Tag: ricette

Cavolo gratinato light..


<a href="https://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Cavolo gratinato light..

Cavolo gratinato light..




Oggi una ricetta stradiffusa e, secondo me, strabuona: il cavolfiore gratinato. Leggete la mia versione light…

Come ho anticipato nella presentazione, questa versione del cavolfiore gratinato taglia un po’ di calorie rispetto alla ricetta classica preparata con la besciamella. Forse l’esecuzione potrà apparire un tantino contorta, ma confesso che il risultato finale mi ha soddisfatto; ora non so se questo è dovuto al metodo di cottura o all’elevata qualità della materia prima (sono dei cavoli che ci ha regalato mio zio e sono strabuoni anche solo cotti a vapore!). Il mio obiettivo era quello di riuscire ad ottenere un cavolfiore che fosse saporito e gustoso anche senza il supporto di salse corpose, formaggi o altri elementi apportatori di grassi (ingredienti che aggiungono facilmente un tocco di sapidità in più a qualsiasi pietanza bollita); ho deciso quindi di sottoporre il mio cavolfiore ad una tecnica di cottura simile ad una brasatura piuttosto che ad una semplice bollitura. Se vi sembra troppo complicato potete sempre  bollire le cimette come di consueto, oppure cuocerle a vapore. 
Ingredienti per 4 persone :

  • un cavolfiore di circa 1 kg;
  • una cipolla;
  • un cucchiaio di olio;
  • un cucchiaio di curcuma;
  • due chiodi di garofano;
  • un cucchiaino di zenzero;
  • due foglie di alloro;
  • 300 ml di latte circa;
  • 20 grammi di amido di mais;
  • una spolverata di grana grattugiato;
  • una spolverata di pan grattato

Per la cottura del cavolo vi servirà una pentola alta e capiente che riesca a contenerlo intero.
Private il cavolfiore delle foglie e senza dividerlo, lavatelo sotto l’acqua corrente  (non buttate via le foglie: si possono usare in mille modi, anche semplicemente lessate e utilizzate per preparare un’ insalata, oppure aggiunte ad una minestra). Fate un’incisione a croce sul gambo in modo da rendere più uniforme  la cottura dell’intero cavolo, ponetelo da una parte e preparate la cipolla. 
Scegliete una cipolla di media grandezza, sbucciatela e tritatela finemente; trasferitela nella pentola, aggiungete un cucchiaio di olio, la curcuma, lo zenzero, i chiodi di garofano e fate scaldare per qualche secondo, mescolando il tutto in modo da amalgamare i profumi. Potete sostituire questa miscela di spezie con del curry in polvere. Inserite ora il cavolo intero dentro la pentola. Aggiungete circa 500 ml di acqua (o di brodo), un pizzico di sale e due foglie di alloro. Adagiate il coperchio sopra la pentola e lasciate cuocere a fuoco dolce. Di tanto in tanto controllate che il fondo non si asciughi, in tal caso aggiungete dell’altra acqua. A metà cottura circa,bagnate la superficie del cavolo con il brodo che vi è sul fondo, in modo da insaporire anche la parte sovrastante. Il tempo di cottura dipende dalla freschezza e dalle dimensioni del cavolo. Non so dirvi precisamente per quanto tempo l’ho lasciato cuocere, comunque gli ho dato un grado di cottura tale da mantenere le cimette integre e quindi ancora un po al dente. Una volta cotto, estraete il cavolo dalla pentola e adagiatelo su un piatto. Filtrate il brodo di cottura su un bicchiere graduato e aggiungete del latte fino a raggiungere un volume di liquido pari a  500 ml. Versate il tutto in un pentolino e mettete da parte la cipolla tritata che avete separato dal brodo; ora preparate la salsa che vi servirà per condire il cavolo.
Sciogliete l’amido in circa 50 ml di latte freddo e  unitelo alla miscela di latte e brodo posta all’interno del pentolino. Trasferite sul fornello e fate addensare la salsa. Regolate di sale e a piacere potete intensificare l’aroma speziato aggiungendo dell’altra curcuma e zenzero ( attenzione alla quantità dello zenzero perché se abbondanti conferisce una nota piccante alla preparazione)
Ora avete a disposizione tutti gli ingredienti per preparare la teglia con il cavolo da gratinare.
Prendete una pirofila e ungete leggermente il fondo, versate le cipolle che avete tenuto da parte. Prendete il cavolo e suddividetelo in cimette, il gambo invece tagliatelo a piccoli pezzetti .Distribuite entrambi all’interno della pirofila cercando di disporli in un unico strato. Irrorate il tutto con la salsa appena preparata, spolverizzate con un trito di prezzemolo, una grattata di parmigiano e del pane grattugiato. Mettete in forno già  caldo a 180-200°C per circa 15 minuti. Ecco qui una porzione di buon cavolo gratinato



