Tag: frigorifero

Come si fa la cheesecake zebrata

Ricettepercucinare.com


cheesecake zebrata - Ricettepercucinare.com

Come già detto in altre occasioni ci sono dolci per tutti i giorni, come torte per la colazione o torte per la merenda, e dolci invece dai quali ci aspettiamo un minimo presentazione estetica più curata e ricercata. Solitamente si tratta di torte di compleanno, ma non solo. La cheesecake zebrata della quale andiamo ora a parlare è davvero esteticamente bellissima ed ha una resa visiva molto gradevole. Se dovete prepararla per un’occasione, provatela qualche giorno prima giusto per prenderci la mano. Ma vedrete, non è difficile come si può pensare. Al lavoro e vediamo come si fa la cheesecake zebrata.

Come si fa la cheesecake zebrata: la base

La cheesecake zebrata è di fatto una cheesecake americana con la sua base di burro e biscotti ed il suo mix di formaggi e panna nella parte superiore. La base dunque si otterrà con 200 grammi di biscotti (potete usare i classici Digestive o quelli che desiderate voi) e 100 grammi di burro fuso. Come sapete, i biscotti si frullano e il burro si fonde, infine si compone la base della torta e si ripone in frigo. Se si tratta della cheesecake al cioccolato potete anche aggiungere un cucchiaio di cacao amaro in polvere alla base. Ma non è obbligatorio.

Come si preparano le creme della cheesecake zebrata

La cheesecake zebrata può essere solitamente bicolore al cioccolato e panna oppure bicolore alla crema di frutta e panna. Nel secondo caso la crema di frutta sarà con more o fragole. Evitate frutti troppo “pallidi” perchè l’esito visivo non sarebbe soddisfacente. Vediamo dunque come si fa la cheesecake zebrata in due varianti cotta e cruda.

Per la variante alla frutta della cheesecake zebrata

La variante alla frutta della cheesecake zebrata non è cotta in forno e prevede:

  • yogurt greco 400 grammi
  • panna liquida 300 grammi
  • 120 grammi di zucchero a velo
  • 14 grammi di gelatina in fogli
  • 150 grammi della frutta che preferite (frutti di bosco è l’ideale)

Ecco come si prepara la cheesecake zebrata alla frutta. Avrete bisogno della gelatina perchè a differenza di quella alle creme qui non usate le uova e la frutta in generale tende ad essere più umida. Infine, tenete conto che la gelatina è fondamentale anche perchè questa cheesecake non prevede cottura.

Separate la gelatina in due parti e mettetela in acqua fresca. A parte lavorate lo yogurt con lo zucchero, con una forchetta. Con le fruste invece montate benissimo la panna, tenendone da parte 100 grammi. Incorporate la panna allo yogurt e poi dividete il tutto in due ciotole. Frullate benissimo la frutta ed incorporatela ad uno dei due composti. Scaldate poi la panna tenuta da parte in due pentolini (50 e 50 grammi), strizzate la gelatina e aggiungetela alle due creme mescolando bene.

Ora avete due creme, una rosa e una bianca, entrambe con la colla di pesce all’interno. Riprendete la base, versate a cucchiaiate le creme partendo dal centro e poi riponete in frigorifero per almeno 4 ore.

Per la variante alle creme della cheesecake zebrata

Abbiamo visto come si fa la cheesecake zebrata alla frutta. Ora vediamo quella con le creme. Questa seconda proposta a differenza della prima è cotta.

  • 200 grammi di formaggio spalmabile
  • 300 grammi di ricotta di vacca
  • 100 grammi di zucchero a velo
  • 3 uova
  • 80 grammi di latte (un po’ alla volta)
  • 25 grammi di cacao amaro in polvere

Ecco come si prepara questa cheesecake zebrata. Preparate la crema dapprima lavorando uova e zucchero, poi aggiungendo i formaggi e infine il latte. Regolatevi con il latte: la crema deve essere non troppo densa e nemmeno troppo liquida. Poi suddividete la crema in due, e a metà di essa aggiungete il cacao. Togliete la base dal frigo e cominciate a versate cucchiaiate le due creme, partendo dal centro della torta. Infornate a 180 gradi per 55 minuti.

