Tag: frutti

Come scegliere l’anguria ed il melone

sorbetto di anguria nell


sorbetto di anguria nell'anguria - My Italian Recipes

Anguria e melone sono i classici frutti estivi ai quali non si dice mai di no. Sono perfetti come fine pasto, a merenda, in spiaggia. Sono buoni, fanno bene e soprattutto dissetano molto. Il punto è, però, che bisogna acquistarli ad occhi chiusi, e spesso si teme di sbagliare. Sarà maturo, succoso, zuccherino? Risponderà alle mie aspettative? E allora, per non sbagliare, vediamo alcuni consigli utili in merito a come scegliere l’anguria e il melone. 

Come scegliere il melone

Toc toc….c’è nessuno? Bussate sulla buccia. Se udite un suono secco e sordo, il melone è buono. Se, al contrario, udite un suono di vuoto, con un piccolo rimbombo, evitate l’acquisto. E ancora: il picciolo che aspetto ha? E’ secco e non si stacca facilmente, oppure è morbido e tende a rimanere in mano? Nel primo caso forse il frutto non è buono. Avvicinate infine il melone al naso: sentite il suo buon profumo? Allora è maturo!

Come scegliere l’anguria

L’anguria deve essere bella a vedersi, con la buccia soda che restituisce un rumore sordo, come il melone. Osservatela: la sua forma è regolare e priva di ammaccature particolari? Buon segno. Cercate poi il punto in cui era posata al suolo: di che colore è? Se quella parte dell’anguria è bianca oppure verdina, significa che l’anguria è ancora aceba. Se è giallina, allora l’anguria è ben matura. Infine, è pesante? Più pesa, più è ricca d’acqua, più è buona!

Infine, una ricetta facile e simpatica per voi

Sorbetto di anguria nell’anguria

Il sorbetto di anguria nell’anguria è una ricetta facile, fresca e divertente. Potete prepararla anche con un’anguria baby. L’effetto sarà scenografico!

 

 

Barrette ai frutti di bosco e cioccolato

Barrette ai frutti di bosco e cioccolato


Il termine “frutti di bosco” identifica un
insieme di frutti che sono reperibili nel sottobosco o, più genericamente,
nelle macchie di vegetazione selvatica (nonostante siano oggetto di colture
agrarie). Hanno un impiego gastronomico estremamente diffuso e variegato e sono
impiegati prevalentemente freschi aggiunti a yoghurt, bavaresi, mousse , gelati
e altri dolci al cucchiaio, tuttavia sono ottimi anche cucinati con brasati di
selvaggina, risotti, paste ecc..

I frutti di bosco più conosciuti e consumati sono:
mirtilli rossi e neri, lamponi, more, fragole, ribes rossi e neri, uva spina,
more di gelso, bacche del sambuco, amarene, uva spina.

Sono ricchi di vitamine e antiossidanti utilissimi al
buon funzionamento del nostro organismo.

LE
IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’
DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941
E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI
RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA
RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti
per 4 persone

160
 gr di muesli

60
gr di  nocciole tostate qualità Tonda
gentile del Piemonte

160
gr di frutti di bosco (mirtilli, lamponi, more)

150
gr di cioccolato fondente

80
gr di cioccolato bianco

50
gr di miele

4
cucchiaini di zucchero di canna

Procedimento

Tritate
grossolanamente le nocciole, unitele al muesli insieme ai frutti di bosco

In
un padellino sciogliete il miele e lo zucchero.

Unite
il muesli, i frutti,m le nocciole il cioccolato bianco e metà del cioccolato
fondente. Mescolate in modo da formare un impasto omogeneo.

Trasferite
il composto su della carta da forno, livellate con un coltello, formate un
quadrato e dividetelo in rettangoli.

Infornate
per 10 minuti a 150°C.

Sfornate
e lasciate raffreddare bene.

Sciogliete
il restante cioccolato a bagnomaria, girate le barrette e versate copra il
cioccolato, poco alla volta.

Livellatelo
con un coltello e lasciate raffreddare completamente.

Se
volete potete guarnirle con il cioccolato bianco come nella foto, basta
fonderlo a bagnomaria e schizzarlo con un cucchiaino.

L’insalata di melone con gelo di vino bianco “ grillo” e nuova collaborazione

 

Ieri ho concluso il mio pranzo con un’insalata molto fresca e piacevolmente dolce…..

 

Ingredienti:

quattro grosse fette di melone giallo

un barattolino di gelo di vino bianco “ grillo” Agripantel

qualche spruzzo di top ai frutti di bosco Fabbri

 

Tagliare le fette di melone giallo a grossi pezzi e metterli in una ciotola.

Versarvi l’ottimo gelo di vino bianco “ grillo” a cucchiaiate e qualche spruzzo di top ai frutti di bosco.

Una lieve mescolata e subito in frigorifero.

Servire l’insalata freddissima.

 

 

 

 

 

L’azienda Agripantel, sita in Campobello di Mazara ( Trapani),ha un vastissimo assortimento di prodotti tipici siciliani,molti dei quali pronti per l’uso.

Il sugo alla norma,il pesto trapanese,il sugo con le melanzane,il condimento per la pasta con le sarde,il sugo con finocchietto selvatico,sono alcuni dei tanti esempi di conserve pronte che permettono alle donne di oggi ( ma anche agli uomini) di preparare un buon pasto solamente cuocendo la pasta.

Le olive di Sicilia,i capperi,il buon olio extravergine d’oliva,le mandorle,i pomodori essiccati al sole,i pistacchi…. sono prodotti molto usati nella “nostra” cucina siciliana.

Agripantel,con le sue conserve, ha saputo valorizzare tali prodotti con processi di lavorazione artigianali.

Quando si apre un vasetto Agripantel fuoriescono effluvi di Sicilia …..parola mia!!

 

 

 

 

Proudly powered by WordPress