Tag: cucina

Daniele Persegani ballerino – Ricettepercucinare.com

Daniele Persegani È Sempre Mezzogiorno - Ricettepercucinare.com


Daniele Persegani bravo in cucina e non solo!
Daniele Persegani È Sempre Mezzogiorno - Ricettepercucinare.com

Daniele Persegani pieno di passioni anche al di fuori dei fornelli….cosa vi stiamo per raccontare? Solitamente quando parliamo dei cuochi di È Sempre Mezzogiorno suggeriamo ricette e leccornie che si possiamo preparare in casa, seguendo i loro suggerimenti. Oggi però vogliamo svelarvi una curiosità riguardo lo chef Daniele Persegani e il suo amore per la danza.

Daniele Persegani: bravo in cucina e in pista da ballo

Il cuoco di Castelvetro Piacentino, Daniele Persegani, non ha mai nascosto la sua passione per il ballonzoli studi di È Sempre Mezzogiorno. Molti di voi, infatti, lo ricorderanno nella precedente edizione quando parlava delle giornate trascorse durante l’estate, insieme anche a zia Cri, a ballare. Nonostante la sua grande passione e il suo impegno per il mondo del cucina, in realtà ha sempre lasciato spazio al ballo, tanto da concedersi un momento per il liscio romagnolo durante le pause dal suo lavoro.

L’insegnante dell’Istituto Alberghiero di Salsomaggiore, peraltro, nasce da una famiglia di ballerini: infatti, i suoi genitori gli hanno trasmesso la passione per il ballo sin dalla giovane età, facendogli praticare il ballo del liscio. Tuttora il cuoco cremonese si diverte ad andare in balera e a partecipare ai tour organizzati da Raul Casadei Orchestra.

La gelosia di Daniele nei confronti di Lorenzo Biagiarelli

Nella puntata di oggi di È Sempre Mezzogiorno, però, Daniele Persegani non ha potuto fare a meno di dimostrare la sua profonda gelosia – scherzosa – nei confronti del “giovane vecchio” Lorenzo Biagiarelli. Il fidanzato di Selvaggia Lucarelli, infatti, quest’anno è stato scelto come ballerino per il celebre programma televisivo di Milly Carlucci, Ballando con le stelle. Daniele Persegani, da sempre suo fan, non ha potuto fare a meno di sottolineare quanto avrebbe voluto partecipare al talent show del ballo al posto di Lorenzo che, come ha sottolineato più volte, non è di certo un gran ballerino, anche se sa tenere il tempo!

Un inaspettato collegamento con Ballando Con Le Stelle

Sempre durante la puntata di oggi, poi, vi è stato pure un collegamento con la presentatrice di Ballando con le stelle e, in anteprima, è stata presentata la ballerina che sarà al fianco di Lorenzo: stiamo parlando della ballerina Anastasija Kuz’mina che da ben 10 anni non si aggiudica il titolo di coppia vincente allo show della danza. Daniele Persegani, quindi, ne ha approfittato per mostrare al “giovane vecchio” come ballare la salsa e ha lasciato tutti a bocca aperta, tanto che lo stesso Lorenzo ha proposto al cuoco di presentarsi al posto suo indossando una barba e una parrucca.

Insomma, chissà se un giorno riuscirà anche Daniele Persegani a ballare nella pista di Ballando con le stelle. Per il momento, però, possiamo apprezzare tutti i suoi gustosi piatti che ci propone quotidianamente a È Sempre Mezzogiorno!



La Madeira Cake con il nuovo stampo

 

……….Tale padre tale figlia……

Il fatto che in psicologia si dica che la personalità è la risultante di due fattori,l’ereditarietà e l’ambiente, è cosa alquanto comprovata.

Essere figlia di…è un marchio che ci portiamo addosso sin dalla nascita.

Ed io,in molte cose,sono identica a mio padre.

Volete un esempio?

Se compro un vestito invernale e siamo nel mese di agosto, non ha importanza,me lo devo mettere subito !!!!!(magari di sera quando il caldo afoso ha lasciato spazio ad una brezza leggera…)

Se compro un qualunque aggeggio da cucina, e sono distrutta da una giornata di lavoro incessante,non ha importanza,lo devo subito provare!!!!

Ricordo mio padre che partiva da Favignana ( per fare compere a Trapani) vestito in un certo modo e ritornava a Favignana con un altro vestito addosso(magari con l’etichetta appesa….magari era estate ed il vestito era in fresco lana,non ha importanza,lo doveva indossare subito!!!!)

……Tale padre,tale figlia…….

Ma dove voglio arrivare con questi discorsi che sembrano invogliare a chiamare un medico per un ricovero in manicomio?

Ah si!!!! La questione ereditaria……

Tempo fa sono stata a Palermo per trascorrere un pomeriggio diverso dal solito e che ho fatto? In meno di due ore sono riuscita a portarmi dietro un bel pò di caccavelle.

Il viaggio di ritorno l’ho fatto fremendo dalla voglia di arrivare a casa….dovevo provare il mio nuovo stampo!!!

E subito pure!!!!

 

 

Auguro a voi e alle vostre famiglie un sereno Natale.

 

 

Ingredienti:

 

60 g di farina 00

30 g di fecola di patate

45 g di zucchero semolato

1 cucchiaio raso di miele Luna Di Miele

1 uovo

75 g  di burro morbido

mezzo cucchiaino di lievito per dolci

scorza grattugiata di mezza arancia ( o limone)

 

Inoltre:

zucchero al velo

cioccolato fuso per il decoro

 

Lavorare insieme burro,miele,zucchero e uovo fino ad ottenere un impasto morbido.

