Tag: dal

Cavolini di Bruxelles in padella con cipolla

cavolini di bruxelles in padella con cipolla - Ricettepercucinare.com


cavolini di bruxelles in padella con cipolla - Ricettepercucinare.com

I cavoletti di Bruxelles o cavolini di Bruxelles in padella con cipolla sono un contorno davvero goloso e saporito. Si prestano molto bene a sottolineare ed accompagnare secondi piatti di carne dal piglio autunnale. Sono perfetti con gli arrosti di carne, con il pollo arrosto con patate, con uno stinco di maiale, o con della salsiccia. Se volete tenervi leggeri, invece, potete gustarli senza aggiunta d’altro semplicemente come piatto unico, magari con una bella fetta di pane abbrustilito. Vediamo insieme come si preparano.

Cavoletti di Bruxelles in Padella con cipolla, come si preparano

Vediamo subito come preparare i cavoletti di Bruxelles in padella con cipolla. Tenete presente che anche se questa ricetta prevede l’uso di pancetta, potete anche eliminarla del tutto. Questo vale per gli amici vegetariani ma anche per chi desidera servire i cavoletti di Bruxelles senza accendere il forno assieme ad un secondo piatto di pesce anzichè di carne. Per esempio, questo contorno di cavoletti è ottimo anche con il merluzzo.

Cavolini di Bruxelles in padella con cipolla, ingredienti

Procedimento per preparare i cavoletti con cipolla

Mondate e lavate per bene i cavolini di Bruxelles, poi tuffateli per 5 minuti in acqua bollente salata al fine di ammorbidirli. Scolateli. A parte preparatevi una padella nella quale metterete poco olio extravergine di oliva e la pancetta o guanciale. Non esagerate con l’olio in quanto la pancetta o guanciale hanno già abbondante grasso. Fate rosolare il vostro insaccato e quando ha rilasciato tutto il grasso aggiungete la cipolla tritata grossolanamente. A questo punto aggiungete anche i cavolini di Bruxelles. L’abbinamento tra cipolla rossa, cavolini di Bruxelles e pancetta o guanciale è davvero indovinato. Non mettete coperchio ma, al contrario, fate saltare tutto a fiamma viva. I cavolini dovranno abbrustolirsi e rosolarsi un pochino. Salate e pepate secondo vostro gusto e servite.

In tutto ci vorranno una ventina di minuti, ed ecco pronto un goloso contorno autunnale!



Mangiare uova crude fa male?

Mangiare uova crude fa male?


Uova crude: un antico rimedio della nonna ormai passato di moda? Forse sì, forse no…

Mangiare uova crude fa male? Spesso ce lo domandiamo. Se lo domandano soprattutto le donne in gravidanza, e con esse anche le mamme di bambini piccoli, per fare qualche esempio. Eppure tutti noi ricordiamo benissimo le nostre nonne o mamme, che ci preparavano un bell’uovo sbattuto per colazione, o ancora ci facevano bere un uovo praticando un piccolo buchino sul guscio. Un’abitudine forse oggi non così gradita. Ma tornando a noi, mangiare uova crude fa male?

Uova crude sì o no?

Le uova crude sono ingrediente principe di alcune ricette tipiche italiane che sono dei veri e propri capisaldi della tradizione gastronomica del nostro bel paese. Pensiamo per esempio al tiramisu oppure alla carbonara. Ma anche alla stessa maionese! Come faremmo a preparare questi deliziosi piatti senza le uova crude? Pastorizzandole! Risponderebbero molti di voi. Ma anche no. E allora vediamo cosa si rischia a mangiare uova crude.

Proprietà delle uova crude

Le uova crude hanno ottime proprietà e fanno bene. Sono difatti ricche di calcio, di fosforo, e di tante vitamine del gruppo B. E’ anche vero che le uova crude contengono alcuni batteri, e sono proprio quelli a preoccuparci ed a farci desistere dal consumarle.

Cosa succede se si mangiano uova crude: mangiare uova crude fa male?

Il rischio è di contrarre la salmonella

Dunque, mangiare uova crude fa male? La risposta in linea generale è no, non fa male. Ma i rischi ci sono comunque. Il primo rischio è quello di contrarre senza dubbio la salmomella. Si tratta di un batterio, quello della Salmonella enteritidis, che aggredisce l’apparato digerente con esiti davvero sgradevoli.

Curiosità: il batterio della salmonella muore a 73 gradi, ecco spiegato il motivo della pastorizzazione delle uova

Uova “di casa” o uova commerciali?

