Tag: news

News Cast E’ Sempre Mezzogiorno

Ricettepercucinare.com


E' sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com

Antonella Clerici sta per tornare su Rai 1: ebbene sì, dopo la lunga pausa estiva il programma di cucina È Sempre Mezzogiorno riprenderà il via da lunedì 12 settembre, dalle ore 11:55 sino alle 13:30. Scopriamo insieme quali saranno i protagonisti per la stagione 2022-2023 e quali novità ci faranno compagnia per questa nuova edizione dello show cooking di Rai 1.

Il cast di È Sempre Mezzogiorno

Antonella Clerici ritorna a parlarci dal suo bosco o più precisamente dagli studi televisivi di Milano per la nuova stagione di È Sempre Mezzogiorno: se ti stavi chiedendo quando inizia il programma televisivo, devi sapere che l’attesa è quasi terminata. A partire dalla prossima settimana, infatti, si potrà tornare a vedere tutte le golose ricette preparate dai cuochi di È Sempre Mezzogiorno.

Ma quali saranno i volti che ogni giorno ci accompagneranno in un meraviglioso tour gastronomico italiano e internazionale? Ancora non è stato svelato ufficialmente il cast completo della terza edizione del programma di Antonella Clerici, ma alcuni degli amici più fidati dello show di cucina non mancheranno. In particolare, parliamo del panettiere piemontese Fulvio Marino: insieme a lui potremmo scoprire, ancora una volta, come utilizzare il lievito madre e le farine per preparare focacce, pane e lievitati dolci.

Un altro personaggio noto che vedremo anche quest’anno è la mamma più amata di sempre: stiamo parlando di Natalia Cattelani che sarà pronta a presentarci le sue ricette facili e veloci che, davvero tutti, possono realizzare a casa sempre per forza dover utilizzare una planetaria o un robot da cucina!

I cuochi del cast di E’ Sempre Mezzogiorno

Tra i cuochi di È Sempre Mezzogiorno ritroveremo probabilmente anche il romano Simone Buzzi che sul suo account Instagram ha lasciato ben in evidenza la collaborazione con lo show di Rai 1. Anche Zia Cri ovvero Cristina Lunardini sarà presente nel cast di quest’anno! Che cosa dire poi della cuoca pugliese Antonella Ricci? Anche questa chef ha dato conferma della sua presenza sfruttando il suo account ufficiale su Instagram e condividendo. uno scatto in compagnia della conduttrice bionda. È stata confermata anche la presenza del genovese Ivano Ricchebono!

Oltre ai personaggi citati ci saranno Evelina Flachi, la dottoressa Sara Caponigro, il braccio destro di Antonella Alfio Bottaro e il “giovane vecchio”Lorenzo Biagiarelli.

I giochi telefonici di È Sempre Mezzogiorno

Un altro aspetto che ha da sempre caratterizzato il programma di Antonella Clerici riguarda l’intrattenimento con i giochi telefonici. Anche quest’anno vi sarà l’opportunità di sfidare la sorte con i vari giochi. I telespettatori avranno l’opportunità di prenotarsi già a partire da sabato 10 settembre 2022 e domenica 11 settembre dalle ore 00:00 sino alle 24:00 al numero 06 45789090

Durante la prenotazione sarà richiesto il numero telefonico (sia linea fissa sia linea mobile) a cui poter esser richiamati per giocare insieme ad Antonella in diretta. Ma quali saranno i giochi telefonici a cui si potrà giocare durante la puntata di È Sempre Mezzogiorno?

  • Scrosta e Vinci
  • Cosa c’è nel cassetto
  • Pentola o dispensa
  • Quante foglie ha l’albero?
  • 10 cose
  • Tutto alla rovescia
  • Mucca in barattolo

Ora che hai una panoramica dettagliata dell’intrattenimento che ti aspetta a partire da lunedì, puoi segnare l’appuntamento in agenda e, perché no, prenotarti per aggiudicarti un premio direttamente dalla Rai!



Polpo in insalata senza patate: due idee infallibili

insalata di polpo - My Italian Recipes


insalata di polpo - My Italian Recipes

Il polpo in insalata o insalata di polpo è una prelibatezza che ci porta con la mente e con il palato al mare. Piace a tutti ed accontenta con leggerezza anche i palati più esigenti. Vediamo oggi alcune idee per preparare il polpo in insalata senza patate. A volte infatti non abbiamo sottomano delle patate. Oppure non ci va di appesantirci troppo e vorremmo preparare la nostra insalata di polpo light e leggera evitando di usarle. E allora ecco come fare per un risultato ugualmente ricco e soprattutto saziante.

Prima di tutto cuciniamo il polpo: quanto deve cuocere il polpo?

