Tag: fare

Quanto devono cuocere le seppie?

Ricettepercucinare.com


Quanto devono cuocere le seppie? - Ricettepercucinare.com

Quanto devono cuocere le seppie? Questa domanda assilla molti cuochi e molte cuoche “casalinghe”. Spesso siamo tutti propensi a comprare cibo e materie prime di ottima qualità, ma poi rischiamo di rovinare tutto con le cotture. Carne e pesce hanno cotture differenti. A volte molto prolungate (questo vale in particolar modo per la carne), altre volte invece veloci (e questo è più frequente per il pesce). Ma non è tutto così semplice. Alcuni cibi se stracotti diventano duri, o collosi, o gommosi. Ecco perchè è importante conoscere i tempi di cottura dei cibi. Parliamo allora oggi delle seppie. Vediamo come si preparano in modo da ottenere un prodotto cotto a puntino e soprattutto molto morbido. 

Come capire se la seppia è cotta? Quanto devono cuocere le seppie?

Prima di rispondere alla domanda “quanto tempo devono cuocere le seppie?”, diamo subito un trucchetto molto pratico e comodo per arrivare subito al dunque e non guardare nemmeno l’orologio. Per sapere se la seppia è cotta, prendete uno stuzzicadenti ed infilzatela. Se lo stuzzicadenti penetra facilmente nella seppia, questa è cotta. Se al contrario fa fatica, la seppia è ancora cruda.

Come si cucinano le seppie alla griglia?

La seppia alla griglia è sempre molto gradita, sia in estate che in inverno. Prepararla è tutto sommato abbastanza semplice e anche veloce. Se siete alla ricerca di ricette veloci dunque questa è una ricetta che fa per voi. Allora, lavate la seppia fresca, tagliatela in strisce o pezzettoni, poi tamponatela con carta assorbente. A questo punto accendete una griglia di ghisa e scaldatela molto bene. Deve essere rovente! Non vi resta che posare la seppia sulla bistecchiera e posarvi sopra un peso. A questo punto attendete 3 minuti. Dopo 3 minuti, girate la seppia. Proseguite per altri tre minuti e la seppia sarà pronta. Le seppie alla griglia cuociono 6 minuti circa. 

Quanto devono cuocere le seppie in pentola a pressione?

Mettete le seppie in poca acqua nella pentola a pressione. Chiudete. Dal momento del fischio potete calcolare 15 minuti. In alternativa, potete anche aggiungere un po’ di sugo o passata di pomodoro. In questo modo otterrete un buon sugo di pesce, facile e veloce. Se volete potete fare un breve soffritto e poi aggiungere le seppie e il pomodoro, mezzo bicchiere di acqua, chiudere e cuocere per 15 minuti dal fischio.

Come si cucinano le seppioline surgelate?

Le seppie surgelate hanno il vantaggio che non devono essere pulite. Dunque vi consentono di risparmiare tempo. In generale, ad ogni modo, le seppie surgelate o le seppioline surgelate non richiedono tempi di cottura eccessivamente prolungati. Fate finta di avere per le mani delle seppie fresche, sarà uguale.

Speriamo di aver risposto alla domanda “quanto devono cuocere le seppie”! Rimanete sintonizzati sul nostro magazine per altre risposte relativamente ai tempi di cottura dei vari prodotti alimentari.



Prodotti Eurospin: i 3 migliori

Ricettepercucinare.com


prodotti Eurospin - Ricettepercucinare.com

I prodotti Eurospin sono spesso più economici rispetto a quelli che si trovano presso altre catene di supermercati. E non solo: alcuni di essi vanno davvero per la maggiore e sono molto amati da molti acquirenti, che non esitano a recarsi presso il supermercato Eurospin della loro città pur di acquistare i loro prodotti preferiti. Abbiamo già avuto modo di vedere chi produce i prodotti Eurospin, ora scopriamo i 3 che meritano davvero l’acquisto. Perchè sotto l’etichetta insospettabilmente “low cost” si nascondono produttori blasonati che usano materie prime anche di pregio. Vediamo dunque quali prodotti arraffare. 

1 – Il Parmigiano Reggiano 30 mesi

Se cercate un buon Parmigiano Reggiano stagionato per la bellezza di 30 mesi ad un prezzo dignitoso, non dovrete fare altro che recarvi presso il banco frigo dei formaggi già porzionati ed incartati. Qui, fa capolino un Parmigiano Reggiano stagionato 30 mesi in un taglio da 235 grammi, a 17,83 euro al kg, per un costo al pezzo di 4,19 euro. Un buon prodotto che, vi segnaliamo, è prodotto da Parmareggio, dunque un brand di tutto rispetto noto per prodotti decisamente blasonati.

