Tag: ricette i menù di benedetta

Polpette di pane e spinaci

Le polpette di pane e spinaci è una ricetta vegetariana facile e anche utile quando avete bisogno di consumare del pane in avanzo. I Ideali da essere servite come primo piatto diverso dal solito.Polpette di pane e spinaci morbide e gustose.Le polpette di pane e spinaci vengono cotte per pochi minuti in acqua bollente risultando così più leggere e sane. Condite con un poco di burro o con un filo d’olio piaceranno anche ai più piccoli. I più grandi invece possono provarle accompagnate da una salsa agrodolce che le renderà ancor più gustose. Vediamo ora come si cucinano queste polpette di pane e spinaci.Ingredienti per le polpette di pane e spinaci.Dosi per quattro persone:200 grammi di mollica di pane raffermo;300 grammi di spinaci freschi;2 tuorli;4 cucchiai di grana grattugiato;latte;noce moscata;farina;sale e pepe.Per la salsa di accompagnamento:400 grammi di passata di pomodoro;una cipolla rossa;un cucchiaino di zucchero di canna;2 cucchiai di aceto di mele;sale e pepe.Preparazione delle polpette di pane e spinaci.Preparazione dell’impasto.Lavate gli spinaci e fateli sbollentare per un minuto in acqua. Scolateli e strizzateli molto bene. Tritateli finemente con la mezzaluna.Sminuzzate la mollica del pane e mettetela in una terrina. Aggiungete gli spinaci, i tuorli, il formaggio grattugiato ed insaporite con noce moscata, sale e un pizzico di pepe.Lasciate riposare il composto per circa dieci minuti.In base al tipo di pane che avete utilizzato il composto potrebbe risultare troppo asciutto. In tal caso aggiungete un goccio di latte. Viceversa se l’impasto risulta troppo morbido aggiungete una manciata di farina. Ad ogni modo dovrete ottenere un composto coeso e facilmente modellabile con le mani.Preparazione della salsa agrodolce.Sbucciate la cipolla e tagliatela a fette di circa mezzo centimetro. Versate due cucchiai d’olio in una padella e fatevi cuocere lentamente la cipolla per qualche minuto. Aggiungete lo zucchero, l’aceto e infine la passata di pomodoro. Coprite e lasciate cuocere su fuoco dolce per circa 20/30 minuti fino ad ottenere una salsa ben ristretta.Preparazione e cottura delle polpette.Portate a bollore abbondante acqua salata. Mettete la farina in un piatto e rotolatevi piccole porzioni di impasto.  Appena pronte tuffate le polpette nell’acqua bollente poche per volta.Cuocetele per pochi minuti e scolatele appena salgono a galla.Servite le polpette di pane e spinaci calde accompagnate dalla salsa agrodolce.Polpette di pane e spinaci accompagnate dalla salsa agrodolce

La mia Cacio e Pepe per il Club del 27

Dopo la lunga pausa estiva torna di gran carriera il Club del 27 che a settembre ci prende proprio per la gola con Pasta e Basta una splendida scelta di ricette tradizionali con quello che è il piatto preferito di noi italiani dal Mtc48

Tantissime le proposte, ma la mia scelta è ricaduta su una pasta che all’apparenza può sembrare banale ma è proprio il contrario. Una pasta che mi ero spesso ripromessa di fare, quindi mi sembrava giunta l’ora per imparare a farla bene, perchè non è solo assemblare tre ingredienti, devono amalgamarsi e creare quel piatto delizioso che la Cacio e Pepe

La ricetta è di Maria Pia e solo questo è una garanzia di successo, forse non è venuta ancora perfetta, ma sicuramente buonissima

SPAGHETTI CACIO E PEPE

di Maria Pia

Una ricetta semplice che vede la sua criticità nell’ottenere una cremosità da pecorino e pepe tale da poter avvolgere lo spaghetto senza filare o ammassarsi. Il pecorino da usare è quello romano che garantisce la giusta cremosità per questo piatto. Il pepe deve essere pestato al momento per poter mantenere intatto il suo aroma.

Il pecorino è molto salato quindi è preferibile salare pochissimo la pasta per non trovarsi con un piatto troppo sapido

Per ogni commensale:

100 g spaghetti n. 5 trafilati al bronzo

50 g Pecorino Romano D.O.P. grattugiato

Pepe nero in grani (40 grani minimo, per me)

1 l di acqua per cuocere la pasta

Portare a bollore l’acqua senza salarla e buttarvi gli spaghetti, facendoli cuocere perfettamente al dente seguendo le indicazioni sulla confezione.

Grattugiare il Pecorino Romano DOP e metterlo in una terrina capiente che possa andare in tavola.

Pestare nel mortaio la giusta quantità di grani di pepe nero (non meno di 40).

Due minuti prima che termini la cottura della pasta, prelevare dalla pentola circa 70 ml di acqua di cottura e versarla, 1 o 2 cucchiai alla volta, nella terrina con il pecorino e il pepe, mescolando vigorosamente fino ad ottenere una crema liscia.

Prelevare la pasta dalla pentola con le apposite pinze, in modo da non scolarla troppo, e metterla nella terrina con la crema di formaggio, mescolando velocemente per condirla in modo uniforme. Se la crema ha già la giusta consistenza aggiungere altro pepe pestato e servire; se invece risultasse troppo solida, diluire con uno o due cucchiai dell’acqua di cottura della pasta. 

Questo lo splendido banner 

creato dalla mitica Mai 

Seeded Breakfast Rolls di Martha Stewart

Vincendo lo Starbook Redone di giugno 2017 con Lemon and Lime Marmalade da “Citrus” di Catherine Phipps.

Ho questo mese l’onore aiutare ad analizzare il nuovo libro del mese di Starbook,

il libro è “A New Way to Bake” di Martha Stewart.

Un libro molto ricco ed interessante come sempre grande l’imbarazzo della scelta della ricetta da proporre, ma poi io ho un debole per i lievitati che per me sono sempre magici quindi perchè non sfidare Martha Stewart con un lievitato? .

Siete curiosi? 

Posso solo prendervi per l’acquolina con una foto dei Seeded Breakfast Rolls e dirvi che la ricetta la trovate sullo Starbooks

Proudly powered by WordPress