Tag: olio extravergine

Gli involtini di bresaola alle noci e robiola con olio all’arancia

 

Un antipastino senza pretese ma tanto buono……..

 

 

Ingredienti:

15 fettine di bresaola

200 g di formaggio robiola

4 noci

un pugnetto di rucola ( più quella per decorare il piatto)

un pizzico di sale

condimento a base di olio extravergine d’oliva e di arancia Duca Carlo Guarini

 

Mettere in una ciotolina i 200 g di robiola e schiacciare con una forchetta. Aggiungere un pugnetto di rucola tritata,le noci a pezzettini,un pizzico di sale ed un filo di condimento a base di olio ed arancia.

Amalgamare il tutto e prepararsi a fare gli involtini.

Disporre,servendosi di un cucchiaino,un po’ di composto su ogni fettina di bresaola ed arrotolare ad involtino.

Man mano si vanno preparando metterli su  un piatto da portata precedentemente coperto da rucola ( non tagliata).

Servire gli involtini irrorandoli con un altro filo di olio all’arancia.

 

 

Tortiera di verdure

Ieri pomeriggio ho aperto il frigo e mi sono ritrovata questi “resti” di ortaggi, è nata così questa tortiera semplice e colorata che ho servito a cena accompagnata con del prosciutto cotto e della robiola.
Tempo di preparazione 25 minuti
Tempo di cottura 30 minuti

Ingredienti per 4 persone:
2 finocchi
2 porri
4 carote
2 pomodori ramati
400 gr di pelati,
1 cipolla
1 mazzetto di basilico
100 gr di Parmigiano grattugiato
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale q.b.

Procedimento
Togliete le foglie esterne ai finocchi (tenete le barbette verdi), tagliateli in 4 spicchi,  pelate le carote, togliete la parte superiore verde del porro. Lavate bene tutto. Mettete sul fuoco una pentola di acqua salata e quando bolle unite i finocchi e le carote e lasciate cuocere per 6/7 minuti. Scolate e nella stessa acqua sbollentate per 3 minuti i porri.
Mentre gli ortaggi scolano e si raffreddano preparate il sugo.
Pulite la cipolla, tritatela e mettetela in una padella con 2 cucchiai d’olio, lasciatela stufare per qualche minuto poi aggiungete i pelati, salate e fate cuocere per 10 minuti.Terminata la cottura unite le foglie di basilico pulite e spezzettate grossolanamente.
Tagliate a fettine di 3 o 4 mm gli spicchi dei finocchi, a listarelle la carote e i porri, a rondelle i pomodori.
Mettete sul fondo di una pirofila qualche cucchiaio di sugo e distribuite un primo strato di finocchi, metteteci sopra un po’ di sugo e di Parmigiano, fate un secondo strato con le carote, distribuite il sugo e il parmigano, fate un terzo strato con i porri, il sugo e il Parmigiano. Continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti.Terminate l’ultimo strato e poi distribuite le rondelle di pomodori e le barbette verdi dei finocchi Irrorate con l’olio extravergine e infornate per 30 minuti.
E buon appetito!

Le cataneselle al forno con i broccoli arriminati

Da bambina tutte le volte che andavo ad Alcamo a trovare,con i miei genitori,la nonna Margherita,assistevo spesso alla preparazione della pasta con i broccoli arriminati ( arriminare,in siciliano,significa mescolare).

Era il piatto forte della nonna.

Mi piaceva tantissimo ma nè io,nè mia madre abbiamo mai saputo fare una pasta al forno così buona come la faceva la nonna.

Ogni volta che la faccio e la mangio penso sempre a lei.Tanti nostri piatti sono legati a ricordi,a momenti del nostro passato e questa è una cosa bellissima.

La sua crosticina superiore dorata,il sapore del broccolo fritto,la dolcezza dell’uvetta,i formaggi filanti………..insomma si capisce che mi piace??????

Nota: la stessa pasta si può anche non fare in forno in quanto,dopo averla condita,si  manteca  sul fuoco ( naturalmente,in questo caso,il pangrattato va prima tostato in un padellino con poco olio). 

 

 

 

Ingredienti:

1 kg di pasta formato cataneselle

3 kg (ma bastano anche 2 kg e mezzo) di broccoli a cimette (pesati crudi e già puliti)

una bustina di uvetta piccola di Corinto

70 g di pinoli

un pugnetto di granella di nocciole  (non è contemplata nella ricetta siciliana ma ci sta bene)

750 g di passata di pomodoro linea Le Masserie Del Duca  (  Duca Carlo Guarini )

una cipollina ( per la passata di pomodoro)

abbondante parmigiano reggiano grattugiato

abbondante provoletta Galbani a cubetti

abbondante formaggio primo sale a cubetti

pangrattato q.b.

burro q.b.

olio extravergine d’oliva q.b.  Duca Carlo Guarini

sale q.b.

 

Dopo aver pulito i broccoli ( cavolfiori) lessare ben al dente le cimette in acqua bollente salata.

Scolare i broccoli e friggerli in olio facendo far loro una bella crosticina.

Preparare una semplice salsa di pomodoro mettendo a rosolare una cipollina tritata in olio e poi versando la passata di pomodoro. Aggiungere un pizzico di sale,un pizzico di zucchero e far cuocere dolcemente.

Cuocere,ben al dente,le cataneselle e porle in una grossa ciotola condendole con la salsa di pomodoro,i broccoli fritti ( non tutti),abbondante formaggio primo sale a cubetti, abbondante provoletta a cubetti,un bel pugno di parmigiano grattugiato,uvetta e pinoli.

“ Arriminare “ il tutto.

Fatta questa semplice operazione non resta che preparare la teglia da mettere in forno.

Imburrare una grande teglia,cospargerla di pangrattato facendolo aderire bene anche ai bordi della teglia e versare la pasta condita precedentemente.

Livellata per bene la pasta con tutto il suo ricco condimento,cospargere sopra un altro poco di pangrattato,un po’ di nocciole tostate tritate grossolanamente, alcuni fiocchetti di burro ed infornare a 180° fino a cottura ed anche doratura della superficie della pasta ( metto poi anche la funzione grill).

 

 

 

 

 

 

 

Proudly powered by WordPress