Tag: dal

Risotto con pesce spada e limone: una proposta chic

Ricettepercucinare.com


ricetta del risotto con pesce spada e limone - Ricettepercucinare.comUna proposta chic per le feste da riproporre durante tutto l’anno è il risotto con pesce spada e limone. Buono, semplice, elegante e dal gusto ben calibrato, incontra solitamente l’approvazione anche di chi non ama particolarmente il pesce. Lo potete preparare in occasione di una vigilia ma anche, come detto, durante tutto il resto dell’anno. Scopriamo assieme la ricetta del risotto con pesce spada e limone. 

Risotto con pesce spada e limone, ingredienti

  • un piccolo mazzetto di prezzemolo fresco
  • 30 grammi di scalogno
  • 30 grammi di olio extravergine di oliva
  • 320 grammi di riso per risotti (tipo Carnaroli o Arborio)
  • 50 grammi di vino bianco secco per sfumare
  • 400 grammi di pesce spada a pezzi
  • 700 g di brodo vegetale
  • 1 cucchiaino di sale
  • 40 g di burro per mantecare
  • il succo e la scorza di mezzo limone

Risotto con pesce spada e limone, preparazione

  1. Lavate per bene il prezzemolo e tritatelo finemente
  2. Tritate finemente anche lo scalogno
  3. Aggiungete l’olio e fate appassire lo scalogno dolcemente
  4. Aggiungete il riso e fate tostare per bene
  5. Sfumate con il vino bianco e con il succo di mezzo limone
  6. Aggiungete il pesce spada a dadini
  7. Aggiungete il sale e cominciate a portare a cottura aggiungendo il brodo e mescolando continuamente
  8. Completate con una generosa grattugiata di buccia di limone (solo la parte gialla)
  9. Mantecate con il burro e spolverizzate con prezzemolo fresco
  10. Servite subito il vostro risotto con pesce spada e limone: se vi va, potete guarnire come nell’immagine proposta con qualche gamberetto o qualche dadino di pesce spada tenuto precedentemente da parte.

Ecco la ricetta del risotto con pesce spada e limone, pronta e fresca, perfetta per soddisfare tutta la famiglia.



Quanto deve cuocere un uovo sodo?

Quanto deve cuocere un uovo sodo?


quanto deve cuocere un uovo sodo - Ricettepercucinare.com

Sembra una domanda banale la cui risposta è altrettanto intuitiva ma spesso sono proprio le domande più banali a sollevare nella nostra mente i dubbi più insidiosi. E allora, quanto deve cuocere un uovo sodo? Vediamo di dare una risposta definitiva a questa domanda. Che, dovete sapere, non è univoca. 

Cuocere un uovo immerso in acqua fredda

Se immergete l’uovo in acqua fredda e poi mettete il tutto sul fuoco, ci vorranno 9 minuti dal bollore. Dopodiché toglierete l’uovo dal fuoco e lo sposterete sotto il getto dell’acqua fredda per arrestare la cottura e per poterlo sbucciare senza ustionarvi le dita.

Uovo sodo in acqua bollente

Se invece desiderate cuocere un uovo sodo immergendolo in acqua già bollente, dovrete attendere solamente 7 minuti. Quando metterete l’uovo in acqua, specie se è freddo, il guscio tenderà a rompersi. Per evitare che questo accada, aggiungete due gocce di limone in acqua. Il limone renderà il guscio più stabile e renderà anche più agevole la sbucciatura dell’uovo. Dopo 7 minuti, spostate il pentolino sotto l’acqua fredda analogamente a quanto fatto per l’immersione in acqua fredda.

Il limone avanzato vi potrebbe tornare utile per preparare una maionese o una cirtronette con la quale condire le vostre uova sode prima di servirle. Ecco spiegato quanto deve cuocere un uovo sodo. 

E se l’uovo sodo è di colore verde?

