Tag: come fare

Cornetti sfogliati velocissimi, come fare?

Sfornare e gustare


Sfornare e gustare

I cornetti sfogliati sono uno dei grandi “tormentoni” del momento. Al pari della pizza fatta in casa, del pane fatto in casa e di altre ricette imperdibili che immancabilmente fanno capolino nelle cucine degli italiani, anche i cornetti non sono da meno. Tuttavia, il procedimento per realizzarli è piuttosto lungo e laborioso. Fare le varie “pieghe” con relativi tempi di attesa richiede tempo, pazienza ed un minimo di manualità. E allora, vediamo come preparare dei cornetti sfogliati velocissimi e davvero super sfogliati e super buoni. Si parte!

Cornetti sfogliati velocissimi: bye bye pieghe!

Come preparare insomma dei cornetti sfogliati velocissimi senza perdere troppo tempo, ma con la garanzia di avere un buon prodotto finale? I segreti non mancano e non abbiamo timore a svelarveli…

  1. Aggiungere all’impasto della panna fresca per dolci
  2. Aggiungere all’impasto dello yogurt bianco
  3. Usare direttamente la pasta sfoglia!

Aggiungere panna o yogurt all’impasto dei cornetti sfogliati

Aggiungere panna o yogurt all’impasto conferisce al prodotto finale una sofficità davvero notevole ed un effetto sfogliato impareggiabile e più che dignitoso, anche se non siete pasticceri provetti. Se avete una planetaria o una impastatrice o un robot da cucina Bimby farete ancora prima, ma anche impastando a mano non sarà difficile realizzarli.

Per leggere la ricetta completa, testata e collaudata, dei cornetti allo yogurt, cliccate qui.

Non dimenticate di inviarci la fotografia del vostro prodotto finito, sempre che facciate in tempo a scattarla.

Cospargere di zucchero granella

Preparare i cornetti sfogliati velocissimi con la pasta sfoglia

E’ vero, è un trucco davvero scontato, eppure anche con la pasta sfoglia potrete ottenere dei cornetti sfogliati gradevoli e divertenti per tutta la famiglia. Stendete il vostro disco di pasta sfoglia già pronta, spennellatelo di burro, spolverizzatelo di zucchero, poi tagliatelo a spicchi che arrotolerete su loro stessi. Infine, spennellate con latte e cospargete con granella di zucchero….e via in forno! Basteranno 10 minuti a 180 gradi per “ingannare” e deliziare tutta la famiglia!

Abbiamo soddisfatto la tua voglia di cornetti sfogliati velocissimi? Se così non fosse, non esitare a mandarci i tuoi consigli.

Quanto deve cuocere la torta di mele |Ricettepercucinare.com

quanto deve cuocere la torta di mele - Ricettepercucinare.com


quanto deve cuocere la torta di mele - Ricettepercucinare.com

Quanto deve cuocere la torta di mele? Una guida completa per il successo in cucina

La torta di mele è un classico intramontabile della pasticceria che incanta con la sua dolcezza e il suo profumo avvolgente. Tuttavia, uno dei dilemmi più comuni che gli aspiranti chef si trovano ad affrontare è determinare il tempo di cottura perfetto per ottenere una torta di mele deliziosamente morbida e dorata. In questo articolo, esploreremo i segreti per cuocere la torta di mele alla perfezione, garantendo così un risultato da leccarsi i baffi.

La base: la scelta delle mele

Prima di affrontare la questione del tempo di cottura e rispondere alla domanda “quanto deve cuocere la torta di mele?”, è essenziale iniziare con gli ingredienti giusti. Le mele rappresentano l’elemento chiave di questa torta, e la varietà scelta può influenzare notevolmente il risultato finale. Le mele come le Granny Smith offrono un equilibrio perfetto tra dolcezza e acidità, mentre le mele Fuji o Gala tendono a essere più dolci e succose. Indipendentemente dalla varietà scelta, è fondamentale optare per mele fresche e croccanti, poiché ciò influirà sulla consistenza e sul sapore della torta.

Il segreto della consistenza: il tempo di cottura

Il tempo di cottura ideale per una torta di mele dipende da diversi fattori, tra cui la dimensione e lo spessore della torta, il tipo di forno utilizzato e la temperatura ambiente. Tuttavia, esistono alcune linee guida generali che possono aiutare a garantire una cottura ottimale.

Preriscaldare il forno. Assicurarsi sempre di preriscaldare il forno alla temperatura richiesta dalla ricetta. Questo aiuterà a garantire una distribuzione uniforme del calore e una cottura uniforme della torta.

Prodotti correlati Shop Laterradipuglia

Osservare il colore. La doratura uniforme della superficie è un segno indicativo che la torta è pronta. Controllare regolarmente la torta durante la cottura e rimuoverla dal forno quando assume un bel colore dorato.

Test dello stecchino. Utilizzare uno stecchino inserito nel centro della torta per verificare la cottura. Se lo stecchino esce pulito, senza residui di impasto crudo, la torta è pronta. In caso contrario, prolungare leggermente il tempo di cottura e ripetere il test a intervalli regolari.

Temperatura interna. Utilizzare un termometro per alimenti per verificare la temperatura interna della torta. Una temperatura interna di circa 90°C indica che la torta è completamente cotta.

