Tag: pere

Ricetta Crostini cacio e pere (Tuma dla Paja e Asian Pears)

Pubblicata 02/11/2012 Scritto da
Benedetta in Stuzzichini e finger food[1]

Un vecchio detto popolare dice… “Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere“… niente di più vero, a mio parere, tant’è che ho riproposto questo “matrimonio vincente” realizzando dei crostini da passare in forno e servire tiepidi/caldi… i protagonisti, ovvio, sono il formaggio e la pera ma… quali? Come formaggio ho utilizzato la Tuma dla Paja, formaggio fresco e cremoso prodotto da Occelli[2] con latte ovino e vaccino (un tempo veniva maturata nella paglia, da cui il nome), e l’Asian Peer (o pera asiatica), la pera Nashi per intendersi, pera che somiglia esteticamente più ad una mela che ad una pera, con un sapore dolce, fresco, dissetante, quasi etereo. Quello che ne è derivato è un crostino inusuale, velocissimo da preparare e assolutamente sfizioso per il formaggio che, fondendo e sciogliendosi, si sposa appassionatamente con la pera colando negli spazi tra una fetta di pera e l’altra!

Ingredienti per 2 persone:

– 5/6 fette di pane[3]
– 1 pera nashi (o altra varietà di pera)
tuma dla paja Occelli[4] (o altro formaggio cremoso)

Preparazione:

Preparate la fette di pane[5] in una pirofila da forno

 Lavate e asciugate la pera nashi, quindi tagliatela a metà, senza sbucciarla

 Tagliate in 4 spicchi, togliete il torsolo e tagliate la pera a fettine sottili ma non troppo

Disporre le fette di pera sopra il pane

Prendete il formaggio.. ecco la mia tuma dla paja, formaggio vincitore del 1° premio come  ”miglior formaggio” alla Fiera Internazionale Fancy Food di New York, USA

La crosta del formaggio è fine e ricoperta di muffe bianche…

Tagliatene tante fettine quanti sono i crostini… (i crostini erano 5.. una fettina è stata gustata seduta stante dalla golosona me medesima con la gelatina di uva fragola che ho realizzato 1 mesetto fa!)

Mettete le fettine della tuma sopra le fettine di pera (se volete potete togliere la crosta); la pasta del formaggio è visibilmente morbida e cremosa

 Infornate a 150° fino a che il formaggio si è sciolto…

Sentirete come il sapore delicato della pera si sposa con quello del formaggio, delicato e con sentori variegati di nocciola e paglia

Buon appetito! Con questa ricetta ho rinnovato il set di taglieri con coltelli Joseph Joseph che mi è stato regalato dallo chef  Matteo Ghigino quando ci siamo conosciuti a Lignano Sabbiadoro… utilissimo per avere sempre vari taglieri a portata di mano… se siete interessati, potete acquistarlo sul sito Wearunique.com[7]!![6]

References

  1. ^ Visualizza tutti gli articoli in Stuzzichini e finger food (www.imenùdibenedetta.com)
  2. ^ Occelli (www.occelli.it)
  3. ^ pane (www.imenùdibenedetta.com)
  4. ^ tuma dla paja Occelli (www.occelli.it)
  5. ^ pane (www.imenùdibenedetta.com)
  6. ^ Matteo Ghigino (matteoghigino.blogspot.it)
  7. ^ Wearunique.com (wearunique.com)

Strudel di Pere e Brisée

Insieme a Giorgia Surina, stasera cuoca d’eccezione, Benedetta ci propone una rivisitazione originale e decisamente velocizzata del classico strudel, utilizzando al posto delle mele le pere sciroppate e come pasta la brisee pronta.

Puntata I Menu di Benedetta: 28 febbraio 2013 (Menu Rompiscatole[1])
Tempo preparazione e cottura: 35 min. ca.

Ingredienti Strudel di Pere per 4 persone:

  • 1 rotolo di pasta brisee
  • biscotti secchi qb
  • 1 scatoletta di pere sciroppate
  • pinoli qb
  • gocce di cioccolato qb
  • cacao amaro qb
  • burro qb
  • cannella qb
  • zucchero semolato qb
  • scorza e succo di limone qb
  • 1 albume

Procedimento ricetta Strudel di Pere di Benedetta Parodi

  1. Srotolare la pasta brisee e bucherellarla con la forchetta.
  2. Grattugiare i biscotti secchi e cospargerli sulla brisee.
  3. Scolare bene le pere sciroppate e tagliarle a pezzettini, poi disporle sulla superficie della brisee come fosse una pizza.
  4. Proseguire con qualche manciata di pinoli e gocce di cioccolato, una spolverata di cacao, qualche fiocco di burro qua e la poi una spolverata di zucchero e di cannella.
  5. Completare con una grattata di scorza e una spruzzata di succo di limone, poi arrotolare la pasta su se stessa.
  6. Sigillare le due estremità con una leggere arricciatura a caramella e spennellare con l’albume.
  7. Disporre lo strudel su una placca da forno e cuocere a 180 gradi per 20 minuti.

References

  1. ^ Menu Rompiscatole

Cognà (o Cugnà)

Benedetta Parodi ci propone una nuova ricetta piemontese, questa sera tocca ad una salsa molto particolare, simile ad una mostarda ed ideale per accompagnare i formaggi ma anche le carni: la Cognà (si pronuncia Cugnà). Ecco cosa fare per prepararla.

Puntata I Menu di Benedetta: 27 settembre 2012 (Menu della Vendemmia[1])
Tempo preparazione e cottura: 7 ore ca.

Ingredienti Cognà (o Cugnà) per 4 persone:

  • 2 litri di mosto
  • 300 gr di mele cotogne
  • 300 gr di pesche noci
  • 300 gr di zucca
  • 300 gr di pere martin sec
  • 300 gr di fichi
  • 50 gr di gherigli di noci
  • 50 gr di nocciole
  • 50 gr di mandorle
  • formaggi misti qb

Procedimento ricetta Cognà di Benedetta Parodi

  1. Far ridurre il mosto per sei ore.
  2. Unire alla riduzione di mosto tutta la frutta fresca e la zucca tagliata a pezzi e la frutta secca.
  3. Far bollire per un’altra ora.
  4. Servire con un tagliere di formaggi.

References

  1. ^ Menu della Vendemmia

Proudly powered by WordPress