Tag: durante

Chi è Alfio di E’ Sempre Mezzogiorno

Ricettepercucinare.com


Chi é Alfio È Sempre Mezzogiorno
Foto by LaStampa.it

Durante la prima stagione di È Sempre Mezzogiorno con Antonella Clerici, abbiamo visto quotidianamente il volto di Alfio: ma chi è questo personaggio? Se sei curioso di sapere chi è Alfio di E’ sempre mezzogiorno, leggi il nostro articolo!

Chi é Alfio di È Sempre Mezzogiorno?

Quante volte durante l’appuntamento con È Sempre Mezzogiorno hai visto in un angolo dello studio televisivo oppure al fianco di Antonellina questo strano personaggio con una camicia a quadri? Se ti stai chiedendo chi é Alfio – che abbiamo visto dall’inizio alla fine della prima stagione di È Sempre Mezzogiorno su Rai 1 – oggi ti daremo qualche informazione in più.

Vediamo dunque chi è Alfio di E’ sempre Mezzogiorno. L’uomo di 57 anni, Alfio Bottaro, è originario di Grondona, un piccolo comune della provincia di Alessandria, in Piemonte. Questa località si trova a pochi chilometri da Arquata Scrivia, paese dove la conduttrice vive insieme all’attuale compagno Vittorio Garrone. Alfio, che è stato anche consigliere più volte del suo comune, ha deciso di lasciarsi alle spalle la sua “vita comune”, così da dedicarsi al nuovo ruolo che gli ha assegnato Antonella Clerici a È Sempre Mezzogiorno. Pensa che si tratta di un amico di famiglia di vecchia data: il papà di Alfio era addirittura amico della famiglia Garrone, giacché quest’ultimi ferravano i loro cavalli!

A È Sempre Mezzogiorno, un pezzo del luogo dove vive Antonella Clerici

Come saprai bene, il programma di È Sempre Mezzogiorno si sarebbe dovuto svolgere inizialmente proprio nel nuovo posto dove vive Antonella Clerici. Successivamente, per colpa della pandemia, sono state fatte tante modifiche al format televisivo che, in qualche modo, avrebbe dovuto ricordare la casa nel bosco della conduttrice, ma non dal Piemonte, bensì dagli studi televisivi di Milano.

Proprio per questo anche Alfio fa parte del programma televisivo di Rai 1: il simpatico abitante di Grondona ed amico di Antonella è parte di quel luogo in cui la conduttrice bionda vive serenamente con il suo compagno, la figlia, i figli di lui ed i cani. Così, quest’anno all’interno del cast televisivo di È Sempre Mezzogiorno è entrato a far parte anche Alfio: il cinquantasettenne ci ha intrattenuto diverse volte con le sue battute leggere, ma anche durante i giochi televisivi come “Scrosta e vinci”. Chissà se anche per la prossima stagione che prenderà il via in settembre rivedremo a È Sempre Mezzogiorno Alfio Bottaro!



Pollo al vapore per digerire

pollo al vapore, addio cattiva digestione, tre idee golose - MyItalian.recipes


pollo al vapore, addio cattiva digestione, tre idee golose - MyItalian.recipes

La cattiva digestione è spesso la conseguenza di un insieme di situazioni e stati sia corporei che emotivi. E non è vero che a causarla è sempre e per forza uno stato patologico dell’apparato digerente. Se soffrite di cattiva digestione, cominciare ad alimentarsi bene può essere la strada giusta. Tra i cibi consigliati in questo caso vi è il pollo al vapore. Ma non solo.

Cosa causa la cattiva digestione

Prima di entrare nel merito delle grandi virtù del pollo al vapore, spendiamo due parole sulla cattiva digestione. La cattiva digestione può essere causata da diversi fattori:

  • stress e ansia
  • postura sbagliata durante i pasti (non mangiate gobbi o seduti di traverso)
  • masticazione grossolana e veloce (è fondamentale masticare bene ogni boccone)
  • alimenti grassi, fritti, troppo piccanti e irritanti, poco sani, altamente raffinati, con conservanti artificiali e coloranti
  • alimenti ricchi di salse, salsine ed intingoli
  • fretta
  • disorganizzazione nell’alternanza corretta dei macronutrienti
  • intolleranze
  • abitudine di mangiare tardi e coricarsi subito

Le cause della cattiva digestione possono essere davvero molte e non sempre il disturbo è causato da una patologia del sistema digerente. Piuttosto, una protratta cattiva digestione può causare dolori allo stomaco, reflusso, gastrite e altri problemi.

Quali cibi sono ideali contro la cattiva digestione

Per digerire bene, mangiare sano ed interrompere il circolo vizioso della cattiva digestione si consigliano alcuni cibi in particolare:

  • pesce bianco e carni bianche, come il già citato pollo al vapore;
  • mele, che contengono acido citrico e acido malico, perfette per favorire la digestione. Anch’esse sono perfette sia crude che cotte a vapore;
  • riso, pasta non raffinata, pane non raffinato, tutti i cereali integrali
  • pane di avena
  • yogurt naturale, se possibile fatto in casa

Pollo al vapore? Che noia!

