Tag: limone

Le cheesecake del momento da copiare

Ricettepercucinare.com


torte di compleanno - Ricettepercucinare.cim

Il cheesecake o la cheesecake è un dolce tipicamente anglosassone che ha preso ampiamente piede ed è molto gradito anche nel nostro paese. Complici di questo gradimento la bontà degli ingredienti, la cremosità intrinseca di questo tipo di dolce (a prescindere che sia una cheesecake con Philadelphia, con panna, con mascarpone, con ricotta), la base croccante e il topping sempre diverso e fantasioso.

La cheesecake fredda è peraltro un’ottima soluzione per l’estate, quando il forno rimane spento e non si ha voglia di preparare torte lievitate. Una cheesecake tradizionale è la New York cheesecake, un grande classico amato praticamente in tutto il mondo. Chi ama la frutta non potrà dire di no alla cheesecake al limone, alla cheesecake alle fragole e alla cheesecake ai frutti di bosco, due grandi classici che accontentano chi non gradisce “i dolci troppo dolci”.

Ma quali sono le cheesecake del momento, quelle che tutti copiano e vogliono provare a fare in casa? Scopriamole assieme.

La ricetta base della cheesecake

Nei paragrafi successivi proponiamo alcune idee di cheesecake con spiegazioni brevi della loro esecuzione. Prima di tutto però vi diamo un breve consiglio. C’è una “base” standard a partire dalla quale potete realizzare qualunque cheesecake. Tenetela a mente e procedete poi aggiungendo aromi e ingredienti per dare carattere al vostro dolce.

Per la base:

  • 200 gr di biscotti secchi
  • 50 gr di burro

Per la crema

  • 250 gr di ricotta vaccina
  • 200 gr di mascarpone
  • 200 ml di panna montata per dolci

Potete poi aggiungere l’aroma di vaniglia, cambiare la ricotta con la ricotta di pecora o il Philadelphia, e via dicendo. Detto questo vediamo alcune varianti del cheesecake molto in voga.

Le cheesecake del momento

Cheesecake zebrata

La cheesecake zebrata è una cugina alla lontana di quella che una volta si chiamava torta marmorizzata. La torta marmorizzata era un dolce lievitato nel quale l’impasto era suddiviso in due metà: in una metà si metteva il cacao, l’altra metà rimaneva “bianca”, poi si versava il tutto a cucchiaiate nella tortiera e si infornava. Nella cheesecake zebrata accade lo stesso. Si fa una semplice cheesecake bianca, mescolando se graditi ricotta, mascarpone e panna (100 ml, 250 ml e 200 ml rispettivamente), poi si divide questa crema a metà e in una metà solamente di aggiunge il cacao (sono sufficienti 2 cucchiai di cacao amaro. A questo punto si comincia a versare l’impasto nella tortiera a cucchiaiate alternando i due impasti e facendo colare le cucchiaiate sempre al centro, cosicchè l’impasto si allarghi mano a mano mantenendo un disegno a cerchi, che alla fine darà il caratteristico aspetto zebrato. Se non dovesse venire perfetto non vi preoccupate, anche un semplice e fantasioso aspetto marmorizzato sarà ugualmente bellissimo. La cheesecake marmorizzata incanterà ugualmente i vostri ospiti!

Cheesecake all’arancia

La cheesecake all’arancia è deliziosamente fresca e leggera. Per quanto riguarda questa cheesecake, il consiglio è quello di provare ad introdurre nella crema la ricotta di pecora, che si sposa molto bene con il sapore dell’arancia. Quanto ai biscotti, sono molto indicati i biscotti digestive.

cheesecake arancia - Ricettepercucinare.com

Cheesecake al pistacchio

Il cheesecake al pistacchio è un’altra idea che va molto di moda. Per questa cheesecake la base sarà con biscotti al cacao invece che con i tradizionali biscotti “bianchi” secchi. Per la crema invece dovete reperire una buona crema di pistacchi da mescolare a panna e mascarpone, mentre per la decorazione l’ideale è avere dei pistacchi freschi. Se non li trovate va bene della panna. L’esito è molto gradevole e sicuramente l’aspetto estetico di questa torta è di grande effetto.

cheesecake al pistacchio - Ricettepercucinare.com

Cheesecake alla nutella

La cheesecake alla Nutella non ha bisogno di grandi presentazioni a dire il vero. Ma è sempre una hit del momento in qualunque momento. Il vantaggio rispetto alla crostata alla nutella è che la cheesecake alla nutella va decorata con la nutella a freddo e dunque se temete che la nutella si secchi in forno – come spesso accade alla crostata – in questo caso non correrete il rischio!

cheesecake alla nutella - Ricettepercucinare.com

Cheesecake ai frutti di bosco

La cheesecake ai frutti di bosco si commenta da sola solamente guardando l’immagine qui sotto. E’ un dolce che incontra i gusti di tutti, riccamente farcito, cremoso al punto giusto, dolce e fresco al tempo stesso. Potete anche prepararlo con i frutti di bosco surgelati.

torte di compleanno - Ricettepercucinare.cim

Cheesecake al torrone e cheesecake al caramello salato

Ecco due idee davvero strepitose da proporre soprattutto durante la stagione invernale. Per fare la cheesecake al torrone, dovrete tritare grossolanamente una stecca di torrone. Ne avanzano sempre a Natale! Dopodichè dovrete preparare la consueta base e nella crema (con mascarpone, panna e ricotta o philadelphia) aggiungerete qualche pezzettino di torrone. Il resto vi servirà per guarnire la superficie del dolce, assieme a un caramello che preparerete a parte.

