Tag: news

Il pesto alla genovese è tra i prodotti italiani più contraffatti nel mondo

Ricettepercucinare.com


come fare il pesto alla genovese - My Italian Recipes

Coldiretti così come altri enti impegnati nella tutela dei produttori e dei consumatori stilano sovente la classifica dei prodotti italiani più copiati e “taroccati” nel mondo. Tra questi ovviamente il Parmigiano Reggiano, la mozzarella, i vini. E’ notizia di oggi che nella top ten di questa poco felice classifica spicca oggi anche il pesto alla genovese. Ebbene si. Ma vediamo di capire qualcosa di più su questo argomento. 

Pesto alla genovese: un’eccellenza del Made in Italy

Forse qualche genovese troverà lusinghiera l’idea che il famoso condimento a base di basilico fresco sia entrato nella hit dei prodotti alimentari italiani più copiati e “taroccati” del mondo. Ma in realtà c’è ben poco da ridere. Coldiretti però conferma: il pesto alla genovese è entrato di diritto nella top ten dei prodotti più amati e ingiustamente bistrattati nel mondo.

La contraffazione di tutto ciò che è Made in Italy

Prodotti contraffatti confezionati ad hoc con il giusto mix di nomi e colori

Dovete considerare che la contraffazione di tutto ciò che è Made in Italy o ha a che fare con il prodotto italiano è un fenomeno molto comune. Spesso si usano termini italiani o che suonano simili a quelli italiani e combinazioni di colori nei packaging che rievocano le tonalità del tricolore per evocare l’idea di Made In Italy pur non essendo made in Italy. Si tratta di pratiche di contraffazione imitativa del tutto ingannevole che oggi vede protagonista proprio il pesto alla genovese. Subiscono già questa inquietante sorte il Provolone, il Pecorino romano, il Grana Padano, il Parmigiano Reggiano, la mortadella, il salame, il Chianti e il Prosecco. Prodotti imitati e presentati con strategie di naming “italianeggianti” e colori che ricordano proprio la nostra bandiera.

Come fare il pesto alla genovese? All’estero non è chiaro!

Rimane indubbio che solo gli italiani ed in particolar modo i liguri ed i genovesi sanno come fare il pesto alla genovese e che un prodotto similare acquistato all’estero non avrà mai il medesimo sapore dell’originale italiano. Ci auguriamo che in sede comunitaria e nelle opportune sedi internazionali il nostro paese abbia modo di far valere l’originalità e l’autenticità dei prodotti made in Italy che fanno grande la nostra nazione.

 



Come fare la pasta gorgonzola e noci velocissima

Ricettepercucinare.com


pasta gorgonzola e noci - Ricettepercucinare.com

La pasta gorgonzola e noci è un primo piatto molto gustoso che è possibile preparare velocemente proprio come si farebbe con un piatto di spaghetti “aglio e olio”. L’unica accortezza che bisogna avere è quella di condirla, spadellarla e servirla velocemente, in modo da non far perdere umidità al piatto. Un buon piatto di pasta gorgonzola e noci è cremoso al punto giusto, un po’ come accade con la famosa cacio e pepe. Se si asciuga troppo e diventa una “colla” finirete per rovinare tutto. Vediamo dunque come si fa questa pasta gorgonzola e noci velocissima e a regola d’arte.

Gorgonzola e noci, perché è un abbinamento che funziona

L’abbinamento tra gorgonzola e noci è un grande classico della cucina italiana. E’ ottimo e funziona sempre. Funziona perchè il gorgonzola è dolce al punto giusto e cremosissimo, mentre le noci sono aromatiche e croccantine. Dovete sapere che in cucina funzionano sempre i contrasti, dunque apprendete questa piccola lezione di cucina e fatene tesoro: analogamente, ecco spiegato perché funziona pancetta e zucchine, salmone e pistacchio o altri abbinamenti sulla falsa riga di questo. Ma mettiamoci al lavoro per preparare la nostra pasta gorgonzola e noci.

