Tag: con

Aspic di pollo e ortaggi

Aspic di pollo e ortaggi


L’aspic
è una celebre ricetta  originaria della
cucina francese molto conosciuta e apprezzata anche in altri paesi come Austri,
Germania, Finlandia, Croazia e Russia. E’  un preparato culinario da consumarsi tipicamente
nelle grandi occasioni come capodanno o in tarda primavera o estate. Gli
ingredienti possono essere i più svariati (pezzetti di carne, frutta,
verdura, giardiniera, salumi, pesce, latticini) ma il componente
essenziale è il brodo  leggero e sgrassato.
La
preparazione avviene ponendo gli ingredienti desiderati in un recipiente idoneo
a conferire alla composizione da portare in tavola una forma solitamente  a tronco di cono arrotondato ma
ormai lo ai prepara Anche in altre forme come in questo caso.. Si ricoprono
quindi con il brodo amalgamato con gelatina  (o altri addensanti) e
si pone il tutto in frigorifero finché il brodo non si è rassodato e il piatto
non ha assunto un aspetto gelatinoso. Si capovolge quindi il recipiente in un
piatto di portata e si serve in tavola, eventualmente con una guarnizione a
piacere. A Milano prende il nome di Marbré (marmorizzato) in francese.
La
sua storia ha origini in Francia a inizio Ottocento anche se in realtà ricette
di carne in gelatina erano già diffuse durante il Medioevo come testimonia la
citazione nel Viander, ricettario del XIV secolo ma l’aspic così come lo
conosciamo e come si è diffuso lo dobbiamo a Marie Antoine
Carême, chef de cuisine di Napoleone
Bonaparte che creò lo chaud-froid (caldo-freddo) una pietanza a base di carne o
pesce che veniva irrorata con una salsa calda e lasciate raffreddare. Seguendo
lo stesso procedimento ma utilizzando del brodo addensato realizzò l’aspic, allo
scopo di migliorare il sapore e la conservabilità al pesce freddo e al pollame.
 
I francesi probabilmente gli diedero questo
nome dal latino aspis (vipera) per la sua temperatura fredda che ricordava
quella dei rettili.

LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti per 4
persone

150 gr di piselli in
scatola
2 cucchiai di succo di
limone
Pulite tutti gli ortaggi
 in acqua salata calcolando le diverse
cotture. Scolateli al dente, Scottate per 5 
minuti, nella stessa acqua le falde del peperone. Fate raffreddare,
tagliate tutto a cubetti, mettete  in una
ciotola e mischiate.
Lessate il petto di
pollo, sciolatelo e lasciatelo raffreddare. Filtrate il brodo e tenete da
parte.
Fate ammorbidire la gelatina in acqua fredda per
15 minuti e nel frattempo tagliate il pollo a pezzetti.
Preparate la gelatina
portando a ebollizione ½ litro del brodo di pollo e, via dal fuoco,fatevi
sciogliere la gelatina ben strizzata, unite il succo di limone e lasciatela
intiepidire.
Versate uno strato di
gelatina sul fondo di uno stampo e mettete in frigorifero a rassodare per 10
minuti.
Riprendete lo stampo
fate uno strato con gli ortaggi, mettete sopra 
il pollo e versate la gelatina rimanente facendo in modo che copra bene
il tutto.
Coprite con pellicola da
cucina e mettete in frigorifero per almeno 2 ore.
Al momento di servire
immergete un attimo lo stampo in acqua calda, sformate capovolgendo su un
piatto da portata e servite .

Come scegliere l’anguria ed il melone

sorbetto di anguria nell


sorbetto di anguria nell'anguria - My Italian Recipes

Anguria e melone sono i classici frutti estivi ai quali non si dice mai di no. Sono perfetti come fine pasto, a merenda, in spiaggia. Sono buoni, fanno bene e soprattutto dissetano molto. Il punto è, però, che bisogna acquistarli ad occhi chiusi, e spesso si teme di sbagliare. Sarà maturo, succoso, zuccherino? Risponderà alle mie aspettative? E allora, per non sbagliare, vediamo alcuni consigli utili in merito a come scegliere l’anguria e il melone. 

Come scegliere il melone

Toc toc….c’è nessuno? Bussate sulla buccia. Se udite un suono secco e sordo, il melone è buono. Se, al contrario, udite un suono di vuoto, con un piccolo rimbombo, evitate l’acquisto. E ancora: il picciolo che aspetto ha? E’ secco e non si stacca facilmente, oppure è morbido e tende a rimanere in mano? Nel primo caso forse il frutto non è buono. Avvicinate infine il melone al naso: sentite il suo buon profumo? Allora è maturo!