Altre idee per dar vita a torte bicolore

Un’altra bella idea per preparare una torta bicolore è quella di fare una ciambella o mattonella lievitata separando la crema in due parti. Ne otterrete la famosa torta marmorizzata, molto amata da tutti i bambini. Vi abbiamo spiegato come si fa la cheesecake zebrata. Questa nell’immagine ha una resa estetica diversa in quanto è un ciambellone e le due creme sono state sovrapposte. Se volete fare il classico ciambellone marmorizzato con tortiera tonda, versate sempre l’impasto a cucchiaiate partendo dal centro.

ciambella marmorizzata - My Italian Recipes



Come fare il filetto di maiale in crosta

Ricettepercucinare.com


come fare il filetto di maiale in crosta - Ricettepercucinare.com

Se desideri preparare un piatto alternativo, diverso dalla solita fettina di carne impanata o dalla salsiccia ai ferri, il filetto di maiale in crosta è davvero un’ottima proposta di piatto a base di carne. Vediamo come fare il filetto di maiale in crosta in modo coreoagrafico, così da ottenere un piatto semplice ed economico ma di grande effetto.

Ecco la ricetta del filetto di maiale in crosta

Quando si parla di secondi a base di carne, non si può fare a meno di menzionare la carne di maiale: oltre ad essere economica, difatti, la carne di maiale è solitamente molto tenera e facile da preparare. Le ricette con carne di maiale sono solitamente facilissime! Anche se non siete particolarmente esperti in cucina. Il filetto di maiale, in particolare, è un taglio di carne molto tenero e versatile. E’ possibile cucinarlo intero oppure porzionarlo in eleganti medaglioni.. Lasciandolo intero, è possibile preparare un ottimo filetto di maiale in crosta da servire con patate, funghi o verdure miste, a seconda della stagione dell’anno.

Vediamo dunque come fare il filetto di maiale in crosta

INGREDIENTI per il filetto di maiale in crosta

Per la crosta del filetto:

  • 200 grammi di farina
  • 50 grammi di acqua fredda
  • 100 grammi di burro da frigo
  • sale q.b.

Per il filetto di maiale:

  • 500 grammi circa di filetto di maiale
  • 30 grammi di senape di Digione
  • 60 grammi di pancetta (dolce)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 rametti di rosmarino
  • olio evo
  • sale e pepe q.b.

Altri ingredienti per fare il filetto di maiale in crosta:

  • 1 uovo per spennellare il filetto di maiale

PREPARAZIONE del filetto di maiale in crosta

  • Iniziare preparando la pasta brisé mettendo all’interno di un mixer la farina, il burro freddo da frigo tagliato a cubetti ed un pizzico di sale;
  • Attivare il frullatore e far andare fino a quando non si otterrà una consistenza farinosa;
  • Trasferire tutto il composto sulla spianatoia e impastare velocemente, aggiungendo nel centro l’acqua fredda, un po’ per volta;
  • Impastare, senza surriscaldare il composto, fino a quando il panetto risulterà sodo;
  • Una volta pronta la pasta, metterla avvolta in pellicola da cucina e farla riposare in frigorifero per 30 minuti;
  • Rimuovere dal filetto di maiale l’eccesso di parti grasse e poi legarlo con lo spago da cucina;
  • Salare e pepare il filetto di maiale;
  • Passare in una padella con un goccio d’olio caldo, aglio e rosmarino, facendo sigillare la carne;
  • Una volta rosolata la carne su tutti i lati, metterlo a raffreddare su un piatto;
  • Stendere sulla spianatoia la pasta brisé fino ad ottenere uno spessore di 3-4 millimetri circa;
  • Sistemare sulla pasta le fettine di pancetta e poi sistemarvi sopra il filetto di maiale già spennellato di senape;
  • Avvolgere il filetto con le fettine di pancetta, così da ricoprirlo completamente;
  • Ora avvolge la pasta sfoglia per ricoprire il filetto e sigillare le estremità pressando anche con le dita;
  • Pre-riscaldare il forno a 180°C e poi, dopo aver fatto dei tagli decorativi obliqui sulla carne, cuocere a 180°C per mezz’ora circa;
  • Terminare la cottura del filetto di maiale in crosta attivando il grill per 5 minuti, così da dorare la pasta;
  • Sfornare e servire accompagnando nuovamente con la senape;

