Tag: cotte

Torta di rape rosse –

Ingredienti:


250 gr di rape rosse cotte al vapore oro dell’orto
250 gr di farina
300 gr di latte
1 albume
50 gr di cacao in polvere
20 gr di dolcificante Misura Stevia
2 bustine di lievito x dolci
Procedimento:
Frullate le rape e mescolatele agli altri ingredienti, con le fruste elettriche.
Mescolate insistendo quelche minuto in più del normale, essendo un impasto corposo, più sono ben amalgamati gli ingredienti, migliore sarà il risultato finale.
Versate in teglia, a bordi alti, su carta forno.
Cuocete a 170 gradi per 45 minuti.

 Da Fata Confetto…
grazie!

Cipolle lesse FAQ | Ricettepercucinare.com

cipolle lesse FAQ - RicetteperCucinare.com


cipolle lesse FAQ - RicetteperCucinare.com

A cosa fanno bene le cipolle lesse?

Le cipolle lesse conservano ancora molte delle loro proprietà nutrienti. Sono ricche di antiossidanti, vitamine e minerali come la vitamina C e il potassio. Inoltre, il processo di cottura può rendere alcune sostanze presenti nelle cipolle più facili da digerire.

A cosa serve la cipolla bollita?

La cipolla bollita può essere utilizzata in molti modi in cucina. Aggiunta a zuppe, salse o stufati, aggiunge profondità di sapore e dolcezza. La sua consistenza morbida la rende ottima per aggiungere corpo e sapore a piatti come le creme di verdure.

A cosa fa bene le cipolle cotte?

Le cipolle cotte mantengono molte delle loro proprietà benefiche, tra cui le proprietà antiossidanti. Inoltre, il calore della cottura può rendere alcune sostanze nutritive più biodisponibili. Le cipolle cotte possono essere benefiche per la salute del cuore, il controllo del diabete e la salute delle ossa, oltre ad avere proprietà anti-infiammatorie.

Come si possono mangiare le cipolle?

Le cipolle possono essere consumate crude, cotte o lessate, a seconda delle preferenze personali e del piatto che si sta preparando. Possono essere aggiunte a insalate, sandwich, stufati, salse, zuppe e molti altri piatti. Possono essere saltate in padella con altre verdure o carne, o essere arrostite al forno per un sapore più dolce e concentrato. Se le cipolle crude sono troppo forti per il tuo gusto, puoi marinarele in aceto o limone per addolcirle leggermente.

Quando non si deve mangiare la cipolla?

Per alcune persone, consumare cipolle può causare disagio digestivo, come gonfiore, flatulenza o bruciore di stomaco. In questi casi, potrebbe essere meglio evitare di mangiare cipolle crude o troppo abbondanti. Inoltre, alcune persone possono essere allergiche alle cipolle, quindi è importante prestare attenzione a eventuali reazioni avverse dopo averle consumate. Se hai problemi digestivi o sei allergico alle cipolle, potresti dover evitarle completamente nella tua dieta.

Come cucinare le cipolle digeribili?

Ci sono diversi modi per rendere le cipolle più digeribili durante la cottura:

  • Taglia le cipolle finemente o tritalle per ridurre la quantità di fibre insolubili, che possono essere più difficili da digerire.
  • Soffriggi le cipolle lentamente a fuoco basso finché non diventano morbide e traslucide. Questo processo può rendere le cipolle più facili da digerire rispetto a cucinarle a fuoco alto in modo più veloce.
  • Puoi anche sbollentare le cipolle per alcuni minuti prima di utilizzarle in ricette che richiedono una cottura più lunga. Questo può aiutare a renderle più morbide e digeribili.
  • Se le cipolle crude sono difficili da digerire per te, prova a marinarele in aceto o limone per ammorbidirle e renderle più dolci.

Seguendo queste tecniche di cottura, puoi rendere le cipolle più digeribili e godere dei loro benefici senza causare disagi digestivi.



Le ricette di È Sempre Mezzogiorno del 22 dicembre 2023

È sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com


È sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com

Scopriamo tutte le ricette del 22 dicembre 2023 con Antonella Clerici e tutti gli chef!

Ravioloni lenticchie e zampone di Daniele Persegani

Ingredienti

Per la pasta:

  • 70 g di puré di spinaci
  • 2 uova
  • 300 g di farina

Per il ripieno:

  • 200 g di lenticchie passate
  • 1 zampone
  • 1 cipollotto
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 150 g di formaggio grattugiato
  • 50 g di mostarda

Per decorare:

Preparazione

  • Preparare il ripieno mettendo a soffriggere la cipolla con olio, poco sale e pepe;
  • Unire le lenticchie e il concentrato di pomodoro;
  • Far asciugare bene;
  • Frullare la mostarda e poi unire anche il composto con le lenticchie cotte;
  • Aggiungere il formaggio grattugiato e frullare ancora;
  • Aiutarsi con un coppapasta messa sotto la pasta aggiungere il ripieno e un po’ di zampone;
  • Chiudere la pasta e far aderire bene e tagliare con la ruota;
  • In un pentolino mettere a scaldare la panna con un po’ di brodo e aggiungere anche le patate schiacciate;
  • La crema dovrà essere morbida e nel caso si può aggiungere un po’ di acqua di cottura dei ravioloni;
  • Cuocere i ravioloni in acqua bollente e salata che sobbolle;
  • Per non rompere i ravioli, scolare in una scodella con carta assorbente;
  • Servire in un piatto la base delle crema e aggiungere i ravioloni;
  • Aggiungere semi di sesamo per completare;

Pan vischio di Fulvio Marino

Ingredienti

  • 1 stampo da 40 cm
  • 900 g di farina tipo 0
  • 100 g di farina integrale
  • 10 g di lievito di birra o 300 g di lievito madre
  • 650 ml di acqua
  • 20 g di sale
  • 40 ml di olio evo
  • semi di papavero
  • semi di lino
  • semi di girasole
  • semi di sesamo

Preparazione

  • Mettere le farine con la maggior parte dell’acqua nella scodella e impastare con un cucchiaio;
  • Aggiungere il lievito fresco sbriciolato e mescolare con un po’ di acqua ancora;
  • Unire l’acqua in maniera graduale, continuando a impastare;
  • Unire poi il sale e l’ultima parte di acqua;
  • Aggiungere anche l’olio e farlo assorbire per bene;
  • Quando è liscio l’impasto, far lievitare per 2 ore a temperatura ambiente;
  • Dopo il raddoppio del volume, spolverare il piano da lavoro e mettere sopra l’impasto;
  • Dividere in 12 pezzi le palline che possono essere anche di dimensioni leggermente diverse;
  • Ripiegarle su loro e ottenere delle sfere lisce;
  • Passarle in acqua e far attaccare sopra i semi;
  • Adagiare nello stampo oleato e far lievitare per un’ora e mezza;
  • Cuocere prima a 200°C per 1 ora e poi abbassare 180°C per 45 minuti;

Continua la lettura » 1 2



Proudly powered by WordPress