Tag: i menu di benedetta torta pasqualina

Torta colomba ……… per una scampagnata

L’inizio di marzo finalmente ci sta regalando delle giornate quasi primaverili, ieri la domenica è stata veramente splendida, una giornata tiepida trascorsa in compagnia nella pace del nostro castaneto a Nago. Con queste prime giornate di sole le gemme si stanno risvegliando dal lungo letargo, in pochi giorni sarà un’esplosione di colori. A parte il pranzo a base di polenta e spezzatino, non poteva certo mancare un dolce per festeggiare la primavera che sta arrivando.


Con la primavera sta arrivando anche la Pasqua e così ho preparato una torta colomba con l’impasto delle colombine, veramente gustosissima ………….. le foto sono riuscita a farle solo delle ultime fette ……………

La ricetta è quella delle colombine, ho solo ridotto il lievito creando un pre-impasto, però potete usare il procedimento e la forma della ricetta originale
Pre-impasto
120gr acqua 
115gr farina 00 Rieper(proteine 13%)
7gr lievito di birra
Impasto
385gr farina 00 Rieper gialla
100gr zucchero
100gr burro
5gr sale
3gr lievito di birra
2 uova
1 tuorlo
vaniglia
scorza d’arancia grattata
50gr circa acqua (alla fine)
Glassa
130gr zucchero semolato 
65gr farina
acqua 
zucchero semolato
zucchero a velo
Preparare il pre-impasto mescolando gli ingredienti, coprire con pellicola e mettere a lievitare per un paio d’ore o fino a quando è ben lievitato ed inizia a cedere.
Quando il nostro impasto sarà ben lievitato, aggiungere un po’ alla volta tutti gli altri ingredienti, lasciando per ultima l’acqua ed impastare bene, verso la fine quando il nostro impasto sarà quasi completamente amalgamato aggiungere l’acqua. L’impasto deve risultare molto liscio ed elastico, se fosse troppo morbido lavorarlo un po’ sulla spianatoia leggermente spolverizzata di farina, ma non esagerate è un impasto morbido. 
Quando l’impasto è pronto metterlo coperto a lievitare per circa 1 ora.
Dopo la lievitazione dividere l’impasto a metà e girare ogni pezzo di pasta su se stesso chiudendo la parte tagliata verso l’interno prima da un lato e poi nel lato opposto.
Ora allungate i due pezzi e metteteli sormontati a croce (o a forma di colomba come post originale) in una teglia o sulla placca del forno. 
Coprite e mettete nuovamente a lievitare fino al raddoppio.A lievitazione quasi ultimata preparare una glassa con 130gr di zucchero e 65gr di farina mescolare bene e aggiungere acqua fino ad ottenere una pappetta densa ma spalmabile con un pennello (non deve colare) e spennellare l’impasto senza compromettere la lievitazione!!!!
Quindi cospargerlo di zucchero semolato e poi d’abbondante zucchero a velo.
Cuocere a 220° per circa 10-15 minuti, non deve seccarsi troppo.
Decisamente buonissima e molto apprezzata …………..  

la glassa stuzzicante ………. torta ideale per poter essere gustata all’aperto
vi consiglio di provarla in versione torta o colombine vi conquisteranno

Ricerche frequenti:

Torta Virginia ricetta Parodi da "I menù di Benedetta"

Buonissima questa torta che ci ha presentato oggi la nostra amica Benedetta e anche molto semplice da realizzare. Stiamo parlando della torta Virginia
(il nome arriva dalla nonna di una componente dello staff), una torta a base di cioccolato ed amaretti, semplice da realizzare e davvero molto appetitosa. Vediamo come cucinarla!

Ma ecco la lista degli ingredienti e il procedimento utilizzato dalla nostra Benedetta per cucinare questo buonissimo piatto dal titolo “Torta Virginia” nella sua trasmissione televisiva

Tempo preparazione e cottura: 50 min ca.


Ingredienti Torta Virginia x 4 persone
  • 100 gr di cioccolato fondente
  • 200 gr di burro
  • 4 uova
  • 200 gr di zucchero
  • 150 gr di amaretti
  • 160 gr di farina
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • latte qb
  • sale
  • cioccolato in gocce qb
Procedimento per cucinare la ricetta Torta Virginia di Benedetta Parodi

Mettete a sciogliere il cioccolato in un pentolino insieme al burro.

Mettete quindi a sbattere i tuorli con lo zucchero aggiungendo poi del cioccolato fuso che avrete fato raffreddare.