Setacciare e mescolare farina,fecola e lievito ed unire il tutto all’impasto.

Aggiungere la scorza grattugiata di mezza arancia e cuocere nel forno a 180° per circa 25-30 minuti.

Cospargere con zucchero al velo e completare con cioccolato fuso “ buttato” qua e là.

 

 

 

 

Quanto deve cuocere il salmone?

quanto deve cuocere il salmone - Ricettepercucinare.com


quanto deve cuocere il salmone - Ricettepercucinare.com

Quanto deve cuocere il salmone? Questa domanda ce la siamo posta varie volte ed è ora di dare una risposta univoca. Naturalmente ci stiamo riferendo al salmone fresco e non a quello affumicato, che come ben sapete non ha bisogno di essere cotto. Vediamo subito tutte le info in merito al salmone fresco o decongelato.

Quanto deve cuocere il salmone in padella

Parola d’ordine umidità

Per fare il salmone in padella non serve aver frequentato corsi di alta cucina. E’ un piatto molto semplice e gustoso che non richiede né abilità né tempo. Adesso vi diamo subito le indicazioni necessarie riguardo il tempo di cottura del salmone in padella. Se si tratta di tranci di salmone decongelato, non avranno la pelle. Se invece sono tranci o fette di salmone fresco, avranno la pelle. Puoi lasciarla! Abbi cura però di cominciare la cottura dal lato della pelle e di fare in modo che questa abbrustolisca per bene. Mentre i tranci cuociono, raccogli con un cucchiaio i fluidi di cottura e versali mano a mano sul salmone.

Se cuoci troppo il salmone, questo diventerà stopposo e sgradevole. Ecco perchè i tempi di cottura sono importantissimi! 4 minuti per lato sono sufficienti! Ti accorgerai che il salmone è cotto semplicemente osservandolo: il suo colore, da rosa scuro diventerà mano a mano rosa pallido. Più il calore penetra in profondità e più il colore cambia.

Osserva il salmone mentre lo cuoci: l’andamento del colore stesso ti indicherà che è ora di girare il tuo trancio! Ti accorgerai infatti che è cotta metà inferiore perchè mano a mano cambia il suo colore.

Il segreto per avere un buon salmone, sia esso in padella o al forno, è accertarsi che questo rimanga ben umido. Una cottura troppo prolungata lo renderà secco e stopposo! Ecco perchè una cottura veloce e fiamma alta, bagnandolo continuamente, è l’ideale.

Quante calorie ha il salmone in padella?

Il salmone non è un pesce particolarmente magro, ma è un pasto proteico nutriente adatto a tutta la famiglia

Il salmone in padella ha 396 calorie ogni 100 grammi. Come detto non è un alimento troppo magro, ma è un ottimo alimento per tutta la famiglia, sano e altamente proteico, oltre che ricco di Omega 3 e grassi buoni per la salute. Per un’alimentazione completa, ti consigliamo di alternare il salmone a del buon pesce azzurro di pezzatura piccola, pescato nel mar Mediterraneo.

Quanto deve cuocere il salmone al forno?

Veniamo ora ai tempi di cottura del salmone al forno. Per cuocere il salmone al forno dovrete accendere il forno a 180 gradi in modalità statica. La modalità statica vi aiuta a mantenere il salmone umido e succoso. Se fate l’errore di accendere il forno in modalità ventilata finirete per seccare il pesce! A meno che non decidiate di cuocere il pesce in un bel cartoccio ben sigillato, con aromi vari e del buon succo di limone. In tal caso otterrete un pesce molto tenero ma in buona sostanza praticamente bollito. Ora invece vi diremo come cuocere il salmone al forno mantenendolo umido e avendo una buona rosolatura. 

Ecco quanto deve cuocere il salmone al forno

Vediamo subito quanto deve cuocere il salmone al forno: ad una temperatura di 180 gradi cominciate la cottura del vostro salmone e protraetela per 20 minuti. Dopodichè azionate la funzione grill e alzate a 230 gradi. Dopo 3 o 4 minuti toglietelo dal forno. Servitelo caldo!

Come si fa a capire se il salmone è cotto?

Il colore, come detto già poc’anzi, è un valido aiuto. Il colore del salmone tende a schiarire mano a mano che il salmone cuoce. Dunque si passerà da un rosa vivace e brillante ad un rosa pallido.

Quali contorni vanno bene con il salmone?

Abbiamo parlato dei tempi di cottura del salmone, ora vediamo come servire il salmone. I contorni che vanno bene per il salmone sono:

  • spinaci lessi
  • insalata verde
  • insalata mista
  • cous cous
  • riso basmati bianco, magari da accompagnare con una buona salsa alla curcuma

Quali piatti posso preparare con un trancio di salmone?

Se hai un solo trancio di salmone o vuoi risparmiare e desideri acquistarne solo uno, sappi che ti può bastare per dar vita a piatti deliziosi e gustosi. Ecco alcune idee:

  • penne al salmone, che puoi preparare anche con del buon salmone fresco, che farai cuocere il padella a fuoco vivace, sfaldandolo mano a mano con un cucchiaio di legno
  • noodles al salmone, per un tocco etnico in cucina, saltati in padella con verdurine a julienne e salsa di soia
  • un panino o baguette con salmone e coleslaw, spalmata con un delicato burro erborinato
  • caserecce con salmone e crema di tartufo bianco

Vi abbiamo raccontato quanto tempo deve cuocere il salmone, fate tesoro dei nostri consigli e fateci sapere qualche ricetta preferite!

 



Proudly powered by WordPress