Tag: granella

Dolce con i savoiardi, il dolce dell’estate

dolce di savoiardi - My Italian recipes


dolce di savoiardi - My Italian recipes

Il dolce con i savoiardi rappresenta la risposta all’esigenza ed alla voglia di dolce senza lavorare troppo nè surriscaldare inutilmente la cucina. Anche in estate, infatti la voglia di dolce si fa sentire, ma la voglia di lavorare ai fornelli è poca, e nessuno ha intenzione di accendere il forno. E’ un dolce al cucchiaio irresistibile, perfetto per il quotidiano ma anche per l’arrivo di ospiti. Vediamo come prepararlo e quali sono le varianti possibili. 

Dolce con i savoiardi, quali creme usare

Il dolce con i savoiardi è semplice da preparare e si realizza sulla falsa riga di due altre preparazioni dolci molto note e preparate: il tiramisù e lo zuccotto. Si tratta dunque di due o tre strati di savoiardi alternati ad una crema golosa di vostro gusto. Ecco le creme che potreste preparare:

  • crema pasticcera,
  • crema Chantilly
  • crema al cacao, alla nocciola o al caffè
  • crema al mascarpone (come per il tiramisu)
  • crema alla ricotta (con ricotta vaccina o di pecora, dal sapore più intenso

La bagna ideale per il dolce con i savoiardi

Quanto alla bagna per il dolce di savoiardi, se non ci sono bambini potete usare del caffè (ma ricordate, non state preparando un tiramisù), del Grand Marnier, del marsala, un vin santo allungato con poca acqua, un san marzano. In alternativa, potete fare una bagna con il succo delle amarene, delle fragole, dei frutti rossi (se usate questi frutti per la preparazione del dolce), o con del semplicissimo latte, sempre gradito e sempre delicato.

Aggiunte e integrazioni

Altre aggiunte ed integrazioni al vostro dolce con i savoiardi includono un velo di nutella sopra i biscotti, una granella di nocciole o noci, frutta fresca a pezzettini (come pesche o fragole), canditi e scaglie di cioccolata (perfette se usate la crema di ricotta), le amarene allo sciroppo.

Occhio agli abbinamenti

Vi abbiamo proposto diversi sapori sia per le creme, che per la bagna, che per quanto riguarda diverse aggiunte e integrazioni al vostro dolce con i savoiardi. Un buon dolce di savoiardi è anche frutto di abbinamenti intelligenti. Fate dunque in modo che tutti gli elementi che userete creino un insieme armonico e ben bilanciato, cosicchè il dolce risulti gradevole al palato, assaggio dopo assaggio.



La ricetta del risotto di zucca

Pubblicato da Martino Beria[1] alle giovedì, 25 ottobre 2012 e classificato in I primi piatti[2], L’Angolo dello Chef[3], Piatti[4], Ricette Vegetariane[5].

    Stampa ricetta/articolo[6]

Il risotto di zucca, con il suo colore energetico, la sua consistenza così cremosa ed il suo sapore così dolce, è davvero irresistibile. E lo è ancor di più se servito con una golosa granella di amaretti croccanti. Provatelo nella nostra versione, seguendo le istruzioni passo a passo e le dritte del nostro chef!

amaretti,primi piatti,risotto,zucca[7][8][9][10]

References

  1. ^ Martino Beria (plus.google.com)
  2. ^ Visualizza tutti gli articoli in I primi piatti (www.imenùdibenedetta.com)
  3. ^ Visualizza tutti gli articoli in L’Angolo dello Chef (www.imenùdibenedetta.com)
  4. ^ Visualizza tutti gli articoli in Piatti (www.imenùdibenedetta.com)
  5. ^ Visualizza tutti gli articoli in Ricette Vegetariane (www.imenùdibenedetta.com)
  6. ^ Stampa ricetta/articolo (www.imenùdibenedetta.com)
  7. ^ amaretti (www.imenùdibenedetta.com)
  8. ^ primi piatti (www.imenùdibenedetta.com)
  9. ^ risotto (www.imenùdibenedetta.com)
  10. ^ zucca (www.imenùdibenedetta.com)

Bensone modenese-

 basi d’appoggio  ICookCake

Vi propongo ancora un bensone modenese, in una delle sue tante varianti.
Qui e Qui altre ricette.
Ingredienti: 
500 g di farina doppio zero 
2 uova e un tuorlo 
150 g di burro 
200 g di zucchero eridania
scorza di limone 
una bustina di lievito per dolci
Procedimento:
Con l’aiuto della planetaria ho impastato tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto non troppo liscio,
questo è un dolce rustico e tale deve restare, se dovesse però risultarvi troppo secco aggiungete appena un goccio di latte.
Appoggiate direttamente sulla teglia, rivestita di carta forno e dategli la forma a S, lucidate la superficie con un uovo sbattuto o del latte (non presenti tra gli ingredienti) ricoprite con granella di zucchero o semplicemente zucchero semolato.
Cuocete a 180 gradi per 40 minuti circa.

ricette

Proudly powered by WordPress