Tag: alloro

Le ricette di oggi a La Prova del Cuoco del 6 novembre 2012

Pubblicato da Melody Laurino[1] alle martedì, 6 novembre 2012 e classificato in Programmi TV[2], Ricette La prova del cuoco[3].

    Stampa ricetta/articolo[4]

Le ricette di oggi presentate a La Prova del Cuoco[5] del 6 novembre 2012 sono quelle di “Anna contro tutte”. La casalinga Irma Giampieri di origine marchigiana propone le tagliatelle con sugo d’anatra, mentre Anna ci prepara le pappardelle al ragu’ e funghi porcini

Ricetta delle  tagliatelle con sugo d’anatra e pappardelle al ragù e funghi porcini

INGREDIENTI DI IRMA

Per la sfoglia:

Per il ragù:

  • 1/2 anatra in pezzi
  • 200 g di macinato di manzo
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 500 g di passata di pomodoro
  • sale q.b.
  • olio extravergine[6] di oliva q.b.

Inoltre:

INGREDIENTI DI ANNA MORONI

  • 200 g di farina integrale
  • 100 g di farina 0
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino abbondante di rosmarino tritato finalmente

Per il ragù:

  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 foglie di salvia
  • 1 foglia di alloro
  • 250 g di polpa d’anatra
  • 20 g di porcini secchi
  • 1/2 bicchiere di chianti
  • 2 bacche di ginepro
  • 2 grani di pepe
  • 3 cucchiai olio extravergine di oliva
  • 200 ml brodo ottenuto dalla carcassa dell’anatra
  • 200 g di passata di pomodoro
  • sale
  • pecorino toscano semi stagionato q.b.

PREPARAZIONE DI IRMA

  • Fare il soffritto di sedano, carota e cipolla;
  • Aggiungere l’anatra e poi il macinato;
  • Sfumare con il vino bianco e poi aggiungere il pomodoro;
  • Preparare la pasta con uova e farina;
  • Cuocere in acqua calda e salata la pasta;
  • Condire le tagliatelle con il sugo;

PREPARAZIONE DI ANNA MORONI

  • Fare un soffritto di sedano, carota e cipolla;
  • Aggiungere l’anatra priva di ossa;
  • Mettere a mollo i funghi;
  • Aggiungere i funghi nel tegame;
  • Sfumare con vino rosso, bacca di ginepro e 1 foglia di alloro;
  • Con la carcassa dell’anatra fare un brodo utile dal momento in cui si aggiunge il sugo;
  • Preparare la pasta aggiungendo del rosmarino fresco nell’impasto;
  • Condire le pappardelle con il sugo d’anatra;

I giudici di oggi sono Maria De La Paz e Marco Bottega vota

Voti a favore della casalinga: Maria De La Paz vota 4 e  Marco Bottega vota 6 => 10 punti

Voti a favore di Anna Moroni: Maria De La Paz vota 8 e  Marco Bottega vota 7  => 15 punti

La vittoria va ad Anna Moroni

Continua la lettura » 1 2

alloro,Anna Moroni,patate,Sergio Barzetti[7][8][9][10]

References

  1. ^ Melody Laurino (plus.google.com)
  2. ^ Visualizza tutti gli articoli in Programmi TV (www.imenùdibenedetta.com)
  3. ^ Visualizza tutti gli articoli in Ricette La prova del cuoco (www.imenùdibenedetta.com)
  4. ^ Stampa ricetta/articolo (www.imenùdibenedetta.com)
  5. ^ Prova del Cuoco (www.imenùdibenedetta.com)
  6. ^ olio extravergine (www.imenùdibenedetta.com)
  7. ^ alloro (www.imenùdibenedetta.com)
  8. ^ Anna Moroni (www.imenùdibenedetta.com)
  9. ^ patate (www.imenùdibenedetta.com)
  10. ^ Sergio Barzetti (www.imenùdibenedetta.com)