La cottura al vapore è sinonimo per eccellenza di salute ma spesso è associata a qualcosa di estremamente noioso. Sbagliato! Il pollo al vapore, che è una carne bianca e magra ad alto apporto proteico ed esiguo apporto di grasso, è l’ideale per mangiare bene, per digerire e per mantenersi in salute. Ma non è affatto noioso.

Ecco 3 idee per preparare un pollo al vapore golosissimo ed irresistibile

  • Con le spezie. La curcuma è una spezia delicatamente profumata che piace a tutta la famiglia. E’ anche di un bel giallo brillante, che mette subito di buon umore. Dunque, massaggiate il pollo con curcuma e sale prima di metterlo in vaporiera, e otterrete un pollo al vapore profumato, esotico e senza aggiungere grassi!
  • Cremoso ma senza intingoli. Come detto gli intingoli sono i nemici della digestione. Mettiamo al bando i soffritti, e creiamone uno tutto naturale, ricco di licopene, un antiossidante preziosissimo per la nostra salute. Mentre il pollo cuoce in vaporiera, tagliamo diversi pomodori a dadini, aggiungiamo uno spicchio d’aglio, del basilico, sale e un cucchiaio di olio di oliva extravergine. Il sale favorirà la fuoriuscita dei liquidi. Quando il pollo sarà cotto, non dovremo far altro che tagliarlo a fettine e irrorarlo con il contorno di pomodori preparato. Tenete pronto il pane per fare la scarpetta!
  • Alle erbe. Anche le erbe spontanee ed aromatiche ci vengono in aiuto per un pollo al vapore delizioso. Tritate dunque finemente le erbe che preferite, spontanee o aromatiche: finocchietto selvatico, prezzemolo, basilico….mettete tutte le erbe in una ciotola. Aggiungete la scorza grattugiata di mezzo limone (evitate il succo se soffrite di acidità di stomaco), un cucchiaio di olio extravergine di oliva e del sale. Quando il pollo è pronto, spennellatelo con questo tripudio d’erbe. Completate con qualche oliva e servite!

Come vedete il pollo al vapore è una ricetta eccellente per combattere la cattiva digestione e mangiare sano con fantasia!



Addio a Alberto Naponi, il cuoco di MasterChef Italia

Alberto Naponi MasterChef Italia


Alberto Naponi MasterChef Italia
Photo by alphabetcity.it

È una giornata triste quella di oggi, poiché il mondo della cucina di MasterChef Italia piange la grande perdita di uno dei partecipanti dello show televisivo: parliamo dello chef pensionato Alberto Naponi.

È morto lo chef pensionato Alberto Naponi di MasterChef

Sono tanti i volti che si sono susseguiti durante le diverse edizioni di MasterChef Italia, ma tra i diversi non possiamo fare a meno di citare quello di Napo, noto pure come lo chef pensionato. L’uomo, purtroppo, si è spento all’età di 75 anni, lasciando così un po’ tutti spiazzati. A ricordarlo e salutarlo per l’ultima volta è stata la pagina Facebook del celebre programma televisivo MasterChef Italia, che ha scritto: “È con grande dolore che salutiamo Alberto Naponi, aspirante chef della terza edizione di MasterChef Italia. Ciao Alberto.” Per chi non ha ben in mente il cuoco, Alberto Naponi era discendente della famiglia cremonese Baresi, proprietari di un importante biscottificio italiano. Purtroppo, l’azienda dopo vari successi è  caduta in rovina e Alberto, quindi, aveva iniziato a lavorare nei ristoranti, dedicandosi alla preparazione dei dolci come ad esempio il pan mostarda e pan torrone.

Leggi anche: grave lutto in casa Masterchef Junior

L’affettuoso ricordo dello chef pensionato Alberto Naponi

L’aspirante chef del programma di cucina MasterChef Italia, quindi, aveva deciso di partecipare all’edizione del programma dove vi erano – a suo tempo – Carlo Cracco, Joe Bastianich e Bruno Barbieri per provare a riscattarsi e mettersi in gioco. Lo chef pensionato fu veramente un grande protagonista di quella edizione andata in onda tra il 19 dicembre ed il 6 marzo 2014, anche se il piatto a base di ricci di mare lo mise in difficoltà, tanto da portarlo all’eliminazione. Purtroppo, non era stato in grado di occuparsi della pulizia corretta dei ricci di mare, azione che non è certamente facile.  Quell’edizione del programma di Sky, però, non la ricordiamo esclusivamente per la simpatica partecipazione dello chef pensionato Alberto Naponi! Infatti, vi fu anche una pesante polemica che si scatenò nei confronti di uno dei vincitori del programma culinario: Federico Francesco Ferrero si aggiudicò il premio di 100 mila euro e la possibilità di pubblicare un libro, anche se da anni era medico collaboratore della Barilla (uno degli sponsor del programma). Ad ogni modo, non ci resta che salutare affettuosamente pure noi lo stimato chef pensionato Alberto Naponi!

https://www.youtube.com/watch?v=2PuGCCGdNNA?feature=oembed

Proudly powered by WordPress