Tag: cui

Grazie a tutti!

Grazie a tutti per l’entusiasmo con cui avete accolto il nuovo libro, Mettiamoci a cucinare. Sono state venduta già moltissime copie e ho ricevuto da parte vostra tanti complimenti e suggerimenti. Grazie, grazie e grazie!  Mi fa davvero molto piacere. Sono così affezionata a questo libro e sono felice che vi sia piaciuto!

I piatti di È Sempre Mezzogiorno del 31 ottobre 2023

È sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com


 

È sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com

Oggi a è Sempre Mezzogiorno del 31 ottobre 2023 prepariamo tutti i gustosi piatti per la giornata di Halloween!

 Torta di Halloween Natalia Cattelani

Ingredienti

Per l’impasto:

  • 250 g di zucca (Hokkaido, delica, mantovana…)
  • 240 g di farina 0
  • 60 g di nocciole
  • 4 uova
  • 180 g di zucchero di canna
  • 80 g di olio di girasole
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • scorza di arancia
  • 1/2 bicchiere di liquore all’arancia

Per la glassa:

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 40 g di panna fresca
  • 1 cucchiaio di miele

Per i fantasmi:

  • 100 g di cioccolato bianco
  • 1 cucchiaio di gocce di cioccolato

Preparazione

  • Cuocere la zucca nel metodo che preferite;
  • Frullare il composto con 1 uovo e scorza di arancia;
  • In una scodella mettere le tre uova con lo zucchero di canna e montare;
  • Tritare nel mixer le nocciole fino a ottenere un composto farinoso;
  • Unire il frullato di zucca al composto di uova e zucchero;
  • Unire anche le uova e girare con una frusta a mano;
  • Unire le polveri tra cui le nocciole;
  • Aggiungere anche il lievito per dolci setacciato;
  • Aggiungere anche il liquore all’arancia oppure il latte o nulla se avete bambini;
  • Imburrare la tortiera e versare il composto;
  • Cuocere a 180°C per 45 minuti;
  • Preparare la glassa e metterla sopra con un cucchiaio;
  • Lasciare raffreddare per far indurire;
  • Sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria e adagiarne un cucchiaino su carta da forno;
  • Con un altro cucchiaio appiattire e fare una curva per ottenere un fantasma;
  • Decorare la faccia con la glassa e far asciugare;

 Pan bauletto alla zucca di Fulvio Marino

Ingredienti

Per l’impasto:

  • 500 g di farina tipo 0
  • 300 g di zucca al forno
  • 75 ml di latte di avena
  • 10 g di miele
  • 5 g di lievito di birra
  • confettura di zucca
  • 15 ml di olio evo
  • 10 g di sale

Preparazione

  • In una scodella mettere la farina con il lievito sciolto;
  • Unire la zucca mantovana cotta al forno;
  • Aggiungere poi il latte di avena o di acqua e continuare a impastare;
  • Unire anche il miele e continuare a impastare per un po’, anche con le mani, facendo amalgamare bene la zucca;
  • Dopodiché unire il sale e il restante latte di avena;
  • Continuare a impastare e quando è omogeneo unire l’olio;
  • Impastare facendolo assorbire completamente e poi quando l’impasto è omogeneo far lievitare per 3 ore a temperatura ambiente;
  • Dividere l’impasto in tre parti uguali e poi stendere ogni panetto aiutandosi con il mattarello;
  • Ottieni tre lingue sottili su cui spalmare un velo di confettura di zucca;
  • Lasciare 1 cm pulito dal bordo e poi arrotolare ogni lingua su sé stessa fino a ottenere delle chiocciole;
  • metterle in uno stampo da plumcake già imburrato;
  • Coprire e far lievitare fino a quando arrivano a bordo dello stampo;
  • Spennellare con l’olio e spargere i semi di zucca;
  • Cuocere in forno a 230°C per 18 minuti;

Continua la lettura » 1 2



Ricetta del casatiello napoletano | Ricettepercucinare.com

ricetta del casatiello - Ricettepercucinare.com


ricetta del casatiello - Ricettepercucinare.com

Cerchi la ricetta del casatiello napoletano? Te la diamo noi. Nulla di più semplice, facile e pur tuttavia molto molto goloso. Il casatiello napoletano è un cugino del tortano. Sono due torte rustiche tipiche della tradizione napoletana, ma differenti tra di loro. Vediamo subito la differenza e poi scopriamo la ricetta del casatiello napoletano.

Differenza tra casatiello e tortano napoletano

Casatiello e tortano napoletano risalgono a tempi piuttosto antichi. Pensate, tanti autori soprattutto della zona partenopea li hanno spesso citati nei loro scritti. Fanno parte della tradizione gastronomica di Napoli e dintorni davvero da tempo immemore! Eppure sono differenti.

Il casatiello è un pane condito con strutto o sugna, con l’aggiunta di pepe, uova intere incavate per metà dentro l’impasto e coperte da strisce di pasta a formare una croce. Nell’impasto c’è anche salame molto pecorino, motivo per cui il casatiello si chiama così (da caso, formaggio). Inoltre il pecorino è fatto con latte di pecora, il latte con cui si nutre l’agnello, che a sua volta è simbolo della Pasqua.

Anche in altre preparazioni dolci di Pasqua troviamo le uova incastonate in superficie, come per esempio nella famosa scarcella salentina, un biscottone con un uovo al centro, spesso annoverata tra i prodotti tipici pugliesi.

Il tortano invece è sempre a forma di ciambella. Simboleggia la corona di spine indossata da Gesù sulla croce. Anche qui troviamo farina, strutto, pepe, salame, ed è un prodotto lievitato, come il casatiello. Ma la differenza sta nella presenza o meno delle uova. Che nel tortano sono sì presenti, ma internamente, sode e a spicchi.

Ma veniamo alla ricetta del casatiello

Dosi per 6 persone:

  • 600 G Farina,
  • 30 G Lievito Di Birra,
  • 4 Uova Fresche,
  • 2 Cucchiai Strutto,
  • 150 grammi di pecorino
  • 120 grammi di salame a cubetti (tipo Milano)
  • Pepe Nero,
  • Sale

Preparazione del casatiello

  • Versate la farina in una boule e aggiungetevi lo strutto, il lievito diluito in poca acqua a temperatura ambiente, il sale, il pepe e lo strutto.
  • Aggiungete il pecorino e il salame
  • Impastate a lungo: dovete ottenere un impasto morbido ed elastico
  • Coprite con un canovaccio e mettete da parte per la lievitazione
  • Trascorse almeno tre ore lavorare la pasta a forma di ciambella
  • Posare la pasta in una forma unta con strutto
  • Prendere poi le uova sode e affondarle con le dita premendo leggermente sulla superficie della ciambella
  • Lasciar lievitare ancora una mezz’ora quindi infornare per 45 minuti a 180 gradi.

La ricetta del casatiello è terminata. Come vedete le uova sono in superficie, mentre nel tortano sarebbero all’interno (sempre sode!)



Proudly powered by WordPress