Tag: segreti

I 5 segreti del limoncello fatto in casa

limoncello fatto in casa ricetta della nonna - Ricettepercucinare.com


Per fare un ottimo limoncello fatto in casa è necessario seguire alcune piccole accortezze

limoncello fatto in casa ricetta della nonna - Ricettepercucinare.com

Il limoncello fatto in casa è un digestivo molto gradito che incontra il parere favorevole di uomini, donne, giovani e anziani. A differenza di altre bevande alcoliche o superalcoliche da offrire a fine pasto, che possono essere suscettibili di gusti e preferenze particolari, solitamente il limoncello mette davvero tutti d’accordo. Ecco i 5 segreti del limoncello, cioè le 5 domande più comuni che spesso ci rivolgete. 

1 – Quanto tempo deve stare in infusione il limoncello?

Dipende da che tipo di aroma preferite. Più il limone sta in infusione, e più il sapore del prodotto finito sarà intenso ed aromatico. Per un sapore invece fresco, di limoni appena colti, sono sufficienti appena 24 ore di infusione. Ad ogni modo, il limoncello non è un prodotto che ha bisogno di molti giorni di infusione. Una settimana al massimo è comunque sufficiente!

2 – Come fare il limoncello di Sorrento in casa?

Procuratevi degli ottimi limoni freschi. Lavateli bene e sbucciateli, conservando solo la parte gialla della buccia. Mettete in alcol a 95° in infusione. Trascorsi da 2 a 7 giorni a seconda del sapore che intendete ottenere, preparatevi uno sciroppo ottenuto con un litro d’acqua e 600 grammi di zucchero. Quando lo sciroppo è freddo, filtrate l’alcol, eliminate le bucce e mescolate i due preparati.

3 – Quanto tempo si può tenere il limoncello fatto in casa?

Il limoncello fatto in casa non va a male molto facilmente e si conserva davvero molto a lungo. Potete tenerlo per qualche mese in credenza o ancor meglio in freezer, per gustarlo fresco. Difatti, il limoncello come tutte le bevande alcoliche non ghiaccia se messo in freezer, ma rimane liquido!

4 – Quanti gradi ha un limoncello fatto in casa?

Un limoncello fatto in casa ha una gradazione alcolica che va dai 30 ai 50 gradi. Poi tutto dipende da quale ricetta casalinga per preparare il limoncello di Sorrento decidete di usare.

5 – Come riutilizzare le bucce di limone usate per fare il limoncello?

Sapevate che non è necessario gettare nell’immondizia le bucce di limone usate per fare il limoncello? Potete tranquillamente metterle in freezer. Poichè hanno assorbito dell’alcol, esse non ghiacceranno. E saranno molto utili per preparare delle torte o dolci a base di limone durante l’anno, semplicemente tritandole o grattugiandole!

 



Ricerche frequenti:

Torta di mele, tutti i segreti

Ricettepercucinare.com


torta di mele segreti - Ricettepercucinare.com

La torta di mele è un classico dolce italiano che possiamo annoverare tra le torte classiche italiane. E’ un dolce che accontenta i bambini ed i grandi. Chi ama la mela sicuramente non dirà mai di no ad una torta di mele appena fatta. Calda, fragrante, che profuma di montagna. Alla quale sarà stato aggiunto forse un tocco di cannella. E allora scopriamo qualche piccono grande segreto sulla torta di mele. 

Quanto dura la torta di mele fatta in casa?

La torta di mele fatta in casa può durare anche una settimana, a patto che la conserviate con le giuste attenzioni. Dunque, occhio a riporla in un’alzatina, un copritorta o un vassoio con coperchio per torta. Se conservata adeguatamente, la torta di mele fatta in casa durerà il giusto tempo. Non vi consigliamo di metterla in frigo, a meno che non sia piena estate e la temperatura non sia davvero torrida.

Come si lucida la torta?

