Tag: formaggio

Sgonfiotti con formaggio misto al peperoncino

Sgonfiotti con formaggio misto al peperoncino


Tra le tradizioni
marchigiane c’è quella di aromatizzare i formaggi in vari modi: questo è fresco
a pasta cremosa e media maturazione, ottenuto con latte bovino e ovino
italiano  e aromatizzato con il peperoncino. Anticamente veniva preparato
esclusivamente nei mesi invernali.
Ottimo per insaporire insalate fresche e
come condimento di primi piatti al forno, si accompagna con vini bianchi ricchi
di gusto, ma delicati.
E’ prodotto dalla Cooperativa Tre Valli
Cooperlat.
Per rendere questi sgonfiotti ancora più
saporiti ho utilizzato anche il tocco raffinato dell’olio extravergine
prodotto dalla Cooperativa San Marzano di  San Marzano di san
Giuseppe (TA). Alla vista si presenta di colore verde brillante con riflessi
dorati, l’aroma che sprigiona ha un’elegante carica fruttata. Si ottiene
mediante la spremitura fredda delle olive.
Tutte e due le Cooperative aderiscono al circuito Qui
da Noi- Cooperative Agricole
  che
ha come obbiettivo la valorizzazione delle produzioni agricole nazionali.

LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti  per circa 40 sgonfiotti
4 gr di lievito
di birra disidratato
2 cucchiai di
erbette di Provenza (timo, maggiorana, basilico ecc)
In una ciotola
mettete  la farina,  le erbette di Provenza e il lievito secco.
Amalgamate bene il tutto, aggiungete gradualmente l’acqua e iniziate  ad impastare. Quando l’impasto avrà raccolto
tutta l’acqua, allargatelo e versate  due
cucchiai d’olio e il sale. Impastate ancora per 10/15 minuti, fino a ottenere
un composto omogeneo, elastico e asciutto.
Lasciate
riposare l’impasto coperto da un canovaccio per 15 minuti.
Trascorso il
tempo riprendete l’impasto e  mettetelo su di un piano infarinato,
dategli la forma di un panetto rettangolare  e poi procedete alla
piegatura come per preparare la pasta sfoglia. Stendete un po’ il panetto, poi
ripiegate verso il centro i due lati corti, poi girate di 90° appiattitelo
leggermente e ripiegate i lati. 
Riformate una palla e rimettetela nella ciotola.
Questa
operazione consentirà d’inglobare molta aria, il che la renderà “sofficiosa” e
ben alveolata.
Ripetetela per
altre due volte sempre dopo ogni 15 minuti, poi ungetela leggermente e
rimettetela nella ciotola.
Coprite con la
pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio ( di solito necessitano 2 o 3
ore) nel forno spento o in un luogo tiepido e privo di correnti d’aria.
Tagliate il
formaggio a cubetti molto piccoli.
Quando la
lievitazione sarà ottimale riprendete l’impasto, prelevate dei pezzetti
d’impasto e formate delle palline della grandezza di un’albicocca, devo essere
in numero pari. Stendetele delicatamente con il mattarello a formare un
cerchio, deponete al suo interno un pochino di cubetti del formaggio ma
lasciate i bordi liberi. Bagnate leggermente i bordi e sovrapponete l’altro
cerchio, premete bene i bordi , arrotolandoli un pochino. Mettetelo su di una
teglia coperta da carta da forno. Continuate così fino ad esaurimento degli
ingredienti, spennellate tutto  con un
pochino d’olio. Lasciate lievitare ancora per 30 minuti.
Accendete il
forno  a 180°C (statico) e quando avrà
raggiunto la temperatura infornate per 15 minuti.

Giovedì 25 giugno 2020 a La Prova del Cuoco

La Prova del Cuoco puntata di oggi - RicettePerCucinare.com


La Prova del Cuoco puntata di oggi - RicettePerCucinare.com

Giovedì 25 giugno a La Prova del Cuoco vediamo proporre tantissimi piatti golosi da replicare durante la nostra estate. Anche oggi un nuovo derby, Sardegna contro Sicilia con la pasta al pesto!

Pasticcio carlofortino al pesto di Luigi Pomata

INGREDIENTI

Per il pesto:

  • 1 spicchio d’aglio
  • 20 g di pinoli
  • 80 g di basilico
  • 80 g di pecorino romano
  • 100 ml di olio evo
  • 20 g di sale grosso

Per la salsa:

Per arricchire (opzionale):

  • 100 g di tonno sott’olio

Per i casulli:

  • 250 g di semola rimacinata di grano duro
  • 130 g di acqua
  • 20 g di olio evo
  • 5 g di sale

PREPARAZIONE

  • Mettere nel freezer il barattolo del frullatore ed aggiungere spicchio d’aglio privo dell’anima;
  • Mettere le foglie di basilico in acqua fredda;
  • Aggiungere il sale, olio e pinoli;
  • Frullare e poi aggiungere anche il basilico;
  • Fare una base di pomodoro, stufando la cipolla;
  • Fare andare per 5-6 minuti;
  • Mettere nel pesto scolato in una scolata del pecorino;
  • Preparare la pasta fresca con semola, acqua e sale come gnocchetti sardi rigati;
  • Cuocere in acqua bollente e salata;
  • Sbriciolare il tonno nel pesto;
  • Terminare il piatto condito con il pesto ed una grattugiata di pecorino;

