Tag: Cuocere

Giovedì 25 giugno 2020 a La Prova del Cuoco

La Prova del Cuoco puntata di oggi - RicettePerCucinare.com


La Prova del Cuoco puntata di oggi - RicettePerCucinare.com

Giovedì 25 giugno a La Prova del Cuoco vediamo proporre tantissimi piatti golosi da replicare durante la nostra estate. Anche oggi un nuovo derby, Sardegna contro Sicilia con la pasta al pesto!

Pasticcio carlofortino al pesto di Luigi Pomata

INGREDIENTI

Per il pesto:

  • 1 spicchio d’aglio
  • 20 g di pinoli
  • 80 g di basilico
  • 80 g di pecorino romano
  • 100 ml di olio evo
  • 20 g di sale grosso

Per la salsa:

Per arricchire (opzionale):

  • 100 g di tonno sott’olio

Per i casulli:

  • 250 g di semola rimacinata di grano duro
  • 130 g di acqua
  • 20 g di olio evo
  • 5 g di sale

PREPARAZIONE

  • Mettere nel freezer il barattolo del frullatore ed aggiungere spicchio d’aglio privo dell’anima;
  • Mettere le foglie di basilico in acqua fredda;
  • Aggiungere il sale, olio e pinoli;
  • Frullare e poi aggiungere anche il basilico;
  • Fare una base di pomodoro, stufando la cipolla;
  • Fare andare per 5-6 minuti;
  • Mettere nel pesto scolato in una scolata del pecorino;
  • Preparare la pasta fresca con semola, acqua e sale come gnocchetti sardi rigati;
  • Cuocere in acqua bollente e salata;
  • Sbriciolare il tonno nel pesto;
  • Terminare il piatto condito con il pesto ed una grattugiata di pecorino;

Fusilloni con pesto alla trapanese di Natale Giunta

INGREDIENTI

Per il resto:

  • 300 g di pomodori
  • 50 g di formaggio grattugiato
  • 30 g di mandorle
  • 50 g di basilico
  • pecorino, aglio, olio evo, sale qb

PREPARAZIONE

  • Sbianchire i pomodori in acqua calda e poi passarli in acqua fredda;
  • Schiacciare con il mortaio di marmo il sale con l’aglio;
  • Aggiungere le mandorle e continuare a schiacciare;
  • Unire il basilico fresco, pomodoro e continuare a schiacciare;
  • Trasferire il pesto in un contenitore e poi aggiungere il pomodoro sbianchito;
  • Cuocere in acqua bollente e salata la pasta;
  • Condire con un goccio di olio evo il pesto e poi scolare la pasta;
  • Condire la pasta;

Vince Natale Giunta!

Montanare fritta dolci e salata di Gino Sorbillo

INGREDIENTI

Per 12 montanare medie:

  • 500 g di acqua
  • 2 g di lievito
  • 25 g di sale
  • 750 g di farina 00
  • olio per friggere

Per le montanarine salate:

  • 300 g di passata di pomodoro
  • 300 g di burrata
  • 200 g di pomodorini rossi
  • 200 g di pomodorini gialli
  • salumi a piacere: salame, crudo, cotto…
  • basilico, olio e sale

Per le montanarine dolci:

  • 250 g di pure di fragole
  • 60 g di zucchero
  • 3 g di pectina
  • succo di 1/2 limone

Per la crema pasticcera al cocco:

  • 50o g di latte
  • 50 g di cocco rapé
  • 120 g di tuorli
  • 20 g di amido di riso
  • 25 g di farina 0
  • 2 g di sale
  • 1/2 bacca di vaniglia

Per decorare:

  • frutta di stagione
  • cocco rapé

PREPARAZIONE

Per la montanare salata:

  • Impastare l’acqua con farina, sale e lievito e far lievitare;
  • Dopo otto ore stenderla con le mani ed ottenere un disco;
  • Friggere in olio caldo e girarla quasi immediatamente bagnandola anche sopra con l’olio;
  • Su un piatto con carta assorbente adagiare la pizza cotta;
  • Mettere uno strato di pomodoro, fior di latte, foglie di basilico, altro pomodoro e fior di latte;
  • Aggiungere un po’ di buccia di limone grattugiata;

Per la versione dolce:

