Tag: capperi

Come fare il merluzzo in umido con patate

Ricettepercucinare.com


merluzzo in umido

Se vuoi preparare un secondo piatto a base di pesce, il merluzzo in umido con patate è sicuramente uno della tradizione che riuscirà a soddisfare il tuo palato. Scopri questo goloso piatto per un pranzo o una cena sana e gustosa!

Ecco la ricetta del merluzzo in umido che devi provare

Questo secondo piatto è senz’altro una variante interessante per cucinare il pesce in maniera saporita. Solitamente, difatti, il merluzzo viene servito in tavola dopo esser stato cotto in forno con una panatura o gratinatura.

La proposta che, invece, desideriamo farti oggi, è in umido con patate: potrai preparare il tuo piatto direttamente in padella, in una versione mediterranea. Qui di seguito ti illustriamo tutti i passaggi e le grammature ideali per la preparazione del merluzzo in umido con patate.

INGREDIENTI

PREPARAZIONE

  1. Inizia tritando lo spicchio d’aglio;
  2. In una padella antiaderente mettere un filo di olio evo ed aggiungere l’aglio tritato;
  3. Fai andare dolcemente il tutto per insaporire
  4. Aggiungi le patate pelate e tagliate a dadini non troppo grossi
  5. Dopo 10 minuti, aggiungi il merluzzo ben tamponato con carta da cucina e infarinato leggermente
  6. Fai rosolare il pesce per qualche minuto, girandolo sui diversi lati;
  7. Sfuma con il vino bianco e far evaporare l’alcool;
  8. Aggiungi i capperi dissalati, la salsa di pomodoro e le olive nere;
  9. Mescola il tutto facendo attenzione a non danneggiare i filetti di merluzzo (saranno molto delicati);
  10. Aggiungi mezza tazzina di acqua, condisci con sale e pepe a piacere e poi copri;
  11. Far cuocere il merluzzo in umido, a fiamma dolce, per circa 10 minuti;
  12. Spegni il fuoco e aggiungere il prezzemolo tritato;
  13. Porta in tavola il tuo merluzzo in umido da caldo;

Segreti per un merluzzo in umido davvero gustoso

Come avrai ben capito, si tratta di un piatto di estrema facilità da preparare, ma davvero gustoso. In questo modo, potrai gustare una ricetta a base di pesce, senza trascorrere chissà quanto tempo davanti ai fornelli. Oltre alle indicazioni per la preparazione, però, desideriamo anche darti degli ulteriori suggerimenti per rendere migliore la ricetta del merluzzo in umido.

Iniziamo dicendo che il merluzzo dovrà esser fresco: generalmente lo si compra surgelato, ma se vuoi davvero ottenere un piatto da leccarti i baffi, ti suggeriamo di andare direttamente dal pescivendolo a prendere la giusta quantità di pesce. Un altro suggerimento che è altrettanto importante riguarda il vino: mi raccomando, per sfumare il tuo piatto non utilizzare qualcosa che hai aperto già da troppi giorni, che sa di tappo o di scarsa qualità. Porta in tavola un buon vino bianco ed utilizzalo pure per cucinare il tuo merluzzo in umido!

Terminiamo con l’ultimo suggerimento: se non gradisci la versione mediterranea con olive e capperi, potrai optare per una proposta a base di verdure, aggiungendo quelle che ti piacciono di più, come le zucchine o le melanzane. Ne otterrai un buon merluzzo in umido, diverso dal solito e ugualmente buonissimo.



INSALATA DI POLIPO E CECI

Questo tipo di cottura del polipo, così particolare,  mi fu
insegnata circa 20 anni fa da una signora siciliana moglie di un pescatore.
Devo dire che avevo qualche perplessità, poi  decisi di  provarla e vi assicuro che il polipo cuoce
con i liquidi che produce e rimane morbidissimo e molto gustoso.
Provare per credere!