Baccalà, ricette facili per chi ha poco tempo

Baccalà, ricette facili per chi ha poco tempo


baccala ricette facili - Ricettepercucinare.com

Il baccalà è un alimento sano e gustoso spesso raccomandato da medici e nutrizionisti. Al pari del merluzzo fresco. Tuttavia, essendo sottosale, prevede che la sua preparazione cominci la bellezza di 3 giorni prima del suo consumo. In quanto va ben dissalato e lavato. In realtà questo processo non è troppo faticoso: basta cambiare l’acqua un paio di volte al giorno! Il problema sorge quando si cercano ricette facili con baccalà, non troppo laboriose né impegnativo. Vediamo dunque del baccalà ricette facili e veloci per chi ha poco tempo, non è troppo abile in cucina ma….ha molta fame! 

Baccalà mantecato

Tra le ricette facili (ma non possiamo dire che sia la più facile in assoluto, a onor del vero) per preparare il baccalà non possiamo non menzionare il baccalà mantecato. Fare il baccalà mantecato è questione di abilità, più che di tempo. Si tratta, in breve, di ottenere una crema di baccalà leggera e deliziosa. Per preparare questo piatto tipico veneto dovrete lessare il baccalà in acqua bollente con alloro e limone per una mezz’ora. Quando sarà ben cotto e raffreddato, dovrete prendere una planetaria e montare il baccalà versando a filo olio di oliva e un po’ della sua acqua di cottura. Regolate infine di sale e pepe.

Paccheri con il baccalà

A proposito di baccalà ricette facili, anche un buon primo piatto non è una cattiva idea. Il sugo della pasta si preparerà per il tempo di cottura della pasta stessa. I paccheri vanno molto bene ma se preferite potete usare un formato di pasta diverso. Prendete una padella, aggiungete aglio e olio, prezzemolo, il baccalà ben dissalato a pezzi, fate rosolare, sfumate con vino bianco e aggiungete una dose generosa di pomodori freschi. Intanto cuocete la pasta!

Baccalà in umido

Anche il baccalà in umido è una buona idea a proposito di baccalà ricette facili. In questo caso procederete come sopra, ma al posto dei pomodori freschi aggiungerete 400 ml di passata di pomodoro. Regolate di sale e coprite. Sarà pronto in una ventina di minuti. Se cercate una ricetta facile e veloce questa è una buona idea, e basterà accompagnarla con del buon pane. Se vi va potreste anche servire con polenta

Baccalà fritto

Decisamente goloso e tutto sommato facile è il baccalà fritto. Ammollate come di consueto il vostro baccalà, e dopo 3 giorni sciacquatelo per un’ultima volta e tamponate con carta assorbente. La pastella che vi consigliamo di fare è quella della tempura ed è leggerissima, realizzata con acqua frizzante e farina di riso. Friggete poi in olio bollente.

Baccalà al forno con olive e patate

Terminiamo la nostra piccola incursione nell’argomento baccalà ricette facili con una ricetta che praticamente “si fa da sola”, in forno. E’ il baccalà al forno con olive e patate. Anche qui non dovrete far altro che infornare il baccalà con patate tagliate in sfoglie sottilissime, olive, aglio, origano e se vi va qualche pomodorino. Il baccalà è ottimo sia in bianco che in rosso. A voi la scelta! Se le patate sono state tagliate sottili, la ricetta sarà pronta in 20-25 minuti, altrimenti tenete conto che le patate al forno impiegano 40 minuti per essere pronte. Dunque dovrete cuocere dapprima le patate e poi aggiungere il baccalà. O, ancora, sbollentare le patate e poi terminare la loro cottura in forno.

