Subscribe via RSS

Foglie di ulivo con salsa di pomodori gialli e pescatorino

Found
The document has moved here.

Apache/2.2.22 (Debian) Server at www.ricettepercucinare.com Port 80

Pasta senza glutine: non solo per celiaci e intolleranti

Negli ultimi anni stanno aumentando sempre più i casi di celiachia e intolleranze alimentari più o meno importanti. È necessario però capire bene la differenza che c’è tra celiachia e intolleranza al glutine perché, nonostante vengano spesso confuse, comportando problemi differenti.
La celiachia è una vera e propria malattia autoimmune che è determinata geneticamente. Quando si presenta provoca una reazione del sistema immunitario e danneggia i villi intestinali.
L’intolleranza è meno aggressiva ma rappresenta il disturbo più diffuso legato al consumo di frumento e simili.
I disturbi in entrambi i casi sono molto simili, tra quelli più frequenti ci sono: gonfiore, dolore addominale, diarrea, vomito, mal di testa, dolori muscolari e articolari.
Utilizzare prodotti pensati appositamente, come la pasta senza glutine Felicia è un modo per prendersi cura di sé ed evitare la comparsa dei disturbi. 
In molti casi, anche se non si riscontrano problemi, è utile seguire una dieta per celiaci in modo da ripulire completamente il nostro organismo. È consigliato fare attenzione ai prodotti che si acquistano perché in molti casi si tratta di alimenti in cui vengono utilizzati diversi tipi di farine raffinate. Ciò significa che non si tratta di prodotti salutari come invece dovrebbero essere.
Perché scegliere la pasta senza glutine
Non è difficile trovare nei supermercati prodotti gluten free per i quali ogni marchio ormai ha pensato una linea apposita. Basti pensare che quello della pasta senza glutine è un mercato in continua crescita che in Italia vale 159 milioni di euro.
Attenzione però a non scegliere questi prodotti se si vuole dimagrire. In linea di massima accade il contrario e vengono utilizzati da chi è celiaco, soffre di intolleranza al glutine o necessita di una disintossicazione per l’organismo.
Tra le numerose alternative che si possono trovare in commercio, il consiglio è quello di provarle, assaggiarle, perché essendo un tipo di pasta particolare alcune risultano un po’ amare o senza sapore. Con un po’ di ricerca è possibile gustare piatti dal sapore unico e ricercato che permetterà di dimenticare i problemi che ci crea il consumo di glutine.
Importante sapere che le calorie e l’apporto di proteine e di carboidrati dei vari tipi di pasta senza glutine possono cambiare da una marca di prodotto all’altra, ma questo probabilmente è già noto.
Questi prodotti si possono trovare in molti supermercati, in erboristeria, nei negozi di prodotti per celiaci, nei negozi di prodotti biologici e negli shop online.
Cosa c’è da sapere
Secondo l’ultimo censimento del Ministero della salute, in Italia i celiaci sono circa 170mila. Le famiglie che scelgono i prodotti senza glutine sono 2 milioni. Un recente studio Nielsen, inoltre, rivela che l’11% degli italiani ritiene che questa tipologia di alimenti offra un vantaggio per la salute. Insomma, nel nostro paese si consumano questi tipi di prodotti anche se non siamo celiaci, un po’ perché fa realmente bene all’organismo che così si disintossica e un po’, diciamolo pure, perché va di moda.
Indipendentemente dalla motivazione, è sempre consigliato acquistare prodotti che siano certificati al 100%, soprattutto se siamo celiaci o intolleranti al glutine.

Orecchiette con crema di cime di rapa

Ricetta Orecchiette con crema di cime di rapa | Primi piatti asciutti

×

PREFERENZE NOTIFICHE PUSH