Spesso si va alla ricerca delle uova “di casa”, prodotte da vicini, parenti o amici che hanno qualche gallina. Nella convinzione che siano più buone e sane di quelle commerciali. Sotto certi aspetti è vero, perchè le galline di casa non sono nutrite con mangimi commerciali, non sono costrette in piccole gabbie, insomma vivono anche una vita qualitativamente migliore. Ma sono anche molto controllate: la presenza del “timbro” che vedete sul guscio è sempre una buona garanzia rispetto alla presenza di batteri nocivi. Le galline di casa, al contrario, sono ruspanti, vivono meglio e mangiano meglio, ma non sono controllate sovente da veterinari, e se sono malate spesso non è facile accorgersene. Insomma ciascuna delle due scelte ha i suoi pro e i suoi contro.

Se avete bambini, chiedete al vostro pediatra un’opinione in merito a questo argomento!

Curiosità: anche i formaggi prodotti a partire da latte crudo possono contenere il batterio della salmonella. Da evitare soprattutto in gravidanza! 

Attenzione alla provenienza delle uova, e occhio al modo in cui le si conserva

Dunque la risposta alla domanda “mangiare uova crude fa male” è no, ma dovete prestare le opportune cautele. Quello che vi consigliamo è di prestare attenzione alla provenienza delle uova che acquistate e alla loro scadenza. Inoltre, non conservatele troppo a lungo o in modo improprio. E’ anche sbagliato lavare il guscio delle uova strofinandolo: il guscio è una materia porosa, dunque eventuali impurità esterne rischiano di penetrare nell’uovo e di conseguenza nel vostro stomaco.

Curiosità: le vecchie pentole di rame sono un battericida naturale efficace. Nelle pentole di rame la salmonella muore! 

Leggi anche: cosa succede se mangi 7 uova la settimana



Spesa online Eurospin, come funziona

spesa online Eurospin - Ricettepercucinare.com


spesa online Eurospin - Ricettepercucinare.com

Spesa online Eurospin, come funziona? Fare la spesa online è un pò la tendenza del momento. Abbiamo imparato tutti a fare la spesa online a partire dal periodo di lockdown imposto durante la pandemia da Coronavirus. E tutti noi, chiusi nelle nostre abitazioni, abbiamo imparato a comprare online davvero di tutto. Incluso a fare la spesa. Forse non tutti sanno che anche Eurospin oggi dà la possibilità di farci fare la spesa online. Vediamo in che modo. 

Spesa online Eurospin, come funziona

Come accennato in apertura oggi fare la spesa online da Eurospin è possibile ed è molto comodo. La prima cosa che dovete fare è entrare nel sito ufficiale della nota catena di supermercati e inserire il vostro indirizzo o codice di avviamento postale per verificare se la vostra zona è servita da Eurospin. Se la zona è servita, cioè avete un negozio Eurospin nei paraggi, potete procedere alla vostra spesa online.

Spesa Eurospin a domicilio, è possibile?

Eurospin dà anche la possibilità di fare la spesa a domicilio. Se la spesa online tradizionale è un metodo comodo e rilassante per selezionare i prodotti desiderati e ritirarli direttamente all’ingresso del negozio presso un comodo totem, con la spesa a domicilio Eurospin non è nemmeno necessario uscire di casa!

Una terza opzione messa a disposizione da Eurospin è quella di ritirare la merce al punto Locker. Ma parleremo di queste due altre opzioni in un’altra occasione, ora concentriamoci sulla spesa online Eurospin tradizionale, con il ritiro dei prodotti presso il supermercato.

Fare la spesa online è davvero una comodità: ecco i vantaggi

Ecco i vantaggi della spesa online Eurospin:

  • risparmio di tempo da dedicare ad altro
  • zero necessità di girare all’interno del supermercato, ottimo anche per chi si stanca, non sta bene, ha problemi di deambulazione
  • risparmio di denaro, gestione intelligente del denaro: non si compra ciò che non serve

Come funziona la spesa online Eurospin

Vediamo dunque come funziona la spesa online Eurospin.

  • la prima cosa da fare è registrarsi al sito Eurospin creando un account
  • si sceglie poi il punto vendita dove fare la spesa online
  • è possibile scegliere giorno e ora dove ritirare la spesa
  • si aggiungono i prodotti al carrello
  • si conferma l’ordine e ci si reca al punto vendita per pagare e ritirare



Proudly powered by WordPress