Tag: palato

Filetto di maiale al forno, come si fa

Ricettepercucinare.com


come fare il filetto di maiale al forno - Ricettepercucinare.com

Il filetto di maiale è un taglio della carne a suo modo nobile. Nonostante quella di maiale sia una carne tutto sommato a buon mercato e per questo molto presente sulle nostre tavole del quotidiano, il filetto può essere considerato un taglio nobile e pregiato. E’ la parte migliore dell’animale, infatti. Ecco come fare il filetto di maiale al forno, trasformando un pezzo di carne non costosissimo in un piatto superlativo per ogni occasione. 

Come fare il filetto di maiale al forno

Come detto anche se il filetto di maiale non è un taglio di grande pregio, è comunque ottimo, più facile da gestire anche un non esperto ai fornelli e tutto sommato anche molto saporito. Scopriamo oggi come fare il filetto di maiale al forno in modo semplice facendo lavorare peraltro il forno e dunque dedicandosi intanto ad apparecchiare la tavola o a preparare i contorni.

I contorni ideali per il filetto di maiale

A proposito di contorni, il filetto di maiale può essere accompagnato da diversi contorni. Ti suggeriamo:

  • le patate al forno
  • il puré di patate
  • un contorno cotto, come i cavoletti di bruxelles, il cavolfiore, i broccoli, gli spinaci, i piselli
  • può essere un contorno cotto anche un contorno a base di funghi, come finferli, chiodini, porcini o funghi misti
  • un contorno crudo, come un’insalata mista o un’insalata di puntarelle

La regola d’oro è sempre quella di preparare un contorno cotto, uno crudo e uno a base di patate. In questo modo accontenterai completamente il palato dei commensali. Ma torniamo al nostro filetto di maiale al forno.

Ingredienti per preparare il filetto di maiale al forno

Gli ingredienti per preparare il filetto di maiale al forno sono pochi e semplici. Oltre al filetto di maiale vi serviranno olio di oliva, sale e pepe, vino bianco, salvia e rosmarino. I classici ingredienti per preparare una buona carne al forno.

  • Dapprima prendete il filetto e massaggiatelo con un trito di erbe aromatiche mischiate a sale e pepe e olio di oliva
  • Lasciatelo riposare una trentina di minuti
  • Dopodichè posizionatelo in uno stampo più o meno della sua dimensione (avete presente gli stampi per fare i plum cake? Sono l’ideale)
  • Copritelo con vino bianco secco, coprite con la pellicola e riponete una notte in frigo
  • L’indomani accendete il forno a 180 gradi
  • Prendete il filetto e spostatelo in una teglia
  • Posatevi sulla fiamma del fornello e rosolate il filetto per bene da tutti i lati: dovrà formarsi una crosticina che servirà non solo alla bontà del piatto finito ma anche a contenere i succhi della carne al suo interno.
  • Dopo aver rosolato la carne sul fuoco, spostatela in forno con tutto il liquido di marinatura.
  • Infornate solo quando il forno è caldo.
  • Ogni 10 minuti rigiratelo e bagnatelo con il sughetto.
  • Dopo 40 minuti sarà cotto, ma pungetelo per verificare che lo sia: se fuoriesce un liquido trasparente, è cotto. Se il liquido è rosso o rosa, non lo è.
  • Avvolgetelo in un foglio di alluminio in modo che trattenga i suoi succhi
  • Se necessario, deglassate il fondo della teglia riportandola sul gas e aggiungendo un goccio di vino bianco
  • Servite il filetto di maiale al forno affettandolo per bene e accompagnandolo con un buon contorno come spiegato sopra.

Ecco spiegati ingredienti e preparazione per preparare un buon filetto di maiale al forno senza troppi passaggi e con pochissimi ingredienti.

 



Crema di limoncello, l’alternativa al limoncello fatto in casa

Ricettepercucinare.com


crema di limoncello, limoncello fatto in casa - Ricettepercucinare.com

Il limoncello fatto in casa è una bevanda moderatamente alcolica, sgrassante del palato e rinfrescante. Si può servire in tutte le stagioni, l’estate con ghiaccio e l’inverno senza. Preparare il limoncello in casa è semplice, ma dà al contempo molta soddisfazione. Di certo è più piacevole offrire ai propri ospiti qualcosa che si è preparato con le proprie mani piuttosto che un prodotto commerciale. Una bella alternativa al limoncello fatto in casa è la crema di limoncello. Anch’essa è di semplice preparazione. Vediamo come si fa.