Suggerimenti per la preparazione del filetto di maiale in crosta

Ora che ti abbiamo spiegato come fare il filetto di maiale in crosta, ti vogliamo dare qualche altra dritta per velocizzare la preparazione o per personalizzarla:

  • se non desideri preparare da sola la pasta brisé, potrai anche acquistarne una già pronta al supermercato, così da ridurre i tempi in cucina per il filetto di maiale in crosta
  • per preparare la pasta brisé a casa, il burro deve essere assolutamente freddissimo e la lavorazione veloce in modo che non perda temperatura
  • la sigillatura della carne in padella è fondamentale per mantenere tutti i succhi della carne al suo interno
  • se non gradisci la pasta brisé, questa si potrà sostituire con un’ottima pasta sfoglia
  • la pancetta potrà essere sostituita con lo speck, donando un sapore più deciso.
  • tra gli accostamenti ti suggeriamo: patate al forno o purè di patate, verdure miste al forno, verdura cotta, insalata di carote.
  • quanto alle bevande da servire con il filetto di maiale, ottima è la birra, ma va bene anche un buon vino rosso corposo.

In generale, possiamo affermare che il filetto di maiale in crosta è un “cugino” meno nobile del famoso filetto alla Wellington. E’ una ricetta buona, economica e di grande effetto sia per tutti i giorni, sia, perché no, per i giorni di festa. Ti consigliamo dunque di annotarla e tenerla da parte tra le tue ricette di Natale. All’occorrenza ti tornerà utile!



Insalata di pollo: gli errori da non fare

insalata di pollo - MyItalian.recipes


Buona perchè sana e ben bilanciata, l’insalata di pollo accontenta tutta la famiglia
insalata di pollo - MyItalian.recipes

L’insalata di pollo è un po’ il “tormentone” estivo di molte famiglie. Buona perchè fresca, veloce da preparare, perfetta come piatto unico, è anche l’ideale per nutrirsi bilanciando correttamente i macronutrienti. Peraltro, non è mai uguale a se stessa: di volta in volta è possibile prepararla liberando voglie, desideri e fantasia o, ancora, semplicemente svuotando il frigorifero. Tuttavia, cadere in qualche errorino quando la si prepara è possibile. Vediamo allora gli errori più comuni che si commettono preparando l’insalata di pollo e come evitarli. 

Cuocere il pollo all’ultimo momento

Qualunque tipologia di carne ha bisogno di un tempo di riposo dopo la cottura. Vale per il pollo lesso e per il pollo alla piastra. Per ottenere un piatto tenero e succoso, lasciate riposare e raffreddare le carni dopo la loro cottura. Se l’intento era quello di preparare un’insalata di pollo veloce, potete sempre cuocere il pollo la mattina per la sera, o la sera prima.

insalata di pollo - MyItalian.recipes
Usare del tenero spinacino e qualche grano di melograno è un’idea diversa dal solito per preparare un’insalata di pollo un po’ “gourmet”.

Tagliare il pollo “a caso”

Potete chiedere conferma al vostro macellaio di fiducia: ogni taglio di carne va porzionato secondo un “verso” ben preciso. Se siete amanti delle striscioline, fate in modo di tagliarle secondo le venature naturali della carne. Tagliare perpendicolarmente renderà il pollo più stopposo e meno gradevole al palato.

insalata di pollo - MyItalian.recipes
Il segreto per una buona insalata di pollo è usare sempre materie prime fresche e di stagione.

Non usare anche le cosce di pollo

Le cosce del pollo sono molto tenere e notoriamente più grasse del petto. Non siate rigidi: l’insalata di pollo non si fa solamente con il petto, ma è possibile farla anche con le cosce. L’esito sarà più morbido e invitante, specie se non intendete usare maionese o salse, e avete l’intenzione di fare un’insalata di pollo light ma non stopposa.



Proudly powered by WordPress