  • Unire tuorlo, zucchero, amido e farina e miscelare insieme;
  • Unire nella crema del cocco rapé;
  • Versare poi il latte e riportare in cottura la crema pasticcera al cocco, fino a quando non avrà la consistenza desiderata;
  • Unire zucchero con pectina e versare nella pure di fragole fresca messa sul fornello;
  • Far bollire per 1 minuto, aggiungendo il succo di limone;
  • Versarla in un contenitore appena pronta e far freddare;
  • Sulla pizza fritta fredda mettere la salsa di fragole, crema al cocco a spunto;
  • Aggiungere la frutta di stagione a spicchi e cocco rapé a piacere;
Continua la lettura » 1 2

Quanto devono cuocere gli asparagi?

quanto devono cuocere gli asparagi - Ricettepercucinare.com


quanto devono cuocere gli asparagi - Ricettepercucinare.com

Svelare i segreti della cottura perfetta degli asparagi: un viaggio nel mondo del gusto e della semplicità

Gli asparagi, con la loro vivace tonalità verde e il sapore terroso, sono una vera delizia culinaria. Questi steli fibrosi sono un elemento fondamentale nella cucina di molte culture in tutto il mondo, grazie alla loro versatilità e al loro gusto distintivo. Ma quando si tratta di prepararli, la domanda cruciale è sempre la stessa: quanto devono cuocere gli asparagi per ottenere il massimo sapore e la consistenza perfetta?

La risposta a questa domanda può variare a seconda delle preferenze personali e del metodo di cottura scelto. Gli asparagi possono essere cotti in una varietà di modi, tra cui bolliti, grigliati, al vapore o saltati in padella. Ogni metodo offre un risultato unico, ma il segreto per ottenere la perfezione risiede nella precisione del tempo di cottura.

La cottura ottimale: un equilibrio tra croccantezza e tenerezza

La chiave per una cottura perfetta degli asparagi è trovare l’equilibrio tra croccantezza e tenerezza. Gli asparagi sono migliori quando sono cotti al dente, conservando una leggera croccantezza mentre diventano morbidi e succosi al centro.

Per gli asparagi sottili, come quelli primaverili, il tempo di cottura è generalmente più breve, mentre gli asparagi più spessi richiedono un po’ più di tempo per cuocere uniformemente.

Quanto devono cuocere gli asparagi? Metodi di cottura e tempi consigliati

  • Bollitura. Questo è uno dei metodi più semplici per cuocere gli asparagi. Portate a ebollizione una pentola d’acqua leggermente salata e immergetevi gli asparagi. Per gli asparagi sottili, bastano circa 2-3 minuti, mentre per quelli più spessi potrebbero servire 4-5 minuti. Una volta cotti, scolate e immergeteli in acqua fredda per fermare la cottura.
  • Al vapore. Cuocere gli asparagi al vapore è un ottimo modo per preservare il loro sapore e le loro proprietà nutrienti. Il tempo di cottura varia in base allo spessore, ma in genere va dai 3 ai 6 minuti.
  • Grigliatura. La grigliatura conferisce agli asparagi un sapore affumicato e una leggera croccantezza. Spazzolate gli asparagi con olio d’oliva e grigliateli a fuoco medio-alto per circa 5-7 minuti, girandoli di tanto in tanto.
  • Sauté in padella. In una padella antiaderente, scaldate un po’ di olio d’oliva e aggiungete gli asparagi tagliati. Cuoceteli a fuoco medio per circa 5-7 minuti, mescolando di tanto in tanto, fino a quando non diventano teneri.

Prodotti correlati Shop Laterradipuglia

Indipendentemente dal metodo di cottura scelto, è importante non esagerare. Gli asparagi possono passare da perfettamente cotti a mollicci in un battito di ciglia, quindi è meglio rimanere vigili e testare la loro consistenza durante la cottura.

Conclusione: la bellezza della semplicità nella cucina degli asparagi

Abbiamo risposto alla domanda “quanto devono cuocere gli asparagi”. La cottura degli asparagi è un’arte sottile che richiede un occhio attento e una mano leggera. Trovare il giusto equilibrio tra croccantezza e tenerezza può trasformare un semplice piatto di verdure in un’esperienza culinaria straordinaria.

Sperimentate con diversi metodi di cottura e tempi fino a trovare quello che soddisfa le vostre preferenze gustative. Che siano bolliti, al vapore, grigliati o saltati in padella, gli asparagi sono un’aggiunta deliziosa e nutriente a qualsiasi pasto. Buon appetito!



