Tag: ottenere

Filetto di maiale marinato, morbido e succoso

filetto di maiale tenero e succoso - MyItalian.Recipes


filetto di maiale tenero e succoso - MyItalian.Recipes

Per cucinare la carne ed il pesce ci vuole un minimo di esperienza. La cucina ha le sue regole. Lo sentiamo dire spesso della pasticceria, ma anche per quanto riguarda le ricette salate, le regole vanno seguite. Altrimenti il rischio è di compromettere l’esito delle ricette. La carne di maiale non è difficile da preparare ma presenta sempre qualche insidia. Vediamo dunque i trucchi per preparare il filetto di maiale marinato, in modo che sia morbido, succoso e saporito. 

1 – La marinatura corretta

Qualunque marinatura è fatta di una parte acida, di una parte oleosa e di una parte aromatica. Se la marinatura che avete in mente è agli agrumi, la parte acida sarà il succo degli agrumi. Altrimenti andrà benissimo il vino. Per quanto riguarda la parte oleosa, naturalmente va bene l’olio. Invece per quanto riguarda la parte aromatica, se si tratta di un filetto di maiale marinato alle spezie, vi consigliamo di optare per aglio e rosmarino, opportunamente battuti, che userete per massaggiare la carne a dovere. Ottime anche tutte le altre spezie, incluse quelle più “invernali”, come la cannella o i chiodi di garofano.

2 – Il tempo di marinatura della carne

Anche il tempo di marinatura ha un suo perché. Se si tratta di una fettina sottile di carne, non lasciatela a marinare per molte ore. Ne rovinereste le carni, di fatto cuocendole. Se invece è una carne dalla pezzatura maggiore, potete allungare i tempi di marinatura.

3 – La sigillatura della carne

Un altro segreto per ottenere un filetto di maiale o di manzo o un arrosto perfetto, è quello di sigillare benissimo la carne prima della cottura. Questo si traduce in: scaldare una padella su fiamma alta fino a quando non sarà rovente. Adagiare la carne piano piano su tutti i lati sulla padella o piastra, sostenendola con due palette, sino a quando non sarà ben rosolata su tutti i lati. In questo modo i succhi della carne rimarranno all’interno, mantenendola succosa.

4 – I tempi di cottura della carne

Anche i tempi di cottura fanno la differenza. Quanto ai tempi di cottura, carne e pesce sono agli estremi opposti. Il pesce è ottimo in generale con cotture brevi. La carne vuole invece cotture lunghe. Per quanto riguarda il maiale, le cotture lunghe sono sempre l’ideale. Perchè consentono alle carni di diventare tenerissime. Un esempio tipico in questo senso è il pulled pork, il maiale che si gusta all’interno dei panini. Per un filetto di maiale marinato alle spezie vi basteranno tre quarti d’ora.

5 – Il riposo del filetto di maiale dopo la cottura

Anche il riposo è fondamentale. Quando il filetto di maiale è pronto (e lo potete verificare pungendolo con una forchetta, se esce un liquido trasparente è cotto), avvolgetelo nell’alluminio e fatelo riposare. Questo passaggio è fondamentale per avere un filetto non solo tenero e succoso, ma anche che si presenta molto bene.



Biscotti fatti in casa: alcune dritte per non sbagliare

biscotti fatti in casa - Myitalian.recipes


biscotti fatti in casa - Myitalian.recipes
Biscotti al cioccolato e peperoncino

Fare i biscotti fatti in casa è facile e divertente ed è anche un’attività nella quale coinvolgere i più piccoli di casa. A Natale lo è ancor di più, perché le feste natalizie sono il periodo più bello dell’anno per mettere le mani in pasta e creare biscottini non solo da gustare, ma anche da usare come decorazioni per l’albero o ancora da regalare ad amici e parenti in simpatici sacchettini creati ad hoc. Vediamo allora alcune dritte per avere biscotti fatti in casa belli e buoni come li desideriamo.

