Tag: gocce

Crostata di ricotta-

Ingredienti:
 500 g di ricotta di mucca
2 uova 
20 g di cioccolato in gocce
1  bustina di vanillina
200 g di zucchero
2 fogli di pasta brisè pronta
1 limone ( la scorza grattugiata)


Preparazione:
Amalgamate bene la ricotta, le uova, la vanillina, la scorza grattugiata del limone e lo zucchero, fino ad ottenere una crema liscia e omogenea, aggiungete per ultimo le gocce di cioccolato.
Trasferite un foglio di pasta brisè, lasciandolo sulla sua carta da forno, in una teglia tonda e bassa,
facendola aderire bene al bordo.
Versate nel guscio di pasta il ripieno di ricotta, livellatelo, e dal secondo foglio di pasta brisè ricavate le classiche strisce per completare la crostata.
Una volta sistemate le strisce ripiegate il bordo della crostata verso l’interno.
Cospargete sulla superficie ancora qualche goccia di cioccolato e spolverizzate di zucchero. 
 Infornate e cuocete la crostata di ricotta per circa 40 minuti a 180 gradi.

Tempo di preparazione: 30 min.
tempo di cottura: 40 minuti
Difficoltà: bassa
Due parole:

Se volete apportare qualche variante alla ricetta, vi basterà aggiungere al ripieno di ricotta un paio di cucchiai di cacao amaro, e utilizzare le gocce di cioccolato bianco anziché nere.
Potete anche eliminare il cioccolato e mettere pistacchi , mandorle tritate o uvetta.

Piccola guida al porridge | Ricettepercucinare.com

Ricettepercucinare.com


piccola guida al porridge - Ricettepercucinare.com

Abbiamo già avuto modo di darvi la ricetta del porridge altrove e ormai sapete bene come preparare il porridge dolce e il porridge salato. Oggi riassumiamo brevemente quel che sappiamo sulla ricetta e rispondiamo ad alcune domande frequenti sul tema. Vediamo allora questa piccola guida al porridge cosa ci racconta.

Il porridge è sempre stato una colazione sofisticata?

Cominciamo la nostra piccola guida al porridge con qualche cenno storico su questa pietanza così semplice e così nutriente. Pensate che nel XVIII secolo il porridge era una zuppa povera. Un pò come in Pianura Padana la polenta era l’alimento principale in tempi di povertà, analogamente in Scozia accadeva con l’avena. La zuppetta di avena si gustava sia calda che fredda, a tutte le ore del giorno. Era un pasto semplice ma nutriente e soprattutto onnipresente.

Come si traduce in italiano porridge?

In inglese il porridge ha vari nomi. Si chiama anche porrige, parritch, porage. In italiano lo possiamo tradurre con pappa d’avena o zuppa d’avena. In realtà l’avena è una delle opzioni perchè oggigiorno si usano vari cereali per preparare il porridge, non solamente l’avena. L’importante è che siano cereali contenenti molto amido, capaci di dar vita ad una vera e propria “pappetta”.

Cosa si può mettere nel porridge? Il porridge fa bene?

Come detto, solitamente l’ingrediente principe del porridge classico sono i fiocchi di avena. Sono altamente proteici e ricchi di vitamina B1, oltre a un elevato numero di fibre. E’ un piatto semplice che garantisce un senso di sazietà prolungato. Potete poi giocare con i sapori aggiungendo frutta fresca o secca, yogurt, un topping particolare, gocce di cioccolato, vaniglia, frutta esotica. Quello che volete voi. Se vi piace, potete anche fare il porridge salato. Nel porridge salato potete aggiungere zucchine, tonno, salmone.

Con quali altri cereali oltre l’avena si può preparare il porridge?

Se non avete l’avena o volete provare qualche variante, usate il miglio, il grano saraceno, i semi di quinoa. Quanto ai liquidi, come sapete il porridge si cuoce nel latte, ma potete anche mettere acqua o altre tipologie di latte vegetale che potreste avere in casa. Latte di soia se siete vegani, latte di mandorle o altre bevande di vostro gusto.

