Tag: erbe aromatiche

Quanto devono cuocere le lenticchie

quanto devono cuocere le lenticchie - Ricettepercucinare.com


quanto devono cuocere le lenticchie - Ricettepercucinare.com

Il segreto della perfetta cottura delle lenticchie: come ottenere il massimo sapore e consistenza

Quanto devono cuocere le lenticchie? Spesso ci scrivete per chiedercelo, e allora ecco a voi la risposta. Le lenticchie sono un alimento versatile, ricco di proteine, fibre e sostanze nutrienti essenziali. Sono utilizzate in molte cucine del mondo per la loro versatilità e il loro sapore robusto. Una delle domande più comuni riguardo alle lenticchie riguarda il tempo di cottura ottimale per ottenere la consistenza desiderata senza compromettere il sapore o la qualità nutrizionale. In questo articolo, esploreremo il segreto della perfetta cottura delle lenticchie, fornendo consigli pratici e suggerimenti per un risultato ottimale.

Tipi di lenticchie e tempi di cottura

Quanto devono cuocere le lenticchie? Dipende anche dalla varietà di lenticchie

Prima di tutto, è importante conoscere i diversi tipi di lenticchie e come influenzano i tempi di cottura. Le lenticchie sono disponibili in varie varietà, tra cui le lenticchie verdi, rosse, nere e marroni. Ogni tipo ha una consistenza e un tempo di cottura leggermente diversi. Ecco una panoramica generale:

  • Lenticchie verdi. Queste lenticchie hanno una consistenza relativamente soda e richiedono di solito circa 20-30 minuti di cottura a fuoco medio. Sono perfette per zuppe, insalate e piatti principali.
  • Lenticchie rosse. Le lenticchie rosse si sfaldano facilmente durante la cottura e sono ideali per zuppe cremose o curry. Richiedono solo circa 15-20 minuti di cottura a fuoco medio.
  • Lenticchie nere. Le lenticchie nere sono più piccole e richiedono di solito circa 20-25 minuti di cottura a fuoco medio. Hanno una consistenza più soda rispetto alle lenticchie rosse e sono ottime per insalate o piatti a base di riso.
  • Lenticchie marroni. Le lenticchie marroni hanno una consistenza soda e richiedono di solito circa 25-35 minuti di cottura a fuoco medio. Sono ideali per zuppe, stufati e piatti a base di verdure.

Suggerimenti per la perfetta cottura delle lenticchie

Oltre al tempo di cottura, ci sono alcuni suggerimenti che possono aiutarti a ottenere il massimo dalle tue lenticchie. Rispondiamo dunque alla domanda “quanto devono cuocere le lenticchie” e scopriamo tutti i segreti per la loro cottura perfetta.

  • Lavare le lenticchie. Prima di cucinarle, è importante sciacquare le lenticchie sotto acqua corrente per rimuovere eventuali detriti o impurità.
  • Ammollo opzionale. Ammollare le lenticchie per diverse ore o durante la notte può aiutare a ridurre il tempo di cottura e rendere le lenticchie più facili da digerire. Tuttavia, questo passaggio non è sempre necessario e dipende dal tipo di lenticchie che stai utilizzando e dalla tua preferenza personale.
  • Aggiungere aromi. Per aumentare il sapore delle lenticchie, puoi aggiungere aromi come aglio, cipolla, sedano, carote, spezie o erbe aromatiche durante la cottura.
  • Aggiungere sale alla fine. Aggiungere il sale alla fine della cottura può aiutare a mantenere la consistenza delle lenticchie e evitare che diventino troppo morbide.
  • Controllare la consistenza. Controlla la consistenza delle lenticchie durante la cottura e aggiungi più acqua se necessario. Assicurati di non farle bollire troppo a lungo, altrimenti rischiano di diventare troppo morbide.

Quanto devono cuocere le lenticchie?

Seguendo questi suggerimenti e adattando il tempo di cottura in base al tipo di lenticchie che stai utilizzando, potrai godere del massimo sapore e della migliore consistenza delle tue preparazioni culinarie con le lenticchie. Sperimenta con diverse ricette e scopri nuovi modi per incorporare questo superfood nella tua dieta quotidiana. Buon appetito!

Prodotti correlati Shop Laterradipuglia



Ricordando le più buone ricette della Prova del Cuoco

Ricordando le più buone ricette della Prova del Cuoco


In attesa del ritorno de La Prova del Cuoco e le ricette

Aspettando che La Prova del Cuoco ritorni in televisione, abbiamo deciso di racchiudere in questo post alcune delle più golose ed appetitose ricette dello show cooking più amato della televisione italiana.

Scopriamo de La Prova del Cuoco le ricette più gustose

Poter ripercorrere i momenti più belli de La Prova del Cuoco ci permette pure di pensare a tutti quei piatti gustosi che hanno, in qualche modo, attirato la nostra attenzione e che, però, non abbiamo mai realizzato per mancanza di tempo. Ora che di tempo ve n’è in abbondanza per proporre in casa tutto quello visto a La Prova del Cuoco e le ricette fatte dagli chef, non ci resta che dedicarci ad un piatto che ci ha particolarmente colpito. A tal proposito, quindi, desideriamo riportare alla vostra attenzione una ricetta di Natale Giunta, il cuoco siciliano dello show cooking di Rai 1, che ha fatto una ricetta a base di pesce davvero interessante.