Alternative golose al baccalà al forno con olive e patate sono:

  • baccalà con olive e capperi
  • baccalà con olive e pinoli
  • baccalà con olive e patate
  • baccalà con olive e pomodorini
  • baccalà con olive capperi e pomodorini

Vi abbiamo dato diverse ricette con baccalà facili e gustose. Non vi resta che mettere in ammollo il vostro baccalà e scegliere quella che desiderate preparare.

 

 



Polpettine di ricotta su purè di zucca


<a href="https://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Polpettine di ricotta su purè di zucca

Polpettine di ricotta su purè di zucca




Bentornata mia zucca adorata!

L’autunno ormai è inoltrato e i suoi prodotti sono di nuovo presenti nei mercati e nelle nostre tavole. E puntuale come ogni anno, arriva nella mia cucina uno degli ortaggi che preferisco ossia la zucca (di cui ho ampiamente parlato in questi post[1]).
La preparazione che vi propongo è molto semplice, ma  con un po di manualità e di senso estetico (doti che per il momento a me sfuggono!!!) può essere presentata in modo elegante e creativo. Mettendo in azione la nostra fantasia e sfruttando i colori degli ingredienti e delle  guarniture possiamo realizzare degli interessanti accostamenti cromatici che renderanno il piatto molto più “attraente”. Sicuramente la foto in copertina non è proprio una grande goduria per gli occhi, ma questi sono dettagli di contorno!Io vi suggerisco l’idea per soddisfare i piaceri del palato, poi chi vuole ricamarci sopra e rendere il piatto piacevole anche alla vista!
Le dosi che vi espongo sono sufficienti per quattro porzioni oppure per due porzioni abbondanti (in tal caso avrete un piatto unico).
Ingredienti per quattro persone.
Per il purè di zucca:

  • 600 grammi di zucca;
  • una cipolla piccola (circa 80 grammi);
  • un bicchiere di latte;
  • un cucchiaio d’olio d’oliva;
  • 2 foglie di alloro;
  • rosmarino.

Per le polpettine di ricotta:

  • 380 grammi di ricotta vaccina;
  • cannella;
  • rosmarino

Per la guarnitura:

  • 4-5 noci;
  • scaglie di grana.

Preparazione  del purè di zucca.
Lavate la zucca e dopo averla divisa a metà, privatela della scorza esterna e dei filamenti interni.Tagliate la polpa pulita in tocchetti di circa 2-3 centimetri.Tritate grossolanamente anche la cipolla e trasferitela insieme alla zucca in una pentola capiente. Fate insaporire i due ingredienti con un cucchiaio d’olio. Subito dopo aggiungete il latte e le foglie di alloro, coprite e fate cuocere a fuoco moderato per circa 30 minuti,o comunque  finchè la zucca risulterà essere morbida. Togliete il coperchio e continuate ancora la cottura per far evaporare l’evantuale i liquido residuo. Regolate di sale, eliminate le foglie di alloro e con il frullatore ad immersione riducete il tutto ad un morbido e liscio purè. Profumate con un trito di rosmarino e tenete al caldo nel mentre che vi dedichereta alla preparazione delle polpettine.
Preparazione delle polpettine.
Setacciate la ricotta e aromatizzatela con una spolverata di cannella (non eccedete nella sua quantità perchè si rischia che il suo profumo sovrasti su tutti gli altri sapori). Prendete delle piccole quantità di ricotta e con le mani formate delle palline.
Composizione del piatto.
Distribuite la crema di zucca sui piatti, cospargete con le noci tritate grossolanemnete, le scaglie di grana e distribuitevi sopra le polpettine di ricotta.
Avrete il contrasto caldo della crema con il freddo delle polpette. Se preferite che il tutto sia mediamente tiepido, dovreste lasciare la ,ricotta fuori dal frigo per almeno mezz’ora e versare la crema sul piatto quando è ancora bollente: Distribuite le polpettine sui piatti e attendete qualche minuto prima di assaporarle. In questo modo le diverse temperature dovrebbero equilibrarsi! 


References

  1. ^ post

Proudly powered by WordPress