Tag: ricetta bonet di benedetta parodi

Il bonet piemontese

Non capisco perchè ho aspettato così tanti anni per farlo.

E’ una meraviglia di dolce,molto facile da fare e dal sapore unico.

L’ho visto in tantissimi blog senza mai decidermi a farlo ma un giorno, sfogliando alcune pagine del blog di Elena ( cooking-Elena.blogspot.it) ed avendolo rivisto,ho capito che era giunto il momento di provare questo dolce.

Bonet( si pronuncia bunet) significa  “ cappello”.Tale singolare nome, a quanto pare,è stato dato perchè essendo servito in tavola alla fine di un pasto fa da cappello al resto.

 

 

Dal blog di Elena, con una mia piccola aggiunta ( il caffè solubile)

Ingredienti:

100 g di amaretti

500 ml di latte

50 g di cacao amaro

100 g di zucchero

6 uova

un cucchiaino di caffè solubile

Inoltre:

uno stampo da plumcake

uno sbattitore elettrico

acqua

caramello ( io ho usato il top Fabbri caramello)

qualche amaretto per decorare

 

Con uno sbattitore elettrico lavorare bene le uova con lo zucchero.

A parte,usando un mixer,ridurre in polvere gli amaretti ed unire ad essi il cacao amaro e un cucchiaino di caffè solubile.

Aggiungere il composto di amaretti alle uova mescolando delicatamente.

In ultimo unire il latte ( non tutto in una volta) ed il composto per fare il bonet può dirsi pronto.

Ora bisogna fare il caramello che serve per rivestire lo stampo prima di versarci il composto.

Il caramello si fa facendo sciogliere,in un padellino, qualche cucchiaio di zucchero in poca acqua fino a quando diventerà bruno.

Avendo in casa la salsa dolce al caramello della Fabbri,mi sono risparmiata questo lavoretto e non ho sporcato altro.

Versare il caramello sul fondo di uno stampo da plumcake e roteare  lo stampo al fine di rivestirlo dello stesso.

Versare il composto dentro lo stampo.

Inserire lo stampo dentro una teglia più grande rivestita da un foglio di giornale e contenente acqua ( cottura a bagnomaria in forno).Naturalmente l’acqua non dovrà essere eccessiva altrimenti si rischia di bagnare il bonet.

Ho letto,in giro nel web, di un importante consiglio che qui riporto: l’acqua del bagnomaria non deve mai bollire poichè il risultato finale sarebbe un dolce troppo sodo e pieno di bolle piuttosto che morbido e compatto.

Cuocere il bonet in forno a 160° per circa 55 minuti.

Attendere che sia almeno tiepido per poterlo sformare e poi metterlo in frigorifero per un paio di ore prima di poterselo gustare ( tutto!!!!!)

 

 

Ricerche frequenti:

Proudly powered by WordPress