Tag: quelle

Ricette con le ciliegie, qualche idea

Ricette con le ciliegie, qualche idea


liquore alle ciliegie - Ricettepercucinare.com

Ricette con le ciliegie, quali sono? Quando la stagione delle ciliegie è al culmine è facile trovarsi per casa una dose generosa di questi deliziosi frutti. Se avete un albero di ciliegie o qualcuno vi ha regalato una cassetta di ciliegie, forse vorreste saper come consumarle e cosa farne. Di certo una bella quantità la gusterete al naturale, come frutta. E con il resto? Vediamo quali sono le ricette con le ciliegie da copiare o provare a realizzare.

Ricette con le ciliegie, quali sono?

Elenchiamo allora le più gustose ricette con le ciliegie che Ricette Per Cucinare abbia da proporre

Ricette con ciliegie di Myitalian.Recipes

Clafoutis di ciliegie

Tra le ricette con le ciliegie, il clafoutis è una di quelle che ci riporta con la mente direttamente in Francia. Si tratta di un dolce semplice e leggero, con poca farina e uova, molto molto soffice e delicato. Potete prepararlo con ciliegie o altra frutta di stagione, come le fragole per esempio.

Torta ciliegie e mele

La torta ciliegie e mele è una coccola perfetta per tutta la famiglia. Ottima per merenda o per colazione, sarà il vostro must durante il periodo estivo, quando le ciliegie sono in stagione. E’ un dolce soffice molto molto semplice, proprio come lo è la classica torta di mele.

Liquore di ciliegie

Per gli amanti dei liquori fatti in casa consigliamo assolutamente di provare a preparare il liquore di ciliegie. Un liquore sobrio, non troppo alcolico, fruttato al punto giusto. Ottimo come dopopasto, al naturale o con ghiaccio!

Sorbetto alle ciliegie

Infine, se non desiderate gli alcolici ma gradite qualcosa di fresco per concludere i vostri pranzi o cene, il sorbetto alle ciliegie è quello che fa per voi. Frutta fresca, limone e poco zucchero per una preparazione fresca ma anche sana!

Vi abbiamo dato alcune idee golose e divertenti per preparare ricette con le ciliegie nel periodo in cui questo frutto abbonda.

 



Gustare e comprare ostriche: consigli utili

Ricettepercucinare.com


comprare ostriche - ostriche Longino - Ricettepercucinare.com

Comprare ostriche: come si fa? Quanto ne sappiamo? Le ostriche sono un piccolo lusso che a volte ci piace concederci volentieri. D’altronde, la buona tavola rientra tra i piaceri della vita! Al pari di altre delizie, come per esempio i percebes galiziani, il pata negra spagnolo, la famosa carne di Kobe giapponese, anche le ostriche sono una vera e propria coccola alla quale abbandonarsi di tanto in tanto. Ma sappiamo riconoscere le ostriche fresche? E sappiamo comprare ostriche? Rispondiamo assieme a qualche quesito sul tema. 

Impariamo a conoscere e a comprare ostriche fresche

Cominciamo dicendo che esistono due tipologie di ostriche: piatte oppure concave. Questa distinzione la notate subito, osservando semplicemente la forma del guscio. Non occorre essere esperti o adetti ai lavori per capire se l’ostrica è concava oppure piatta! Solitamente le ostriche piatte provengono dalla Bretagna, mentre quelle concave sono più comuni e provengono da zone differenti. Quelle piatte sono più pregiate e meno facili da trovare. Ma anche tra le concave trovate davvero dei prodotti di grande pregio.

A proposito di Bretagna, dovete sapere che i bacini acquei dove si allevano ostriche sono definiti Grand Cru. Sono luoghi unici nel loro genere, dove micrcoclima e qualità delle acque rendono davvero speciale il sapore delle ostriche.

Tra i grand cru più famosi al mondo, citiamo:

  • Belon e Cancale per quanto riguarda le ostriche piatte (in Bretagna)
  • Marennes et Oléron e Thau per le concave (sempre il Francia

 

Ostriche concave o piatte?

Che siano concave oppure piatte, le ostriche devono essere tondeggianti. L’affinamento delle ostriche è infatti un momento delicatissimo della produzione delle ostriche. In questa fase, le ostriche vanno tenute a debita distanza le une dalle altre. Se vengono lasciate crescere tutte attaccate, si allungheranno a dismisura, ma il frutto interno sarà piccolo o addirittura mancante. Al contrario, l’ostrica ha bisogno del giusto spazio per allargarsi comodamente e diventare tondeggiante. A quel punto il frutto al suo interno sarà ben tondeggiante e carnoso.