2 – La salsa di pomodoro datterino

Tutti desiderano gustare un’ottima salsa di pomodoro datterino o fiaschetto purchè buona, sana e made in Italy. E quando si frequentano i supermercati economici c’è sempre il dubbio che il pomodoro non sia autenticamente italiano o non di prima scelta. Ebbene, sfatiamo questo mito. La salsa di pomodoro datterino Eurospin è un’eccellenza gastronomica da non perdere. Se il datterino è buono, maturato al sole e made in Italy, non ha bisogno di alcuna aggiunta, alcun trucco e alcun inganno. E infatti questa salsa di pomodoro datterino contiene solo 99% di pomodoro datterino, olio extravergine di oliva, basilico e sale. L’azienda che lo produce è la Gustibus di Assoro (EN): un’azienda siciliana che produce anche per altri marchi molto blasonati. La bottiglia da 350 grammi costa 1.59 euro

3 – Il miele di castagno biologico

Ormai quando si vede la parola “biologico” in giro, si tende sempre un po’ a dubitare. Il biologico vero esiste? Chi lo fa? Chi lo certifica? Non è facile districarsi, anche se si è consumatori attenti. Ma questo miele di castagno biologico ci permette di dormire su due cuscini. Il produttore è infatti Conapi, consorzio italiano dedito alla produzione di miele di altissima qualità che, solo per fare un esempio, lavora per Alce Nero e Mielizia. Il prezzo è di 3.99 per 350 grammi.

Vi abbiamo dunque raccontato 3 prodotti Eurospin che conviene acquistare. Non mancheremo di segnalarvene altri, raccontandovi di che si tratta e chi li produce. 

 

 

 

 



Millefoglie veloce, come si fa

Ricettepercucinare.com


ricetta millefoglie veloce- Ricettepercucinare.com

La millefoglie è un dolce molto gradito in quasi tutte le famiglie italiane. A tal punto che la si prepara sovente anche durante la settimana o senza che vi sia un motivo preciso. E proprio perchè ci piace prepararla durante la settimana che siamo spesso alla ricerca di una ricetta per una millefoglie veloce.

La millefoglie veloce: ecco i suoi segreti

I segreti per preparare la millefoglie veloce sono essenzialmente due. Il primo consiste nell’usare la pasta sfoglia già pronta. La pasta sfoglia già pronta è acquistabile in ben 3 aree ben precise del supermercato:

  • nel reparto dedicato ai dolci ed agli ingredienti per fare i dolci, dove troverete la pasta sfoglia già pronta così come il pan di spagna già pronto
  • nei freezer, dove spesso si trova proprio la pasta sfoglia già pronta surgelata (e non dovrete altro che sgelarla e dargli una passata veloce in forno in modo da farla rinvenire e tornare croccante)
  • nei banchi frigo, spesso arrotolata. La troverete sia tonda che quadrata e si cuoce in forno caldo (180 gradi) per una mezz’ora. Se dovete fare la millefoglie veloce, scegliete la pasta sfoglia rettangolare, l’effetto sarà più elegante.

Sicuramente risparmiarvi la preparazione della pasta sfoglia è una marcia in più se non avete molto tempo. La pasta sfoglia è una preparazione delicata che richiede tempo e manualità dunque qualche volta comprare la sfoglia già fatta può essere una comodità.

Millefoglie veloce, secondo consiglio: come preparare una buona crema pasticcera

Il secondo consiglio che vi diamo per preparare una millefoglie veloce è quello di preparare una crema pasticcera veloce. Potete usare le buste già pronte che trovate nel banco delle creme e dei budini (sempre nell’area dei prodotti per fare i dolci), oppure dedicarvi alla preparazione della crema in autonomia.

In fondo, per preparare una crema pasticcera bastano pochi minuti. Se avete un robot da cucina tipo il Bimby o simile, vi basterà mettere tutti gli ingredienti nel robot e azionare. Il consiglio ovviamente è quello di scegliere materie prime di grande qualità: più il latte e le uova saranno fresche e più la crema sarà gustosa.

Se volete trasformare la vostra millefoglie con crema pasticcera in una millefoglie veloce con crema chantilly, dovrete a questo punto aggiungere della panna fresca, che vi consigliamo di montare al momento, evitando di usare quella della bomboletta. Ma se proprio non potete farne a meno e il tempo stringe, potete anche usare metodi più veloci!



Proudly powered by WordPress