Tag: Pollo

Il tonno di pollo

 

Insomma……è un tonno o un pollo?

E’ un pollo che sembra tonno.

L’ho mangiato per la prima volta ( da lei però era un coniglio che sembrava tonno,cioè era un tonno di coniglio…..quanti giochi di parole,spero di non confondermi) a casa della mia amica Rossella di “ Salsapariglia” e me ne sono perdutamente innamorata.

Ed ora eccomi qui a presentare il mio piatto; non avendo un coniglio ho usato del pollo……buono!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ingredienti:

4 cosce di pollo

pomodoro,cipolla,carota e sedano ( per il brodo)

tanto aglio

tanta salvia fresca

pepe nero in grani

olio extravergine d’oliva Dante

fiocchi di sale di Cipro al peperoncino Falksalt

 

Togliere la pelle alle cosce di pollo.

Preparare un classicissimo pollo in brodo mettendo in un tegame acqua,pollo precedentemente lavato e salato,una cipolla,una carota,un gambo di sedano e due  o tre pomodorini.

Fare cuocere fino a cottura.

Il pollo deve risultare ben cotto al punto da staccarsi la carne dall’osso.

Attendere il suo raffreddamento e poi pulirlo tenendo soltanto i pezzi di carne che vanno fatti a piccoli tocchi.

In un barattolo di vetro o in una ciotola di ceramica con coperchio mettere olio,foglie di salvia,aglio intero ma sbucciato e pepe nero in grani.

Coprire questo fondo con i pezzetti di pollo e rifare lo strato di salvia,aglio,olio e pepe…..continuare fino ad esaurimento del pollo pressando bene il tutto.

In ultimo aggiungere una nota piccante con alcuni fiocchi di sale di Cipro al peperoncino.

Mettere il coperchio e dimenticarsi del tonno di pollo per minimo un giorno ( meglio due).

Riporre in frigorifero.

Nota: io e mio figlio Gianni ( i mangioni di casa) non abbiamo saputo aspettare e abbiamo subito assaggiato…..predico bene e razzolo male!!!!!  

 

La ricetta del risotto pere e pollo allo zafferano Cotto e Mangiato del 30 ottobre 2012

Pubblicato da Melody Laurino[1] alle martedì, 30 ottobre 2012 e classificato in Cotto e Mangiato[2], Programmi TV[3].

    Stampa ricetta/articolo[4]

Oggi Tessa Gelisio ci propone un primo piatto a Cotto e Mangiato[5] del 30 ottobre 2012:

INGREDIENTI

  • 3 scalogni
  • 700 g di pollo tagliato a dadini
  • 2 pere
  • 320 g di riso roma
  • 2 bustine di zafferano
  • brodo vegetale
  • 20 g di parmigiano

PREPARAZIONE

  • Affettare tre scalogni e metterli in padella con un po’ d’olio;
  • Aggiungere il pollo;
  • Aggiungere due pere tagliuzzate;
  • Tostare 320 g di riso ed allungare fino a metà cottura con brodo vegetale;
  • Prendere un po’ di brodo, metterlo in un bicchiere e scogliere due bustine di zafferano;
  • Unire il tutto;
  • Mantecare il risotto con del parmigiano, lontano dal fuoco;

cotto e mangiato,pere,pollo,Tessa Gelisio,zafferano[6][7][8][9][10]

References

  1. ^ Melody Laurino (plus.google.com)
  2. ^ Visualizza tutti gli articoli in Cotto e Mangiato (www.imenùdibenedetta.com)
  3. ^ Visualizza tutti gli articoli in Programmi TV (www.imenùdibenedetta.com)
  4. ^ Stampa ricetta/articolo (www.imenùdibenedetta.com)
  5. ^ Cotto e Mangiato (www.imenùdibenedetta.com)
  6. ^ cotto e mangiato (www.imenùdibenedetta.com)
  7. ^ pere (www.imenùdibenedetta.com)
  8. ^ pollo (www.imenùdibenedetta.com)
  9. ^ Tessa Gelisio (www.imenùdibenedetta.com)
  10. ^ zafferano (www.imenùdibenedetta.com)