Ingredienti per 4 persone:
un polipo da 1 kg.
200 gr di ceci cotti e scolati
1 mazzettino piccolo di prezzemolo
una decina di capperi di Pantelleria sotto sale
2 spicchi d’aglio
un limone
aceto bianco
olio extravergine d’oliva q.b.
sale  q.b.
pepe q.b.
PREPARAZIONE

Lavate bene il polipo e mettetelo  con
uno spicchio d’aglio e il succo di mezzo limone in una pentola senza aggiungere
acqua ( cuocerà nella sua), mettete il coperchio e cuocete per 40 minuti a
fuoco bassissimo, ogni tanto muovete dolcemente il polipo. Fatelo raffreddare
nella sua acqua. Nel frattempo, dissalate i capperi di Pantelleria mettendoli
in una tazza  per circa 15 minuti  cambiando spesso l’acqua, lavate il
prezzemolo, asciugatelo e tritate le foglie con i capperi e lo spicchio d’aglio
rimasto.

Scolate il polipo, pulitelo 
togliendo la pelle e le ventose, tagliatelo a tocchetti di circa 2 cm e
mettetelo in una ciotola.
Scolate bene i ceci, uniteli al  polipo,
aggiungete il trito di prezzemolo , aglio e capperi, il sale, il pepe, l’olio, il succo
del mezzo limone rimasto e un po’ di aceto bianco. Mescolate bene, lasciate
insaporire per una mezz’ora  e servite.
E……buon appetito!





Se vi piace il polipo in insalata provatelo anche così (cliccate sul nome della ricetta)


Insalata di polipo, olive e peperoni

 


Grissini olive e capperi e tozzetti al rosmarino

Estate tempo di scampagnate e cene con amici, in compagnia non servono sempre grandi piatti, saranno apprezzati anche qualche stuzzichino da sgranocchiare tra una chiacchiera e l’altra. 
A me come accompagnamento piacciono molto i grissini o anche dei piccoli panini e così ecco nascere grissini al rosmarino e alle olive e capperi. Simpatici da sgranocchiare e di sicuro successo con la ricetta delle “crescenti” delle sorelle Simili. 

Ho usato in entrambi i casi la stessa base molto morbida, cambiando solo gli ingredienti aromatici e la forma


Tozzetti al rosmarino
500gr farina 00
200gr acqua
12gr lievito di birra
50gr strutto
60gr olio d’oliva
7gr sale
3 cucchiai rosmarino tritato fresco

Grissini olive e capperi
500gr farina 00
200gr acqua
12gr lievito di birra
50gr strutto
60gr olio d’oliva
7gr sale
3 cucchiai olive nere e capperi tritati

Impastare tutti gli ingredienti di ogni impasto fino a formare una bella palla lavorata che metteremo in una ciotola (una per ogni impasto) coperta con pellicola e lasceremo lievitare fino al raddoppio, circa 50 minuti.

Quando i nostri impasti saranno ben lievitati, rovesciarli sulla spianatoia e stenderli leggermente con il mattarello in un rettangolo uniforme.
Per i tozzetti al rosmarino con una rotella dentata tagliare l’impasto in strisce larghe 1cm circa e poi in tozzetti lunghi un dito,
spennellare bene con olio d’oliva e trasferire sulla teglia e far lievitare per circa 25 minuti e poi far cuocere in forno caldo a 190° per circa 18 minuti
Per i grissini alle olive e capperi tagliare invece il rettangolo, con una spatola o coltello, in due parti e poi da ogni parte ricavare dei grissini lunghi e larghi circa mezzo cm. 
Poi mettere anche i grissini a lievitare per circa 25 minuti quindi cuocerli a 190° per circa 18 minuti.
Quando sono cotti mettere a raffreddare su una griglia
e poi servire con un aperitivo o a piacere. 
Qui li avevo presentati con dei deliziosi biscottini al limone e al cocco
Con questi stuzzichini vi auguro buon inizio estate


Proudly powered by WordPress