 

 

 



Crostata di ricotta con gocce di cioccolato

Ricettepercucinare.com


crostata di ricotta con gocce di cioccolato - Ricettepercucinare.com

La crostata di ricotta con gocce di cioccolato è una tra le torte classiche italiane più amate e gustate da grandi e piccini. Il suo ripieno è a base di ricotta vaccina, ed in questo ricorda vagamente la famosissima pastiera napoletana. Pur tuttavia la golosità “cioccolatosa” in questa torta è davvero di casa. La pasta frolla che abbiamo usato per dar vita a questa ricetta è molto morbida e piacevole al taglio. Peraltro si tratta di una pasta frolla che si presta molto bene ad essere coperta con la crema di ricotta senza correre il rischio di rimanere cruda. 

I dolci con la ricotta sono ottimi perchè sanno di casa e spesso ci ricordano la nostra infanzia. Uno dei grandi classici di tutte le nostre case è proprio la crostata con ricotta e marmellata. Anche la crostata di ricotta e gocce di cioccolato è sempre gradita e peraltro è ottima anche nei giorni successivi alla sua preparazione. La crema che prepareremo e alla quale andremo ad aggiungere le gocce di cioccolata è molto simile a quella che abbiamo usato altrove per la nostra crostata con ricotta e marmellata. Poiché non c’è marmellata ma cioccolata, inoltre, siamo abbastanza sicuri che questa crostata sarà gradita a moltissimi bambini.

Vediamo dunque la ricetta della crostata di ricotta con gocce di cioccolato

Crostata di ricotta e cioccolato, ingredienti

Per la pasta frolla per crostata:

Per il ripieno della torta

  • 500 grammi di ricotta vaccina
  • 100 grammi di zucchero
  • 100 grammi di gocce di cioccolato (le acquistate già pronte al supermercato)
  • 1 uovo intero

Crostata di ricotta con gocce di cioccolato, preparazione

Vediamo ora come si prepara questa crostata fatta in casa.

  • munitevi di una ciotola abbastanza capiente all’interno della quale metterete la farina ben setacciata. Aggiungete il burro a dadini, l’uovo intero e il tuorlo, lo zucchero, il lievito, la vanillina ed il sale.
  • lavorate tutti gli ingredienti assieme. dovrete ottenere un impasto ben liscio.
  • avvolgete l’impasto nella pellicola e riponetela in frigo per mezz’ora a riposare.
  • per preparare la vostra pasta frolla per crostate potete usare un robot da cucina Bimby o una planetaria, eventualmente.
  • fintanto che la frolla riposa, passate la ricotta al setaccio affinchè perda la sua acqua
  • se non setacciate la ricotta, bagnerete troppo la frolla, che faticherà a cuocere, e non avrete una crema ben compatta.
  • aggiungete alla ricotta l’uovo, lo zucchero e le gocce di cioccolato
  • il consiglio che vi diamo è di mettere le gocce di cioccolato in freezer un paio d’ore prima di preparare il dolce. Questo è un trucchetto che consentirà alle gocce di non sciogliersi troppo in cottura.
  • accendete il forno a 180 gradi e riprendete la frolla
  • stendete i tre quarti della frolla tra due fogli di carta forno e poi spostate la frolla nel vostro stampo da crostata o in una tortiera apribile (il diametro perfetto è da 24 cm).
  • non dimenticate di fare in modo da avere anche parte della frolla lungo i bordi della tortiera. non solo sul fondo.
  • rialzate per bene tutti i bordi e bucherellate il fondo della torta con i rebbi di una forchetta
  • versate la crema di ricotta con gocce di cioccolato sul fondo della torta
  • ora prendete la frolla avanzata, stendetela nuovamente tra due fogli di carta forno e poi ricavate delle belle strisce. l’ideale è usare la rotella dentellata.
  • usate le strisce per creare il classico reticolato sulla superficie della crostata di ricotta con gocce di cioccolato.
  • infornate nella parte bassa del forno per tre quarti d’ora (in basso per fare in modo che la frolla cuocia bene e non si bagni con la crema a base di ricotta)
  • quando la torta è cotta toglietela dal forno. Se vi va potete decorarla con altre gocce di cioccolata.

 



Proudly powered by WordPress