Il calibro delle ostriche

Gli addetti ai lavori ed esperti in fatto di ostriche si riferiscono poi al calibro dell’ostrica. Il calibro è il peso. E’ un po’ quello che accade per le uova, se vogliamo fare un paragone semplicistico. Le uova si dividono in categorie differenti a seconda delle dimensioni. Per le ostriche accade lo stesso: c’è una scala che va da 00 a 5 (dalle più grandi alle più piccole), per indicare la categoria, o meglio il calibro.

Se dovete comprare ostriche, sappiate che il calibro 3 è il più comune, il 2 è un calibro di grande pregio, mentre i calibri 1, 0 e 00 sono davvero merce rara, oltre che molto costosa!

comprare ostriche - ostriche Longino - Ricettepercucinare.com

Le ostriche si pagano al pezzo

Un altro parametro importante da conoscere per comprare ostriche è il cosiddetto indice di riempimento. L’indice di riempimento è un valore che si ottiene facendo un calcolo matematico. In soldoni, ci dà la misura di quanto il frutto sia carnoso o meno. Le ostriche poco carnose sono definite “fines” dal mercato. Quelle molto carnose si chiamano “speciales”.

Vi diamo un’idea generica di prezzo: l’ostrica “fine” costerà circa 3.5 euro, mentre le pregiate volano anche oltre i 6 euro al pezzo.

Comprare ostriche: come scegliere le migliori

Pe scegliere le migliori ostriche da acquistare dal pescivendolo, dovete fare attenzione ad alcuni fattori:

  • devono essere ben chiuse e sigillate
  • devono essere pesanti (quindi al loro interno c’è acqua)
  • se le percuotete sentite una vibrazione
  • la conchiglia deve essere anche ben pulita, senza impurità

Se invece il vostro obiettivo è comprare ostriche online, sappiate che oggigiorno vi sono alcuni siti e marketplace di nicchia che si propongono di vendere ostriche online, ma anche altri cibi di pregio tra i più famosi al mondo, come quelli citati in apertura. Ostriche Longino per esempio è a vostra disposizione con un sito particolarmente trasparente ed altamente descrittivo. Potrete dunque fare tesoro dei consigli che vi abbiamo dato in questo breve articolo, e scegliere le vostre ostriche preferite osservando se sono piatte o concave, il loro calibro ed il loro prezzo. Potrete anche acquistare un comodissimo ed elegante apri-ostriche, strumento indispensabile per gli amanti di questo prelibatissimo frutto di mare!

 



Il gelato al cioccolato di E’ sempre mezzogiorno

Ricettepercucinare.com


gelato al cioccolato di E' sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com

Il gelato al cioccolato è una di quelle piccole grande delizie alle quali non sappiamo rinunciare nemmeno durante la stagione invernale. La ricetta che vi proponiamo oggi è quella del gelato al cioccolato di E’ sempre mezzogiorno. Una preparazione semplice e veloce, gustosa e sfiziosa, perfetta anche per chi non ha gelatiera. 

Ingredienti e preparazione del gelato al cioccolato al latte

Il gelato al cioccolato al latte è un prodotto che accontenta tutta la famiglia. Il suo gusto è rotondo e delicato e si presta bene per una merenda del pomeriggio o un fine pasto.

Ingredienti per il gelato al cioccolato di E’ sempre mezzogiorno

  • 100 grammi di polvere di cacao
  • 200 grammi di cioccolato fondente
  • 350 millilitri di latte parzialmente scremato
  • 150 grammi di zucchero
  • 50 grammi di miele millefiori

Come si prepara il gelato al cioccolato di E’ sempre mezzogiorno

  • Vediamo dunque come si prepara il gelato al cioccolato di E’ sempre mezzogiorno. Dovete procurarvi un pentolino e scaldare il latte assieme allo zucchero e al miele.
  • Prendete poi una seconda ciotola e cominciate a sminuzzare il cioccolato. Aggiungete al cioccolato a pezzetti anche il cacao in polvere. Quando il latte è ben caldo, aggiungetelo al cioccolato e amalgamate bene il tutto. Mescolate sino a quando tutto il cacao non è sciolto.
  • Procuratevi ora una pirofila di alluminio. Versate il composto nella pirofila e mettete in freezer per 4 o 5 ore.  Ogni tanto mescolate il gelato così da ottenere una consistenza cremosa e ben omogenea.
  • Al termine delle 5 ore è ora di servire il gelato! Potete servirlo in coppe individuali aggiungendo biscotti fatti in casa, frutta fresca o panna. Molto gradito e originale l’abbinamento con le fragole. Se avete bambini, potete anche aggiungere delle smarties!

Ecco pronto il gelato al cioccolato di E’ sempre mezzogiorno, una ricetta andata in onda nel famoso programma tv culinario diverso tempo fa, ma sempre attuale. Se l’amate, annotatela da qualche parte e non esitate a ripeterla. Diventerà il vostro cavallo di battaglia da sfoderare in occasione dell’arrivo di ospiti!



Proudly powered by WordPress