Come scegliere l’anguria

L’anguria deve essere bella a vedersi, con la buccia soda che restituisce un rumore sordo, come il melone. Osservatela: la sua forma è regolare e priva di ammaccature particolari? Buon segno. Cercate poi il punto in cui era posata al suolo: di che colore è? Se quella parte dell’anguria è bianca oppure verdina, significa che l’anguria è ancora aceba. Se è giallina, allora l’anguria è ben matura. Infine, è pesante? Più pesa, più è ricca d’acqua, più è buona!

Infine, una ricetta facile e simpatica per voi

Sorbetto di anguria nell’anguria

Il sorbetto di anguria nell’anguria è una ricetta facile, fresca e divertente. Potete prepararla anche con un’anguria baby. L’effetto sarà scenografico!

 

 

Quali sono le più belle torte classiche italiane da fare a casa?

crostata di ricotta e marmellata - My Italian Recipes


Torte classiche per tutti i gusti da fare a casa (senza essere pasticceri!)

Le torte classiche da fare in casa sono quelle che piacciono a tutta la famiglia, dai grandi ai più piccini. Quelle dei sapori semplici, come mela, cioccolata, yogurt, Nutella….e quelle dall’estetica bella nella sua estrema semplicità. Insomma, non occorre essere pasticceri per preparare straordinarie torte da fare in casa. Ci vuole solo un pò di pazienza, d’amore e quei pochi e comuni ingredienti che non mancano mai nella dispensa di casa. Scopriamo assieme allora queste torte classiche italiane.

Torte classiche italiane, si parte!

Naturalmente ogni nazione ha i suoi classici: come in Inghilterra si fanno le sponge cake ed in America si fanno i muffin o la famosa apple pie (che nulla ha a che fare con la nostrana torta di mele), anche l’Italia ha i suoi grandi perchè. Scopriamo allora le torte classiche italiane.

1 – La Torta di Mele

Tra le torte classiche italiane, la torta di mele è il classico della merenda invernale. Le varianti non mancano, c’è chi la fa con le mele solamente sopra, chi le aggiunge a pezzettini all’interno, chi fa la torta di mele senza burro o la torta di mele senza uova. Non importa, l’importante è che la casa sappia deliziosamente di mela (e di casa).

torta di mele - My Italian Recipes

2 – La torta cocco e Nutella

E’ un classico dei compleanni dei bambini. Perchè si sa, dove c’è Nutella è sempre festa. Ed il cocco aggiunge quella nota esotica, aromatica e fruttata che piace a tutti.  Anche in questo caso c’è chi fa la torta cocco e nutella Bimby, chi prepara la torta cocco e nutella senza burro e via dicendo. E anche in questo caso non importa, è la nutella che fa la vera differenza!

torta cocco e nutella - My Italian Recipes

3 – Il tiramisù

Ecco un grande classico italiano, il tiramisu. Il tiramisu è un pò come la carbonara, ognuno lo reinterpreta come crede. E allora largo al tiramisu coi pavesini, al tiramisu con la panna, al tiramisu con il pan di spagna e chi più ne ha più ne metta. Ma i puristi convengono: non c’è nulla di paragonabile alla ricetta classica del tiramisu coi savoiardi!

tiramisu - My Italian Recipes

4 – La torta kinder paradiso

Amate, acquistate ed imitate a più non posso, le merendine kinder fanno gola ai più piccoli di casa sempre e comunque. Tra le più imitate segnaliamo sicuramente la torta kinder paradiso. E qui le varianti si concentrano sulla crema: troverete chi fa la crema per kinder paradiso con latte condensato, chi la fa con mascarpone, chi la fa con panna e colla di pesce…. A voi la scelta!

torta kinder paradiso - My Italian Recipes

5 – La crostata ricotta e marmellata

Questa crostata fa la gioia dei palati adulti ed è perfetta per ogni momento della giornata, dalla colazione fino al dopocena serale. A voi la scelta della marmellata, che potrà essere d’albicocca, di fragole o come volete voi. Quanto alla ricotta, che sia fresca ma ben scolata del suo siero!

crostata di ricotta e marmellata - My Italian Recipes

6 – La torta al cioccolato

La ricetta della torta al cioccolato presenta innumerevoli varianti, ma se è “cioccolatosa” a dovere mette davvero daccordo tutti. Troverete quindi la tenerina ferrarese, la torta ricotta e cioccolato, la torta cioccolatino, la torta dal cuore morbido…le varianti non mancano.

torta al cioccolato - My Italian Recipes

7 – La ciambella marmorizzata

Bella da vedere e ottima da gustare, è una simpatica torta bicolore perfetta da inzuppare nel latte o da offrire ai più piccoli per merenda. Fate in modo che non manchi mai in dispensa!

ciambella marmorizzata - My Italian Recipes

E a voi, vengono in mente altre torte classiche italiane da preparare in casa tutto l’anno anche senza prevedere l’arrivo di ospiti? Fateci sapere qual è il vostro cavallo di battaglia e quella che preparate settimanalmente per nutrire in modo sano la famiglia senza ricorrere all’acquisto di merendine confezionate. 

Proudly powered by WordPress