Tag: Torta

Torta Zebrata

Che novità è questa torta? direte
Nessuna.
Avevo degli albumi in frigo, che mi avanzano sempre dalle creme che preparo, e per evitare di congelarli e usarli in un secondo momento stavolta li ho utilizzati subito.

Ho un paio di ricette nel mio quadernino, che utilizzano solo albumi, e una di queste è la torta al limone.
Se amate il limone (come me) non potete non provarla!

Un impasto questo poi che si presta benissimo per essere colorato: non avendo rossi all’interno il vostro colore verrà fuori più nitido e intenso, provate!

Ho preparato sia la zebra cake che la rainbow cake, entrambe divine e perfette 😉

6 albumi,
400 gr di farina,
400 gr di zucchero,
200 gr di burro sciolto (o 150 gr di olio di semi o di oliva, io ho usato olio e.v.o.),
1 bustina di lievito per dolci,
1 bicchiere di latte,
il succo di 1 limone,
2 cucchiai di cacao amaro (o vari coloranti alimentari).

Procedimento semplice e veloce.

Stemperare in un po’ di latte lo zucchero e il burro fuso (o l’olio); aggiungere il restante latte e il succo di limone.
Setacciare insieme farina e lievito e unire al composto.
Montare a neve ferma gli albumi ed unirli delicatamente al resto degli ingredienti.
Imburrare e infarinare una teglia apribile da 26 cm di diametro.
Dividere l’impasto in due parti uguali e a una parte unire il cacao amaro e mescolare bene.
Versare nella teglia alternando i colori e creando cerchi concentrici.
Infornare a 180°C per 40-50 minuti.
Vale sempre la prova stecchino.

Se volete realizzare la rainbow cake allora dividete l’impasto in tante ciotoline quanti sono i colori che avete a disposizione, mescolate bene e versate nella teglia un coloro per volta creando sempre cerchi concentrici.

Lasciar raffreddare prima di sformare.

Potete anche lasciarla al naturale, bianca, è buonissima davvero e per chi ama il limone è l’ideale.

Buona settimana cari amici.
A presto.

Torta salata di zucchine e pomodorini

Torta salata di zucchine e pomodorini


La pianta che produce le zucchine è originaria dell’America centro-meridionale e appartiene alla  famiglia delle curcubitacee, la stessa dei cetrioli, delle zucche, dei meloni. Ne esistono di diverse varietà: verde di Milano, rampicante, bianca, striata, tonda di Nizza. Sono un prodotto dell’orto  tipico della tarda primavera e dell’estate, ma ormai  sono reperibili sul mercato tutto l’anno.
Le zucchine forniscono poche calorie e sono ricche di sali minerali quali  potassio, fosforo, calcio e ferro. Contengono anche una discreta quantità di vitamina E (potente antiossidante), vitamina C, acido folico (vit. B9), di zeaxantina e di luteina.
Hanno proprietà antiinfiammatorie, diuretiche , lassative e quindi disintossicanti.

Sceglietele sempre piccole, molto sode, con la buccia lucida e cucinatele nel giro di 3 o 4 giorni per non perdere le loro preziose qualità nutritive.

LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.


Ingredienti per 4 persone:

1 rotolo di pasta sfoglia
1 kg di zucchine chiare
5 pomodorini pachino
200 g di pancetta  cotto in una sola fetta
100 g di Toma
70 g di Parmigiano Reggiano  grattugiato
125 g di ricotta
2 uova
1 gambo di sedano 
1 carota
1 cipolla
1 cucchiaio di rosmarino e timo tritati
Origano q.b.
Sale q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.


Procedimento


Tritate il gambo di sedano, la carota e la cipolla, tagliate a rondelle le zucchine e mettete tutto in una padella con 2 cucchiai d’olio. Lasciate soffriggere per circa 15/20 minuti a fuoco medio. A fine cottura aggiungete il rosmarino, il timo, l’origano.
Accendete il forno a 180/200°C.
Sbattete leggermente le uova con la ricotta, tagliate a dadini la pancetta e la toma e  aggiungete le zucchine e metà del Parmigiano.
Stendete il rotolo di pasta sfoglia in una pirofila e versate il composto livellatelo bene e  premete sul bordo della pasta. per rifinirla bene.
Disponete sopra la torta i pomodori pachino tagliati a metà e distribuite il restante Parmigiano Reggiano.
Infornare per circa 40/50 minuti.

Torta di mele con nocciole e amaretti

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

Ingredienti:

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

200
gr di amaretti secchi
130
gr di biscotti  “Digestive” o simili
100
gr di nocciole tostate e spelate
3
mele rosse
3
uova
1
bicchierino di brandy
30
gr di burro (per imburrare la tortiera)
1
bustina di lievito per dolci
3
cucchiai di zucchero semolato
Procedimento
Tritate
finemente i biscotti “Digestive”, mettetene da parte 40 gr (due cucchiai) e il
resto mettetelo in una ciotola.
Tritate
finemente gli amaretti e mettete anch’essi nella ciotola insieme al lievito.
Tritate
le nocciole con un cucchiaio di zucchero e aggiungeteli al trito di amaretti e
biscotti. Mischiate bene.
Accendete
il forno a 170°.
Imburrate
una teglia di 24 cm di diametro e rivestitela con i biscotti tenuti da parte.
Mettete
le uova e un cucchiaio di zucchero in una ciotola capiente e montateli con le
fruste elettriche.
Incorporate
alle uova il trito preparato nella ciotola poco alla volta e alternandolo con
il brandy.
Sbucciate
le mele, tagliate a dadini una mela e mezza e a spicchi l’altra mela e mezza.
Aggiungete
i dadini di mela al composto, amalgamate bene e versatelo nella tortiera. 
Sistemate sulla superficie della torta gli spicchi di mela, spolverizzate con
lo zucchero rimasto e cuocete in forno per 50 minuti.
Lasciate
riposare la torta per 10 minuti nel forno spento e semiaperto.
Servite
con un vino bianco dolce (Moscato, Passito di Pantelleria, Vin Santo, ecc.)
E
…buon appetito!

Proudly powered by WordPress