Primo passo per preparare la pasta gorgonzola e noci: preparare gli ingredienti

Preparatevi del buon gorgonzola dolce a dadini privato della crosta. Procuratevi anche delle noci fresche fresche, già in gherigli. Se avete l’albero, approfittate della stagione delle noci! Tritate le noci a coltello grossolanamente.

Secondo passo: scegliete il formato della pasta

Le trofie sono un grande classico per questo primo piatto, proprio come accade con il pesto alla genovese. In alternativa, vanno bene anche i fusilli o le penne. Scegliete voi!

E ora, al lavoro!

Mettete su l’acqua per la pasta e quando bolle mettete una presa di sale grosso e la pasta. A questo punto prendete una padella. Molte ricette di pasta gorgonzola e noci chiedono una noce di burro per partire ma noi non vogliamo aggiungere grassi ai grassi dunque vi consigliamo di usare il latte. Mettete il gorgonzola in padella e cominciate a scioglierlo a fuoco minimo mescolando con un cucchiaio di legno. Mescolate piano piano e vedrete che si crea una crema piuttosto densa. Aggiungete mezzo bicchiere di latte: in questo modo la crema sarà fluida al punto giusto e sarete pronti per immergervi la pasta. Quando la pasta è cotta, saltatela nella crema di gorgonzola e aggiungete le noci: siate generosi! Non serve aggiungere altro: chi aggiunge sedano, prezzemolo, erbe aromatiche, non ne ha bisogno, garantito!

Trucco per fare la pasta gorgonzola e noci perfetta

Per fare la pasta gorgonzola e noci perfetta dovete essere veloci. Ecco gli ultimi preziosissimi consigli:

  • Scolate la pasta senza troppa precisione. Lasciatela umida e lasciate che alcune gocce di acqua di cottura rimangano nella pasta e finiscano nel sugo di gorgonzola.
  • Se non basta, tenete da parte mezzo bicchiere di acqua di cottura da aggiungere eventualmente mentre saltate la pasta.
  • Non saltate la pasta sul fuoco, ma fuori dal fuoco, altrimenti la asciugherete troppo!



Marmellata di uva senza zucchero, come si prepara

Ricettepercucinare.com


marmellata di uva - Ricettepercucinare.com

La marmellata d’uva è un grande classico autunnale che ci piace preparare in abbondanza in vista dei mesi a venire. E’ una conserva molto versatile in quanto si presta bene ad essere usata come dolce (per esempio su una fetta di pane con il burro) sia come confettura da servire con formaggi stagionati. Vediamo oggi come preparare in casa la marmellata di uva senza zucchero, a beneficio di chi voglia o debba ridurre gli zuccheri nella sua dieta.

Come fare la marmellata di uva senza pectina

La pectina come sapete è fondamentale per addensare le marmellate e le conserve o confettura di frutta. Se non vi va di usare la pectina o semplicemente non avete una bustina di pectina sottomano potete anche sostituire il prodotto con una mela. La mela contiene naturalmente della pectina. Si aggiunge una mela per ogni kg di frutta.

Come fare la marmellata di uva senza zucchero

Potete anche decidere di fare la marmellata di uva senza zucchero, come anticipato in apertura. Per fare ciò, dovrete assicurarvi di avere sottomano dell’uva molto matura. L’uva non molto matura non è molto zuccherina dunque non solo non darà origine ad un buon prodotto finale, ma darà origine anche ad un prodotto finale poco “stabile” ovvero molto propenso ad andare a mano. Gli zuccheri invece, non tutti lo sanno, danno stabilità alle marmellate.

Scala Brix e marmellate senza zucchero

Esiste una scala chiamata scala Brix che misura proprio gli zuccheri presenti nella marmellata o confettura. Se il livello dei Brix è troppo basso il prodotto è instabile e soggetto a proliferazione batterica. Quindi se non avete un prodotto molto maturo e zuccherino, vi consigliamo di aggiungere comunque una minima quantità di prodotto. La marmellata di fichi ad esempio è molto facile da preparare senza zucchero in quanto il fico maturo è altamente zuccherino. Con l’uva dovrete comprare l’uva giusta se volete preparare la marmellata di uva senza zucchero.



Proudly powered by WordPress