Tag: olio

Mafalde in nero

Adoro questa pasta. Si prepara in un lampo ed e’ davvero sfiziosa. Lo scalogno con le uova di lompo  si sposa benissimo. E’ davvero una ricetta furbissima, da fare quando avete ospiti a cena e poco tempo: vi farà fare un figurone. E poi non solo è buona, ma è anche bella da vedere!

INGREDIENTI
250 gr di mafalde
Uova di lompo
1 scalogno
Olio
Acqua di cottura

Procedimento
Lessare la pasta. Tenere da parte un po’ di acqua di cottura. Intanto, tritare molto fine lo scalogno. Una volta pronta la pasta, scolarla e disporla in una terrina, quindi condirla con l’olio, lo scalogno e le uova di lompo. Mantecare bene il tutto, aggiungendo, se necessario, un po’ di acqua di cottura.

Baccalà con olive e patate, la ricetta

Baccalà, ricette facili per chi ha poco tempo


baccala ricette facili - Ricettepercucinare.com

La ricetta del baccalà con olive e patate è semplice ma richiede un po’ di tempo. Il risultato è eccellente perchè l‘abbinamento tra baccalà, patate e olive è davvero perfetto: sono tre sapori ben indovinati che danno vita ad un risultato che piace a tutta la famiglia. Anche a chi non ama particolarmente il pesce. Vediamo dunque come si prepara la ricetta del baccalà con olive e patate.

Ecco la ricetta del baccalà con olive e patate

Il baccalà con olive e patate si prepara dopo aver adeguatamente ammollato in acqua fresca il merluzzo sotto sale. A tal fine mettete il merluzzo in un recipiente con acqua fresca per 3 giorni. Cambiate l’acqua di frequente. Passati i 3 giorni sciacquatelo bene e tamponatelo con carta assorbente. A questo punto siete pronti a preparare il baccalà con olive e patate.

Fate poi imbiondire una cipolla affettata finemente in una padella piuttosto larga con un filo di olio.  Aggiungete poi il baccalà tagliato a quadrati, avendo cura di infarinarlo per bene e sbatterlo in modo da eliminare la farina in eccesso. Fatelo dorare e sfumate con vino bianco.

Intanto che il baccalà cuoce, a parte prendete un’altra padella. Metteteci un filo di olio, qualche patata pelata e tagliata a spicchi ed una bella manciata di olive. Fate rosolare il tutto, poi quando le patate sono a metà cottura aggiungetevi il baccalà con tutto il suo sughetto, regolate di sale e coprite. Fate cuocere per altri 20 minuti dunque potete servire il vostro baccalà con olive e patate

Una variante con pomodoro del baccalà con patate e olive

Il baccalà con olive e patate è un piatto che, come detto, accontenta tutta la famiglia. Se non potete fare a meno di vedere un po’ di “rosso” in padella, aggiungete anche un pochi di pomodorini tagliati in quarti. Procuratevi dei pomodorini maturi ovviamente!



Panini alla birra con farine speciali-

Ingredienti:
400 g farina di kamut o kamut polverizzato
100 g farina di riso o riso polverizzato
14 g di lievito di birra granulare
1 cucchiaio di malto o miele 
20 g di olio evo + q.b. per la superficie mercato del gusto
100 g latte di soia
100 g acqua
150 g di birra artigianale maltus faber ambrata
 sale fino qb gemma di mare

Procedimento:
Per prima cosa, se avete deciso di non utilizzare le farine ma riso e kamut, è quella di polverizzarli. Se avete il bimby procedete con 100/150 g di prodotto per volta ed azionatelo a velocità turbo per 25 secondi. Si possono polverizzare anche quantità maggiori aumentando il tempo e mantenendo lo stesso punto di velocità, ma io trovo che si polverizzi più finemente procedendo con piccole quantità.
Se non possedete il bimby  utilizzare un mixer o un macina caffè, fino a renderlo il più fine possibile.
Mettete le farine nella ciotola della planetaria.
In un contenitore da microonde riscaldate il malto o miele con l’acqua, massima potenza per 1 minuto. Mettete in funzione la planetaria ed aggiungete il lievito alle farine messe in precedenza, l’acqua e malto intiepiditi, la birra e il latte di soia a temperatura ambiente, per ultimo aggiungete il sale e l’olio.
 Impastate per circa 10 minuti.
L’ impasto risulterà leggermente tenero ed appiccicoso ma non lasciatevi tentare, non aggiungete altra farina.
Formate una palla e mettete a lievitare per 4 ore. L’impasto deve raddoppiare il suo volume.
Raggiunto il raddoppio, infarinatevi leggermente le mani e date la forma che preferite al pane, incidetelo e appoggiatelo sulla teglia ricoperta di cartaforno e fate lievitare ancora 30 minuti.
Spruzzate leggermente di olio la superficie del pane e cuocete per 40 minuti a 180 gradi.
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di lievitazione: 4 h, 30 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti
Difficoltà: bassa

Due parole..

Il risultato migliore, a mio avviso, utilizzando queste farine, si ottiene facendo panini di piccole o medie dimensioni.
Ha bisogno di cuocere lentamente e per un tempo maggiore, rispetto all’utilizzo di farine bianche.
Facendo pagnotte grandi il rischio è che si secchi troppo esternamente e che non si cuocia all’interno.
Così fatto otterrete un pane croccante fuori e morbido dentro,
ma non soffice o gommoso come altri tipi di pane.
L’utilizzo del malto e della birra nell’impasto lo renderà profumato e dal sapore inconfondibile con un leggero retrogusto amarognolo.
L’incisione a fiore l’ho fatta utilizzando un piccolo taglia biscotti.

Proudly powered by WordPress