Tag: formaggio

Insalata estiva con formaggio al tartufo

Insalata estiva con formaggio al tartufo


Il tocco
raffinato di questa insalata è il  formaggio  misto al tartufo; di
origini marchigiane è una caciotta fresca mista, a pasta cremosa aromatizzata
al tartufo e ottenuta con latte bovino e ovino 100% italiano.
Le caciotte aromatizzate sono ottimi formaggi da tavola e spesso vengono
degustati al taglio accompagnati da una buona fetta di pane casereccio o dalla
tipica “crescia” 
marchigiana.
Ottime per insaporire
insalate fresche e come condimento di primi piatti al forno. Si accompagnano con
vini bianchi ricchi di gusto, ma delicati.
Ed infine il tocco ricercato
è dato  dall’olio extravergine prodotto dalla Cooperativa San Marzano
di  San Marzano di San Giuseppe (TA). Alla vista si presenta di
colore verde brillante con riflessi dorati, l’aroma che sprigiona ha
un’elegante carica fruttata. Si ottiene mediante la spremitura fredda delle
olive.
Tutte e due le Cooperative aderiscono al circuito Qui da Noi-
Cooperative Agricole
  che
ha come obbiettivo la valorizzazione delle produzioni agricole nazionali.

LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti per 4 persone
100 gr  di misticanza (songino/rucola/spinacino)
100 gr di radicchio rosso
24  pomodorini  datterini
50 gr di nocciole tostate
Lavate e sgrondate le insalate.
Lavate i pomodorini e tagliateli a metà.
Lavate e  pelate
i cetrioli e tagliateli a rondelle sottili.
Tagliate il formaggio a cubetti.
In una ciotola versate le insalate e unite i
pomodorini, i cetrioli, le nocciole tostate e divise a metà, e i cubetti di
formaggio.
Preparate un’emulsione miscelando l’olio con qualche
goccia d’aceto e il sale.
Irrorate l’insalata, mischiate e servite.

Penne rigate al pesto di peperoni e Formaggio di Fossa

Penne rigate al pesto di peperoni e Formaggio di Fossa


Per la preparazione di questa ricetta ho utilizzato un’eccellenza
italiana:il Formaggio vaccino di Fossa di Sogliano DOP.

Prodotto in Emilia Romagna a Sogliano al Rubicone si
caratterizza per  un gusto aromatico e
sapore fragrante, leggero e gradevole, con un odore intenso e persistente,
ottimo al taglio,  si sposa perfettamente
con diversi tipi d’ingredienti. Ottenuto con latte vaccino  100% italiano
viene stagionato per tre mesi, avvolto nella
paglia, in tipiche fosse di forma ovale, scavate nella roccia.
La tecnica di stagionatura del formaggio nelle fosse ha origine molto
antica. Questo tipo di formaggio è nominato in due inventari
del 1497 e del 1498. Da entrambi i documenti si evince che la
fossa di tufo aveva un duplice utilizzo: in autunno era il luogo di conservazione
del formaggio e in tempi diversi dell’anno serviva ad immagazzinare il grano
per preservarlo dalle razzie dei soldati. Il produttore di formaggio affittava
la fossa per il tempo che era necessario alla stagionatura, tre mesi o al
massimo 100 giorni. Il formaggio veniva posto, come tutt’oggi avviene, in
sacchetti di tela, coperti di paglia di fieno, per isolare il formaggio
dall’aria.
Il periodo
tradizionale di infossatura era fine agosto-settembre; la riapertura delle
fosse avveniva il 25 novembre, giorno di Santa Caterina.
Ed infine ho aggiunto il tocco
raffinato dell’olio extravergine prodotto dalla Cooperativa San Marzano di  San Marzano di San Giuseppe (TA). Alla vista
si presenta di colore verde brillante con riflessi dorati, l’aroma che
sprigiona ha un’elegante carica fruttata. Si ottiene mediante la spremitura
fredda delle olive.

LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti
per 4 persone:
2 fette di
melanzane per guarnire
Una decina di
pomodori secchi sott’olio
40 gr di nocciole tostate senza guscio
Arrostite i peperoni sulla griglia o al
forno e spellateli.
Lavate e sgrondate il basilico.
Tagliate a pezzi il formaggio.
Sgusciate e tostate le nocciole.
Mettete tutti gli ingredienti compresi i
pomodorini nel mixer, aggiungete 4 cucchiai d’olio e frullate.
Quando il composto sarà omogeneo
mettetelo in una ciotola o in un barattolo di vetro, salate e aggiungete tanto
olio quanto basta per renderlo liscio e cremoso.
Tagliate le fette di melanzane  striscioline, salatele e fatele friggere in
una padella con un pochino d’olio e tenetele da parte.
Cuocete la pasta in abbondante acqua
bollente e salata, scolatela al dente  e
lasciatela un pochino umida, condite con il pesto di peperoni.
Dividetela nei piatti o se preferite
mettetela in un unico piatto da portata,guarnite con le striscioline di
melanzane, una grattata di Formaggio di Fossa e un paio di foglie di basilico. Servite
subito.
 Se
vi avanza del pesto mettetelo in un barattolo, ricopritelo con un filo d’olio e
chiudete ermeticamente. Si manterrà per un paio di giorni in frigorifero.

Vellutata di spinaci-

Ingredienti  per 2 persone:
500 ml di brodo vegetale 
( fatto con un cucchiaino di dado vegetale fatto in casa)
50 g di formaggio light spalmabile 
250 g di spinaci cotti al vapore oro dell’orto
6 fili di erba cipollina
olio evo qb antico frantoio muraglia
pepe qb
sale iodato qb gemma di mare
Preparazione: 
Mettete nel mixer gli spinaci con un mestolo di brodo vegetale, il sale e frullate fino ad ottenere un composto cremoso e fluido.
Mettete il composto in un tegame con il resto del brodo, l’erba cipollina tagliuzzata e lasciare cuocere per 15 minuti circa. Aggiungete ora il formaggio e dopo aver amalgamato bene il tutto, unite il sale ed un pizzico di pepe.
spegnere il fornello preparate i piatti ed aggiungete un filo di evo a crudo.
A piacere decorate con una fetta di pomodoro crudo ed aggiungete crostini di pane abbrustoliti.

Proudly powered by WordPress