Tag: La Prova del Cuoco

E’ sempre mezzogiorno oggi in replica, come mai?

Ricettepercucinare.com


E' sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com

Vi starete domandando cosa sia successo oggi a E’ sempre mezzogiorno, dal momento che avete acceso la tv e non avete avuto modo di vedere il vostro programma culinario preferito. Oggi 10 maggio 2022, la tradizionale puntata di E’ sempre mezzogiorno non è di fatto andata in onda. Al suo posto, vari spezzoni di repliche di puntate precedenti. Come mai sarà successo ciò? 

Il ricovero in ospedale d’urgenza, un episodio da non dimenticare

I fan più attenti della bella e brava conduttrice di E’ sempre mezzogiorno e ancor prima de La Prova del Cuoco ricorderanno il 2012 quando Antonella finì in ospedale d’urgenza in codice rosso per uno shock anafilattico dovuto ad un antibiotico di nuova concezione. Sarà successo di nuovo? Forse la nostra Antonella avrà preso qualche farmaco che le ha provocato qualche disturbo?

O forse si è recata a Bologna per le esequie di Nonna Pina, la simpatica, bravissima e famosissima nonna, protagonista della canzone Le Tagliatelle di nonna Pina, deceduta proprio ieri?

Perchè E’ sempre mezzogiorno di oggi non è andato in onda

Ecco dunque svelato perché oggi E’ sempre mezzogiorno non è andata in onda. Antonella Clerici è davvero sempre presente e raramente ha mancato all’appuntamento con i suoi fan e con i telespettatori. Oggi è mancata all’appello, lasciando al suo posto un mix di spezzoni di repliche. Come mai? E’ lei stessa a dircelo e come sospettavamo c’entra qualche problema di salute.

Antonella Clerici spiega su Twitter le ragioni della sua assenza

Antonella Clerici ha dunque spiegato su Twitter il motivo della sua assenza di oggi al programma E’ sempre mezzogiorno, scrivendo:

Ciao amici. Solo per dirvi che oggi non sono in onda perché stanotte ho avuto la febbre molto alta, ho avuto una sorta di intossicazione, quindi non sono stata tanto bene. Spero domani di essere assolutamente con voi e quindi a prestissimo. Un abbraccio.

Insomma, non sappiamo se stavolta sia stato un farmaco oppure un alimento, fatto sta che la nostra Antonella Clerici ha passato una nottata difficile e oggi ha preferito riposare.

 



La Prova del Cuoco di martedì 21 novembre 2018

Oggi, a La Prova del Cuoco del 21 novembre 2018, si parla del kiwi che sarà inserito in diversi piatti e ne parliamo con gli esperti Augusto Tocci e Valentina Gaiazzo.
Va dove ti porta il cuoco
Spuma di bufala e pomodori su salsa di kiwi di Anna Maria Palma
INGREDIENTI
(per 4 persone)

250 g di kiwi
1 limone
250 g di mozzarella di bufala
100 g di latte
250 ml di panna fresca
60 g di formaggio da grattugiare
5 pomodori secchi sott’olio
100 g di zucchero
50 g di lamelle di mandorle
olio, sale, pepe rosa qb

PREPARAZIONE

Mettere in padella lo zucchero e quando lo zucchero si è sciolto aggiungere le mandorle e sale;
Frullare con un po’ di latte la mozzarella di bufala;
Unire poi il formaggio grattugiato, bacche di pepe rosa e la panna montata;
Amalgamare il tutto dal basso verso l’alto per non smontare la panna;
Tagliare i kiwi e metterli in padella con limone e sale;
Mettere i kiwi nel bicchiere e montare con l’olio;
Versare il caramello con le mandorle su due fogli di carta da forno e stenderlo con il mattarello facendolo raffreddare;
Mettere la crema alla base di una coppa;
Aggiungere la spuma fatta in precedenza e messa nel sac-a-poche;
Aggiungere i pomodorini secchi e ancora altra spuma;
Rompere il caramello rotto a scaglie sulla spuma;

