Tag: Nonna

La torta paradiso della nonna

torta paradiso ricetta classica - MyItalian Recipes


Ricordi in tavola grazie alla torta paradiso con la ricetta della nonna

torta paradiso ricetta classica - MyItalian Recipes

Tra i dolci più semplici e gustosi che ci preparano spesso le nostre mamme e nonne vi è la torta paradiso: questa deliziosa torta paradiso fatta con la ricetta della nonna potrà riportare alla vostra mente tutti i ricordi dell’infanzia.

La torta paradiso sofficissima, un dolce della tradizione lombarda

Il dolce di cui vi parliamo oggi ha origini antiche riconducibili alla regione della Lombadia e più precisamente di Pavia: infatti, la ricetta lombarda della torta paradiso sembra provenire da un’idea di un frate erborista della Certosa di Pavia. Dopo averla proposta tra i suoi fratelli, il dolce fu talmente apprezzato che venne chiamato “torta del paradiso”. Molto più tardi, intorno al 1878, il pasticcere Enrico Vigoni della pasticceria pavese Vigoni codificò la ricetta su volere del marchese Cusani Visconti. Dunque, la torta paradiso che conosciamo tramite la ricetta della nonna è un dolce davvero antico e ricco di tradizione che ottenne un grande riconoscimento addirittura nel 1888, con un premio assegnato a Roma, e nel 1906 venne addirittura mostrata all’Esposizione internazionale di Milano.

Come si presenta e come gustare la torta paradiso

La torta paradiso sofficissima si presenta come un dolce che viene servito come dessert a merenda, arricchito con una crema, oppure semplice per la prima colazione con latte, té o caffé. Chi lo vuole gustare semplice, però, potrà semplicemente accontentarsi di una spolverata di zucchero a velo.

La torta paradiso soffice come una nuvola

Se volete fare la torta paradiso con la ricetta classica , siete sul sito giusto! Per preparare una torta paradiso soffice come una nuvola e servirla ai vostri bambini per la merenda oppure farla gustare a tutta la famiglia per la colazione di domenica, vi suggeriamo di recuperare ingredienti di prima qualità. In questa maniera, potrete riuscire a realizzare la torta paradiso come la ricetta della nonna!

Ecco la ricetta della torta paradiso:

INGREDIENTI

  • 100 g di farina 00 oppure 0
  • 100 g di fecola di patate
  • 100 g di burro morbido
  • 180 g di zucchero semolato
  • 2 tuorli d’uova
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • scorza di limone grattugiato non trattato

PREPARAZIONE

  • Lavorare il burro morbido con lo zucchero;
  • Unire pure i tuorli, uno per volta badando di incorporarli bene prima di aggiungere il seguente;
  • Aggiungere poi le polveri setacciate (farina, fecola setacciate e lievito) e poi la scorza di limone grattugiata;
  • Imburrare e infarinare la teglia, versando poi il composto ottenuto;
  • Cuocere la torta paradiso a 170°C per 35 minuti;
  • Far raffreddare la torta prima di aggiungere una spolverata di zucchero a velo.

A questo punto farcitela come meglio desiderate: se è destinata a soli adulti potete fare una bagna alcolica oppure al caffè, ed aggiungervi una crema sempre al caffè oppure una leggera chantilly. Se si tratta di un’occasione di festa, potete aggiungervi una generosa dose di pezzettini di frutta fresca e dei ciuffetti di panna montata.

Olive nere in salamoia ricetta della nonna

olive nere in salamoia ricetta della nonna - Ricettepercucinare.com


olive nere in salamoia ricetta della nonna - Ricettepercucinare.com

Le olive nere in salamoia sono un prelibato piatto tradizionale, una vera delizia culinaria che porta con sé i sapori e i profumi della tradizione italiana. Questa ricetta, tramandata di generazione in generazione, incarna l’amore e la passione delle nonne italiane per la cucina.

Ingredienti per le olive nere in salamoia ricetta della nonna

– Olive nere maturate
– Sale grosso
– Acqua
– Aglio (facoltativo)
– Pepe nero (facoltativo)
– Peperoncino (facoltativo)
– Aromi freschi come rosmarino, timo o alloro (facoltativo)
– Olio d’oliva extravergine (facoltativo)