Risotto con pesce spada e zucchine FAQ

risotto di pesce spada e zucchine FAQ - RicetteperCucinare.com


risotto di pesce spada e zucchine FAQ - RicetteperCucinare.com

Il perfetto risotto con pesce spada e zucchine: risposte alle domande più frequenti

Il risotto è un piatto classico della cucina italiana, noto per la sua cremosità e versatilità. Tra le innumerevoli varianti, una delle più deliziose è il risotto con pesce spada e zucchine. Questa combinazione unisce sapori freschi del mare con la dolcezza delle zucchine, creando un piatto equilibrato e pieno di gusto. Per aiutarti a preparare un risotto perfetto con pesce spada e zucchine, abbiamo raccolto alcune delle domande più frequenti e le relative risposte.

Come preparare il risotto base?

Per preparare un risotto base, hai bisogno di riso arborio o carnaroli, brodo di verdure o di pollo, cipolla, burro, vino bianco secco e formaggio grattugiato come parmigiano reggiano. Inizia facendo soffriggere la cipolla tritata finemente nel burro fino a renderla traslucida. Aggiungi il riso e fallo tostare leggermente per alcuni minuti. Sfuma con il vino bianco e, una volta evaporato, aggiungi gradualmente il brodo caldo, mescolando costantemente fino a che il riso non sia cotto al dente e la consistenza sia cremosa.

Come preparare il pesce spada per il risotto?

Per preparare il pesce spada per il risotto, taglialo a dadini o a strisce. Puoi marinare il pesce spada con olio d’oliva, succo di limone, aglio e prezzemolo per aggiungere sapore. Successivamente, puoi saltare il pesce spada in padella per pochi minuti fino a quando diventa tenero e leggermente dorato.

Come preparare le zucchine per il risotto?

Prodotti correlati Shop Laterradipuglia

Per preparare le zucchine per il risotto, lava e taglia le zucchine a cubetti o a fette sottili, a seconda delle tue preferenze. Puoi saltare le zucchine in padella con un po’ di olio d’oliva e aglio finché non diventano tenere ma ancora croccanti. Assicurati di non farle cuocere troppo, altrimenti diventeranno molli e perderanno la loro consistenza.

Quale formaggio è migliore per il risotto con pesce spada e zucchine?

Il formaggio più comune e tradizionalmente usato per il risotto è il parmigiano reggiano. Questo formaggio italiano conferisce al risotto una cremosità e un sapore ricco. Puoi aggiungere il parmigiano reggiano grattugiato direttamente al risotto una volta cotto, mescolando bene fino a quando non si fonde completamente.

Posso aggiungere altri ingredienti al risotto con pesce spada e zucchine?

Certamente! Il risotto è estremamente versatile e puoi personalizzarlo aggiungendo altri ingredienti come pomodori secchi, olive nere, prezzemolo fresco, peperoncino per un tocco piccante o anche un po’ di panna per renderlo più cremoso. Sperimenta con gli ingredienti che ti piacciono di più e crea la tua versione unica del risotto con pesce spada e zucchine.

Qual è il segreto per un risotto perfetto?

Il segreto per un risotto perfetto è la pazienza e la costanza nella cottura. Mescola il risotto frequentemente durante la cottura per rilasciare l’amido e ottenere la cremosità desiderata. Assicurati anche di aggiungere il brodo gradualmente e di non farlo assorbire completamente prima di aggiungerne altro. Inoltre, assaggia spesso per controllare la cottura del riso e aggiusta di sale e pepe secondo i tuoi gusti personali.

Preparare un risotto con pesce spada e zucchine può sembrare impegnativo, ma seguendo questi semplici passaggi e suggerimenti, puoi ottenere un piatto delizioso e soddisfacente che sicuramente conquisterà il palato di tutti i commensali.



