Biscotti al gusto di cioccolato e nocciola


<a href="https://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Biscotti al gusto di cioccolato e nocciola

Biscotti al gusto di cioccolato e nocciola




I biscotti che vi presento si ispirano alla ricetta dei Pan di Stelle del Mulino Bianco, però rispetto a quest’ultimi hanno un tocco di gusto in più che li rende particolarmente interessanti (con tutto il rispetto per il Mulino Bianco..)…anzi ad essere proprio sincera credo che siano i biscotti al cioccolato più buoni che abbia mai mangiato…
Scusate la piccola nota di presunzione nella parte introduttiva, però penso veramente che questi biscotti meritino di essere lodati per il loro buon gusto: il sapore di cioccolato si affianca perfettamente all’aroma della nocciola senza coprirlo. La ricetta che vi propongo è una rielaborazione della versione che si trova nelle confezioni che acquistiamo al supermercato. Ho modificato la tipologia di alcuni ingredienti e anche alcune dosi in modo da ribilanciare la componente grassa e il grado di dolcezza. In particolare ho aumentato la quantità di miele (che si può considerare uno zucchero invertito naturale e aiuta a mantenere il prodotto più morbido) e di conseguenza ho diminuito la dose di zucchero; ho aggiunto, oltre al cacao in polvere, del cioccolato fondente e ho aumentato la percentuale di nocciole (per avere un gusto più marcato di questi due ingredienti), ed infine ho utilizzato dello zucchero a velo per ottenere un biscotto dalla struttura più compatta. Il risultato finale del biscotto sia per gusto che per consistenza è stato veramente molto soddisfacente, non posso dire altrettanto per quella “specie di glassa” che ho fatto, ma che sarebbe stato meglio evitare  e per la quale rimando ad ulteriori prove! Per ora vi lascio la ricetta del solo impasto
Ingredienti per 1 kg di biscotti:

  • 500 grammi di farina 00;
  • 200 grammi di zucchero a velo;
  • 160 grammi di burro;
  • 1 uovo di media categoria ( circa 50 gr);
  • 1 tuorlo ( 18 grammi circa);
  • 50 grammi di miele ( meglio se di acacia, dal sapore più neutro);
  • 45 grammi di cioccolato fondente;
  • 43 grammi di cacao in polvere;
  • 40 grammi di latte parzialmente scremato;
  • 30 grammi di pasta di nocciole;
  • 15 grammi di lievito in polvere per dolci.

Preparazione dell’impasto.
Lasciate il burro a temperatura ambiente per almeno 30 minuti e quando si sarà leggermente ammorbidito, lavoratelo insieme allo zucchero a velo, fino ad ottenere una crema soffice ( io ho lavorato il tutto nella planetaria utilizzando il gancio a forma di foglia). Aggiungete il tuorlo, l’uovo intero e amalgamate bene. Unite anche il miele e versate a filo il latte. Fate fondere a bagno maria ( o al microonde ) il cioccolato fondente e quando sarà completamente sciolto aggiungetelo all’impasto. Unite la pasta di nocciola (se non l’avete già pronta potete semplicemente frullare le nocciole) e miscelate in modo da distribuire uniformemente gli ingredienti. A questo punto il composto è pronto per ricevere glielementi in polvere che avrete setacciato tutti insieme ossia: la farina, il cacao e il lievito. Lavorate il tutto fino ad ottenere un composto uniforme e ben amalgamato. Trasferite l’impasto su un pezzo di pellicola, appiattitelo leggermente, in modo che si raffreddi più velocemente, copritelo e riponetelo in frigo per circa 2 ore.
Trascorso questo tempo di riposo stendete l’impasto ad uno spessore di circa  mezzo centimetro e ritagliate i biscotti con un coppapasta di 5-6 centimetri di diametro. Ricavate anche un egual numero di stelline che poggerete sopra ciascun disco prima di infornare. Durante la cottura la stellina si unirà con il disco sottostante e apparirà in rilievo sulla superficie del biscotto ( quasi come le stelline che si vedono sui Pan di stelle). Cuocete in forno a 180°C per circa 12 minuti.
Per la glassa. Ho miscelato l’albume con un po di zucchero a velo e ho spennellato questa glassa sui biscotti prima di metterli in forno, ma il risultato non è stato dei migliori.



Panettone tutto l?anno con Loison e Castadiva

Pubblicato da Marco Gianfreda[1] alle giovedì, 18 ottobre 2012 e classificato in Eventi[2].

    Stampa ricetta/articolo[3]

Si è svolto ieri sera 17 ottobre 2012 presso il Casta Diva Resort di Blevio, ridente cittadina affacciata sulle rive del lago di Como, il primo di una serie di eventi gastronomici improntati sul tema Panettone Tutto L’anno. Protagonista indiscusso della serata è stato il noto panettone Loison, presentato, rielaborato e declinato in un intero menu dall’antipasto al dolce a cura dello chef Alessio Mecozzi. Ospite d’onore della serata è stato naturalmente Dario Loison, titolare dell’omonima casa dolciaria di Costabissara (Vi) che vanta una tradizione quasi centennale nell’arte dolciaria. La parte enologica della serata è stata invece a cura dell’Azienda Agricola Montelio di Codevilla (Pv), per l’occasione presentata e rappresentata dall’enologo Mario Maffi: nel corso della cena è stato dunque possibile degustare gli ottimi Neblerot, Pinot Nero Costarsa 2008 doc e infine un Muller Thurgau del 2010.

eventi gastronomici,panettone,vini[4][5][6]

References

  1. ^ Marco Gianfreda (plus.google.com)
  2. ^ Visualizza tutti gli articoli in Eventi (www.imenùdibenedetta.com)
  3. ^ Stampa ricetta/articolo (www.imenùdibenedetta.com)
  4. ^ eventi gastronomici (www.imenùdibenedetta.com)
  5. ^ panettone (www.imenùdibenedetta.com)
  6. ^ vini (www.imenùdibenedetta.com)

Quenelle o gnocchi di riso con semi di papavero

Grazie alla proposta di Acquaviva per Mtc di settembre, come vi accennavo nel precedente post ho imparato ad amare ancora di più il riso approfondendo meglio le varie cotture, però quando si legge una ricetta con protagonista il risonella maggioranza delle volte si parla di bollire il riso senza specificare come.Dopo la cottura al latte è il momento di approfondire la “cottura per assorbimento”

Proudly powered by WordPress