Tag: giornate

La ricetta dei nutellotti, un dolce perfetto in ogni stagione

La ricetta dei nutellotti, un dolce perfetto in ogni stagione


Rallegriamo le giornate estive con la ricetta dei nutellotti

Se siete degli amanti della Nutella, sapete bene che questa crema alle nocciole non può mancare neppure durante la stagione estiva. Un dolcetto sfizioso che vi proponiamo con la Nutella è la ricetta dei nutellotti!

La ricetta dei nutellotti: una preparazione facile e gustosa

Generalmente, quando pensiamo ad utilizzare la crema alle nocciole in cucina ci viene in mente la classica fetta di pane spalmata con questa gustosa crema. In realtà, però, la Nutella può essere sfruttata in tanti modi ed uno tra questi è per la preparazione dei Nutellotti: la ricetta dei nutellotti di cui vi parliamo oggi è davvero assai semplice. Infatti, vi basterà semplicemente avere a disposizione un po’ di tempo per mettervi a farli ed alcuni ingredienti che troviamo comunemente nella nostra dispensa. Per la ricetta dei nutellotti avrete bisogno di questi ingredienti:

  • 180 grammi di farina 00
  • 1 uovo intero
  • 150 grammi di Nutella o crema di nocciola
  • Zucchero a velo qb.
  • Nutella per decorare qb

Per quanto riguarda la preparazione, vi invitiamo a venire a vederla sul sito stesso, dove troverete anche le foto passo a passo. Una comodità in più che vi consentirà di preparare la ricetta alla perfezione.

Come rendere unica la ricetta dei nutellotti

Un segreto da veri intenditori (e da veri golosi)

Se già in questa maniera, vi abbiamo messo curiosità e desiderate preparare la ricetta dei nutellotti con il barattolo di crema alla nocciole che avete nello scaffale, non perdete il prossimo suggerimento! Se desiderate ottenere una farcitura ancor di più ricca, vi suggeriamo di impreziosire il tutto con un cucchiaio di panna montata. Un’altra chicca, poi, potrebbe essere quella di aggiungere sopra al ciuffo di Nutella una spolverata di cocco rapé: l’effetto finale sarà un dolce bon bon che “scoppierà” in bocca con il suo delizioso sapore. Ora che sapete tutto sulla ricetta dei nutellotti, non vi resta che prepararli!

Comunicato stampa Pomì

POMÌ PROTAGONISTA CON L+
ALLE GIORNATE DI “CARLO CANNELLA”
Dieta mediterranea: sostenibilità di un modello
22-23 febbraio 2013, Università La Sapienza di Roma 

Roma, 22
febbraio 2013
 – La coltura del benessere Pomì sbarca
all’Università de la Sapienza di Roma in occasione del convegno internazionale,
dedicato all’alimentazione mediterranea, organizzato dal Centro
Interuniversitario di Ricerca sulle Culture Alimentari Mediterranee
e
promosso dalla Fundaciòn Dieta Mediterranea e dal SINU (Società
Italiana di Nutrizione Umana).

Il Convegno è inserito all’interno della seconda edizione
delle giornate di ‘Carlo Cannnella’, il noto scienziato e
accademico italiano esperto nel settore della nutrizione, e vede coinvolti i
referenti delle più importanti realtà legate alla tutela del patrimonio
ambientale e culturale italiano riferiti al settore alimentare.
“Pomì è un marchio 100% italiano – commenta Costantino
Vaia, managing director del Consorzio Casalasco del Pomodoro – che da sempre si
fa portavoce della tradizione culinaria e dei valori italiani della food
valley. La nostra presenza a questo importante appuntamento, sottolinea come
Pomì sia riconosciuto come un food ambassador del made in Italy in tutto il
mondo. La dieta mediterranea non è solo un trend sempre più attuale e più
ricercato, è uno stile di vita che si fonda sulla ricerca di semplici, ma
fondamentali esigenze: prodotti realizzati con materie prime di alta qualità
lavorate secondo una filiera certificata e puntualmente tracciabile, alimenti
che siano frutto di una realtà imprenditoriale che valorizza il territorio e
che si impegna quotidianamente nel rispetto dell’ambiente. In sintesi, la
nostra filosofia produttiva.” 

