Tag: uvetta

Frittelle veneziane ricetta originale | Ricettepercucinare.com

Storia delle frittelle veneziane | Ricettepercucinare.com


frittelle veneziane - Ricettepercucinare.com

Le frittelle veneziane sono un dolce tipico della tradizione veneta legato alla festa del Carnevale. In Veneto le si trova in giro già dai primissimi giorni di Carnevale e spesso già in occasione dell’Epifania, e si possono gustare praticamente ovunque fino alla Quaresima. Se non vi va di comprare le frittelle veneziane online o volete provare a prepararle voi stessi in casa, vi diamo noi la ricetta. E allora, pronti a preparare le frittelle veneziane, ricetta originale e autentica veneta? Si parte! 

Ingredienti per la ricetta originale delle frittelle veneziane

  • 250 grammi di farina

  • 20 grammi di lievito di birra (tre quarti di cubetto)

  • 30 grammi di zucchero (le frittelle veneziane non sono dolcissime, se desiderate un prodotto più dolce vi consigliamo di aumentare la dose di zucchero)

  • un uovo
  • un bicchiere di latte
  • 30 grammi di uvetta
  • 30 grammi di pinoli
  • la scorza di un limone (solo la parte gialla)
  • una mela tagliata a pezzettini piccoli
  • un bicchierino di rum
  • olio per friggere
  • zucchero a velo

Preparazione della ricetta delle frittelle veneziane

Ed ora vediamo come si preparano le frittelle veneziane.

  • Procuratevi una terrina piuttosto ampia e metteteci il latte intiepidito (passate la terrina con il latte un minuto in microonde) con il lievito sbriciolato al suo interno.
  • Aggiungete 50 grammi di farina setacciata e lavorate il tutto. Coprite con un canovaccio e lasciate che lieviti.
  • Nel frattempo mettete l’uvetta a bagno nel rum.
  • Quando l’impasto ha raggiunto il doppio del volume, aggiungete la farina restante, l’uovo, l’uvetta strizzata bene, asciugata con carta da cucina e infarinata, la scorza di limone grattugiata finemente, la mela e un pizzico di sale. Riponete di nuovo a lievitare.
  • Quando l’impasto sarà ben gonfio friggete le frittelle usando dei cucchiaini o cucchiai. Raccogliete un cucchiaio di impasto e con l’altro cucchiaio fate cadere la pallina di impasto nell’olio bollente.
  • Quando avranno un bel colore caramellato toglietele e posatele su carta forno. Infine spolverizzatele con zucchero a velo. Ecco spiegato come si fanno le frittelle veneziane.

Varianti delle frittelle veneziane

Le frittelle veneziane sono ottime così come sono “senza niente” ma sono buone anche se farcite con crema pasticcera o zabaione. In tal caso dovrete farle un po’ più grandi, senza uvetta e senza mela. Poi quando le avrete preparate, dovrete usare una sac à poche per farcirle. In un altro articolo vi spiegheremo come preparare la crema pasticcera e come preparare la crema allo zabaione per le frittelle.



La ricetta della quiche al cavolfiore

Pubblicato da Ilaria Scremin[1] alle mercoledì, 24 ottobre 2012 e classificato in L’Angolo dello Chef[2], Piatti unici[3].

    Stampa ricetta/articolo[4]

Oggi avevo per le mani un bel cavolfiore ed ho pensato di utilizzarlo per preparare una quiche. Ho voluto provare l’abbinamento con la frutta secca e qualche uvetta, e devo dire che è venuta davvero ottima. Il consiglio che vi do è di usare davvero poca uvetta, altrimenti l’esito finale tenderà troppo al dolce, e di abbondare con il formaggio!

cavolfiore,grana,noci,pasta brisè,uvetta[5][6][7][8][9]

References

  1. ^ Ilaria Scremin (plus.google.com)
  2. ^ Visualizza tutti gli articoli in L’Angolo dello Chef (www.imenùdibenedetta.com)
  3. ^ Visualizza tutti gli articoli in Piatti unici (www.imenùdibenedetta.com)
  4. ^ Stampa ricetta/articolo (www.imenùdibenedetta.com)
  5. ^ cavolfiore (www.imenùdibenedetta.com)
  6. ^ grana (www.imenùdibenedetta.com)
  7. ^ noci (www.imenùdibenedetta.com)
  8. ^ pasta brisè (www.imenùdibenedetta.com)
  9. ^ uvetta (www.imenùdibenedetta.com)

Putizza con uvetta, fichi, noci e marmellata agrumi

Un contest sulla putizza, di cui Roberto Zottar in un bellissimo articolo per il Calendario del Cibo italiano ci ha raccontato le origini di questo particolare dolce,

Oggi potrete ammirare tutte le putizze o gubane che partecipano al contest

Putizza con uvetta, fichi, noci e marmellata agrumi  

Impasto
3 tuorli

500 gr di farina (proteine 13%)

250 gr di latte 

140 gr di zucchero 

100 gr di burro 

15 gr di lievito di birra fresco (raddoppiare per lievitazione più veloce) 

ripieno
250 gr marmellata agrumi (mandarini, lime, limone)
90 gr uvetta
120 gr fichi secchi
80 gr noci tritate
1 bicchierino di grappa ai marroni

Sciogliere il lievito nel latte a temperatura ambiente, poi incominciare a aggiungerlo alla farina dove avremmo mescolato lo zucchero, poi aggiungere un po’ alla volta i tuorli, impastare molto bene e verso la fine aggiungere il burro a temperatura ambiente. Dovremmo avere un bel impasto lavorato ma non stressarlo troppo. E un impasto abbastanza morbido, se avete un impastatrice possiamo utilizzarla facendo attenzione ad incorporare il burro alla fine.

Trasferire in una ciotola, coprire e far lievitare fino al raddoppioIntanto preparate il ripieno mettendo l’uvetta, i fichi tagliati e le noci tritate a bagno con un po’ di grappa. 

Quando la pasta è raddoppiata stenderla con il mattarello dello spessore di mezzo centimetro circa.

Spalmare uno strato sottile di marmellata che sia uniforme su tutta la pasta e poi aggiungere il ripieno di frutta secca. 

Arrotolare e chiudere molto bene, pizzicando i lembi di pasta fino a quando la giuntura si nota pochissimo

Con il rotolo arrotolarlo a chiocciola, poi metterlo nello stampo o ciuderlo in un cerchio che lo sostenga, coprire e far far lievitare fino a quasi il raddoppio.

A lievitazione avvenuto spenellare con un po’ di latte e infornare a 160°C per 40 minuti, gli ultimi 10 minuti ho coperto con della carta stagnola per evitare scurisse troppo. 

Considerazioni culinarie 

Note:
Io ho usato meno lievito perchè la prima lievitazione sapevo che sarebbe stata molto lunga (circa 4 ore). Per una lievitazione più breve aumentare il lievito

Attenzione a non lavorare troppo la pasta.

Proudly powered by WordPress