Tag: Lavate

INSALATA DI POLIPO E CECI

Questo tipo di cottura del polipo, così particolare,  mi fu
insegnata circa 20 anni fa da una signora siciliana moglie di un pescatore.
Devo dire che avevo qualche perplessità, poi  decisi di  provarla e vi assicuro che il polipo cuoce
con i liquidi che produce e rimane morbidissimo e molto gustoso.
Provare per credere!

Ingredienti per 4 persone:
un polipo da 1 kg.
200 gr di ceci cotti e scolati
1 mazzettino piccolo di prezzemolo
una decina di capperi di Pantelleria sotto sale
2 spicchi d’aglio
un limone
aceto bianco
olio extravergine d’oliva q.b.
sale  q.b.
pepe q.b.
PREPARAZIONE

Lavate bene il polipo e mettetelo  con
uno spicchio d’aglio e il succo di mezzo limone in una pentola senza aggiungere
acqua ( cuocerà nella sua), mettete il coperchio e cuocete per 40 minuti a
fuoco bassissimo, ogni tanto muovete dolcemente il polipo. Fatelo raffreddare
nella sua acqua. Nel frattempo, dissalate i capperi di Pantelleria mettendoli
in una tazza  per circa 15 minuti  cambiando spesso l’acqua, lavate il
prezzemolo, asciugatelo e tritate le foglie con i capperi e lo spicchio d’aglio
rimasto.

Scolate il polipo, pulitelo 
togliendo la pelle e le ventose, tagliatelo a tocchetti di circa 2 cm e
mettetelo in una ciotola.
Scolate bene i ceci, uniteli al  polipo,
aggiungete il trito di prezzemolo , aglio e capperi, il sale, il pepe, l’olio, il succo
del mezzo limone rimasto e un po’ di aceto bianco. Mescolate bene, lasciate
insaporire per una mezz’ora  e servite.
E……buon appetito!





Se vi piace il polipo in insalata provatelo anche così (cliccate sul nome della ricetta)


Insalata di polipo, olive e peperoni

 


Sugoli d’uva nera-

Ingredienti:
1 kg di uva nera
100 gr di zucchero-Italia zuccheri
70 gr di farina
120 gr di acqua
Procedimento:
Lavate l’uva e mettete gli acini in un tegame con l’acqua.
Mettete il tegame sul fuoco a bassa temperatura, coprite e mescolando di tanto in tanto fate appassire l’uva. Dopo circa 20/25 minuti avrete l’uva bella appassita con una buona dosa di liquido.
Passate tutto il composto al passaverdura, se utilizzerete quello a trama finissima, tipo colino x il brodo, eviterete poi tutti i noiosi passaggi di filtraggio e colatura.
In una terrina mettete la farina, lo zucchero e la vanillina e lentamente mescolando con una frusta versate il succo d’uva. Se vi ritroverete con dei grumi potrete utilizzare le fruste elettriche, ma direi, che facendo un po’ di attenzione non vi serviranno.
Travasate il composto, che sarà molto liquido, in un tegame antiaderente e cuocete a fuoco lento mescolando sempre, e facendo attenzione a non formare grumi, esattamente come fareste con una crema pasticcera. In 30 minuti circa il composto sarà diventato omogeneo e molto denso.
Versatelo in piccole ciotole o vasetti monoporzione e mettete in frigo, almeno un’ora prima di consumarli.
Qui la fonte.

Qui le mie ricette

Pomodori gialli al farro-

Ingredienti per 3 persone:
10 pomodori gialli
200 gr di farro Melandri Gaudenzio
3 cucchiai di pane grattugiato
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di pesto
1 uovo
olio evo qb Dante
Procedimento:
Lessate il farro e nel frattempo lavate e tagliate a metà i pomodori, svuotateli dai semi e poneteli in una teglia da forno ricoperta di carta forno.
Scolate il farro passatelo sotto il getto dell’acqua fredda e conditelo con il pesto il formaggio grattugiato, l’uovo e il pane.
Riempite i pomodori aggiungete un filo di olio e cuocete per 40 minuti a 170 gradi, attivando la ventola gli ultimi 10 minuti.

Proudly powered by WordPress