biscotti fatti in casa - Myitalian.recipes

Attenzione a burro e zucchero

Burro e zucchero sono la base di qualunque biscotto. A meno che non si tratti di una ricetta vegana. Ad ogni modo, dovete sapere che questi due ingredienti sono davvero capaci di fare la differenza. Innanzitutto parliamo dello zucchero: lo zucchero di canna contiene melassa, che conferisce morbidezza e gommosità al biscotto. Lo zucchero bianco invece non contiene melassa, quindi il biscotto sarà più secco e croccante. Già a partire dalla scelta dello zucchero, insomma, potrete cominciare a definire che tipo di biscotti fatti in casa desiderate ottenere. Quanto al burro, la differenza la farà la temperatura. L’ideale è che sia freddo di frigorifero. Dovete infatti sapere che ad ogni temperatura del burro corrisponde un esito differente. Un burro fuso o a temperatura ambiente non vi darà una frolla compatta e uniforme, che in cottura non risulterà bella fragrante. Al burro potete tranquillamente sostituire lo strutto, a patto che anche questo sia assolutamente freddo.

Anche il latte gioca la sua parte nei biscotti fatti in casa

Se la ricetta dei vostri biscotti fatti in casa prevede l’uso di latte, fate attenzione che anche questo sia freddo di frigorifero. Un latte a temperatura ambiente comprometterà l’esito finale, proprio come accade con il burro o lo strutto.

Biscotti fatti in casa: parola d’ordine, delicatezza!

Se impastate i vostri biscotti a mano, non usate troppa violenza, perchè andreste a surriscaldare troppo l’impasto, rovinandolo e compromettendo il risultato finale. Le mani sprigionano calore: un calore trasmesso da un impasto gentile è quel che ci vuole, mentre un calore molto forte emesso da una manipolazione violenta non farà altro che rovinare i vostri biscotti fatti in casa.

Come preparare la pasta frolla senza burro

crostata ricotta e marmellata - My Italian Recipes


crostata ricotta e marmellata - My Italian Recipes

Non tutti amano il burro oppure per ragioni legate alla dieta preferiscono evitarlo. Questo non significa dover rinunciare ad una bella fetta di crostata, anzi. Oggi è possibile preparare la pasta frolla senza burro ottenendo un risultato dal sapore gradevole e friabile al punto giusto. I tuoi ospiti non se ne accorgeranno nemmeno. E allora, mano al grembiule e vediamo come preparare la pasta frolla senza burro.

Come preparare la pasta frolla senza burro

La pasta frolla senza burro si prepara naturalmente senza burro, che andrete a sostituire con dell’olio. Scegliete un olio di semi, che è insapore e rende bene per questo tipo di preparazioni. L’olio extravergine di oliva, per quanto buono e sano, non va bene in questo caso, in quanto il suo sapore sarebbe un pò troppo coprente.

La ricetta della pasta frolla senza burro

Procuratevi 120 grammi di olio di semi, 100 gr di zucchero, 1 uovo, 300 gr di farina 00.

Prendete una ciotola e lavorate bene l’olio, lo zucchero e l’uovo. Poi aggiungete poco per volta la farina setacciata. Lavorate bene sino ad ottenere la vostra pasta frolla senza burro. E voilà! E’ pronta. Tiratela come di consueto, farcitela a piacere e cuocete. I tempi di cottura sono uguali a quelli di una frolla normale con il burro.

Cosa preparare con la pasta frolla senza burro?

Una ricetta che vi consigliamo è quella della crostata ricotta e marmellata, che è una delle ricette più amate dai nostri utenti. Potete prepararla sostituendo alla frolla tradizionale quella senza il burro e poi scegliendo la marmellata che meglio preferite. Potete usare quella di more, oppure preparare la crostata di ricotta e marmellata di frutti di bosco, o ancora affettare sottilmente una mela o una pera.

 

Proudly powered by WordPress