Ecco qui la ricetta dei filetti di Ombrina con vongole, gamberi e pane fritto

INGREDIENTI

  • 400 grammi di filetti di ombrina
  • 200 grammi di vongole
  • 4-6 gamberi
  • 400 grammi di pane casereccio
  • 2 limoni
  • erbe aromatiche ( ad esempio, timo, prezzemolo, maggiorana, menta)
  • 30 grammi di capperi dissalati
  • polvere di capperi
  • olio extravergine di oliva
  • olio di semi

PREPARAZIONE

  • Tagliare una fetta di pane, alta 2 centimetri, e friggere in olio di semi;
  • Nel mentre, aprire le vongole in padella, mantenendo da parte l’acqua dei molluschi;
  • In padella, mettere i filetti di pesce a cuocere con le erbe aromatiche, fettine di limone, capperi e l’acqua di cottura delle vongole;
  • Quando il pesce risulterà cotto, servire il pane casereccio assieme ai filetti di pesce, alle vongole ed ai gamberi privi del carapace
  • i più bravi possono guarnire con una polvere di capperi che si può ottenere essiccandoli in forno, altrimenti guarnite con capperi freschi 😉
  • e buon appetito!

Ricordando de La Prova del Cuoco le ricette di ieri e delle puntate passate

Rimanendo in tema de La Prova del Cuoco ricette, cast e curiosità vogliamo anche proporre un’altra preparazione di facile esecuzione, ma comunque invitante che vi permetterà di portare in tavola qualcosa di veloce ed allo stesso tempo gustoso pure per i vostri ragazzi e per i bambini. In vista dell’arrivo della bella stagione, ma soprattutto pensando all’estate che si spera ci condurrà di nuovo alla vita di tutti i giorni, tranquilla e lontana da preoccupazioni, abbiamo pensato di proporre la ricetta de La Prova del Cuoco di Alessandra Spisni, con la piadina di peperoni, tonno e robiola.

Piadina di peperoni, tonno e robiola

INGREDIENTI:

  • 200 grammi di peperoni in conserva
  • 100 grammi di robiola
  • 150 grammi di tonno al naturale in scatola
  • olio extravergine di oliva
  • paprika
  • 15 grammi di sale fino
  • 125 grammi di strutto
  • prezzemolo qb
  • cipolla qb
  • un cucchiaino di bicarbonato
  • 500 grammi di farina

PREPARAZIONE:

  • Frullare i peperoni in un mixer;
  • Aggiungere anche la farina, strutto, bicarbonato ed un pizzico di sale;
  • Mescolare il composto ed ottenere il panetto da cui ricavare le piadine;
  • Farcire le piadine con il tonno e robiola e poi arrotolarle;
  • Servire con prezzemolo e cipolla, accompagnando con falde di peperone;
  • Se si preferisce tagliare a rondelle la piadina e servirla nel piatto;

Controllate anche tutti gli altri piatti de La Prova del Cuoco ricette di ieri e dei mesi passati e mettetevi ai fornelli per preparare deliziosi manicaretti alla famiglia!

Canederli schiacciati o Pressknodel alle erbe aromatiche con radicchio

L’inverno si fa ancora sentire, fuori nevischia la primavera tarda ad arrivare, qualche gemma vorrebbe sbocciare ma si trova coperta di fiocchi di neve ………………… con questa giornata non ci sono molte idee su cosa preparare per pranzo, vi propongo un piatto veloce e sfizioso ……………………. e non preoccupatevi della spesa si fa con quello che noi abbiamo sempre in casa è anche un piatto di recupero. 


Nasce da un’idea vista sul libro “Cucina magica delle dolomiti” rielaborato per adattarlo agli ingredienti disponibili 
Canederli schiacciati alle erbe aromatiche con radicchio 
Dosi 3-4 persone 
350gr pane per canederli (pane bianco raffermo) 
1 cipolla media 
40gr erba cipollina (una bella manciata) 
origano 
timo 
rosmarino 
3 uova 
burro 
olio d’oliva 
sale e pepe 
radicchio rosso 
Tagliate la cipolla a dadini piccoli e fatela rosolare leggermente con un po’ di burro. 
Nel frattempo tagliate a dadini il pane, (va bene il pane bianco delle spaccatine ma se usate un pane con troppa crosta toglietela) poi mettetelo in una ciotola. 
Quando la nostra cipolla sarà rosolata aggiungetela ai cubetti di pane, quindi preparate un trito delle erbe aromatiche che poi aggiungeremo al pane. Mescolate un po’ i cubetti di pane per amalgamarli bene con le spezie che abbiamo aggiunto. 
Sbattete leggermente le uova, aggiungere un po’ di sale e pepe e poi versarle ai cubetti di pane con le erbe e la cipolla. A questo punto amalgamare bene gli ingredienti fino ad ottenere un bell’impasto omogeneo. E’ un impasto asciutto, però se il vostro usato era troppo secco vi consiglio di aggiungere un cucchiaio o due di latte, però non troppo l’impasto deve rimanere piuttosto asciutto non bagnato. 
Lasciate riposare l’impasto qualche minuto poi con le mana bagnate prendete un po’ d’impasto formate i canederli della dimensione preferita e schiacciateli leggermente. 
Quindi fateli rosolare delicatamente, da entrambi i lati, in una padella con un po’ d’oli e burro. 
Mentre cuociamo i nostri canederli in un altro padellino rosoliamo con un po’ di burro del radicchio che avremmo ridotto a listarelle, regolare di sale e pepe. 
Mettere il radicchio ancora caldo a specchio sul piatto, poi appoggiatevi sopra un paio di canederli e servite subito, potete se volete completare il piatto anche con un po’ di radicchio in insalata 
Piatto semplicissimo ma gustosissimo, con cui desidero augurarvi buona settimana.

Proudly powered by WordPress