Quanto deve cuocere la parmigiana?

quanto deve cuocere la parmigiana - RicettePerCucinare.com


quanto deve cuocere la parmigiana - RicettePerCucinare.com

Quanto deve cuocere la parmigiana: segreti per una perfetta cottura

La parmigiana di melanzane è un piatto classico della cucina italiana che incarna sapori tradizionali e comfort food. Originaria della regione Campania, la parmigiana si è diffusa in tutta Italia e oltre, conquistando i palati di milioni di persone in tutto il mondo. Tuttavia, la cottura della parmigiana è una questione cruciale che può determinare il successo o il fallimento di questo piatto tanto amato. Vediamo allora di proseguire nell’indagine sul tema “quanto deve cuocere la parmigiana?”.

La cottura perfetta: un equilibrio tra gusto e struttura

La parmigiana di melanzane è composta da strati di melanzane fritte o grigliate, salsa di pomodoro, formaggio e basilico, ripetuti in modo da creare un piatto succulento e soddisfacente. Uno degli elementi chiave per una parmigiana deliziosa è la corretta cottura delle melanzane e di tutti gli ingredienti che la compongono.

Melanzane: prima di tutto, scolale

Il primo passo cruciale per ottenere una parmigiana perfetta è preparare le melanzane. Dato che le melanzane possono contenere molto liquido, è fondamentale eliminare l’amaro e l’umidità in eccesso attraverso un processo di salatura e scolatura. Taglia le melanzane a fette, salale leggermente e lasciale riposare per almeno mezz’ora. Questo permetterà alle melanzane di rilasciare l’acqua in eccesso. Dopo questo tempo, asciuga le fette di melanzane con carta da cucina per rimuovere il sale e l’umidità.

Frittura o grigliatura: La scelta è tua

Una volta asciugate, le melanzane possono essere preparate attraverso due metodi principali: la frittura o la grigliatura. La frittura conferisce alle melanzane una consistenza morbida e un sapore ricco, mentre la grigliatura può dare un tocco affumicato e leggero. Entrambi i metodi sono validi, quindi la scelta dipende dal gusto personale e dalle preferenze dietetiche.

Prodotti correlati Shop Laterradipuglia

Se opti per la frittura, immergi le fette di melanzane in olio caldo fino a quando non saranno dorati su entrambi i lati, poi adagiale su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Se preferisci la grigliatura, spennella le fette di melanzane con un filo d’olio e grigliale su una griglia ben calda fino a quando non saranno morbide e leggermente carbonizzate.

Salsa di pomodoro: fresca e saporita

La salsa di pomodoro è un altro elemento essenziale della parmigiana. Per una salsa fresca e saporita, utilizza pomodori maturi, aglio, cipolla, basilico e olio d’oliva extra vergine. Cuoci delicatamente la salsa di pomodoro finché non si addensa leggermente, assicurandoti che tutti i sapori si mescolino armoniosamente.

Assemblaggio e cottura: la magia della stratificazione

Una volta preparati tutti gli ingredienti, è tempo di assemblare la parmigiana. In una teglia da forno, alterna strati di melanzane, salsa di pomodoro e formaggio grattugiato, assicurandoti di terminare con uno strato generoso di formaggio. Prima di infornare, copri la parmigiana con un foglio di alluminio per evitare che il formaggio bruci e cuoci in forno preriscaldato a 180°C per circa 30-40 minuti. Ecco risposto alla domanda: “quanto deve cuocere la parmigiana?”

Il momento giusto: la parmigiana è pronta!

La parmigiana è pronta quando il formaggio in cima è dorato e fuso e la salsa bolle delicatamente lungo i bordi. Lascia riposare la parmigiana per alcuni minuti prima di servirla, in modo che i sapori si amalgamino e si stabilizzino.

In conclusione

La parmigiana di melanzane è un piatto che richiede pazienza e cura, ma il risultato finale è sempre gratificante. Oltre a rispondere alla domanda “Quanto deve cuocere la parmigiana?”, avrete notato che vi abbiamo dato molte altre informazioni, non casuali, ma che anzi sono preziose per ottenere un buon risultato finale. Con una corretta preparazione e cottura, puoi creare una parmigiana deliziosa e appagante che delizierà i tuoi ospiti e ti riempirà di orgoglio culinario. Quindi, la prossima volta che ti cimenterai in questa prelibatezza, ricorda questi consigli per una parmigiana perfetta! Buon appetito!



Proudly powered by WordPress