Tag: fettina

Capocollo di Martina Franca, come usarlo in cucina

capocollo di martina franca - La Terra DI Puglia


Profumato e morbidissimo, il Capocollo di Martina Franca si scioglie in bocca
capocollo di martina franca - La Terra DI Puglia

Il capocollo di Martina Franca, a Martina Franca e non solo, è davvero un’istituzione. Solo in Val D’Itria si riesce a produrre questo straordinario insaccato molto amato anche fuori regione. Perchè lì clima, altitudine, temperature sono davvero unici ed irripetibili. Un piccolo paradiso pugliese, dove il clima è arido ed assolato così come nel resto della regione, ma reso più fresco dalla presenza di estese aree boschive, con querce, pini ed alberi secolari che rendono l’aria profumatissima e frizzantina anche in piena estate. E’ qui che, complice la sapienza dei produttori locali, nasce un prodotto unico ed irripetibile, il Capocollo di Martina Franca, appunto. Ma come gustarlo? Come utilizzarlo in cucina per valorizzarlo al meglio? A voi alcuni consigli. 

1 – Sulla pizza

Il capocollo di Martina Franca è ottimo sulla pizza. Gli abbinamenti che preferiamo sono quelli con la cipolla, oppure, tanto per restare in Puglia, con la stracciatella pugliese. Da provare assolutamente.

pizza con capocollo e cipolle

2 – Come antipasto fantasioso

Vi consigliamo di prendere qualche fettina di capocollo e di farcirla con un latticino pugliese, come una stracciatella oppure un pò di burrata, di aggiungere un pomodorino confit e di avvolgere il tutto come fosse un involtino. Disponete i vostri involtini a raggiera su un piatto steso e collocate al centro qualche oliva leccina. Et voilà, l’antipasto “made in Puglia” è pronto!

3 – Nei saltimbocca….. alla pugliese!

E’ vero, i saltimbocca per definizione sono alla romana e prevedono l’uso del prosciutto crudo. Ma visto che va di moda reinterpretare i piatti, perchè non provare a realizzare dei saltimbocca alla pugliese, per così dire, con il Capocollo di Martina Franca? Per farlo naturalmente dovrete sostituire un insaccato con l’altro. Provare per credere!

saltimbocca alla romana - My Italian Recipes

Cordon Bleu con Pasta e Piselli

In un menu francese non potevano mancare i cordon bleu, la famosa fettina di vitello impanata e ripiena di prosciutto e formaggio. Benedetta, per non lasciare nulla al caso, decide di prepararli come piatto unico nella sua sfida contro il tempo accompagnandolo con un primo semplicissimo, pasta e piselli.

Puntata I Menu di Benedetta: 29 gennaio 2013 (Menu Vive la France![1])
Tempo preparazione e cottura: 15 min. ca.

Ingredienti Cordon Bleu con Pasta e Piselli per 4 persone:

  • 4 scaloppine di vitello piuttosto larghe e sottili da ripiegare
  • 4  fette di prosciutto cotto
  • 4 fettine di formaggio groviera
  • 1 uovo
  • farina qb
  • pan grattato qb
  • olio per friggere qb
  • sale e pepe qb
  • 250 gr di pasta corta
  • 200 gr di piselli surgelati
  • Olio
  • Parmigiano
  • Sale

Procedimento ricetta Cordon Bleu con Pasta e Piselli di Benedetta Parodi

  1. Cuocere insieme in acqua bollente salata la pasta con i piselli surgelati.
  2. Battere le fettine di vitello, poi farcirle ognuna con una fetta di formaggio, poi richiuderle.
  3. Passare la carne nella farina, poi nell’uovo ed infine nel pangrattato.
  4. Friggere i cordon bleu in una padella con poco olio, rigirandoli su entrambi i lati.
  5. Scolare pasta e piselli e condirli con il prosciutto tagliato a pezzetti e l’olio (o il burro).
  6. Servire i cordon bleu con la pasta come piatto unico.

References

  1. ^ Menu Vive la France!

Proudly powered by WordPress