Per quanto riguarda invece la cheesecake al caramello salato, questa è davvero da provare. Preparate la base del cheesecake con biscotti digestive. Poi la crema, con formaggio fresco, panna liquida, vaniglia, due cucchiai di amido di mais, un uovo e zucchero. Infine sul top della torta dovrete fare un caramello ed aggiungere sia anacardi che fiocchi di sale. E’ una cheesecake che va in forno e si decora successivamente.



Un Compleanno con I Puffi

Buon lunedì!

Oggi un “dolce della domenica” davvero speciale: la torta per il compleanno del mio nipotino.

Mi sono lasciata totalmente affascinare da questa torta, bellissima!
Ho provato a riprodurla ma con un risultato certamente non perfetto in quanto io non sono una professionista ma una semplice appassionata del cake design.

Torta Puffi

La torta è composta da un Pan di Spagna da 12 uova, bagnato con uno sciroppo di acqua, zucchero e limone, farcito con 1 litro di crema diplomatica al limone e 1 kg di fragole fresche tagliate piccolissime e messe a macerare una mezz’ora con due cucchiai di zucchero e decorato totalmente con pasta di zucchero
(le ricette le trovate tutte sul blog).

Uova in cocotte con zucchine e pane carasau

Ho fatto per la prima volta un uovo in cocotte a mia insaputa!

Nonostante la mia passione per la cucina confesso che le uova le ho sempre viste più nel ruolo di supporto ai piatti che in quello di vere e proprie protagoniste. Alcuni giorni fa ho deciso che avrei preparato per cena un uovo alla coque accompagnato con una crema di zucchine e del pane carasau (preparato nel nostro forno a legno) intinto nel tuorlo… Ma mentre mi accingevo alla preparazione degli ingredienti nella mia mente ha iniziato a prender forma una pietanza dove queste singole componenti si associavano in un unico sistema: “assemblo tutto nelle singole ciotole di ceramica da forno (così posso scaldare e cuocere l’uovo comodamente prima di cena) e procedo rivestendole con il pane carasau leggermente ammorbidito, verso dentro la crema di zucchine e infine adagio sopra l’uovo intero…” . I pensieri si concretizzano nella pratica e prima di cena le nostre due ciotoline (per me e mio marito) sono già pronte con la nicchietta pronta ad ospitare l’uovo. Ma ahimè  questo spazio si è rivelato troppo piccolo e nel momento in cui ho versato l’uovo questo se ne andato in giro sulla tovaglia dove erano poggiate le ciotoline e con esso metà della sostanza della mia cena!!! Tutto fa esperienza: ricordatevi di lasciare sempre abbondante spazio “ all’embrione di pollo” (definizione di uovo data da Totò in un film di cui ora mi sfugge il titolo…). Il giorno seguente, come da mia abitudine quando qualcosa va storto, ho ripetuto l’esperimento lasciando a disposizione dell’uovo un bel cratere dove potersi adagiare!!! Comunque curiosando in internet ho visto che questa ricetta è praticamente un uovo in cocotte!

Ingredienti per quattro persone:

  • 2 piccole zucchine;
  • mezza cipolla;
  • 100 ml di latte;
  • una piccola patata;
  • 2 foglie di alloro;
  • noce moscata ;
  • scorza grattugiata di mezzo limone;
  • un pomodoro fresco frullato;
  • una noce di burro;
  • grana;
  • pane carasau;
  • 4 uova

Preparazione della base di zucchine.

Mondate e lavate le zucchine e la piccola patata.Tagliate le zucchine a rondelle di circa un centimetro di spessore e la patata a piccoli cubetti. Affettate sottilmente anche la cipolla. Trasferite gli ingredienti in una casseruola insieme ad un cucchiaio d’olio. Accendete il forno e fate andare a fuoco vivace per pochi secondi, aggiungete la foglia di alloro, il latte e lasciate cuocere con il coperchio per circa 15 minuti fino a che le verdure risulteranno morbide (se il composto dovesse asciugarsi prima del termine della cottura , aggiungete altro latte). A cottura quasi ultimata scoprite e lasciate evaporare l’eventuale presenza di liquido. Regolate di sale e aggiungete una spolverata di noce moscata. Con una forchetta  schiacciate grossolanamente la preparazione. Aggiungete due cucchiai di grana, la scorza del limone, il prezzemolo tritato e amalgamate bene il tutto. Il composto deve avere una consistenza abbastanza soda, se così non fosse riponete la casseruola sul fuoco e fate asciugare mescolando continuamente per evitare che si attacchi sul fondo.

Preparazione del pane di guarnitura e delle ciotoline
Scegliete un pomodoro ben maturo e dopo averlo lavato frullatelo con un mixer e, a piacere insaporite con un pizzico di sale e un filo di olio. Preparate dei pezzi di pane carasau con i quali rivestirete il fondo e le pareti delle vostre ciotoline, e irrorateli con il succo di pomodoro. Nel mentre che il pane assorbe il liquido, imburrate gli stampini e successivamente ricopriteli con i pezzi di pane ammorbidito.Disponete i pezzi di pane sia sul fondo della ciotolina che sulle pareti in modo che tutto intorno il pane fuoriesca per circa 1 centimetro dal bordo. Distribuite il composto di zucchine all’interno delle ciotoline (non riempitele oltre metà) e adagiatevi sopra l’uovo prestando attenzione a non rompere il tuorlo. Mettete in forno a 180°C per circa 15 minuti. Per mantenere l’uovo molrbido potete procedere anche con una cottura a bagno maria.

Proudly powered by WordPress