Tag: pentola a pressione

Quanto cuocere i finocchi al vapore

Ricettepercucinare.com


finocchi al vapore - Ricettepercucinare.com

I finocchi al vapore rappresentano un contorno leggero e gradito che ci può far compagnia durante tutto l’inverno. Sono l’ideale anche per chi è a dieta, visto il loro modesto apporto calorico. Naturalmente molti di voi preferiranno i finocchi gratinati, con una bella dose di besciamella e formaggio, o di finocchi al burro. Ma a volte è bene applicare un regime alimentare detox, lasciar da parte le golosità e mangiare sano. In questo senso i finocchi al vapore sono la scelta perfetta. Vediamo dunque quanto cuocere i finocchi al vapore in modo da ottenere una consistenza perfetta ed altre informazioni utili sull’argomento cottura a vapore. 

Quanto cuocere i finocchi al vapore?

Per la cottura dei finocchi al vapore sono sufficienti 10-15 minuti. Per farli, non occorre una vaporiera. Mettete sul fuoco una pentola con acqua a bollire. Quando bolle, posizionate il cestello sulla pentola. Vendono appositi cestelli per la cottura a vapore online, su siti specializzati o siti generalisti di vendita online. Ne troverete di diversi dunque potrete scegliere tra un cestello per la cottura a vapore d’acciaio oppure un cestello per la cottura a vapore in stile orientale, in bambù per esempio. Ad ogni modo, la risposta alla domanda “quanto cuocere i finocchi al vapore” è 10 massimo 15 minuti. Tutto dipende anche da quanto grossolanamente tagliate i vostri finocchi.

Come lessare i finocchi in pentola a pressione?

La pentola a pressione è molto comoda perchè come sapete riduce drasticamente i tempi di cottura. Per lessare i finocchi in pentola a pressione, mettete l’acqua nella pentola, quando bolle mettete i finocchi e un pizzico di sale. Chiudete. Dal fischio calcolate 5 minuti appena! Decisamente una soluzione molto veloce.

Quante calorie hanno i finocchi al vapore?

Come detto i finocchi al vapore sono una buona soluzione per chi vuole tenersi leggero e mangiare detox. E non solo: se fate una dieta dimagrante i finocchi al vapore fanno al caso vostro. In 100 grammi di finocchi al vapore vi sono 22 calorie appena. Senza contare l’eventuale olio che aggiungerete, ovviamente.

Come si usa il cestello per la cottura a vapore?

E’ molto molto semplice. Vediamo come si usa il cestello per la cottura a vapore. Prendete una pentola e portate dell’acqua ad ebollizione. Sopra la pentola posizionate un cestello per la cottura a vapore o, se non ce l’avete, un semplice colapasta. Il vapore che sale dalla pentola, cuoce gli alimenti in modo del tutto naturale. Le verdure peraltro non perdono i loro preziosi elementi nutritivi come avviene invece per la cottura tradizionale tramite bollitura. In alternativa esistono vaporiere vere e proprie: se avete spazio in cucina, possedere una vaporiera può far comodo, perchè consente anche una cottura multilivello: potrete mettere pesce, carne e contorni a più livelli. Anche il Varoma del Bimby è una vaporiera, e in quel caso la cottura multilivello si fa più articolata.

 



Gnocchi di patate ricetta base


Ingredienti per 6
persone:
1 Kg. di patate a pasta bianca
500 g. di farina 0
1 uovo
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per 
gnocchi e torte salate
Procedimento:
 In una pentola a
pressione, inserite le patate sbucciate e tagliate a metà con 2 bicchieri di
acqua.
Portate la pentola al sibilo, abbassate la fiamma e
calcolate 15 minuti.
Scaricate la pentola dal vapore, apritela, togliete le
patate dall’acqua e schiacciatele al passapatate, direttamente nella ciotola
della planetaria. Aggiungete la farina, l’uovo, il lievito ed impastate per 10
minuti circa.
Regolate eventualmente di farina, se l’impasto dovesse
essere troppo umido, al termine deve risultare compatto e morbido.
Cospargete di farina il tagliere e appoggiate l’impasto.
Lavorandolo con le mani, formate dei cilindretti allungati, tagliateli a
tocchetti  e passateli uno per uno sul
dorso della grattugia da formaggio, trascinandoli con il dito, in questo modo si
svuoteranno e prenderanno il motivo della grattugia. In alternativa alla
grattugia, potete usare la forchetta utilizzando lo stesso procedimento, in
questo modo prenderanno la rigatura dei rebbi. 
Lasciare gli gnocchi sul tagliere, cosparsi di farina fino al momento
della cottura.
Due parole:

Avendone fatti tanti, 
quelli che mi sono rimasti dalla cottura,  li ho stesi 
in un vassoio ricoperto di carta forno 
e congelati. Una volta induriti, li ho passati in un sacchetto, chiusi e
lasciati in freezer fino al momento di utilizzarli.  
E’ possibile, saltare il passaggio di lavorazione  con la grattugia o la forchetta. Basterà
tagliare i cilindretti a tocchetti e buttarli in acqua bollente, il risultato
sarà ottimo comunque e molto più veloce, ma non avendo la fossetta
raccoglieranno  peggio il sugo.
Un occhio di riguardo alle patate. Accertatevi, al momento
dell’acquisto, che siano adatte a questa preparazione, io ho utilizzato quelle
a buccia rossa e pasta bianca. Al supermercato,  sulle confezioni di alcune marche, troverete
scritto il consiglio per il loro utilizzo, se siete indecisi, prendete patate
adatte a tutte le preparazioni. E’ importante che non si sfaldino in cottura
oppure, ahimè,  gli gnocchi si
scioglieranno nell’acqua.
 Conditi con pesto al basilico
Ringrazio i blog che mi hanno pensato assegnandomi questi doni.

http://smilebeautyandmore.blogspot.it/

http://distrazionisfiziose.blogspot.it/

Come eliminare l’odore dei broccoli in casa

come eliminare l


come eliminare l'odore dei broccoli - Myitalian.recipes

Sei di quelli che non friggono, non fanno il pesce nè i broccoli perchè poi la casa ha un odore poco gradito? Oggi ti raccontiamo come eliminare l’odore dei broccoli. Tra le verdure buone e ricche di sostanze nutrienti per il nostro organismo vi è il broccolo: molti, però, non lo preparano perché odiano l’odore che si diffonde per la casa.

Perché é importante mangiare i broccoli e come eliminare l’odore dei broccoli

Prima di svelarti il nostro segreto circa come eliminare l’odore dei broccoli, vogliamo darti qualche motivo in più – dal punto di vista nutrizionale – per convincerti a consumare questo cibo. I broccoli, se mangiati regolarmente, possono aiutarti ad assumere una grande quantità di vitamine: infatti, contengono vitamina A, C, E, K e B, oltre che acido folico. Delle ricerche effettuate di recente, peraltro, dicono che i broccoli sono un ottimo anti-tumorale! Questa verdura, inoltre, è perfetta per tantissime preparazione: ad esempio, li potrai usare come un semplice contorno da condire con olio e sale, ma anche per un buon condimento della pasta o, perché no, sopra alla pizza.

Come eliminare l’odore dei broccoli in modo intelligente: i trucchetti della nonna

Le soluzioni che ti daremo oggi ti consentiranno di eliminare l’odore dei broccoli che si diffonde per casa durante la loro preparazione! Iniziamo parlando di un rimedio assai semplice: nell’acqua in cui dovrai bollire i tuoi broccoli, potrai inserire all’interno degli spicchi di limone o, in alternativa, 3 foglie di alloro, un po’ di mollica di pane bagnata con succo di limone o aceto. Alcune persone, poi, suggeriscono di prendere una patata imbevuta di succo di limone e aceto e di metterla nell’acqua di cottura delle verdure. Potrai sfruttare questi piccoli escamotage sia per la cottura classica nella pentola che con la pentola a pressione. Da evitare, invece, è l’inserimento di mollica nella valvola di sfogo della pentola a pressione: è un’idea decisamente pericolosa che potrebbe causare danni seri alla tua cucina e alla tua persona se sarai poco distante da essa. Infine, l’ultimo suggerimento che ci sentiamo di darti riguarda l’uso dell’aceto: potrai collocare una tazza di aceto vicino al piano cottura oppure metter a bollire di fianco un pentolino con un po’ di aceto, in contemporanea con i broccoli. In questo modo, riuscirai sicuramente a diminuire o eliminare l’odore dei broccoli che si diffonde per le stanze della casa!

Proudly powered by WordPress