati del latte

  • Gli Yogurt Land sono prodotti da Trentina latte
  • La Panna da cucina è prodotta da Sterilgarda
  • Il latte Land è prodotto da Parmalat
  • Le mozzarelle Land sono prodotte da Alival
  • Le mozzarelle di Bufala Land sono prodotte da Mandara
  • La Soia Drink Land è prodotta da Sterilgarda
  • Il Parmigiano Reggiano grattugiato Land è prodotto da Parmareggio
  • Il Parmigiano è prodotto da Virgilio
  • Il formaggio spalmabile Cremosella, Robiola e Primosale sono prodotti da Fattoria Osella
  • Il mascarpone Land è prodotto da Latterie Virgilio
  • Gli Yogurt di Soia Land sono prodotti dalla Alpro (uno dei pochi stabilimenti all’estero, in Belgio)
  • Il formaggio fresco spalmabile Land è prodotto dalla Exquisa
  • Prodotti per l’igiene personale
  • I bagnoschiuma da 500 ml sono prodotti da Malizia
  • Il sapone liquido Near Your Hand cosi come i gel doccia da 300 ml e i bagnoschiuma da 500 ml di Near Your Body sono prodotti da Mil Mil. Lo stesso dicasi per i solari Look Bronze
  • Lo shampoo Gocce di Seta è uno shampoo Wella
  • Il talco Near è prodotto dalla Italsilva (Spuma di Sciampagna)
  • La carta igienica La Lunghissima 2 veli è prodotta nello stesso stabilimento da dove provengono i famosi rotoloni Regina

Prodotti per la prima infanzia

  • Le patatine e i pop corn Mambo Kids sono prodotti Pata
  • Gli omogenizzati Prime Pappe sono prodotti nello stabilimento di TrentoFrutta 
  • Gli Stick al cioccolato Dolciando sono prodotti da Tuc
  • Le arachidi tostate salate Mister Sibamba sono prodotte da Pata

Detersivi per piatti e lavastoviglie:

  • Le ecodosi Dexal vengono prodotte dalla Packaging Imolese (azienda che lavora anche per Dixan, Dash)
  • I prodotti Eco commercializzati da Eurospin provengono dalla stessa azienda che produce i prodotti Winni’s

Uova zucchero e farina

  • Le Uova fresche Delizie del Sole sono uova AIA
  • La farina “00″ e quella per dolci Tre Mulini è prodotta da due aziende: Pasta di Sardegna e Molini Tandoi S.p.A.
  • Lo zucchero a velo Dolciando  Eurospin è prodotto da San Martino
  • Lo zucchero in buste monodose Sudzuker è prodotto da Maxi

Pesce

Proseguiamo la nostra carrellata volta a rispondere alla domanda “chi produce i prodotti Eurospin” con i prodotti a base di pesce: 

  • Il Tonno PERLA è prodotto di As Do Mar
  • I Bastoncini di merluzzo sono prodotti da Deutsche See (un’azienda che era di proprietà della Findus)
  • Il Tonno Ondina e il Tonno Athena sono prodotti da Frinsa (un’azienda spagnola)

Pet-food per animali

  • I Bocconi per cane (in lattina 1.25 e 1.6 kg) Radames sono prodotti da Morando (Miglior Cane)
  • I bocconcini di erbette e pomodoro per gatto Radames sono di Arovit
  • Il salamotto Radames di manzo è prodotto da Pets Choice
  • Le crocchette per cani, le crocchette Premium e i croccantini per gatti Radames sono prodotti da Morando (Miglior Cane e Miglior Gatto)

Ecco risposto alla domanda “chi produce i prodotti Eurospin”. Se dovessero esserci nuovi prodotti avremo cura di aggiungerli, oppure scriveteceli voi!



Chi è la chef transgender di è sempre mezzogiorno

Ricettepercucinare.com


Durante la prima stagione di È sempre Mezzogiorno le sorprese non sono certamente mancate: ad esempio, non possiamo certamente dimenticare l’arrivo della prima chef transgender a è Sempre Mezzogiorno, su Rai 1.

Chef Chloe Facchini È Sempre Mezzogiorno

Chi è la chef transgender del programma di Antonella Clerici?

Durante la prima edizione di È Sempre Mezzogiorno, Antonella Clerici ha ospitato una chef transgender: stiamo parlando di Chloe Facchini. Questo cognome non è certamente nuovo alle orecchie di molti, poiché proprio a La Prova del Cuoco abbiamo assistito alla preparazione di tante ricette fatte dallo chef Riccardo Facchini. La padrona di casa, quindi, ha pensato bene di portare in televisione la sua amica chef per parlare al mondo di una tematica assai importante, quello del transgender, e lo ha fatto proprio in occasione della giornata mondiale contro l’omotransfobia. Ecco chi è la chef transgender di E’ sempre mezzogiorno.
Nessuno si aspettava questo coming out da parte di questo personaggio televisivo, ma in realtà, come ha raccontato la stessa Chloe oramai non si sentiva più bene nel corpo in cui era imprigionata. Proprio per questo anche Antonella Clerici ha desiderato parlare a tutti gli italiani di questo tema così sensibile, visto che molto spesso le persone che si trovano in questa circostanza vivono un periodo della propria vita davvero difficile.

Il cambio di vita: da Riccardo a Chloe Facchini a È Sempre Mezzogiorno

Il cambio di vita da Riccardo a Chloe Facchini non sappiamo come sia avvenuto per la precisione, ma stando a quando ha raccontato la chef a È Sempre Mezzogiorno è partito circa due anni fa. Ad ogni modo, i fan più attenti che seguivano il profilo di Riccardo Facchini non hanno potuto fare a meno di notare alcune piccole differenze. Ad esempio, Riccardo è passato dal suo taglio corto di colore grigio a capelli leggermente più lunghi, a caschetto, di colore biondo. Anche le forme del suo corpo sono decisamente cambiante, divenendo meno maschili. Insomma, un vero e proprio cambiamento che pure la chef ha voluto mostrare solo dopo tanto tempo di stop dalla televisione e da La Prova del Cuoco.

Antonella Clerici è stata ed è tuttora una grande amica di Chloe: grazie alla conduttrice bionda di È Sempre Mezzogiorno, in tv è arrivato un argomento assai delicato che, troppo spesso, viene strumentalizzato dai media televisivi. Sicuramente ritroveremo Chloe e le sue ricette dal mood francese anche nella nuova stagione televisiva di È Sempre Mezzogiorno che partirà il 13 settembre!



Proudly powered by WordPress