Tag: toscano

Pane di patate dal profumo toscano

Il pane toscano ti parla di un territorio,, immediatamente quelle verdi colline occupano il tuo orizzonte e pensare d’assaporare questo pane all’ombra di un olivo è un associazione quasi immediata. Oggi il Calendario del Cibo italiano nella Giornata Nazionale del Pane toscano ce lo presenta innondandoci con i suoi profumi. Oggi il mio pensiero corre a un pane meno conosciuto il pane alle patate della Lunigiana terra al confine fra Toscana a Liguria che ci tramanda questo pane dal sapore genuino Purtroppo non ho avuto tempo di rifarlo o meglio non l’ho più fotografato, quindi vi ripropongo un vecchissimo post in cui troverete anche le foto dei passaggi. 
È un pane che oltre alla bontà indiscussa è il ricordo di un’amica che non può più essere qui ad apprezzare.

Pane alle patateDosi per due pagnotte da 700gr circa950-1000 g farina (dipende da farina)300 g patate7,5 g lievito di birra7 g sale250 g acqua300 g circa acqua cottura patate1° giorno ore 20.00 circaSciogliere 5 g lievito in 50 g acqua e aggiungere 100 g farina mescolare bene e mettere a lievitare2° giorno ore 20.00 circaIl panetto della sera si presenta con una bella alveolaturaSciogliere 2,5 g lievito in 200 g acqua tiepida (max 30°), poi aggiungere la pasta lievitata del primo giorno e circa 100.150 g di farina e mescolare bene, l’impasto non deve essere troppo liquido, coprire e mettere a lievitare3° giorno ore 17.00 circaSull’asse mettere la farina rimasta (circa 750 g) a fontana, aggiungere il sale e mescolare, al centro mettere le patate lesse schiacciate e poi la pasta lievitata del secondo giorno. Nb: le patate e l’acqua di cottura devono essere tiepide e non calde cuocerebbe il nostro lievito Iniziare a mescolare bene lievito e patate e poi un po’ alla volta la farina aggiungendo l’acqua di cottura delle patate (attenzione che non sia calda) mescolare bene il tutto. L’impasto è molto idratato, quando è ben lavorato dividerlo in due e con ogni pezzo fare delle pieghe e poi chiuderlo a palla, spolverarlo con semola e metterlo a lievitare (sostenerlo ai lati) per un paio d’ore coperto Io l’ho coperto con pellicola leggermente unta e stofinaccioQuando è ben lievitato cuocerlo nel forno preriscaldato per 30 minuti a 230° poi girarlo (a pancia in giù) metterlo sulla griglia e cuocerlo ancora 10 minuti a 200°

Bellissimo veramente e buonissimo

Un pane veramente gustoso

Menu Toscano – 1 ottobre 2012

Stasera torniamo con Benedetta nella meravigliosa Toscana, terra di meravigliosi paesaggi ma anche di ottima cucina che offre centinaia di piatti tipici.

Qui sotto riepiloghiamo le ricette cucinate in questa puntata, mentre per chi vuole suggeriamo di visitare anche altre ricette dal menu toscano della scorsa edizione a questa pagina[1].

il Menù di Benedetta del 01 ottobre 2012

(clicca sui link per vedere le ricette)

Antipasto: PANZANELLA
Primo: PAPPARDELLE AL CINGHIALE
Secondo: POLLO ALL’ENRICA CON FAGIOLI ALL’UCCELLETTO
Dolce: CANTUCCI[2][3][4][5]

References

  1. ^ a questa pagina
  2. ^ PANZANELLA
  3. ^ PAPPARDELLE AL CINGHIALE
  4. ^ POLLO ALL’ENRICA CON FAGIOLI ALL’UCCELLETTO
  5. ^ CANTUCCI

Panzanella

Il clima non è ancora troppo freddo perciò possiamo continuare a permetterci qualche piatto fresco e leggero, come la Panzanella, piatto tipico toscano cucinato questa sera da Benedetta Parodi seguendo questa ricetta.

Puntata I Menu di Benedetta: 1 ottobre 2012 (Menu Toscano[1])
Tempo preparazione e cottura:  15 min + 60 min ca.

Ingredienti Panzanella per 4 persone:

  • 2 cipolle rosse
  • acqua qb
  • aceto bianco qb
  • vino bianco qb
  • 1 cetriolo
  • pane qb
  • 1 pomodoro
  • sale
  • olio
  • basilico

Procedimento ricetta Panzanella di Benedetta Parodi

  1. Affettare la cipolla e metterla a macerare in acqua e aceto.
  2. Tagliare a dadini i cetrioli e il pomodoro.
  3. Bagnare le fette di pane private della crosta e condirle con l’aceto.
  4. Spezzettare il pane e unirlo in insalata a cetrioli, pomodori, cipolla sgocciolata.
  5. Condire con sale, olio e basilico e lasciare riposare in frigo un ora.

References

  1. ^ Menu Toscano

Proudly powered by WordPress