olive celline denocciolate - Laterradipuglia.it

Istruzioni

  1. Raccolta delle olive. Il primo passo cruciale per preparare le olive in salamoia è raccoglierle. Questo può avvenire in autunno quando le olive sono mature. Le nonne italiane spesso coinvolgevano la famiglia in questa attività, rendendola un momento di condivisione speciale.
  2. Lavaggio delle olive. Dopo aver raccolto le olive, è necessario lavarle accuratamente per rimuovere eventuali detriti o sporcizia. Puoi farlo immergendole in acqua fredda e cambiando l’acqua più volte.
  3. Incisione delle olive. Per evitare che le olive diventino amare, devi fare delle incisioni superficiali su ognuna di esse. Puoi farlo con un coltello affilato o un oggetto appuntito. Questo permetterà al liquido di salamoia di penetrare meglio.
  4. Preparazione della salamoia. In una pentola, porta a ebollizione dell’acqua. Quando l’acqua inizia a bollire, aggiungi il sale grosso. La quantità di sale dipende dal tuo gusto personale, ma in genere si utilizza circa 100 grammi di sale per ogni litro d’acqua. Puoi aggiungere aglio, pepe nero, peperoncino o aromi freschi per dare più sapore alla salamoia.
  5. Salamoia delle olive. Scolare le olive lavate e immergerle nella salamoia bollente. Lascia cuocere per circa 5-10 minuti. Questo processo rimuoverà l’amaro dalle olive e inizierà a conferire loro il caratteristico sapore salato.
  6. Raffreddamento delle olive. Dopo aver cotto le olive nella salamoia, lasciale raffreddare completamente. Questo può richiedere diverse ore.
  7. Riposo. Una volta fredde, le olive vanno trasferite in vasi di vetro o contenitori ermetici. Aggiungi un po’ di salamoia per coprirle completamente. Assicurati che le olive siano completamente immerse nella salamoia.
  8. Maturazione. Le olive in salamoia richiedono tempo per maturare e sviluppare il loro sapore. Chiudi i vasi o i contenitori ermetici e conservali in un luogo fresco e buio per almeno due o tre mesi. Durante questo periodo, le olive assorbiranno il sapore della salamoia e diventeranno più saporite.
  9. Servizio. Le olive nere in salamoia sono un antipasto delizioso da servire durante un aperitivo, un buffet o come contorno. Puoi anche aggiungere un filo d’olio d’oliva extravergine prima di servirle per arricchirne il sapore.

Questa ricetta delle olive nere in salamoia è un vero tesoro culinario delle nonne italiane, che ha il potere di riportare alla mente i sapori e i ricordi delle giornate trascorse in famiglia. Condividila con i tuoi cari e crea tu stesso nuovi ricordi gustosi!



Peperoni in agrodolce ricetta della nonna

Ricettepercucinare.com


peperoni in agrodolce - Ricettepercucinare.com

I peperoni in agrodolce sono un delizioso piatto della tradizione culinaria italiana, e la ricetta della nonna è spesso considerata la migliore. Questo piatto offre un equilibrio unico di sapori, con la dolcezza degli zuccheri e l’acidità del aceto che si sposano alla perfezione con la croccantezza dei peperoni. Ecco una ricetta tradizionale dei peperoni in agrodolce, proprio come li faceva la nonna.

Ingredienti per i peperoni in agrodolce

– 4 peperoni rossi o gialli
– 1 cipolla rossa
– 1 tazza di aceto di vino rosso
– 1 tazza di zucchero
– 1/2 tazza di olio d’oliva
– Sale e pepe q.b.
– Prezzemolo fresco (per guarnire)

Come si preparano questi peperoni agrodolci della nonna

  • Inizia lavando i peperoni sotto l’acqua corrente e taglia i peperoni a strisce sottili, rimuovendo i semi e i filamenti bianchi.
  • In una grande padella, riscalda l’olio d’oliva a fuoco medio e aggiungi la cipolla tagliata a fette. Rosola la cipolla finché diventa trasparente, ma non bruna.
  • Aggiungi i peperoni tagliati alla padella con la cipolla e soffriggi per alcuni minuti. Aggiungi sale e pepe a piacere.
  • In una pentola a parte, porta a ebollizione l’aceto di vino rosso e lo zucchero. Mescola fino a quando lo zucchero si scioglie completamente.
  • Versa il composto di aceto e zucchero sui peperoni nella padella. Mescola bene e lascia cuocere a fuoco medio per circa 20-30 minuti o finché i peperoni diventano morbidi e la salsa si addensa leggermente.
  • Assicurati che i peperoni siano ben cotti e che la salsa abbia raggiunto una consistenza agrodolce. Puoi aggiustare il livello di acidità o dolcezza aggiungendo più aceto o zucchero a seconda dei tuoi gusti personali.
  • Togli la padella dal fuoco e lascia raffreddare. I peperoni in agrodolce sono meglio quando vengono serviti a temperatura ambiente o freddi dal frigorifero.
  • Prima di servire, guarnisci con un po’ di prezzemolo fresco tritato.

Questi peperoni in agrodolce, preparati secondo la ricetta della nonna, sono un piatto versatile che può essere servito come antipasto, contorno o condimento per carni grigliate. La loro dolcezza e acidità equilibrata li rende un’aggiunta perfetta a qualsiasi tavola, portando con sé il calore e la tradizione della cucina italiana.



Proudly powered by WordPress