Cheesecake FAQ | Ricettepercucinare.com

cheesecake FAQ - RicetteperCucinare.com


cheesecake FAQ - RicetteperCucinare.com

Cheesecake FAQ: risposte alle domande più comuni sulla cheesecake

La cheesecake, con la sua cremosa consistenza e il suo delizioso sapore, è uno dei dessert più amati al mondo. Ma nonostante la sua popolarità, ci sono ancora molte domande che circolano intorno a questa prelibatezza. Ecco quindi una guida completa alle domande più frequenti sulla cheesecake, con tutte le risposte che ti servono per diventare un esperto di questo dolce decadente.

Da dove viene la cheesecake?

La prima tra le domande frequenti sulla cheesecake ha a che fare con la storia. La cheesecake ha origini antiche, risalendo addirittura all’antica Grecia. Tuttavia, la versione moderna della cheesecake, con crosta di biscotti e ripieno cremoso, è stata sviluppata negli Stati Uniti nel XIX secolo.

Qual è l’ingrediente principale della cheesecake?

L’ingrediente principale della cheesecake è il formaggio cremoso, di solito formaggio fresco spesso chiamato “cream cheese”. Questo formaggio dona alla cheesecake la sua consistenza densa e cremosa.

Posso usare altri tipi di formaggio per fare una cheesecake?

Sì, è possibile utilizzare altri tipi di formaggio per fare una cheesecake, come il formaggio ricotta o il formaggio mascarpone. Tuttavia, il formaggio cremoso è quello più comunemente utilizzato perché conferisce alla cheesecake una consistenza particolarmente morbida e cremosa.

Che tipo di biscotti posso usare per fare la crosta della cheesecake?

Prodotti correlati Shop Laterradipuglia

I biscotti più comunemente usati per fare la crosta della cheesecake sono i biscotti secchi al burro, come i biscotti digestive o i biscotti al graham cracker. Possono anche essere utilizzati biscotti al cioccolato o biscotti al cocco per aggiungere un tocco extra di sapore.

Devo cuocere la crosta della cheesecake prima di versare il ripieno?

Un’altra tra le domande frequenti sulla cheesecake è molto tecnica. Rispondiamo subito. In genere, la crosta della cheesecake non ha bisogno di essere cotta prima di aggiungere il ripieno. Tuttavia, alcuni chef preferiscono cuocere leggermente la crosta prima di aggiungere il ripieno per renderla più croccante.

Posso congelare una cheesecake?

Sì, è possibile congelare una cheesecake. Prima di congelarla, assicurati di avvolgerla bene con della pellicola trasparente per evitare che si asciughi o assorba odori dal congelatore. Quando sei pronto per consumarla, lascia la cheesecake scongelare lentamente in frigorifero durante la notte.

Per quanto tempo posso conservare una cheesecake in frigorifero?

Una cheesecake può essere conservata in frigorifero per circa 5-7 giorni. Assicurati di coprirla bene con della pellicola trasparente o metterla in un contenitore ermetico per mantenere la freschezza.

Posso aggiungere frutta alla cheesecake?

Sì, la frutta è un’aggiunta deliziosa alla cheesecake! Puoi aggiungere frutta fresca come fragole, lamponi, mirtilli o pesche sulla parte superiore della cheesecake, o puoi mescolare la frutta direttamente nel ripieno per un sapore extra fruttato.

Posso fare una cheesecake senza cottura?

Sì, esistono ricette per cheesecake senza cottura che richiedono solo l’assemblaggio degli ingredienti e il tempo di raffreddamento in frigorifero per ottenere una consistenza cremosa. Queste cheesecake senza cottura spesso utilizzano gelatina o panna montata per ottenere la consistenza desiderata.

Qual è il modo migliore per servire una cheesecake?

La cheesecake è deliziosa da sola, ma puoi renderla ancora più speciale servendola con una salsa di frutta fresca, una spolverata di cioccolato grattugiato o una montagna di panna montata fresca. Tagliala in piccole fette e servila con un caffè o un tè per un dessert memorabile.

Con queste risposte alle domande più comuni sulla cheesecake, sei pronto per affrontare qualsiasi sfida culinaria che questa delizia ti possa presentare. Che tu sia un principiante o un esperto in cucina, la cheesecake è un dolce che sicuramente ti farà venire l’acquolina in bocca e ti renderà il beniamino di ogni festa.



Proudly powered by WordPress