Pomì L+ è la passata ottenuta da pomodori freschi che contengono il
50% di licopene in più garantendo straordinarie proprietà
organolettiche
. Nasce dopo anni di ricerca e sperimentazione con metodi del
tutto naturali, che hanno permesso di individuare una varietà di pomodoro
fresco di altissima qualità, ad elevato contenuto di licopene, adatta
alla coltivazione nei terreni tra Parma, Piacenza, Mantova e Cremona, senza
ricorrere ad organismi geneticamente modificati (ogm).
Pomì L+ è sul mercato dal 2011 ed è stato pensato per interpretare le esigenze
del vivere contemporaneo: le scelte del consumatore moderno rivelano infatti
un’attenzione sempre crescente verso i prodotti che portano in tavola e una
preferenza per formati, più adeguati ai nuovi modelli di famiglia, che siano
garanzia di bontà e italianità.

 
www.pomionline.it 

    

  

Treccia ripiena o simil "Treccia Mochena" …… in ogni caso una delizia

Il caldo qui ormai se né andato, certo ci saranno sicuramente delle belle giornate settembrine, ma non più quelle giornate afose qui in questi giorni la massima si aggira attorno ai 20° il e questo spiega ogni cosa 

L’occasione giusta per preparare un bel dolcetto per i nostri cari, per me lo sapete i dolci che mi affascinano di più sono i lievitati. 


Questa treccia farcita nasce grazie a Viviana, che mi aveva chiesto come poteva fare la Treccia Mochena ………….. tengo a precisare di questa treccia non ho trovato riscontro sui miei numerosi libri trentini, quindi non so spiegarvi la sua provenienza posso però assicurarvi che il risultato è veramente delizioso. 
Essendo il ripieno molto ricco si sposa a meraviglia con un impasto simile alla treccia russa 
Base 
250ml latte 
7gr lievito (o più fino a 20gr se volete una lievitazione più veloce) 
550gr farina 00 (proteine 13%) 
3 cucchiai di zucchero 
1 pizzico di sale 
50gr burro

Ripieno 

3-4 cucchiai crema pasticcera (a piacere) 
Marmellata mirtilli o frutti di bosco 
Preparare un lievitino con il latte a temperatura ambiente, il lievito e tanta farina (presa dal totale) quanto basta per ottenere una pastella densa coprire e far lievitare per circa 30 minuti 
Appena il nostro lievitino sarà maturato (per foto vedere post treccia russa) aggiungere gli altri ingredienti ed impastare molto bene fino ad avere un impasto bello liscio ed elastico 
Coprire e mettere a lievitare a temperatura ambiente per almeno 60-90 minuti (meno se avete messo più lievito) o potete mettere l’impasto in frigorifero e lasciarlo lievitare per 5-6 ore o fino al mattino dopo secondo le vostre esigenze 
Quando il nostro impasto sarà bello lievitato non ci resta che stenderlo e farcirlo. 
Attenzione se avete scelto di far lievitare in frigorifero, l’impasto deve rimanere un’ora a temperatura ambiente prima di essere steso. 
Stenderlo in un rettangolo regolare non troppo sottile ed uniforme, con il semplice pressione delle dita dividere il rettangolo in tre parti uniformi. 
Nella parte centrale lasciando libero 1cm in cima e in fondo stendere la crema pasticcera (non ho messo la ricetta perché potete usare quella che preferite) ne bastano 3-4 cucchiai io ho messo la dose della coppetta nella foto. 
Poi sopra alla crema stendere della marmellata ai mirtilli o ai frutti di bosco. 
A crema e marmellata stesa, possiamo creare la nostra treccia, non è difficile serve solo un po’ d’attenzione. Tagliare con una spatola a strisce diagonali regolari i due lati della sfoglia (vedere foto si capisce meglio) spennellare la parte della sfoglia libera che abbiamo appena tagliato con del latte quindi incominciare a chiudere dal lato superiore. 
Chiudere verso il basso per primo il lembo lasciato libero dalla crema e poi alternativamente chiudere sopra il ripieno i lembi della sfoglia. Si possono chiudere incrociandoli o in strisce parallele, io preferisco tirare in lembi verso il lato opposto quasi parallelamente, questo permette al ripieno d’essere racchiuso completamente all’interno senza fuoriuscite. 
Trasferire la nostra treccia ripiena su della carta forno e mettere coperta a lievitare. 
NB: Se non sete troppo pratici, o per sentirvi più sicuri, potete stendere la sfoglia direttamente sulla carta forno, eviterete di doverla trasferire a farcitura avvenuta 
A lievitazione avvenuta spennellare con il latte e cuocere in forno caldo a 180° per circa 30 minuti 
Far raffreddare e gustare
Che ne dite gradite una fettina per incominciare bene la giornata, 
una fettina speciale però va a Viviana ………….. gradisci vero?

Proudly powered by WordPress