Costo dei kiwi: al kg costano 99 centesimi a Milano, da 3 a 4 euro a Civitavecchia (RM).
Kiwi: come usarli in cucina
Quante varietà di kiwi esistono? Esistono quelli pelosi, quelli meno pelosi, e sono di un colore diverso come il verde o giallo. La Nuova Zelanda ha una grande coltivazione, ma la Cina è la sua nazione di origine. Il kiwi è ricco di vitamina C, che con la cottura andrebbe perso: 80 milligrammi di vitamina C è contenuta in un kiwi ed è il fabbisogno giornaliero. Quale kiwi è meglio usare con il pesce, la carne e per il frullato? Tutti e due vanno bene per il frullato, quello giallo per la carne e per il pesce quello verde classico. Quando si accosta il kiwi alla carne si riesce ad assorbire meglio il ferro. Quando il kiwi è di qualità? Quando si fa una leggera pressione si sente che è maturo: infatti, va raccolto acerbo e fatto maturare in frigo. A chi fa bene e chi no? Fa bene a tutti proprio per il 3% di fibra dato che regolarizza ed è un lassativo naturale; è un reidratante naturale e fa bene per regolarizzare la pressione. Non va bene a chi ha colite, ma è soggettivo, visto che i semini sono piccoli!
Continua la lettura » 1 2

Le ricette de La Prova del Cuoco del 20 novembre 2018

Oggi a La Prova del Cuoco del 20 novembre 2018 si parte con un nuovo appuntamento e parliamo di burro con Luca Avoledo e Fiorenzo Giolito.
Va dove ti porta il cuoco
Pane al burro e fantasia di Anna Maria Palma
INGREDIENTI
(per 4 persone)

1 litro e mezzo di panna
1 Peperone rosso arrostito e spellato
6 Alici del cantabrico
1 Lime
1 Limone
1 Arancia
6 Gamberi
3 fette di Pane integrale non troppo spesse, per Peperone
3 fette di Pan bauletto, per Gamberi
Prezzemolo tritato, Cucunci, Menta e Baguettes per Alici qb

PREPARAZIONE

In una planetaria mettere a montare la panna fresca ben fredda;
Strizzare in un passino con un cucchiaio e lavare sotto l’acqua;
Conservare su un tovagliolo e poi carta assorbente;
Congelare quello che non serve e usarlo
Tritare i peperoni già cotti piccoli;
Preparare un crostino con peperone, prezzemolo e cucunci;
Unire anche il burro;
Marinare i gamberi con agrumi e ripassarli in padella;
Aromatizzare il burro con le scorze degli agrumi e fare un altro crostino;
Preparare un crostino con burro e alici;

Il costo del burro al kg: da 10 euro a 12 euro a Trento, da 10 euro a 11 euro a Caserta.
Burro: come usarlo in cucina
In commercio si trova il burro in porzioni piccoli, burro di panna di affioramento o centrifuga; poi esiste la versione salata ed il burro chiarificato. Il burro crudo è bene mangiarlo 10 g al giorno, ma non deve diventare il condimento principale della giornata. Il burro chiarificato è da usare in cucina, con tempo di fusione più alto, poiché ha un punto di fumo a 250°C. È ricco di grassi saturi 750 cal per etto ed ha proteine A, E e D. Il burro per la marmellata? Quello tradizionale, di centrifuga; per la pasta al burro? vanno bene entrambi ed anche quello salato a patto che non si sala l’acqua. Per la besciamella? va bene entrambi! La pasta al burro si può consumare normalmente! Quando il burro è di qualità? Si riconosce quando ha colore uniforme (specie consumato), e non deve essere giallo fuori e bianco dentro. Solitamente quello estivo è più giallo! Il burro non aumenta il rischio cardiovascolare se mangiato con moderazione.
Continua la lettura » 1 2

Proudly powered by WordPress