Aggiungete poi anche la farina insieme al lievito e alla vanillina e mescolate poi con una spatola aggiungendo un goccio di latte per far ammorbidire il composto.

Unite quindi anche gli amaretti tritati al mixer e mescolate il tutto. A parte, nel frattempo, montate gli albumi con un pò di sale ed incorporateli in maniera molto delicata al vostro composto avendo cura di mescolare dal basso verso l’alto.

Completate quindi il dolce con una manciata di gocce di cioccolato. Trasferite il composto ottenuto in un tortiera che avrete, in precedenza, imburrato ed infarinato oppure che avrete foderato con della carta forno.

Mettete a cuocere in forno a 180° per circa 30 minuti.

    Non ci resta che augurarvi….buon appetito!

    Video della ricetta Torta Virginia presentato da Benedetta Parodi in tv

    Se la ricetta “Torta Virginia” vi è piaciuta e l’avete cucinata anche voi, lasciate il vostro commento, saremo ben contenti di riportare le vostre opinioni

    Ricerche frequenti:

Torta salata simil pasqualina

In cucina anche l’ingrediente più povero può essere il protagonista di un piatto veramente superbo e le torte salate sono sicuramente capaci di questo trasformismo e più l’ingrediente è semplice più ne risulterà esaltato dalla preparazione. 

La torta Pasqualina proposta da Vitto per Mtc di settembre è proprio una splendida torta salata avvolta in una splendida pasta che rende il piatto ancor più sontuoso. 


Unico problema il tempo, sempre tiranno e anche questa volta sono arrivata sul filo di lana, però non potevo assolutamente mancare. 
Se mi conoscete un po’, sapete che per cucinare uso principalmente i prodotti dell’orto, avrei preferito farla con i porri, però quest’anno sono stati il pranzo preferito di una talpa e così ho usato le bellissime biete foglie e coste comprese, che con quest’estate pazza sono veramente splendide. 
Per la ricetta vi consiglio di guardare il bellissimo post di Vitto 
Pasta 
300gr farina 0 
30gr olio 
75gr vino bianco secco 
75gr acqua 
Ripieno 
biete 
200gr ricotta 
grana grattugiato 
2 uova 
Sale e pepe 
Noce moscata 
Amalgamare tutti gli ingredienti della pasta fino ad avere un impasto morbido ma non appiccicoso, poi mettere a riposare coperto per circa 2 ore. 
Prima di stenderla dividere l’impasto in 5 porzioni. 
Mentre la pasta riposa cuocere le biete, separando le foglie dalle coste (cuocendole separatamente manterranno integro il loro colore) e poi saltarle in padella con un po’ d’olio per farle asciugare, quindi aggiungere un po’ di noce moscata, una bella manciata di grana grattugiato, regolare di sale e pepe e mettere a raffreddare. 
Ungere una teglia da 24cm e poi foderarla con una sfoglia sottile ottenuta stendendo una pallina di pasta. 
La pasta si stende in maniera meravigliosa con il mattarello e poi si assottiglia con le mani leggermente infarinate …………….da Vitto vedete anche le foto ………….. per questa volta credetemi sulla parola (durante la preparazione non avevo la macchina fotografica disponibile) però è un po’ come tirare la pasta dello strudel 
Una volta foderata la teglia con una sfoglia, ungetela con un filo d’olio e poi stendere sopra un’altra sfoglia. 
Versate dentro il composto di biete e poi sopra la ricotta che avremmo mescolato con le uova e un pizzico di sale e noce moscata. 
Adesso bisogna stendere le ultime tre sfoglie con cui copriremo la nostra torta salata facendole debordare un po’, quindi prima di aggiungere la seconda spennellare con un filo d’olio, poi appoggiare la seconda sfoglia e ungere bene, appoggiare al bordo una cannuccia per soffiare aria tra uno strato e l’altro, quindi appoggiare l’ultima sfoglia e ungerla. 
Chiudere bene i bordi a cordoncino soffiare l’aria e quando è bella gonfia a palloncino togliere rapidamente la cannuccia e sigillare l’apertura. 
Infornare a 180° per circa 40-45 minuti. 
Appena tolta dal forno spennellarla delicatamente (ecco questo passaggio io l’ho proprio dimenticato), però posso assicurarvi che è favolosa. 
Lasciarla raffreddare prima di tagliarla
Io l’ho mangiata oggi con delle fettuccine degli ultimi peperoni dell’orto.
Veramente ottima scelta come sempre e geniale il trucco della cannuccia
grazie Ale, Dani e Vitto a voi spetta adesso l’ardua scelta 

Ricerche frequenti:

Proudly powered by WordPress