Se la vostra torta di mele è fatta in casa per la vostra famiglia, non è necessario lucidarla in modo particolare. Se invece dovete regalarla o ricevere ospiti, potete lucidarla con una classica gelatina per torte. La gelatina per torte è in vendita al supermercato ed è molto facile da preparare. Seguite le istruzioni sulla confezione e versate poi il preparato sopra la torta. La gelatina per torte è insapore ma donerà un finish extra lucido alla superficie del dolce. E’ molto indicata per le torte classiche italiane con frutta.

Quali sono le mele adatte per la torta di mele?

Se vi state domandando quali sono le mele adatte per la torta di mele, la risposta potrebbe essere dipende dai vostri gusti. C’è chi ama usare mele più acidule e saporite. Chi invece predilige le mele dolci. Ad ogni modo, ed in linea di massima, le mele più adatte per la torta di mele sono le Golden Delicious. Ovvero le classiche mele gialle, che sono anche ottime da cotte.

Come servire la torta di mele?

La torta di mele si può servire in modo molto semplice su un piattino con una forchettina. Se volete fare bella figura ed ottenere un effetto un po’ gourmet ed elegante, potete accompagnarla ad una crema pasticciera fatta in casa. Ancora, potreste decidere di servirla con dello yogurt bianco, magro o zuccherato, come si usa nei paesi anglosassoni. Oppure con del gelato alla vaniglia. In tal caso, servite la torta in comode coppette, con cucchiaini.



Millefoglie veloce, come si fa

Ricettepercucinare.com


ricetta millefoglie veloce- Ricettepercucinare.com

La millefoglie è un dolce molto gradito in quasi tutte le famiglie italiane. A tal punto che la si prepara sovente anche durante la settimana o senza che vi sia un motivo preciso. E proprio perchè ci piace prepararla durante la settimana che siamo spesso alla ricerca di una ricetta per una millefoglie veloce.

La millefoglie veloce: ecco i suoi segreti

I segreti per preparare la millefoglie veloce sono essenzialmente due. Il primo consiste nell’usare la pasta sfoglia già pronta. La pasta sfoglia già pronta è acquistabile in ben 3 aree ben precise del supermercato:

  • nel reparto dedicato ai dolci ed agli ingredienti per fare i dolci, dove troverete la pasta sfoglia già pronta così come il pan di spagna già pronto
  • nei freezer, dove spesso si trova proprio la pasta sfoglia già pronta surgelata (e non dovrete altro che sgelarla e dargli una passata veloce in forno in modo da farla rinvenire e tornare croccante)
  • nei banchi frigo, spesso arrotolata. La troverete sia tonda che quadrata e si cuoce in forno caldo (180 gradi) per una mezz’ora. Se dovete fare la millefoglie veloce, scegliete la pasta sfoglia rettangolare, l’effetto sarà più elegante.

Sicuramente risparmiarvi la preparazione della pasta sfoglia è una marcia in più se non avete molto tempo. La pasta sfoglia è una preparazione delicata che richiede tempo e manualità dunque qualche volta comprare la sfoglia già fatta può essere una comodità.

Millefoglie veloce, secondo consiglio: come preparare una buona crema pasticcera

Il secondo consiglio che vi diamo per preparare una millefoglie veloce è quello di preparare una crema pasticcera veloce. Potete usare le buste già pronte che trovate nel banco delle creme e dei budini (sempre nell’area dei prodotti per fare i dolci), oppure dedicarvi alla preparazione della crema in autonomia.

In fondo, per preparare una crema pasticcera bastano pochi minuti. Se avete un robot da cucina tipo il Bimby o simile, vi basterà mettere tutti gli ingredienti nel robot e azionare. Il consiglio ovviamente è quello di scegliere materie prime di grande qualità: più il latte e le uova saranno fresche e più la crema sarà gustosa.

Se volete trasformare la vostra millefoglie con crema pasticcera in una millefoglie veloce con crema chantilly, dovrete a questo punto aggiungere della panna fresca, che vi consigliamo di montare al momento, evitando di usare quella della bomboletta. Ma se proprio non potete farne a meno e il tempo stringe, potete anche usare metodi più veloci!



Proudly powered by WordPress