Abbiamo già avuto modo di approfondire altrove l’argomento della cottura del polpo. Vi invitiamo quindi a consultare la pagina relativa alla cottura del polpo per essere sicuri di rispettare i giusti tempi di cottura. I tempi di cottura sono fondamentali per avere un prodotto finito perfettamente tenero. Se si sbagliano i tempi di cottura si rischia di avere un prodotto gommoso e poco gradevole al palato.

Polpo in insalata senza patate semplicissimo

La prima versione del polpo in insalata senza patate che vogliamo proporvi è davvero semplice. E’ l’ideale per esempio nel caso di un buffet che potreste organizzare in occasione di una cena in piedi. Non dovrà essere un piatto unico ma semplicemente uno tra i tanti antipasti all’italiana. In tal caso dunque, il classico mix di sedano e carota, irrorato da limone fresco, olio, prezzemolo e sale, sarà sufficiente.

Polpo in insalata senza patate con verdure

In alternativa potreste desiderare un polpo in insalata senza patate ma più ricco, in modo che diventi un piatto unico più saziante e maggiormente ricco. In tal caso vi consigliamo di aggiungere dei deliziosi pomodorini maturi tagliati in quarti. I ciliegini andranno benissimo, ma potete anche usare i piccadilly se li trovate, perchè sono davvero deliziosi! Ancora, un altro ingrediente che vi consigliamo di aggiungere sono le olive, meglio se nere e piccole, le leccine pugliesi potrebbero essere davvero perfette. Se amate la rucola, potete anche aggiungere della rucola spezzettata, che conferirà un tocco di freschezza al piatto. Lo stesso dicasi per i capperi, che se graditi sono davvero l’ideale per arricchire la vostra insalata di polpo senza patate.

Infine, come potete vedere dall’immagine, potete anche decidere di arricchire la vostra insalata di polpo senza patate con altre tipologie di pesce o aggiungendo dei crostacei. Un’ottima idea è quella di aggiungere dei gamberetti, che si abbinano molto bene al polpo!

 



I 5 segreti del limoncello fatto in casa

limoncello fatto in casa ricetta della nonna - Ricettepercucinare.com


Per fare un ottimo limoncello fatto in casa è necessario seguire alcune piccole accortezze

limoncello fatto in casa ricetta della nonna - Ricettepercucinare.com

Il limoncello fatto in casa è un digestivo molto gradito che incontra il parere favorevole di uomini, donne, giovani e anziani. A differenza di altre bevande alcoliche o superalcoliche da offrire a fine pasto, che possono essere suscettibili di gusti e preferenze particolari, solitamente il limoncello mette davvero tutti d’accordo. Ecco i 5 segreti del limoncello, cioè le 5 domande più comuni che spesso ci rivolgete. 

1 – Quanto tempo deve stare in infusione il limoncello?

Dipende da che tipo di aroma preferite. Più il limone sta in infusione, e più il sapore del prodotto finito sarà intenso ed aromatico. Per un sapore invece fresco, di limoni appena colti, sono sufficienti appena 24 ore di infusione. Ad ogni modo, il limoncello non è un prodotto che ha bisogno di molti giorni di infusione. Una settimana al massimo è comunque sufficiente!

2 – Come fare il limoncello di Sorrento in casa?

Procuratevi degli ottimi limoni freschi. Lavateli bene e sbucciateli, conservando solo la parte gialla della buccia. Mettete in alcol a 95° in infusione. Trascorsi da 2 a 7 giorni a seconda del sapore che intendete ottenere, preparatevi uno sciroppo ottenuto con un litro d’acqua e 600 grammi di zucchero. Quando lo sciroppo è freddo, filtrate l’alcol, eliminate le bucce e mescolate i due preparati.

3 – Quanto tempo si può tenere il limoncello fatto in casa?

Il limoncello fatto in casa non va a male molto facilmente e si conserva davvero molto a lungo. Potete tenerlo per qualche mese in credenza o ancor meglio in freezer, per gustarlo fresco. Difatti, il limoncello come tutte le bevande alcoliche non ghiaccia se messo in freezer, ma rimane liquido!

4 – Quanti gradi ha un limoncello fatto in casa?

Un limoncello fatto in casa ha una gradazione alcolica che va dai 30 ai 50 gradi. Poi tutto dipende da quale ricetta casalinga per preparare il limoncello di Sorrento decidete di usare.

5 – Come riutilizzare le bucce di limone usate per fare il limoncello?

Sapevate che non è necessario gettare nell’immondizia le bucce di limone usate per fare il limoncello? Potete tranquillamente metterle in freezer. Poichè hanno assorbito dell’alcol, esse non ghiacceranno. E saranno molto utili per preparare delle torte o dolci a base di limone durante l’anno, semplicemente tritandole o grattugiandole!

 



Proudly powered by WordPress