Categoria: Ricette

I piatti de La Prova del Cuoco 16 febbraio 2018

Gara 1° round
Oggi a La Prova del Cuoco del 16 febbraio 2018 si parte con lo scontro del 1° round: il tema della giornata è il gratin.
SQUADRA DEL POMODORO
Cesare Marretti ci cucina verdure al gratin di patate con cicoria.
SQUADRA DEL PEPERONE
Diego Bongiovanni ci prepara gratin di finocchi con anice stellato.
La vittoria va a Diego
Pasticciotti con crema pasticcera e amarene
INGREDIENTI
Pasta frolla:

500 g di farina debole
200 g di zucchero
300 g di burro fresco morbido
60 g di tuorli d’uovo (3)
50 g di uova intere (1)
10 g di sale
1/3 di bacca di vaniglia delle isole Bourbon
buccia di 1/4 limone di Costa d’amalfi igp grattugiata

Per la crema pasticcera:

700 g di latte fresco intero
300 g di panna fresca liquida
240 g di tuorli d’uovo (12)
300 g di zucchero
80 g di amido di mais
4 g di sale
4 bucce di limone costa d’Amalfi igp
1/3 di bacca di vaniglia delle isole Bourbon

Per le amarene sciroppate:

500 g di amarene tagliate a pezzetti
250 g di zucchero
30 g di amido di mais
6 g di pectina

PREPARAZIONE

Nella planetaria preparare l’impasto della pasta frollata e una volta pronta metterla a riposare in frigo al fresco;
Mettere il tuorlo d’uovo con lo zucchero ed amido;
Aggiungere nel latte con la vaniglia il composto ottenuto per fare la pasticcera;
Preparare il ripieno di amarene con amarene fresche: unire zucchero a velo unito alla peptina;
Mettere a bollire le amarene in pentola ed unire il composto;
Far raffreddare la crema una volta pronta;
Stendere l’impasto di pasta frolla in un disco e versare le amarene raffreddate;
Aggiungere la crema pasticcera;
Aggiungere un altro disco di frolla e chiudere i bordi per bene;
Bucarellare la torta sopra ed infornare a 180° per 30-40 minuti;
Spolverare di zucchero a velo e servire;

Campanile Italiano
La Calabria contro il Piemonte si sfidano nella gara di oggi a Campanile Italiano: i piatti che si preparano sono agnolotti verdi al plin ripieni di fonduta e la proposta calabrese che fanno spaghettoni con alici, pomodori e muddica di pane. Vince la Calabria!
Continua la lettura » 1 2

La Prova del Cuoco di martedì 13 febbraio 2018

Gara 1° round
Oggi a La Prova del Cuoco del 13 febbraio 2018, per il martedì grasso, vediamo i fritti di carnevale!
SQUADRA DEL POMODORO
Ambra Romani ci prepara cicerchiata all’anice.
SQUADRA DEL PEPERONE
Ivano Riccobono ci cucina bugie ripiene.
La vittoria di oggi è conquistata di Ivano Riccobono
Ketbab di pollo di Andrea Mainardi
INGREDIENTI

1 petto di pollo intero
4 rosette di pane
2 pomodori
100 g di maionese
4 folie di lattuga

Per la marinatura:

250 g di yogur magro senza zucchero
20 ml di olio evo
1 mazzetto di basilico
1 mazzetto di erba cipollina
1 lime
paprika affumicata qb
curry qb, sale e pepe qb

PREPARAZIONE

Tagliare le fettine di pollo e batterle leggermente, senza farlo troppo sottile;
Realizzare degli strati all’interno di una ciotola;
Aggiungere sopra yogurt magro, olio, sale e pepe;
Aggiungere paprika affumicata e curry;
Aggiungere un altro strato di carne, yogurt, erba cipollina, pepe e proseguire con tutti gli ingredienti:
Mescolare il tutto per bene;
Sbucciare e tagliare una patata e metterla come base;
Adagiare degli stecchini di legno spessi per realizzare una sorta di base per il kebab;
Metterli all’interno della patata, con la punta alta;
Adagiare una fetta di pollo orizzontale e verticale e proseguire così;
Cuocere a 180°C per 40 minuti;
Affettare le rosette, aprendole, e mettere la maionese;
Tagliare la carne come si fa con il kebab;

Finta cozza di Daniele Persegani
INGREDIENTI

100 g di albume
100 g di formaggio grattugiato
100 g di burro
100 g di farina
1 bustina di nero di seppia
paprika dolce
sale e pepe

Per il ripieno:

150 g di ricotta asciutta
1 mazzetto di erba cipolina
1 mazzetto di prezzemolo
50 g di prosciutto cotto
100 g di formaggio cremosa
50 g di salmone affumicato
1 limone
sale e pepe

PREPARAZIONE

Mettere nel robot farina e burro e, dopo aver sabbiato aggiungere anche il formaggio grattugiato e l’albume;
Aggiungere anche il nero di seppia e montare per bene;
Poi prendere un tappetino di silicone o un foglio di carta da forno e stendere con l’aiuto di una forma che assomiglia un po’ ai gusti delle cozze;
Togliere le formine e mettere per 2 minuti alla massima potenza;
Quando escono sono morbide, ma non toccatele, perché diventeranno croccanti dopo;
Frullare il salmone ed aggiungerlo in una ciotola insieme a ricotta, formaggio spalmabile, paprika ed erba cipollina;
In alternativa, potrete fare anche la versione con il prosciutto cotto;
Farcire una “cozza” e poi attaccare l’altro sopra;

Continua la lettura » 1 2

Pizzoccheri per il Calendario del Cibo italiano

Oggi è la Giornata Nazionale dei Pizzoccheri nel Calendario del Cibo italiano, un piatto povero ma ricchissimo di gusto. Una preparazione che per vari motivi non avevo mai fatto, ma oggi dopo aver letto il bellissimo articolo di Bruna, non ho resistito ho dovuto prepararli subito. Ho adattato la ricetta agli ingredienti disponibili in casa

Pizzoccheri 

(da ricetta dei pizzoccheri di Teglio)

Ingredienti (dosi per 2 persone)

200 gr di farina di grano saraceno

50 gr di farina bianca

100 gr di burro

125 gr di Puzzone (al posto del Casera)

75 gr di Trentingrana grattugiato

100 gr di verze

125 gr di patate

uno spicchio di aglio, pepe

Mescolare le due farine, impastarle con acqua e lavorare per circa 5 minuti.

Con il mattarello tirare la sfoglia fino ad uno spessore di 2-3 millimetri dalla quale si ricavano delle fasce di 7-8 centimetri. Sovrapporre le fasce e tagliarle nel senso della larghezza, ottenendo delle tagliatelle larghe circa 5 millimetri.

Cuocere le verdure in acqua salata, le verze a piccoli pezzi e le patate a tocchetti, unire i pizzoccheri dopo 5 minuti (le patate sono sempre presenti, mentre le verze possono essere sostituite, a secondo delle stagioni, con coste o fagiolini).

Dopo una decina di minuti raccogliere i pizzoccheri con la schiumarola e versarne una parte in una teglia ben calda, cospargere con formaggio di grana grattugiato e Valtellina Casera Dop a dadini, proseguire alternando pizzoccheri e formaggio.

Friggere il burro con l’aglio lasciandolo colorire per bene, prima di versarlo sui pizzoccheri.

Senza mescolare servire i pizzoccheri bollenti con una spruzzata di pepe.

Proudly powered by WordPress