Tag: patate

Coda di rospo, ricette | Ricettepercucinare.com

Ricettepercucinare.com


coda di rospo al forno - My Italian Recipes

La coda di rospo è un pesce che piace a tutti per il suo sapore molto delicato e le sue carni tenere. E’ facile e veloce da cucinare e non presenta molte spine. Dunque, avere sottomano una bella coda di rospo è l’ideale per dar vita ad un primo o secondo piatto gustoso. A proposito di coda di rospo, ricette e consigli non mancano mai sulle pagine di questo magazine così come sul web. Vediamo alcune idee simpatiche e golose da copiare.

Coda di rospo intera al forno

La cosa più veloce ed intelligente da fare con una coda di rospo è quella di lasciarla intera. Peraltro, la coda di rospo intera è anche più coreografica. Cominciate lavando bene la coda di rospo e tamponandola con della carta da forno. Preparatevi poi una panatura con erbe aromatiche, scorza di limone, pangrattato, sale e pepe. Questa ricetta è anche nota con il nome di coda di rospo alla gallipolina, e spesso a Gallipoli la coda di rospo è panata e cotta sulla brace. Torniamo a noi ed alla coda di rospo: aggiungete dell’olio alla vostra panure e cospargetevi la coda di rospo per bene. Adagiate su carta forno e cuocete per una ventina di minuti in forno caldo (180 gradi sono sufficienti). Ricordate che se dovete fare coda di rospo al forno con patate e cipolle o con patate e pomodorini, l’abbinamento è ottimo, ma le patate andranno precedentemente sbollentate. Altrimenti i 20 minuti di cottura del pesce non saranno sufficienti a cuocere anche le patate. Oppure, se non vi va di sbollentare le patate, potete cuocere le patate in forno e solo dopo 20 minuti aggiungerete il pesce.

Coda di rospo ricette di primi piatti

A proposito di coda di rospo, ricette di primi piatti e di risotti non mancano mai sul web. Ve ne diamo 2 di collaudate. La prima è una ricetta di tagliolini con pomodorini e coda di rospo (i tagliolini li potete anche acquistare presso un negozio di pasta fresca) . Per preparare questo delizioso sughetto, fate stufare uno spicchio d’aglio in poco olio con prezzemolo fresco. Aggiungete i pomodorini tagliati in quarti, il pesce a cubetti, sale, una presa di zucchero. Sfumate con il vino bianco e coprite. La cottura sarà abbastanza veloce e la presenza dello zucchero darà un aroma “confit” al piatto.

L’alternativa, sempre a proposito di primi piatti, è quella di preparare un risotto con pescatrice e zafferano. Come sapete si tratta sempre dello stesso pesce, perchè la coda di rospo è anche chiamata rana pescatrice (ma tranquilli, non è una rana). Ricordate che i risotti di pesce vanno mantecati con solo burro e senza parmigiano o grana padano. Lo zafferano è una spezia che spesso si usa nei risotti e che sottolinea molto bene sia ingredienti di carne che di pesce. Se desiderate tuttavia “spingere” maggiormente sul sapore di pesce, vi consigliamo di aggiungere ed abbinare dei crostacei. Per esempio, potreste preparare il risotto con rana pescatrice e vongole. 



Gnocchi di patate viola

Gli gnocchi di patate viola sono una variante gustosa e colorata dei classici gnocchi di patate.Le patate viola trovano vasto impiego in cucina non solo per il loro caratteristico colore ma anche per il loro sapore dolce e la consistenza farinosa. Sono adatte per la preparazione di ricette dolci e salate ed inoltre sono ricche di sostanze buone per il nostro organismo.
Gnocchi di patate viola con fiori di zucca e salsa al parmigiano

Non sempre sono reperibili sul mercato (per lo meno nella mia zona) e appena ne ho occasione le acquisto sempre. Dopo aver provato la vellutata questa volta ho voluto preparare gli gnocchi. Il procedimento e la ricetta sono molto simili a quelli seguiti per gli gnocchi di patate tradizionali ma la sfumatura colorata renderà il piatto ancor più interessante.Come condimento ho scelto una semplice salsa al parmigiano e dei fiori di zucca sia per creare un bel contrasto di colori sia per il sapore. Vediamo ora come si preparano gli gnocchi di patate viola.
Ingredienti per gli gnocchi di patate viola.
Dosi per 4/6 persone:

700 grammi di patate viola;
150 grammi di semola di grano duro;
un uovo.

