Tag: frullare

I fusilli integrali con parmigiano verde, olive nere e bomba del capo

Avete mai fatto il parmigiano verde? E’ profumatissimo…..

Basta frullare in un mixer del parmigiano reggiano con delle foglie odorosissime di basilico appena raccolto ed il gioco è fatto.

Si può congelare ed averlo,quindi,sempre a portata di mano.

 

 

piatti La Fabbrica Della Ceramica di Susanna De Simone

 

Ingredienti:

300 g di pasta integrale formato fusilli Valdigrano

un pugnetto di olive nere

quattro cucchiai di Bomba del Capo Tipici Mediterranei ( melanzane,peperoncino piccante,peperoncino dolce,pomodori secchi,funghi,carciofi,aglio,olio)

parmigiano verde q.b.

 

Cuocere i fusilli ben al dente e passarli in padella con i quattro cucchiai della piccantissima e buonissima bomba del capo,le olive nere snocciolate ed una generosa manciata di parmigiano verde.

Più veloce di così!!!!!

 

 

 

 

 

 

 

La Prova del Cuoco del 22 novembre 2012

Pubblicato da Melody Laurino[1] alle giovedì, 22 novembre 2012 e classificato in Programmi TV[2], Ricette La prova del cuoco[3].

    Stampa ricetta/articolo[4]

CAMPANILE ITALIANO

La Prova del Cuoco del 22 novembre 2012 parte con lo scontro di Campanile Italiano; oggi lo scontro è tra la regione Calabria[5] da Cosenza marito e moglie che fanno involtino di verza con maiale nero di Calabria e gnocchetti sabbiadoro, mentre gli avversari dalla Sardegna[6] da Bosa che preparano una fregola profumata con pistilli di zafferano e tagliata di razza. La vittoria va alla Calabria.

ANDREA RIBALDONE – LA RICETTA DELL’ORZOTTO CON BARBABIETOLA E GORGONZOLA

INGREDIENTI

  • 400 g di orzo perlato
  • 2 barbabietole precotte
  • 50 g di grana grattugiato
  • 200 g di gorgonzola
  • 30 g di burro
  • 2 cipolle dorate
  • 50 ml di vino bianco
  • 200 ml di latte
  • 1 rosso d’uovo
  • 2 litri di brodo vegetale
  • olio evo

PREPARAZIONE

  • Primo segreto: usare l’orzo per una cottura al dente al posto del riso;
  • In un tegame, mettere con un goccio d’olio l’orzo;
  • Tostare leggermente e poi bagnare con il brodo, come un risotto;
  • Tagliare la cipolla e mettere in un’altra padella;
  • Aggiungere anche del vino bianco e far andare per 10 minuti;
  • Quando la cipolla è morbida frullare per ottenere una crema;
  • A metà cottura dell’orzo (25 minuti totale della cottura), aggiungere la crema di cipolla;
  • Frullare le barbabietole precotte, senza aggiungere nulla;
  • A parte, mantecare con la crema di barbabietola l’orzo;
  • Aggiungere il parmigiano;
  • Mettere a scaldare il latte ed aggiungere il gorgonzola;
  • 2° segreto: aggiungere un rosso d’uovo per rendere la fonduta più cremosa, senza mettere panna o farina;
  • Frullare il tutto per ottenere la fonduta;
Continua la lettura » 1 2

Andrea Ribaldone,barbabietola,Campanile Italiano,gorgonzola,Maria De La Paz,ossobuco,Renato Salvatori,trota[7][8][9][10][11][12][13][14]

References

  1. ^ Melody Laurino (plus.google.com)
  2. ^ Visualizza tutti gli articoli in Programmi TV (www.imenùdibenedetta.com)
  3. ^ Visualizza tutti gli articoli in Ricette La prova del cuoco (www.imenùdibenedetta.com)
  4. ^ Stampa ricetta/articolo (www.imenùdibenedetta.com)
  5. ^ Calabria (www.imenùdibenedetta.com)
  6. ^ Sardegna (www.imenùdibenedetta.com)
  7. ^ Andrea Ribaldone (www.imenùdibenedetta.com)
  8. ^ barbabietola (www.imenùdibenedetta.com)
  9. ^ Campanile Italiano (www.imenùdibenedetta.com)
  10. ^ gorgonzola (www.imenùdibenedetta.com)
  11. ^ Maria De La Paz (www.imenùdibenedetta.com)
  12. ^ ossobuco (www.imenùdibenedetta.com)
  13. ^ Renato Salvatori (www.imenùdibenedetta.com)
  14. ^ trota (www.imenùdibenedetta.com)

Ricetta insalata russa

Già quando ero un’ingenua adolescente che sbadatamente prendeva l’autobus che andava nella direzione opposta alla scuola (e sottolineo, sbadatamente) qualcuno dubitava delle mie origini 100% italiane. Sarà stata la mia stretta vicinanza alla città lagunare veneta o la mia cadenza volutamente uguale a quella delle mie amiche ( è risaputo, quando si è giovani vogliamo appartenere ad un gruppo ) ma si azzardavano ipotesi che io avessi qualche lontano avo russo.

Allora l’unico russo che conoscevo io, era quello che accompagnava il mio dolce nonno ogni notte, ma di parenti russi non ne avevo mai sentito parlare.
Io, che credo molto nelle coincidenze e delle cose che non accadono mai per caso, solo qualche anno più tardi mi sono iscritta alla facoltà di lingue. Oltre all’inglese, l’idioma che ha conquistato il mondo, provate ad indovinare quale altra lingua ho scelto? Il russo, appunto!

Il mio destino ha voluto che iniziassi a mangiare l’insalata russa solamente quando ho iniziato a studiare la materia. Preparata solo con maionese homemade, questo antipasto-ma-anche-secondo ha conquistato il mio palato. Infine, per imparare una lingua bisogna abbracciare tutta la sua cultura, cucina compresa.

Piccola nota: insalata russa in russo si dice Салат Оливье (salat oliviè) che tradotto significa insalata francese.

 

Ingredienti:
100gr piselli
100gr fagiolini
2 patate
2 carote
3 cetriolini sott’aceto

Per la maionese:
2 tuorli
1/2 limone
200gr olio
sale

Preparazione:
Nel frullatore versate i tuorli, aggiungete il sale.
Iniziate a frullare e versate l’olio poco per volta. Aggiungete anche il succo di limone e continuate a frullare fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Fate riposare la maionese in frigorifero e nel frattempo pulite e fate lessare le verdure, preferibilmente in pentole diverse.
Quando saranno cotte, tagliatele a pezzetti e versatele in un’insalatiera.
Aggiunte anche i cetriolini tagliati a dadini e per ultima la maionese.

Amalgamate il tutto delicatamente e lasciate riposare in frigorifero almeno un paio di ore prima di servirla.

Tagged: antipasti veloci, carote, insalata, maionese, patate, uova[1][2][3][4][5][6]

References

  1. ^ antipasti veloci
  2. ^ carote
  3. ^ insalata
  4. ^ maionese
  5. ^ patate
  6. ^ uova

Proudly powered by WordPress