Tag: SENSI

Menu Senza Sensi di Colpa

Stasera si cucina con Benedetta senza sensi di colpa, preparando piatti e cibi sani, genuini e ovviamente anche molto buoni!

In questa puntata speciale anche un piatto molto particolare dell’ospite Marco Bianchi.

il Menù di Benedetta del 1 Marzo 2013

(clicca sui link per vedere le ricette)

Salvacena: BRANZINO AL SALE CON POMODORI VERDI FRITTI
Primo: RISO SEMINTEGRALE ALLA CURCUMA
Secondo: POLPETTE DI LENTICCHIE
Dolce: DELIZIA INTEGRALE[1][2][3][4]

References

  1. ^ BRANZINO AL SALE CON POMODORI VERDI FRITTI
  2. ^ RISO SEMINTEGRALE ALLA CURCUMA
  3. ^ POLPETTE DI LENTICCHIE
  4. ^ DELIZIA INTEGRALE

Comunicato stampa Olio Dante



TE E SCIENZA IN PIAZZA, IL RISVEGLIO DEI SENSI CON IL “LABORATOLIO DEL GUSTO”
A Bologna, da domani al 10 febbraio, al via i laboratori interattivi con i ricercatori degli Oleifici Mataluni


Un’esperienza sensoriale unica nel mondo dell’olio extra vergine di oliva, alla scoperta delle sue qualità gustative e olfattive, per allenare i sensi e imparare ad utilizzarli al meglio. Arriva a Bologna il “LaboratOLIO del Gusto”, ideato dagli Oleifici Mataluni di Montesarchio (BN) nell’ambito di “Arte e Scienza in Piazza 2013”, la manifestazione organizzata dalla Fondazione “Marino Golinelli”, in programma dal 5 al 10 febbraio presso Palazzo Re Enzo.
Sotto la guida degli esperti assaggiatori sanniti e dei ricercatori del Criol – Centro di ricerca degli Oleifici Mataluni, i visitatori potranno partecipare ai laboratori interattivi di analisi sensoriale, degustando l’extra vergine di oliva per acquisire l’uso di strumenti naturali, come il naso e la lingua, indispensabili per effettuare scelte alimentari e nutrizionali di qualità.
Le attività sono aperte a tutti, previa prenotazione, dal martedì alla domenica, mentre le scuole potranno accedere dal martedì al venerdì.
In particolare, l’iniziativa è rivolta agli alunni degli Istituti primari e secondari di I grado, che verranno coinvolti in divertenti prove di assaggio, realizzate in collaborazione con i Maestri della Pasticceria Stella di Rotondi (AV), a dimostrazione di come le sensazioni possano talvolta essere ingannevoli. Obiettivo del laboratorio, infatti, è di illustrare le possibilità di analisi del gusto e dell’olfatto, che possono essere stimolati ed utilizzati per affrontare in modo più consapevole la scelta dei prodotti alimentari, riscoprendo cosa davvero piace ai consumatori.
Crediamo molto nel trasferimento delle nostre conoscenze al consumatore – afferma Maria Savarese, ricercatrice del Criol e assaggiatrice professionista – che deve essere reso consapevole di ciò che mangia attraverso uno strumento valido per poter realizzare una scelta di qualità, con effetti positivi per la salute. Lo strumento di cui parliamo sono i nostri sensi, che diventano fonte di conoscenza. LaboratOLIO è pensato soprattutto per i bambini ma cimentarsi in un’esperienza del genere si rivelerà utile anche per gli adulti”.
Le proprietà sensoriali dell’olio di oliva richiedono grande attenzione perché rappresentano anche un indice delle proprietà nutrizionali del prodotto. L’evento formativo approfondirà anche altre tematiche: la funzione dei grassi a tavola, le differenze tra i diversi tipi di lipidi e l’importanza dell’olio extra vergine, alimento principe della dieta mediterranea.
Dopo il successo nelle edizioni 2010 e 2011 del Festival della Scienza di Genova, dunque, gli Oleifici Mataluni continuano in prima linea a portare avanti attività didattiche, ideate per abituare soprattutto i consumatori più giovani a riconoscere le proprietà dell’olio extra vergine italiano, affinché la scelta di cosa mangiare sia sempre più consapevole.

Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il sito www.lascienzainpiazza.it/info-e-prenotazioni/


Gli Oleifici Mataluni, nati nel 1935 e situati a Montesarchio (Benevento), rappresentano uno tra i più importanti complessi agroindustriali oleari al mondo e si estendono su una superficie di 160mila mq.

Con un fatturato di 230milioni di euro, 200 dipendenti (età media 29 anni), un Centro di ricerca riconosciuto dal MIUR e specializzato in materie olearie e packaging innovativo, si posizionano ai primi posti nello scenario distributivo domestico ed internazionale. Gli Oleifici Mataluni raggruppano 23 marchi storici – come Olio Dante, Topazio, Olita, OiO, GiCo, Minerva, Lupi e Vero – ed in private label producono oli alimentari per aziende leader della Grande Distribuzione Organizzata italiana ed estera.




Delizia Integrale – Crostata con Noci Miele e Albicocche

Si può mangiare un dolce senza troppi sensi di colpa? Certo, quando c’è una bella pasta frolla integrale preparata con l’olio al posto del burro e farcita con frutta secca sostanziosa ma genuina come noci e albicocche secche dolcificata e legata con il miele.

Puntata I Menu di Benedetta: 1 marzo 2013 (Menu Senza Sensi di Colpa[1])
Tempo preparazione e cottura: 70 min. ca.

Ingredienti Crostata Integrale con Noci Miele e Albicocche:

  • 225 gr di farina 00
  • 225 gr di farina integrale
  • 1 bustina di lievito
  • 150 gr di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • scorza di limone
  • 150 gr di olio di semi
  • sale
  • 3 uova
  • 300 gr di noci
  • 250 gr di miele
  • 150 gr di albicocche secche
  • 100 gr di miele

Procedimento ricetta Crostata Integrale con Noci Miele e Albicocche di Benedetta Parodi

  1. Unire nel mixer le farine con il lievito, lo zucchero la vanillina e la scorza di limone e frullare un po per amalgamare.
  2. Aggiugnere anche l’olio di semi e riprendere a frullare, unendo anche un pizzico di sale e le tre uova, una per volta, mentre il mixer va.
  3. Appena inizia a formarsi una palla, trasferire sulla spianatoia compattandola bene con le mani, poi dividerla in due e stendere la prima metà tra due fogli di carta forno infarinata con il matterello.
  4. Trasferire questa frolla all’interno di una teglia rotonda.
  5. Sciogliere un po’ il miele e mescolarlo con le noci, poi versare tutto all’interno del guscio di frolla.
  6. Tagliare a pezzetti le albicocche e distribuirle sopra alle noci.
  7. Stendere anche il secondo panetto di frolla sempre tra due fogli di carta forno, poi adagiarla sopra alla torta, sigillando bene i bordi.
  8. Cuocere la crostata per 50 minuti a 180 gradi in forno statico.
  9. Per la glassa sciogliere completamente il miele in un pentolino, poi distribuirla sulla crostata.

References

  1. ^ Menu Senza Sensi di Colpa

Ricerche frequenti:

Proudly powered by WordPress