Fusilloni con pesto alla trapanese di Natale Giunta

INGREDIENTI

Per il resto:

  • 300 g di pomodori
  • 50 g di formaggio grattugiato
  • 30 g di mandorle
  • 50 g di basilico
  • pecorino, aglio, olio evo, sale qb

PREPARAZIONE

  • Sbianchire i pomodori in acqua calda e poi passarli in acqua fredda;
  • Schiacciare con il mortaio di marmo il sale con l’aglio;
  • Aggiungere le mandorle e continuare a schiacciare;
  • Unire il basilico fresco, pomodoro e continuare a schiacciare;
  • Trasferire il pesto in un contenitore e poi aggiungere il pomodoro sbianchito;
  • Cuocere in acqua bollente e salata la pasta;
  • Condire con un goccio di olio evo il pesto e poi scolare la pasta;
  • Condire la pasta;

Vince Natale Giunta!

Montanare fritta dolci e salata di Gino Sorbillo

INGREDIENTI

Per 12 montanare medie:

  • 500 g di acqua
  • 2 g di lievito
  • 25 g di sale
  • 750 g di farina 00
  • olio per friggere

Per le montanarine salate:

  • 300 g di passata di pomodoro
  • 300 g di burrata
  • 200 g di pomodorini rossi
  • 200 g di pomodorini gialli
  • salumi a piacere: salame, crudo, cotto…
  • basilico, olio e sale

Per le montanarine dolci:

  • 250 g di pure di fragole
  • 60 g di zucchero
  • 3 g di pectina
  • succo di 1/2 limone

Per la crema pasticcera al cocco:

  • 50o g di latte
  • 50 g di cocco rapé
  • 120 g di tuorli
  • 20 g di amido di riso
  • 25 g di farina 0
  • 2 g di sale
  • 1/2 bacca di vaniglia

Per decorare:

  • frutta di stagione
  • cocco rapé

PREPARAZIONE

Per la montanare salata:

  • Impastare l’acqua con farina, sale e lievito e far lievitare;
  • Dopo otto ore stenderla con le mani ed ottenere un disco;
  • Friggere in olio caldo e girarla quasi immediatamente bagnandola anche sopra con l’olio;
  • Su un piatto con carta assorbente adagiare la pizza cotta;
  • Mettere uno strato di pomodoro, fior di latte, foglie di basilico, altro pomodoro e fior di latte;
  • Aggiungere un po’ di buccia di limone grattugiata;

Per la versione dolce:

  • Unire tuorlo, zucchero, amido e farina e miscelare insieme;
  • Unire nella crema del cocco rapé;
  • Versare poi il latte e riportare in cottura la crema pasticcera al cocco, fino a quando non avrà la consistenza desiderata;
  • Unire zucchero con pectina e versare nella pure di fragole fresca messa sul fornello;
  • Far bollire per 1 minuto, aggiungendo il succo di limone;
  • Versarla in un contenitore appena pronta e far freddare;
  • Sulla pizza fritta fredda mettere la salsa di fragole, crema al cocco a spunto;
  • Aggiungere la frutta di stagione a spicchi e cocco rapé a piacere;
Continua la lettura » 1 2

Insalata estiva con formaggio al tartufo

Insalata estiva con formaggio al tartufo


Il tocco
raffinato di questa insalata è il  formaggio  misto al tartufo; di
origini marchigiane è una caciotta fresca mista, a pasta cremosa aromatizzata
al tartufo e ottenuta con latte bovino e ovino 100% italiano.
Le caciotte aromatizzate sono ottimi formaggi da tavola e spesso vengono
degustati al taglio accompagnati da una buona fetta di pane casereccio o dalla
tipica “crescia” 
marchigiana.
Ottime per insaporire
insalate fresche e come condimento di primi piatti al forno. Si accompagnano con
vini bianchi ricchi di gusto, ma delicati.
Ed infine il tocco ricercato
è dato  dall’olio extravergine prodotto dalla Cooperativa San Marzano
di  San Marzano di San Giuseppe (TA). Alla vista si presenta di
colore verde brillante con riflessi dorati, l’aroma che sprigiona ha
un’elegante carica fruttata. Si ottiene mediante la spremitura fredda delle
olive.
Tutte e due le Cooperative aderiscono al circuito Qui da Noi-
Cooperative Agricole
  che
ha come obbiettivo la valorizzazione delle produzioni agricole nazionali.

LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti per 4 persone
100 gr  di misticanza (songino/rucola/spinacino)
100 gr di radicchio rosso
24  pomodorini  datterini
50 gr di nocciole tostate
Lavate e sgrondate le insalate.
Lavate i pomodorini e tagliateli a metà.
Lavate e  pelate
i cetrioli e tagliateli a rondelle sottili.
Tagliate il formaggio a cubetti.
In una ciotola versate le insalate e unite i
pomodorini, i cetrioli, le nocciole tostate e divise a metà, e i cubetti di
formaggio.
Preparate un’emulsione miscelando l’olio con qualche
goccia d’aceto e il sale.
Irrorate l’insalata, mischiate e servite.

Proudly powered by WordPress