Tag: zucchero

Peschette dolci all’ alchermes ma non solo…


<a href="https://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Peschette dolci all’ alchermes ma non solo…

Pagine



Peschette dolci all’ alchermes ma non solo…

Dopo le gallettinas arrivano le peschette. Dalla stessa preparazione possiamo creare due tipologie di dolci da gustare in due momenti diversi della giornata: i biscotti per iniziare con una buona colazione e le peschette per concludere un pasto con un goloso dessert!

Le peschette sono dei dolcetti di forma sferica preparati a partire da un impasto tipo biscotto, farciti con creme di vario tipo e successivamente inzuppati con uno sciroppo all’alchermes, il quale conferisce la tipica colorazione che rievoca appunto l’immagine delle pesche. Nella maggior parte delle ricette gli elementi di farcitura sono quasi sempre gli stessi, ossia crema pasticcera e alchermes, ciò che invece spesso cambia è la ricetta dell’impasto base. Esistono infatti tantissime versioni per ciò che concerne la pasta, ma tendenzialmente sono sempre degli impasti abbastanza duri che prevedono l’utilizzo di farina, uova (intere o solo tuorli), zucchero, e burro. Io per esempio sono partita dallo stesso impasto delle gallettinas e anziché stendere il composto ho formato delle sferette. Per la farcitura, non essendo amante dell’alchermes, ho preparato anche delle pesche in versione “mora”. Ora vi illustrerò gli ingredienti che ho utilizzato (le dosi sono indicative, e potete regolarvi in base ai vostri gusti)
Per la crema:

  • 250 gr di mascarpone;
  • 3 cucchiai di zucchero;
  • caffè solubile.

Per la bagna:

  • sciroppo di zucchero (70 grammi di zucchero semolato e 30 grammi di acqua );
  • alchermes;
  • caffè espresso

Per guarnire:

  • zucchero semolato;
  • cacao in polvere. 

Preparare le peschette. (Seguite la ricetta che trovate qui[1])
Una volta ottenuto l’impasto seguendo la stessa ricetta che trovate nel link[2] sopraindicato, formate con le mani delle palline delle dimensioni circa di una noce. Disponetele su una teglia ricoperta con carta da forno e fate cuocere in forno caldo a 200°C  (come sempre, ognuno si regola sulla base del proprio forno) per circa 10-15 minuti.
Quando saranno cotte lasciatele intiepidire e dopodichè con l’aiuto di un cucchiaino svuotate il centro della parte piatta, creando così un incavo che riempirete successivamente con la crema.
Preparare la crema e la bagna.
Mescolate il mascarpone con lo zucchero e il caffè solubile. Sulle dosi regolatevi a vostro gusto.
Per la bagna all’alchermes miscelate lo sciroppo di zucchero ( ottenuto facendo bollire 70 grammi di zucchero con 30 grammi di acqua) con il liquore, mentre per la bagna al caffè miscelate lo sciroppo di zucchero con il caffè. Anche in questo caso le dosi sono molto soggettive.
Farcitura delle peschette.
Con una tasca da pasticcere ( o semplicemente con un cucchiaino) riempite il centro di ciascuna semisfera con la crema al mascarpone e unitele a due a due. Immergete una per volta le peschette nello sciroppo all’alchermes  e successivamente passatele  nello zucchero semolato. Quelle in versione “mora”, invece,  inzuppatele nello sciroppo al caffè e fatele rotolare nel cacao in polvere.Ed ecco qui le golose peschette in due varianti

References

  1. ^ qui
  2. ^ link

Marmellata di uva senza zucchero, come si prepara

Ricettepercucinare.com


marmellata di uva - Ricettepercucinare.com

La marmellata d’uva è un grande classico autunnale che ci piace preparare in abbondanza in vista dei mesi a venire. E’ una conserva molto versatile in quanto si presta bene ad essere usata come dolce (per esempio su una fetta di pane con il burro) sia come confettura da servire con formaggi stagionati. Vediamo oggi come preparare in casa la marmellata di uva senza zucchero, a beneficio di chi voglia o debba ridurre gli zuccheri nella sua dieta.

Come fare la marmellata di uva senza pectina

La pectina come sapete è fondamentale per addensare le marmellate e le conserve o confettura di frutta. Se non vi va di usare la pectina o semplicemente non avete una bustina di pectina sottomano potete anche sostituire il prodotto con una mela. La mela contiene naturalmente della pectina. Si aggiunge una mela per ogni kg di frutta.

Come fare la marmellata di uva senza zucchero

Potete anche decidere di fare la marmellata di uva senza zucchero, come anticipato in apertura. Per fare ciò, dovrete assicurarvi di avere sottomano dell’uva molto matura. L’uva non molto matura non è molto zuccherina dunque non solo non darà origine ad un buon prodotto finale, ma darà origine anche ad un prodotto finale poco “stabile” ovvero molto propenso ad andare a mano. Gli zuccheri invece, non tutti lo sanno, danno stabilità alle marmellate.

Scala Brix e marmellate senza zucchero

Esiste una scala chiamata scala Brix che misura proprio gli zuccheri presenti nella marmellata o confettura. Se il livello dei Brix è troppo basso il prodotto è instabile e soggetto a proliferazione batterica. Quindi se non avete un prodotto molto maturo e zuccherino, vi consigliamo di aggiungere comunque una minima quantità di prodotto. La marmellata di fichi ad esempio è molto facile da preparare senza zucchero in quanto il fico maturo è altamente zuccherino. Con l’uva dovrete comprare l’uva giusta se volete preparare la marmellata di uva senza zucchero.



Biscotti di ricotta e cioccolato

L’ultima volta che ho cercato disperatamente l’ombra fresca di un albero, è stata domenica pomeriggio nella bollente città di Bologna, quando trascinandomi con piedi e la lingua di fuori come farebbe il mio fedele Snoopy[1], sono arrivata nella gelateria più dolce degli ultimi tempi.

E’ incredibile quanti miti greci si siano abbattuti su di noi in queste ultime settimane. Ma che gli abbiamo fatto? Troppi turisti italiani a Mykonos?
Impossibile fare qualunque cosa che richieda il minimo sforzo, impossibile dormire di notte, impossibile non mangiare gelati al pistacchio, impossibile studiare/lavorare.
Meno male che per la ricetta di oggi servono solo ingredienti freschi, come la ricotta. Ah, ma non vi preoccupate cari fans dell’aria condizionata, questa ricetta prevede anche l’uso del forno!

Ingredienti:
150gr ricotta
3 cucchiai farina
2 cucchiai zucchero
1 uovo
50gr cioccolato fondente

Preparazione:
Lavorate l’uovo con lo zucchero.
Quando si sarà formata una cremina, aggiungete la ricotta e continuate a mescolare.

Unite la farina fino ad ottenere un composto omogeneo e aggiungete la cioccolata tritata a scaglie.

Amalgamate bene e formate con le mani delle piccole palline che sistemerete nella carta da forno.

Accendete il forno a 180° e con una forchetta schiacciate uno ad uno i biscotti. Infornate per circa 30 minuti.

Tagged: biscotti, cioccolato, dolci, ricotta[2][3][4][5]

References

  1. ^ Snoopy
  2. ^ biscotti
  3. ^ cioccolato
  4. ^ dolci
  5. ^ ricotta

Proudly powered by WordPress