Come si prepara la crema di limoncello

Vediamo dunque come si prepara la crema di limoncello. Per questo genere di bevande, sia che si tratti del liquore di limoncello, sia che si tratti della crema di limoncello, non potete fare a meno di partire da una materia buona qualitativamente valida. Acquistate o raccogliete dunque dei limoni biologici con la scorza ben grossa. Detto questo, vediamo la ricetta della crema di limoncello come gradevole alternativa al limoncello fatto in casa classico.

Ingredienti

  • mezzo litro di alcol puro per liquori
  • otto limoni non trattati
  • mezzo litro di panna fresca liquida
  • 800 grammi di zucchero
  • una stecca di vaniglia

Preparazione

  • il primo passaggio è quello di mettere le scorze del limone a macerare nell’alcol puro per 1 mese
  • agitate di tanto in tanto
  • trascorso un mese mettete in un pentolino panna, vaniglia e latte a bollire
  • quando ha bollito spegnete la fiamma e lasciate che intiepidisca
  • filtrate l’alcol e gettate le bucce
  • mescolate alcol e crema assieme, agitate bene e riponete a raffreddare
  • quando è freddo mettete in freezer per almeno un mese

Sia il limoncello fatto in casa che la crema di limoncello sono l’ideale come dopopasto ma anche come bagna per pan di spagna, babà o altri dolci che necessitano di essere imbibiti. Un cucchiaio di limoncello è ottimo anche per dare profumo alla crema pasticcera.

 



Insalata di pollo: gli errori da non fare

insalata di pollo - MyItalian.recipes


Buona perchè sana e ben bilanciata, l’insalata di pollo accontenta tutta la famiglia
insalata di pollo - MyItalian.recipes

L’insalata di pollo è un po’ il “tormentone” estivo di molte famiglie. Buona perchè fresca, veloce da preparare, perfetta come piatto unico, è anche l’ideale per nutrirsi bilanciando correttamente i macronutrienti. Peraltro, non è mai uguale a se stessa: di volta in volta è possibile prepararla liberando voglie, desideri e fantasia o, ancora, semplicemente svuotando il frigorifero. Tuttavia, cadere in qualche errorino quando la si prepara è possibile. Vediamo allora gli errori più comuni che si commettono preparando l’insalata di pollo e come evitarli. 

Cuocere il pollo all’ultimo momento

Qualunque tipologia di carne ha bisogno di un tempo di riposo dopo la cottura. Vale per il pollo lesso e per il pollo alla piastra. Per ottenere un piatto tenero e succoso, lasciate riposare e raffreddare le carni dopo la loro cottura. Se l’intento era quello di preparare un’insalata di pollo veloce, potete sempre cuocere il pollo la mattina per la sera, o la sera prima.

insalata di pollo - MyItalian.recipes
Usare del tenero spinacino e qualche grano di melograno è un’idea diversa dal solito per preparare un’insalata di pollo un po’ “gourmet”.

Tagliare il pollo “a caso”

Potete chiedere conferma al vostro macellaio di fiducia: ogni taglio di carne va porzionato secondo un “verso” ben preciso. Se siete amanti delle striscioline, fate in modo di tagliarle secondo le venature naturali della carne. Tagliare perpendicolarmente renderà il pollo più stopposo e meno gradevole al palato.

insalata di pollo - MyItalian.recipes
Il segreto per una buona insalata di pollo è usare sempre materie prime fresche e di stagione.

Non usare anche le cosce di pollo

Le cosce del pollo sono molto tenere e notoriamente più grasse del petto. Non siate rigidi: l’insalata di pollo non si fa solamente con il petto, ma è possibile farla anche con le cosce. L’esito sarà più morbido e invitante, specie se non intendete usare maionese o salse, e avete l’intenzione di fare un’insalata di pollo light ma non stopposa.



Proudly powered by WordPress