Tag: Francia

Zuppa di cipolle – Soupe à l’onion

Normal
0
14

La ricetta di oggi è considerata un classico della cucina
francese, ma in realtà è un’antica ricetta toscana del ‘500 che fu introdotta
in Francia da Caterina de’ Medici quando vi giunse come sposa di Enrico II
d’Orlens re di Francia nel 1533.
La ricetta originale prevedeva solo l’accompagnamento con
fette di pane abbrustolite, mentre va dato il merito ai francesi di averla
perfezionata con l’aggiunta del formaggio e della gratinatura trasformando
così  un piatto povero in una raffinata
ricetta famosa in tutto il mondo.  

Normal
0
14

Ingredienti per 4 persone:
600 g di cipolle dorate
1 lt  di brodo di
manzo
20 g di farina (2 cucchiai)
50 g di burro
1 bicchiere di vino bianco (io ho usato la vernaccia di
San Giminiano)
100 g di Toma di Bra o Emmenthal
12 fette di pane tipo baguette o 6 fette tagliate a metà
di pane toscano
4
cucchiai di olio extravergine d’oliva
1
cucchiaino di zucchero
sale
e pepe q.b.
Procedimento
Pulite
le cipolle, lavatele e asciugatele e tagliatele ad anelli sottilissimi.
Metteteli
in una casseruola con il burro e l’olio e lasciateli cuocere per circa 10
minuti girandoli spesso, non devono assolutamente bruciarsi. Aggiungete lo
zucchero e continuate la cottura  sempre
a fuoco moderato per 5 minuti, unite poi la farina facendola cadere da un
colino.
 Mescolate bene per qualche minuto e unite il vino, fate sfumare per 2/3
minuti e unite il brodo caldo. Fate sobbollire per 35 minuti poi aggiustate di
sale e di pepe.
Nel
frattempo tagliate il pane e abbrustolitelo e grattugiate il formaggio.
Versate
la zuppa in quattro cocottine o contenitori da forno, adagiate le fette di pane
sulla superficie della zuppa e ricoprite con abbondante formaggio.
Infornate
per 4/5 minuti nel forno già caldo a 200° (dovrà formarsi una crosticina
dorata).
Servite
subito la zuppa e buon appetito!

Vino consigliato: Vernaccia di San Giminiano

Menu Vive la France!

Il titolo del menu dice già tutto: Benedetta stasera ci porta al di là delle Alpi e ci insegna a cucinare alcuni piatti famosi della cucina francese.

In sua compagnia Mirco Bergamasco, famoso sportivo italiano che vive in Francia.

il Menù di Benedetta del 29 gennaio 2013

(clicca sui link per vedere le ricette)

Antipasto: VELLUTATA DI ASPARAGI con Crème Fraîche
Piatto unico: CORDON BLEU E PASTA E PISELLI
Secondo: IL VENETO A PARIGI
Dolce: CROISSANT ORIGINALI[1][2][3][4]

References

  1. ^ VELLUTATA DI ASPARAGI con Crème Fraîche
  2. ^ CORDON BLEU E PASTA E PISELLI
  3. ^ IL VENETO A PARIGI
  4. ^ CROISSANT ORIGINALI

Vellutata di Asparagi con Crème fraîche

La Crème fraîche è una panna acida molto diffusa in Francia. Benedetta utilizza la sua versione per dare una marcia in più ad una vellutata di asparagi alla francese davvero gustosa.

Puntata I Menu di Benedetta: 29 gennaio 2013 (Menu Vive la France![1])
Tempo preparazione e cottura: 20 min. ca.

Ingredienti Vellutata di Asparagi con Crème fraîche per 4 persone:

  • 1 cipolla
  • 1 kg di asparagi
  • 2 patate
  • acqua qb
  • dado granulare di carne qb
  • 1 tuorlo
  • sale
  • pepe
  • 120 ml di panna fresca
  • succo di un limone

Procedimento ricetta Vellutata di Asparagi con Crème fraîche di Benedetta Parodi

  1. Affettare la cipolla e metterla in pentola con acqua.
  2. Pelare la parte del gambo degli asparagi poi tagliarli a pezzi e aggiungerli alla cipolla.
  3. Unire anche le patate sbucciate e tagliate a pezzi e aggiungere altra acqua bollente con dado granulare e un pizzico di sale e portare a cottura.
  4. A parte unire la panna fresca con il succo di limone filtrato e lasciare riposare qualche minuto per rapprendere.
  5. A fuoco spento, eliminare il brodo in eccesso dalla zuppa di asparagi e frullarla col mixer ad immersione.
  6. Unire poi un tuorlo alla vellutata e mescolare.
  7. Impiattare la vellutata completando con qualche cucchiaio di crème fraîche e pepe.

References

  1. ^ Menu Vive la France!

Proudly powered by WordPress