Raffreddamento. Dopo la cottura, lasciare raffreddare la torta nella teglia per alcuni minuti prima di trasferirla su una griglia per raffreddare completamente. Questo permette alla torta di assestarsi e di evitare che si rompa durante il trasferimento.

Considerazioni aggiuntive sul tema: quanto deve cuocere la torta di mele?

Abbiamo risposto alla domanda “quanto deve cuocere la torta di mele”. Tuttavia, è importante tenere presente che il tempo di cottura può variare a seconda delle preferenze personali. Alcune persone preferiscono una torta di mele più umida e densa, mentre altre prediligono una consistenza più leggera e soffice. Sperimentare con tempi di cottura leggermente diversi può aiutare a trovare il punto ottimale per il proprio gusto.

Inoltre, è sempre consigliabile seguire attentamente le istruzioni della ricetta e fare riferimento alle specifiche del proprio forno. Ogni forno ha le proprie caratteristiche e può richiedere un tempo di cottura leggermente diverso.

In conclusione, determinare il tempo di cottura perfetto per una torta di mele richiede un po’ di pratica e sperimentazione, ma seguendo queste linee guida e facendo attenzione ai segnali di cottura, è possibile ottenere una torta deliziosamente dorata e soddisfacente.



Come fare la pizza in casa

Come fare la pizza in casa


Le strategie migliori utili per sapere come fare la pizza fatta in casa morbida

Tra i piatti più gustosi ed apprezzati della nostra tavola italiana vi è la pizza: oggi scopriremo insieme come fare la pizza fatta in casa, così da poter stupire i nostri commensali e appagare le nostre papille gustative.

Come fare la pizza fatta in casa morbida e gustosa?

Come potete ben immaginare, per poter preparare un’ottima pizza, è necessario scegliere con estrema attenzione gli ingredienti, ma soprattutto sapere bene come fare la pizza fatta in casa morbida. Solitamente, i meno esperti che si imbattono in questa preparazione non fanno sempre molta attenzione a tutti i comportamenti che bisogna adottare con gli ingredienti e alla fine si accontentano di una pizza modesta. Noi, invece, non vogliamo semplicemente rispondere alla vostra domanda “come fare la pizza fatta in casa”, bensì vogliamo darvi i migliori suggerimenti per poter preparare un’ottima base per la pizza, da condire poi secondi i propri gusti.

Il segreto per una pizza perfetta? Meno lievito e più pazienza!

La prima cosa da sapere per l’ottenimento di una pizza morbida riguarda i tempi di lievitazione: meno lievito si utilizzerà e più lungo sarà il tempo di attendere prima di poter gustare una pizza soffice. In alternativa, però, vi sono anche delle ricette che vi consentono di ottenere una buona pizza, aumentando la quantità di lievito e diminuendo i tempi.

Come fare l’impasto per la pizza

La ricetta che vi mostriamo oggi è perfetta per sapere come fare l’impasto per la pizza fatta in casa: si tratta di una ricetta che porta la firma di un grande maestro della panificazione, ovvero Renato Bosco. Molto spesso, difatti, abbiamo notato questo personaggio della cucina italiana a La Prova del Cuoco, mentre dava sfoggio delle sue grandi abilità. Per la preparazione di questa pizza non sarà necessario avere un forno da pizzeria, ma vi basterà semplicemente seguire le istruzioni, acquistare ingredienti di prima qualità e, dopodiché, mettervi a lavoro per la realizzazione di questa deliziosa ricetta.

Ecco come fare la pizza fatta in casa.

Renato Bosco ci insegna a preparare una buona pizza fatta in casa con un metodo chiamato impasto INDIRETTO.

INGREDIENTI per il preimpasto POOLISH

  • ingredienti per preparare il preimpasto poolish (250 grammi di farina 1, 250 grammi di acqua e 2 grammi di lievito, 10 gr di sale, 10 gr di olio)

Preparate il preimpasto poolish mescolando con una frusta tutti gli ingredienti. Ne otterrete un impasto molto “cremoso”. Lasciatelo riposare a temperatura ambiente per 12 ore.

INGREDIENTI per la pizza

Una volta preparato il preimpasto poolish, procuratevi gli ingredienti per la pizza, che saranno:

  • il preimpasto poolish,
  • 250 gr di farina 1
  • 150 gr di acqua
  • 10 gr di olio
  • 10 gr di sale

Procedimento: ecco come fare una buona pizza fatta in casa

  • Mettete nella vostra impastatrice (o impastate a mano) il preimpasto poolish con la farina e l’acqua. Dopo una decina di minuti aggiungete anche olio e sale.
  • A questo punto prendete un recipiente di plastica, ungetelo e riponetevi al suo interno l’impasto.
  • Ungete anche la superficie con olio e coprite con una pellicola a contatto, cosicchè l’impasto non prenda aria.
  • Lasciate in frigo per 12 ore.
  • Trascorse le 12 ore, prendete l’impasto e fate i vostri panetti.
  • Lasciate lievitare i panetti per due / tre ore circa a temperatura ambiente.
  • A questo punto stendete i panetti con i soli polpastrelli
  • Farcite e infornate a 250 gradi forno statico.

Proudly powered by WordPress