Tag: molto

Il gelato furbo alla Nutella

Gelato furbo alla Nutella


Un dessert per la nostra estate: il gelato furbo alla Nutella

Gelato furbo alla Nutella

Tutti i golosi di Nutella, la famosa crema alle nocciole di Ferrero, non potranno fare a meno di preparare durante questa estate il gelato furbo alla Nutella. Scoprite i passaggi per farlo senza gelatiera!

Perché fare a casa il gelato furbo alla Nutella senza gelatiera

Sono tante le persone che, durante la bella stagione, si vogliono gustare un ottimo gelato senza per forza dover ricorrere all’acquisto dell’ultimo momento al supermercato. Purtroppo, molto spesso capita che i gelati in vendita al supermercato sono spesso pieni di ingredienti inutili, quindi non proprio sani, mentre che ciò che possiamo preparare noi a casa è sicuramente più semplice e meno “ricco” di ingredienti superflui. A tal proposito, abbiamo pensato alla veloce ricetta del gelato furbo alla Nutella: lo abbiamo definito così poiché non è assolutamente necessario acquistare una gelatiera e mettersi all’opera con chissà quali mosse. Per la preparazione di questo fantasioso gelato gusto Nutella, vi basterà semplicemente recuperare tre ingredienti che troviamo solitamente già nella dispensa di casa o che potrete acquistare facilmente dal negozio, dove fate la spesa!

La preparazione del gelato furbo alla Nutella senza gelatiera

Per la preparazione di questo gustoso gelato furbo alla Nutella, dovrete recuperare questi ingredienti:

  • 170 grammi di Nutella o crema alle nocciole
  • 250 millimetri di panna da montare
  • 170 grammi di latte condensato
  • 1 bicchierino di Rub (a vostro piacere, se solo per adulti)
  • Granella di nocciola o menta fresca

Per prima cosa, vi suggeriamo di prendere una scodella molto fredda nella quale dovrete montare la panna presa direttamente da frigorifero. Mi raccomando, la temperatura bassa favorisce il montaggio della panna! Nel frattempo, utilizzando un’altra scodella a bagnomaria, fate scaldare per 1 minuto circa la Nutella, così da poterla lavorare con maggiore facilità. Proseguite mettendo in una scodella il latte condensato con la crema di nocciole e due cucchiai di panna montate. Mescolate il tutto per bene con una spatola! A questo punto, aggiungete la parte restante di panna e se di vostro piacere anche il rum; dopodiché, siete pronti per mescolare dal basso verso l’alto il composto, così da far inglobare l’aria e non smontare la panna. Utilizzate uno stampo da plumcake per versare il composto ottenuto e coprite con la pellicola trasparete. Giunti a questa fase, lasciate riposare per almeno 3 ore il vostro composto in freezer. Levate qualche minuto prima di servire  il vostro gelato furbo alla Nutella: in questo modo, potrete creare delle palline con un cucchiaio bagnato e decorare con granella di nocciole o menta, secondo i vostri gusti.

Mini tortine di ricotta e amaretti. Happy birthday to me!

Psss…ehi?! Ciao! Benvenuto in questo blog, la vocina che leggi è proprio la mia. No, non hai mangiato un biscotto avvelenato. Lo so che i blog di solito non parlano, ma riportano solamente quello che chi sta dietro decide di digitare sulla tastiera, tasto dopo tasto, spazio dopo virgola. Ma oggi voglio scrivere io, lei non lo sa… shhh! mantieni il segreto.

Da quando ho aperto gli occhi ho visto molte cose buone e sono cresciuto mangiandole. Ho imparato subito a contare da primo a dessert e ogni volta che dimostravo la mia curiosità per la buona tavola, lei mi comprava un giocattolo nuovo: un pennello, un leccapentole, un timer, dei pirottini colorati…ma i miei preferiti rimangono sempre gli stampini per i biscotti.
Quando mi spunta una nuova paginetta, lei mi fa sempre una foto e l’appiccica nella mia cameretta[1], così vediamo quanto divento grande!

Ho molti amici e spesso ci troviamo per la merenda, così ci scambiamo le ricette che non abbiamo (celo, celo, manca!). Sono tutti molto simpatici e mi piace cucinare con loro.
Oggi è il mio secondo compleanno e sono davvero molto felice. E’ incredibile come passa il tempo quando ti diverti. Io sono ancora piccolino, ma spero di continuare a crescere.
Ho preparato delle mini tortine con ricotta e amaretti per ognuno di voi, spero vi piacciano. Ecco la ricetta

Ingredienti:
100gr di pasta frolla[2]
100gr ricotta
50gr amaretti
2 cucchiai zucchero
1 uovo

Preparazione:
stendete la pasta sfoglia e ricavatene dei cerchi del diametro di 6 cm.
Posizionate ogni cerchio all’interno di uno stampo per muffin.

Tritate gli amaretti assieme allo zucchero. Uniteli alla ricotta e all’uovo. Amalgamate il tutto e versate il composto ottenuto all’interno di ogni pirottino di pasta frolla.

Fate cuocere la torta in forno per 40 minuti a 180°.

Ora devo proprio andare perché è il momento di spegnere la candelina.

Tagged: amaretti, dolci, pasta frolla, ricotta[3][4][5][6]

References

  1. ^ cameretta (pinterest.com)
  2. ^ pasta frolla
  3. ^ amaretti
  4. ^ dolci
  5. ^ pasta frolla
  6. ^ ricotta

Come scegliere l’anguria ed il melone

sorbetto di anguria nell


sorbetto di anguria nell'anguria - My Italian Recipes

Anguria e melone sono i classici frutti estivi ai quali non si dice mai di no. Sono perfetti come fine pasto, a merenda, in spiaggia. Sono buoni, fanno bene e soprattutto dissetano molto. Il punto è, però, che bisogna acquistarli ad occhi chiusi, e spesso si teme di sbagliare. Sarà maturo, succoso, zuccherino? Risponderà alle mie aspettative? E allora, per non sbagliare, vediamo alcuni consigli utili in merito a come scegliere l’anguria e il melone. 

Come scegliere il melone

Toc toc….c’è nessuno? Bussate sulla buccia. Se udite un suono secco e sordo, il melone è buono. Se, al contrario, udite un suono di vuoto, con un piccolo rimbombo, evitate l’acquisto. E ancora: il picciolo che aspetto ha? E’ secco e non si stacca facilmente, oppure è morbido e tende a rimanere in mano? Nel primo caso forse il frutto non è buono. Avvicinate infine il melone al naso: sentite il suo buon profumo? Allora è maturo!

Come scegliere l’anguria

L’anguria deve essere bella a vedersi, con la buccia soda che restituisce un rumore sordo, come il melone. Osservatela: la sua forma è regolare e priva di ammaccature particolari? Buon segno. Cercate poi il punto in cui era posata al suolo: di che colore è? Se quella parte dell’anguria è bianca oppure verdina, significa che l’anguria è ancora aceba. Se è giallina, allora l’anguria è ben matura. Infine, è pesante? Più pesa, più è ricca d’acqua, più è buona!

Infine, una ricetta facile e simpatica per voi

Sorbetto di anguria nell’anguria

Il sorbetto di anguria nell’anguria è una ricetta facile, fresca e divertente. Potete prepararla anche con un’anguria baby. L’effetto sarà scenografico!

 

 

Proudly powered by WordPress