Per il condimento:

30 fiori di zucca;
una noce di burro;
due foglie di salvia;
250 grammi di latte;
100 grammi di parmigiano;
10 grammi di amido di mais;
sale e pepe.

Preparazione degli gnocchi di patate viola.
Preparazione dell’impasto per gli gnocchi.
Lavate le patate e fatele cuocere senza sbucciarle in acqua bollente per circa 50/ 60 minuti o comunque fino a che saranno tenere al cuore.Quando saranno morbide sbucciatele e con lo schiacciapatate e riducetele a purè. Aggiungete l’uovo e la semola e lavorate velocemente il composto fino a compattarlo.Lasciate riposare l’impasto per circa dieci minuti quindi procedete alla formatura degli gnocchi.Ricavate dei filoncini di circa 1,5 cm di diametro e tagliateli a tocchetti lunghi circa 2 cm. Per imprimere la classica rigatura fate roteare ciascun tocchetto sui rebbi di una forchetta.Via via che gli gnocchi sono pronti disponeteli su un piano infarinato evitando di sovrapporli e farli attaccare.
Preparazione del condimento.
Preparate i fiori di zucca: privateli del gambo e del pistillo interno quindi lavateli delicatamente sotto l’acqua corrente e poneteli ad asciugare su un telo pulito. In una padella capiente fate fondere una noce di burro con le foglie di salvia tritate. Quindi aggiungete i fiori di zuccaNel frattempo preparate la salsa al parmigiano.Diluite l’amido nel latte freddo, quindi ponete su fiamma dolce e fate addensare. Lontano dal fuoco aggiungete il parmigiano gratuggiato e mescolate fino a che si sarà sciolto. Regolate di sale e pepe e tenete la salsa al caldo.
Cottura degli gnocchi.
Portate a bollore abbondante acqua salate e tuffatevi delicamente e pochi per volta gli gnocchiRiscaldate il condimento con i fiori di zucca e  man mano che gli gnocchi vengono a galla scolateli e metteteli nella padella. Mescolate delicatamente e servite nei piatti. Infine irrorate gli gnocchi con la salsa al parmigiano ben calda.
Gnocchi di patate viola insaporiti con fiori di zucca e salvia fresca

Condividi quest’articolo!

Insalata calda di polpo patate e fagiolini

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

Ingredienti
per 4 persone:
1
polipo da 1 kg
3
patate medie
3
etti di fagiolini
1
mazzetto di prezzemolo
2
spicchi d’aglio
1
limone

Olio extravergine d’oliva q.b. 
Aceto
di mela q.b.

Pepe
bianco q.b. (facoltativo)
Sale
q.b.
Procedimento

Lavate bene il polipo e ponetelo, con uno spicchio d’aglio e il
succo di mezzo limone, in una pentola senza aggiungere acqua
(vi
sembrerà folle cuocere il polipo così, ma vi assicuro che risulterà
tenerissimo), mettete il coperchio e cuocete per 40 minuti a fuoco bassissimo, ogni
tanto muovete dolcemente il polipo. Fatelo raffreddare nella sua acqua e
pulitelo togliendo la pelle e le ventose rigide, tagliatelo a tocchetti e mettetelo in
una pirofila
.
Mentre
il polipo cuoce pulite i fagiolini e fateli cuocere in acqua bollente salata
per 10/15 minuti (assaggiateli per verificare il grado di cottura).
Fate
cuocere anche le patate e lasciatele raffreddare completamente.
Lavate
il prezzemolo e tritate finemente le foglie insieme allo spicchio d’aglio
rimasto.
Tagliate
le patate a tocchetti e i fagolini in tre parti e unite tutto al polipo,
aggiungete il trito di prezzemolo e aglio. A parte miscelate l’olio con un po’
di aceto, il succo del mezzo limone rimasto, un po’ di sale fino e il pepe
macinato al momento.
Versate
l’emulsione sull’insalata e infornate per 5 minuti a 100°.
Servite
subito e buon appetito!

Proudly powered by WordPress