Capita di sgusciare un uovo sodo e di trovarlo di colore verdino. Cosa significa? Significa semplicemente che l’avete cotto un po’ troppo. Non occorre gettarlo nell’immondizia, la prossima volta controllate meglio i tempi di cottura, magari usando un timer. Sulle pagine di questo magazine troverete anche le risposte ad altri quesiti culinari, come per esempio:

 

 



Crostata di ricotta con gocce di cioccolato

Ricettepercucinare.com


crostata di ricotta con gocce di cioccolato - Ricettepercucinare.com

La crostata di ricotta con gocce di cioccolato è una tra le torte classiche italiane più amate e gustate da grandi e piccini. Il suo ripieno è a base di ricotta vaccina, ed in questo ricorda vagamente la famosissima pastiera napoletana. Pur tuttavia la golosità “cioccolatosa” in questa torta è davvero di casa. La pasta frolla che abbiamo usato per dar vita a questa ricetta è molto morbida e piacevole al taglio. Peraltro si tratta di una pasta frolla che si presta molto bene ad essere coperta con la crema di ricotta senza correre il rischio di rimanere cruda. 

I dolci con la ricotta sono ottimi perchè sanno di casa e spesso ci ricordano la nostra infanzia. Uno dei grandi classici di tutte le nostre case è proprio la crostata con ricotta e marmellata. Anche la crostata di ricotta e gocce di cioccolato è sempre gradita e peraltro è ottima anche nei giorni successivi alla sua preparazione. La crema che prepareremo e alla quale andremo ad aggiungere le gocce di cioccolata è molto simile a quella che abbiamo usato altrove per la nostra crostata con ricotta e marmellata. Poiché non c’è marmellata ma cioccolata, inoltre, siamo abbastanza sicuri che questa crostata sarà gradita a moltissimi bambini.

Vediamo dunque la ricetta della crostata di ricotta con gocce di cioccolato

Crostata di ricotta e cioccolato, ingredienti

Per la pasta frolla per crostata:

Per il ripieno della torta

  • 500 grammi di ricotta vaccina
  • 100 grammi di zucchero
  • 100 grammi di gocce di cioccolato (le acquistate già pronte al supermercato)
  • 1 uovo intero

Crostata di ricotta con gocce di cioccolato, preparazione

Vediamo ora come si prepara questa crostata fatta in casa.

  • munitevi di una ciotola abbastanza capiente all’interno della quale metterete la farina ben setacciata. Aggiungete il burro a dadini, l’uovo intero e il tuorlo, lo zucchero, il lievito, la vanillina ed il sale.
  • lavorate tutti gli ingredienti assieme. dovrete ottenere un impasto ben liscio.
  • avvolgete l’impasto nella pellicola e riponetela in frigo per mezz’ora a riposare.
  • per preparare la vostra pasta frolla per crostate potete usare un robot da cucina Bimby o una planetaria, eventualmente.
  • fintanto che la frolla riposa, passate la ricotta al setaccio affinchè perda la sua acqua
  • se non setacciate la ricotta, bagnerete troppo la frolla, che faticherà a cuocere, e non avrete una crema ben compatta.
  • aggiungete alla ricotta l’uovo, lo zucchero e le gocce di cioccolato
  • il consiglio che vi diamo è di mettere le gocce di cioccolato in freezer un paio d’ore prima di preparare il dolce. Questo è un trucchetto che consentirà alle gocce di non sciogliersi troppo in cottura.
  • accendete il forno a 180 gradi e riprendete la frolla
  • stendete i tre quarti della frolla tra due fogli di carta forno e poi spostate la frolla nel vostro stampo da crostata o in una tortiera apribile (il diametro perfetto è da 24 cm).
  • non dimenticate di fare in modo da avere anche parte della frolla lungo i bordi della tortiera. non solo sul fondo.
  • rialzate per bene tutti i bordi e bucherellate il fondo della torta con i rebbi di una forchetta
  • versate la crema di ricotta con gocce di cioccolato sul fondo della torta
  • ora prendete la frolla avanzata, stendetela nuovamente tra due fogli di carta forno e poi ricavate delle belle strisce. l’ideale è usare la rotella dentellata.
  • usate le strisce per creare il classico reticolato sulla superficie della crostata di ricotta con gocce di cioccolato.
  • infornate nella parte bassa del forno per tre quarti d’ora (in basso per fare in modo che la frolla cuocia bene e non si bagni con la crema a base di ricotta)
  • quando la torta è cotta toglietela dal forno. Se vi va potete decorarla con altre gocce di cioccolata.

 



Proudly powered by WordPress