Pollo al vapore e dintorni: tutto sulla cottura a vapore

Ricettepercucinare.com


pollo al vapore - Ricettepercucinare.com

Il pollo al vapore è un alimento che noi tutti amiamo specie quando ci sentiamo appesantiti ed abbiamo voglia di una cucina leggera e veloce. E non solo il pollo al vapore: sono innumerevoli le pietanze che, se cotte a vapore, ci consentono di limitare i grassi e di tenerci in linea, leggeri e sani. Scopriamo oggi alcune cose sulla cottura al vapore, con la piccola guida che ci apprestiamo a fornirvi in questa pagina. 

Come cuocere al vapore gli alimenti?

I cibi da cuocere al vapore sono innumerevoli e la tecnica tutto sommato è sempre la stessa. Per cuocere a vapore gli alimenti potete recarvi presso un negozio di elettrodomestici e comprarvi una vaporiera elettrica. Ne esistono di molto belle, a più livelli. Dunque potete dedicarvi alla cucina multilivello, mettendo sotto l’acqua, e sopra il pesce e le verdure, in cestelli differenti. Nella vaporiera l’acqua è postata ad ebollizione tramite elettricità.

In alternativa, e senza comprare una vaporiera, potete acquistare molto semplicemente un cestello di metallo o di bambù. Riporrete questo cestello sopra una pentola sulla quale avrete messo l’acqua a bollire. Dovrete dunque collocare gli alimenti nel cestello e coprire con un coperchio.

Un’altra opzione è data da robot più complessi e costosi. Il famoso robot da cucina Bimby per esempio, dispone di una vaporiera incorporata, chiamata Varoma. Si mette dunque l’acqua dentro il boccale e poi si mettono i cibi nel Varoma. I livelli disponibili sono due, un cestello più profondo e un vassoio.

Come cucinare a vapore per i neonati?

Come detto in apertura, spesso si opta per una cucina light per dimagrire o mangiare sano. A volte è necessario perchè si ha in casa un neonato. Un neonato nella delicata fase dello svezzamento deve mangiare cibi preparati a parte, appositamente per lui, leggerissimi e molto sani. Un cestello per la cottura a vapore vi servirà sicuramente. Potrete dunque preparare un brodo vegetale con carota e patata (poi piano piano aggiungerete altre verdure) e posizionare al di sopra il cestello. Nel cestello cuocerete il pollo al vapore. Non dimenticate il coperchio! Naturalmente il pollo dovrà essere poi tagliato finemente, aggiunto alle verdure schiacciate e al brodo. E poi potrete aggiungere la palla di riso o di semolino, per ottenere una pappa completa. Niente sale, naturalmente!

Perchè cuocere a vapore fa bene a qualunque età?

Cuocere a vapore fa bene a qualunque età perchè la cottura a vapore consente di trattenere tutti gli elementi nutritivi degli alimenti internamente ai cibi. Al contrario, nelle altre tipologie di cotture, alcune vitamine e sali minerali vanno perduti. Questo vale per le verdure soprattutto, ma anche per un pollo al vapore.

Come personalizzare la cottura a vapore?

La cottura a vapore è altamente personalizzabile. Torniamo all’esempio del pollo al vapore, ma possono essere anche patate o zucchine. Anche se non intendete aggiungere grassi, sappiate che la cottura al vapore è personalizzabile. Potete:

  • aggiungere delle spezie sui cibi, mentre cuociono (curcuma, zafferano, aglio, rosmarino, fettine di limone)
  • aggiungere delle spezie o aromi anche nell’acqua di cottura (una foglia di alloro, fette di agrumi)

Le spezie sono ottime alleate per rendere i cibi a vapore speciali e golosi anche se siete a dieta!



Proudly powered by WordPress